La cancelliera e il suo pragmatismo

merkel

La cancelliera e il suo pragmatismo

di Daniela Nosari e Cristina Giordano

Ultima conferenza stampa di Angela Merkel prima della pausa estiva del Bundestag. Uno degli ultimi atti dell'era Merkel per quella che è stata definita la «cancelliera delle crisi», a causa delle tante emergenze che ha dovuto affrontare durante i suoi mandati.

Bundespressekonferenz
Nella tradizionale conferenza stampa estiva prima la chiusura del Bundestag, Angela Merkel ha risposto oggi alle domande dei giornalisti riuniti a Berlino. È l'ultima conferenza stampa di questo tipo, visto che alle elezioni politiche del 26 settembre Merkel non si ricandiderà. Si chiuderà così l'era Merkel, durata 16 anni.

La pandemia
Uno dei temi dominanti oggi è stata la pandemia da coronavirus in corso: Merkel ha definito "preoccupante" l'attuale evoluzione dei contagi. In alcune città si è superata di molto l'incidenza di 10 nuovi casi su 100.000 persone negli ultimi sette giorni - e i numeri starebbero salendo in modo esponenziale. Merkel ha quindi invitato il maggior numero possibile di persone a vaccinarsi - o a convincere familiari e amici. "Più persone saranno vaccinate e più veloce sarà il ritorno alle nostre libertà", ha detto Merkel.

La crisi climatica
L'altro grande tema di oggi è stata poi la tutela dell'ambiente: a proposito di ricostruzione nelle zone alluvionate la cancelliera ha sottolineato che questa durerà a lungo. Gli aiuti immediati decisi ieri dal governo potranno venire aumentati se non sufficienti. Ma non sono stati sufficienti invece gli sforzi fatti per rallentare il cambiamento climatico, ha ammesso Merkel. Sia per quanto riguarda la Germania che altri Paesi. Parlando di politica ambientale, Merkel ha però aggiunto che alcuni obiettivi sono stati raggiunti e che la Germania sarebbe quindi sulla buona strada. In particolare il contributo delle energie rinnovabili all'apporto di energia in Germania è passato dal 10% nel 2005 al 40% di oggi, ha precisato la cancelliera. E le emissioni di anidride carbonica si sono abbassate del 20% negli ultimi vent'anni. Merkel ha infine sottolineato la necessità di tenere conto dell'aspetto sociale. Ma non è pensabile risarcire i cittadini di tutti i costi aggiuntivi che saranno necessari per compensare le emissioni di anidride carbonica.

Stand: 22.07.2021, 18:38