Live hören
Jetzt läuft: Rose Rouge von Jorja Smith

Le nuove rotte della migrazione

Ascolta le dichiarazioni di Luca Patronaggio

COSMO Radio Colonia - Beitrag 28.05.2020 01:59 Min. Verfügbar bis 28.05.2021 COSMO

Download Podcast

Le nuove rotte della migrazione

di Jörg Seisselberg e Agnese Franceschini

Il coronavirus non ha fermato gli sbarchi in Sicilia anzi, secondo il procuratore della repubblica di Agrigento Luigi Patronaggio, c’è stato un salto di qualità nel traffico di esseri umani.

Una barca di pescatori colma di migranti

Ora si prova ad attraversare il Mediterraneo su barche di pescatori tunisini

Le basi di partenza dei migranti in periodo di Coronavirus non sono più in Libia, ma in Tunisia, spiega Patronaggio. I trafficanti infatti portano i migranti dalla Libia in Tunisia e da lì li fanno partire non più con i gommoni cinesi, ma con barche da pesca.

“Ai pescatori tunisini, sostanzialmente rende di più il traffico di esseri umani che non la pesca”, ha dichiarato Luca Patronaggio al microfono di Jörg Seisselberg, corrispondente ARD da Roma. L’utilizzo delle barche da pesca rende più difficile la loro individuazione nel Mediterraneo da parte della guardia costiera.

A gestire le partenze sono per lo più tunisini che hanno commesso reati in Italia e che sono stati espulsi e anche il 20 – 30% dei migranti ha già commesso reati in Italia.

C'è inoltre un listino prezzi differenziato tra migranti che arrivano dall'Africa subsahariana, che pagano la traversata 2000 euro, e i migranti tunisini che invece pagano 1000 euro.

Ascolta l'audio cliccando in alto su questa pagina.

Stand: 28.05.2020, 18:05