Live hören
Jetzt läuft: Boss Time von Salomea

Covid-19: ansia per l'aumento dei contagi in Germania

Jens Spahn

Covid-19: ansia per l'aumento dei contagi in Germania

di Francesco Marzano

1.226 nuovi casi in un giorno in Germania. È il valore di contagi da Covid-19 più alto da maggio, segnala il Robert Koch Institut.

Contagi in aumento dopo spostamenti estivi

Il ministro della Salute Jens Spahn guarda con preoccupazione ai nuovi numeri, che sarebbero la conseguenza dei molti spostamenti e incontri dei mesi estivi. Numeri che il Sistema Sanitario può ancora ben gestire, ma che non vanno affatto sottovalutati. Nessun allarmismo quindi, ma è bene che i casi si stabilizzino - ha detto il ministro Spahn.

I viaggi - sia nazionali che all'estero - contribuiscono alla diffusione del virus e nel Nordreno-Vestfalia, infatti, circa 1/4 dei nuovi casi è costitutito da vacanzieri in ritorno. L'ha reso noto il ministero della Salute del Land. Nel solo aeroporto di Düsseldorf 70 casi positivi lo scorso sabato.

Il rientro a scuola

A poco a poco in tutti i Länder gli alunni tornano sui banchi dopo la pausa estiva - oggi ad esempio nel NRW. Ma per prime hanno riaperto le scuole del Meclemburgo-Pomerania, dove due scuole hanno dovuto chiudere giá la scorsa settimana a causa di casi positivi al Covid-19. Anche a Berlino, a scuola da tre giorni, si registrano già primi casi di contagio: uno scolaro della Gemeinschaftsschule Anna-Essinger a Berlino-Zahlendorf è risultato positivo ed è stato messo in quarantena insieme a tutti i suoi compagni di classe. Un altro caso, sempre a Berlino, alla Karl-Weise-Schule nel quartiere Neukölln, questa volta tra il personale scolastico.

Proprio per prevenire e arginare la diffusione del Virus nelle scuole di alcuni Länder è previsto l'obbligo di portare la mascherina anche in classe. Ci sono da Land a Land differenze su dove e quando sussiste l'obbligo della mascherina, nonché eccezioni (ad esempio in caso di problemi respiratori o se si può garantire 1,5 m di distanza). Ma c'è anche il problema dell'ondata di calore, che rende la mascherina particolarmente fastidiosa. Sempre nel NRW le direzioni scolastiche sono autorizzate a sospendere l'attività didattica qualora la temperatura superi i 27 gradi.

La corsa al vaccino

Prosegue la corsa al vaccino. Corsa in cui la Russia ieri ha fatto un balzo in avanti: il presidente Putin ha orgogliosamente annunciato il via libera all'uso del vaccino "Sputnik V" sugli esseri umani. Si inizierà a vaccinare a partire da ottobre. Un salto avventato, secondo molti esperti, perchè la Russia salta la cosiddetta "fase 3" della sperimentazione, che prevede il test su almeno 10.000 volontari. È chiaro che non possiamo aspettare i consueti 8/10 anni di una normale sperimentazione, ma effettuare il test su solo un centinaio di pazienti - come accaduto in Russia - vuol dire bruciare le tappe e produrre un vaccino inefficace se non addirittura pericoloso, il commento di Jens Spahn.

La situazione in Italia

Anche in Italia si parla di vaccino. Il dibattito ruota attorno alla domanda se renderlo obbligatorio o meno. Domanda fuori luogo, però, secondo la virologa Ilaria Capua, che mette in guardia: non ce ne sarà per tutti - occorre sviluppare un piano per la somministrazione mirata a livello nazionale. E sempre in Italia si affacciano le ipotesi di rendere le mascherine obbligatorie anche all'aperto e introdurre il numero chiuso nei locali e nelle piazze, qualora la curva dei contagi ritorni a salire. In prima linea per la prevenzione i governatori di Emiglia-Romagna e Puglia, che hanno imposto tampone e quarantena per chi torna dalle vacanze da paesi esteri ad alta circolazione virale. Test anche in Sicilia per chi torna da Malta, Spagna e Grecia.

Stand: 12.08.2020, 18:41