Live hören
Jetzt läuft: NEU Boss (io & te) von Epoque

Come funzionano i centri vaccinali

Ascolta il servizio di Cristina Giordano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 09.03.2021 04:55 Min. Verfügbar bis 09.03.2022 COSMO


Download Podcast

Come funzionano i centri vaccinali

di Cristina Giordano

Velocemente allestiti in fiere e stadi, nei centri in Germania si stanno vaccinando ottantenni e, a partire da questa settimana, anche alcune categorie sensibili di lavoratori (educatori degli asili e insegnanti delle scuole elementari). In Germania ci sono circa 400 centri. Ma come sono organizzati? Cristina Giordano è andata a visitare il centro vaccinale di Colonia.

Erzieherinnen warten in Impfzentrum

Procede a rilento la campagna vaccinale

Spahn sotto pressione

Il ministro della salute Jens Spahn è sotto pressione per la lentezza con cui si sta vaccinando in Germania. Ad oggi solo il 6,4% della popolazione ha fatto almeno una prima iniezione del vaccino. Per velocizzare il ritmo di vaccinazione, Spahn ha promesso che presto ci si potrà vaccinare contro il Covid anche dal proprio medico curante.

Nel frattempo però – ad eccezione delle vaccinazioni fatte in ospedale e presso i centri anziani per il personale sanitario e gli ospiti delle case di cura – è possibile vaccinarsi solo negli appositi centri. In Germania ce ne sono attualmente 411. Allestiti a metà dicembre, molti hanno aperto solo a febbraio. A un mese dall’apertura del centro vaccini di Colonia (8 febbraio), siamo andati a vedere come funziona.  

Il centro vaccini di Colonia

Il centro di Colonia è allestito presso la fiera. All'entrata uno scanner misura la febbre e il "biglietto di entrata" è in questo caso il codice QR ricevuto al momento della prenotazione. Da questo momento inizia una sorta di percorso guidato che passa attraverso i box di controllo documenti, video (in tedesco, sottotitolato in inglese e con interprete della lingua dei segni) che spiega ancora una volta i possibili effetti collaterali, e infine si accede alla vaccinazione.

Attualmente funziona tutto molto velocemente: "Abbiamo meno appuntamenti e meno vaccini rispetto ai medici disponibili. Dall’entrata al vaccino, i pazienti impiegano circa 12 minuti." dice Jürgen Zastrow, direttore del centro e presidente dell’Associazione delle assicurazioni sanitarie (Kassenärztlichen Vereinigung). In questo momento vengono somministrati circa 2000 vaccini al giorno, ma si potrebbe arrivare a 5000.

Perché il ritmo delle vaccinazioni è lento?

Zastrow motiva la lentezza con i pochi vaccini a disposizione. Eppure in Nordreno-Vestfalia sono state distribuite 14,8% delle dosi totali previste per il Land. Ma ne sono state somministrate solo l’9,1%. Secondo Zastrow la differenza è dovuta a ritardi nella comunicazione dei dati.

A una nostra richiesta il ministero della Salute del Land ci scrive che: "La differenza si spiega principalmente con il fatto che il Nordreno-Vestfalia segue le raccomandazioni del governo federale. Per ogni prima vaccinazione con i vaccini BionTech e Moderna viene messa da parte un'ulteriore dose per la seconda vaccinazione tre o quattro settimane dopo. Questo per garantire che la seconda vaccinazione necessaria possa essere effettuata anche in caso di carenze di fornitura a breve termine. Nel caso del vaccino di AstraZeneca, la seconda vaccinazione è necessaria solo dopo nove-dodici settimane, motivo per cui le forniture possono essere compensate su un periodo di tempo più lungo".

Stand: 09.03.2021, 18:45