Live hören
Jetzt läuft: La La Land von Haiyti

Italia e Germania: oltre 4000 contagi

Mann, im Hintergrund geschrieben, Maskenpflicht und Corona-Tests

Italia e Germania: oltre 4000 contagi

di Cristina Giordano e Filippo Proietti

Sia in Italia che in Germania superati i 4000 casi di infezioni da Covid-19. Valori che non si vedevano da aprile. Annunciate nuove restrizioni in diverse città tedesche tra cui Berlino e Francoforte. Secondo la ministra federale della Ricerca Karliczeck il vaccino potrebbe arrivare verso la metà del 2021.

Superati i 4000 contagi

Picco di contagi in Germania, come non si vedeva da aprile, ieri se ne erano contati 2800, oggi saliti a oltre 4000. A fornire i dati come sempre è il Robert Koch Institut (RKI). Il presidente Lothar Wieler si è detto preoccupato, se il virus si propaga senza controllo, ha avvertito, potremmo arrivare a 10mila casi al giorno. E ha sottolineato l'importanza delle solite, semplici regole di prevenzione: lavarsi le mani, mantenere la distanza e usare le mascherine.

Attualmente i pazienti in terapia intensiva in Germania sono 470. I medici si aspettano un ulteriore aumento e temono che facilmente possano essere superate le capacità ospedaliere. A preoccupare è soprattutto la situazione nelle cliniche delle grandi città come Berlino.

Nuove restrizioni

Il ministro della Salute Jens Spahn (Cdu) ha accolto con approvazione le misure adottate da alcuni Länder per diminuire le occasioni di contagio. Tra queste, il divieto di alcool introdotto «nei luoghi pubblici» dopo le 23:00 che entrerà in vigore sabato 10 ottobre a Berlino, annunciato anche a Francoforte .

Venerdì 9 ottobre la Cancelliera Angela Merkel incontrerà i sindaci delle grandi metropoli tedesche che stanno segnalando impennate di contagi. Intanto, come reazione all’aumento di contagi, i Länder hanno deciso ieri, mercoledì 7 ottobre, di comune accordo e con poche eccezioni, che è vietato per chi in Germania risiede in una zona a rischio soggiornare in un albergo o in una casa-vacanza di un altro Land. A meno che non presenti un test negativo al Covid-19 non più vecchio di 48 ore.

La zona a rischio è calcolata in base alla soglia che vige in Germania di 50 nuovi casi di infezione ogni 100mila abitanti in una settimana. Oggi sia Berlino che Francoforte hanno superato la soglia dei 50 casi. Anche Brema è ora zona a rischio, insieme ad alcune città del Nordreno-Vestfalia, come Hamm, Remscheid, Wuppertal.

Alcuni Länder non vogliono per ora però introdurre il divieto di soggiorno a chi proviene da zone a rischio in Germania: Berlino è contraria, Brema si è presa tempo per valutare se approvare o meno questa misura. A rifiutarla in toto è stato, per ora, il Nordreno-Vestfalia.

Novità sul vaccino

Sul fronte della ricerca sul vaccino, la ministra della ricerca Anja Maria-Karliczeck (Cdu) ha annunciato che da metà 2021 sarà messo a disposizione per gran parte della popolazione tedesca un vaccino contro il Covid-19.

Italia: obbligo mascherine all’aperto

In Italia è entrato intanto in vigore il nuovo decreto del governo che impone tra l'altro l'uso delle mascherine anche all'aperto in tutto il paese. Anche in Italia i casi sono in aumento, le infezioni registrate sono state 4.458 in ventiquattr'ore, aumentando di circa 1000 casi in un giorno. Numeri che ricordano quelli della metà di aprile.

***IMPORTANTE***

Queste informazioni sono aggiornate alle 18:30 di mercoledì 7 ottobre 2020. La situazione è in continua evoluzione.

Stand: 08.10.2020, 18:20