Live hören
Greentea Peng - Stuck In The Middle
Update Coronapandemie

Incidenza pandemica oltre quota 95 in Germania

Stand: 22.10.2021, 18:30 Uhr

di Daniela Nosari

Aumentano di nuovo i contagi sul territorio federale: l'incidenza è ora arrivata a 95,1, facendo uno scatto in avanti di 10 punti in un giorno e superando quota 90 per la prima volta da metà maggio. Un motivo di preoccupazione per il Robert-Koch-Institut ma anche per i ministri-presidenti dei Länder.

Le richieste dei Länder

Pochi giorni fa il ministro federale della Salute, Jens Spahn (CDU), aveva annunciato di non voler prolungare lo stato di emergenza pandemico oltre il 25 novembre. Un annuncio che aveva preoccupato i ministri-presidenti dei Länder. Senza questa base giuridica a livello federale sarebbe, infatti, più difficile per loro adottare o mantenere misure di contrasto al Coronavirus a livello locale. Ecco perché oggi i Länder hanno ribadito la richiesta di regole federali omogenee per poter gestire la situazione anche nei prossimi mesi. Secondo il governatore del Nordreno-Vestfalia, Armin Laschet (CDU), serve una sorta di cornice normativa per permettere ai Länder di prendere decisioni rapide anche durante l'autunno e l'inverno prossimi. Ad esempio riguardo all'uso di mascherine, test e regole delle 2G o 3G. Il sindaco uscente di Berlino, Michael Müller (SPD), ha inoltre sottolineato come i Länder intendano affrontare i prossimi sviluppi della pandemia: la prevenzione è la chiave per affrontare preparati nuove, possibili crisi, a livello medico e sanitario ma anche tecnico e produttivo, ha spiegato Müller. Intanto anche il ministro della Salute bavarese, Klaus Holetschek, si è detto a favore di un prolungamento dello stato di emergenza pandemico da parte del Bundestag.

Pandemia e vertice Ue

I membri dell'Unione Europea si sono oggi accordati a Bruxelles per promuovere le vaccinazioni contro il Coronavirus, ad esempio combattendo la disinformazione diffusa sui social media. Preoccupano, infatti, i casi in aumento in alcuni paesi membri, come la Romania, paese già considerato ad alto rischio dalla Germania, insieme a Slovenia e Lituania. E da domenica anche Croazia e Bulgaria diventano paesi ad alto rischio. Chi rientra in Germania da questi paesi dovrà quindi restare in quarantena per almeno cinque giorni.

La situazione in Italia

In Italia intanto la situazione è "sotto controllo", sarebbero in lieve aumento l'incidenza, ora a 34. Ricordiamo che l'incidenza indica i nuovi contagi negli ultimi 7 giorni su 100.000 abitanti.