Live hören
Jetzt läuft: Hasta la vista von PNL

Incontro tra Merkel e Conte sulle misure anticrisi

Giuseppe Conte

Incontro tra Merkel e Conte sulle misure anticrisi

di Francesco Marzano

Si è svolto oggi pomeriggio il colloquio a quattr'occhi tra il premier italiano Giuseppe Conte e la cancelliera tedesca Merkel nel palazzo per gli ospiti, il castello di Meseberg.

Centro dell'incontro sono state le conseguenze sociali ed economiche della pandemia, che ha colpito così pesantemente soprattutto l'Italia e quindi i delicati temi del Recovery fund europeo e il MES (Meccanismo europeo di stabilità). Sia Merkel che Conte hanno ribadito l’importanza di affrontare il tema a livello europeo. A riguardo la Cancelliera Merkel, al momento presidente di turno del Consiglio dell'Unione europea, è nel pieno delle consultazioni con gli altri leader europei, che discuteranno la crisi economica dovuta al Covid-19 nella seduta del Consiglio questo venerdì e sabato.

A che punto siamo con l'allentamento delle misure anti-Covid-19?

Mentre con il metro e mezzo di distanza e le mascherine avremo ancora a lungo a che fare e per le grandi manifestazioni dovremo aspettare almeno fino a ottobre, e comunque ogni Land tedesco ha la facoltà di stabilire proprie norme e tempistiche.
Così, ad esempio, la Sassonia ha deciso di riaprire regolarmente le scuole dopo le vacanze estive e, invece, nel Nordreno-Vestfalia il consiglio dei ministri ha approvato alcune modifiche al piano di allentamento, che entreranno in vigore da questo mercoledì. In particolare:

- per cerimonie come matrimoni e funerali potranno radunarsi 150 persone, a patto di garantire la tracciabilità dei partecipanti

- per eventi culturali o affini è obbligatorio adottare un particolare sistema di norme d'igiene, se i partecipanti sono più di 300 (non più 100 come finora)

- per gli sport che prevedono contatto fisico sale il numero di persone ammesse in palestra da 10 a 30 e anche il numero di spettatori ammessi agli eventi sale da 100 a 300.

La crisi a Gütersloh

E negli stabilimenti dell'azienda Tönnis a Gütersloh, chiusi ormai quasi un mese fa per lo scoppio di casi Covid-19, sono stati testati oggi nuovi impianti di filtraggio dell'aria, in grado di filtrare anche virus dall'aria. Dai risultati dei test - condotti da esperti dell'università di Bonn - dipende anche la decisione su quando questa industria della carne potrà ripartire.

Maiorca

Ignari invece di ogni pericolo sembrano essere i turisti che si riversano sulle spiagge, ad esempio di Maiorca, da cui ci arrivano le prime affollatissime immagini. Il ministro della Salute Jens Spahn mette in guardia e avverte che la pandemia non è ancora finita.

Come comportarsi allora in vacanza? Come evitare contatti, se gli stessi aerei sono completamente prenotati?

La soluzione sta nella responsabilità e prudenza dei singoli. In aereo, ad esempio, dichiara il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, gli impianti di areazione possono aiutare, ma è importante portare la mascherina durante il volo ed evitare assembramenti prima e dopo il viaggio.

Mentre in Germania si allentano le misure, in Italia si prolungano invece i provvedimenti anti-Covid-19.

Il decreto del presidente del consiglio che entrerà in vigore domani, prevede l'obbligo di mascherina nei luoghi chiusi e ovunque non si possa garantire il distanziamento almeno fino al 31 luglio. Nel decreto si insiste anche sul modo corretto di indossarla: coprendo completamente naso e bocca.

E sempre in Italia si fanno al momento i conti col problema dei migranti positivi al Coronavirus.

Il governo ha deciso di usare navi e caserme per isolare le persone risultate positive al Covid-19. Sono previsti anche servizi di vigilanza per controllare gli ingressi ed evitare disordini come quelli che stanno avvenendo in Calabria.

Ad Amantea tra ieri e oggi ci sono state manifestazioni di protesta dopo l'arrivo di 13 migranti risultati positivi al coronavirus, e che attualmente sono ospitati in una struttura attrezzata per gli accertamenti e la quarantena. Anche altri migranti (28 in tutto) del gruppo di 70 pakistani soccorsi al largo di Caulonia sono risultati positivi.

E intanto la nave Fiorillo della Guardia costiera italiana ha soccorso altri 60 migranti su un barcone e si sta dirigendo verso Pozzallo.

La governatrice della Calabria Jole Santelli invoca l'intervento immediato del governo per gestire gli sbarchi e i controlli. Altrimenti si dice pronta ad agire, esercitando i suoi poteri di ordinanza per emergenza sanitaria, vietando gli sbarchi in Calabria.

Serve comunque una strategia comune per gestire il problema e sembra che un passo in questa direzione si sia fatto stamattina nel vertice in videoconferenza al quale ha partecipato la ministra dell'Interno italiana Luciana Lamorgese insieme ad altri colleghi europei. All'ordine del giorno c'era la prevenzione e il contrasto del traffico di migranti con iniziative condivise. "Incontro produttivo" ha dichiarato Lamorgese.

Stand: 13.07.2020, 18:15