Live hören
Jetzt läuft: Cloud 9 von Midas the Jagaban

Secondo giro di consultazioni

draghi

Secondo giro di consultazioni

di Vincenzo Savignano

Il consiglio di Conte
Il premier uscente Giuseppe Conte nel corso di una riunione in videoconferenza ha invitato esplicitamente i rappresentanti del M5S a sostenere Draghi. Inoltre ha comunicato che non farà parte dell’esecutivo. Intercettato da giornalisti Rai, questa mattina Conte ha sottolineato che durante la videoconferenza ha voluto "ringraziare tutti i parlamentari per il grande lavoro svolto e il grande impegno". Riguardo alla formazione del nuovo esecutivo i pentastellati sono pronti a valutare le proposte del premier incaricato. Il Senatore Ettore Licheri ha indicato nuovamente i punti principali richiesti dai M5S : "Reddito di cittadinanza, giustizia e una politica industriale che guardi all’ambiente e sia innovativa". Dalle ore 13 di mercoledì 10 febbraio 2021 alle ore 13 di giovedì 11 febbraio 2021 gli iscritti M5s saranno chiamati a esprimersi su un eventuale supporto a un governo presieduto da Mario Draghi. Lo annuncia il Blog delle Stelle.

Dal Pd e IV completo sostegno
Il segretario dei dem, Nicola Zingaretti, ha ribadito la disponibilità totale all’ex presidente della Banca centrale europea. Il governatore della Regione Lazio si augura che Draghi si impegni per «ricostruire l’economia e il sistema sanitario del Paese e di rifare la sanità». Anche Italia Viva continua a dare ampi segnali di sostegno al premier incaricato. Come anche le forze centriste di Azione e +Europa, che oggi hanno incontrato direttamente Draghi. "L'appoggio di Azione e Più Europa è pieno, incondizionato e permarrà. Non si limita a questo momento di entusiasmo generalizzato. Gli abbiamo assicurato appoggio anche per i momenti difficili che senza dubbio arriveranno", ha sottolineato Carlo Calenda, leader di Azione, dopo le consultazioni con il premier incaricato. Sulla stessa linea Emma Bonino: "La prima cosa che ci ha detto, senza neanche che ci fosse bisogno di chiedere, è che la sua è una scelta convinta per il processo europeo e di schieramento atlantico. Questo è stato il primo punto del programma di governo che il presidente Draghi ci ha manifestato".

Dopo Forza Italia apre anche la Lega

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, ha sottolineato che è pronto a sostenere Draghi "per il bene del Paese, bisogna fare bene ed in fretta alcune cose per il bene degli italiani". Nel centrodestra solo Fratelli d'Italia continua a ribadire il suo no ad un governo guidato da Draghi perché non "eletto direttamente dal popolo", ha sottolineato più volte la leader del partito, Giorgia Meloni. Martedì 9 febbraio proseguirano le consultazioni che inizeranno alle 11. Draghi, infatti, rivedrà il neonato gruppo di Palazzo Madama di Europeisti-Maie-Centro democratico, cuore dell'operazione, poi fallita, per salvare il Conte ter. Poi a seguire tutte le principali forze politiche, chiuderanno i Cinque Stelle.

Stand: 08.02.2021, 18:20