Live hören
Jetzt läuft: Owo Mi Da von Tiwa Savage

Preoccupano i nuovi focolai di Covid-19 in NRW

Warendorf

Preoccupano i nuovi focolai di Covid-19 in NRW

di Luciana Caglioti

Oltre 600.000 le persone in lockdown fino al 30 giugno nei distretti di Gütersloh e Warendorf, dopo il grande numero di positivi nel mattatoio Tönnies. Sono oltre 12 milioni i tedeschi che hanno scaricato la "Corona-Warn-App".

I dati dell'Oms a livello mondiale

Oltre 9,1 milioni di casi e oltre 475mila morti nel mondo a causa del Covid 19, questi i dati diffusi dall'Organizzazione mondiale della sanità. Il bilancio è raddoppiato negli ultimi due mesi.

Lockdown a Gütersloh e Warendorf

In Germania la situazione è abbastanza stabile, ma preoccupano alcuni nuovi focolai. I più importanti nel Nordreno-Vetsfalia, nei pressi del mattatoio Tönnies a Rheda-Wiedenbrük. Dei 7000 lavoratori della grande impresa di lavorazione della carne, più di 1550 sono risultati positivi ai tamponi. Per questo motivo stanotte nei distretti di Gütersloh e Warendorf è scattato il lockdown. Fino al 30 giugno, quindi, divieto di contatto per più due persone, chiusi bar, palestre, cinema, teatri, musei. Proibiti picnic e grigliate. Resteranno aperti i negozi. Il ministro federale della Sanità, Jens Spahn (CDU), ha sottolineato la necessità delle misure poiché altrimenti il virus potrebbe diffondersi rapidamente. È importante far capire che le restrizioni servono a proteggere tutta la popolazione, non solo quella delle zone colpite ma a livello federale, ha sottolineato Spahn.

La app di tracciamento funziona

Il ministro federale della Sanità si è detto inoltre molto soddisfatto per la larga diffusione della cosiddetta "Corona-App". L'app, che traccia i casi di Covid e serve per sapere se si è stati a contatto con un soggetto risultato positivo, in Germania è stata scaricata da più di 12 milioni di persone, molto di più che in tutti gli altri Paesi europei. Un segnale positivo, secondo Spahn, perché vuol dire che ci si prende cura di se stessi e degli altri.

Fondo speciale per la formazione professionale

Per il ministro federale del Lavoro, Hubertus Heil (SPD), in questo periodo di crisi per la pandemia è importante lottare non solo per ogni posto di lavoro ma anche per il diritto dei giovani alla formazione professionale. La pandemia non deve pesare sulle spalle dei ragazzi e sulle loro possibilità di inserimento nel mondo del lavoro, ha precisato Hubertus Heil: "I giovani hanno bisogno di prospettive - ha aggiunto Heil-, la formazione duale, scuola-lavoro, è fondamentale e non deve essere trascurata a causa della pandemia. Per questo il ministero federale del Lavoro ha annunciato un pacchetto di aiuti di 500 milioni di euro per le aziende che fanno formazione professionale.

Stand: 24.06.2020, 18:40