Live hören
Jetzt läuft: Why did you do it von Ferry Ultra feat. Ashley Slater

Alla Cop 26 accordo sul metano

Ascolta l'intervista a Lorenzo Cremonese

COSMO Radio Colonia - Beitrag 04.11.2021 05:59 Min. Verfügbar bis 04.11.2022 COSMO


Download Podcast

Alla Cop 26 accordo sul metano

di Giulio Galoppo e Luciana Caglioti

Dal rapporto annuale dell’Unep, il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, emerge che il gas metano sarebbe responsabile del 30% del riscaldamento globale. A Radio Colonia ne abbiamo parlato con Lorenzo Cremonese, ricercatore dello IASS a Potsdam, l’Istituto per gli studi avanzati sulla sostenibilità.

Erdgas-Zentrale

Un impianto di gas naturale ad Amburgo

È uno dei temi principali alla COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, iniziata il 31 ottobre a Glasgow in Scozia e che si concluderà il 12 novembre. Le emissioni di metano, dal periodo preindustriale ad oggi, sono più che raddoppiate e sono responsabili per il 30% del riscaldamento globale. Il metano si rivela quindi essere tra i gas più nocivi.

Oltre 100 Paesi del mondo hanno aderito all'iniziativa globale per ridurne del 30% le emissioni entro il 2030, al fine di rallentare il cambiamento climatico. Prodotto dall’uomo tramite i rifiuti, l’agricoltura e l’utilizzo come combustibile fossile, il metano ha una vita relativamente breve nell’atmosfera, pari a circa dodici anni, ci spiega Lorenzo Cremonese dello IASS di Potsdam. Ma non scompare, bensì si trasforma in anidride carbonica. Come riuscire nell’intento della comunità mondiale? Quali sono le strade alternative per bloccare il disastro climatico-ambientale? Anche di questo abbiamo parlato con Cremonese.

Stand: 04.11.2021, 18:45