Live hören
Jetzt läuft: Back to black von Amy Winehouse

La ristorazione chiede aiuto

Ascolta l'intervista a Matteo Musacci

COSMO Radio Colonia - Beitrag 27.10.2020 05:24 Min. Verfügbar bis 27.10.2021 COSMO


Download Podcast

La ristorazione chiede aiuto

di Agnese Franceschini e Francesca Montinaro

L'ultimo decreto varato dal Governo per contenere la pandemia da Covid-19 con la chiusura serale di alcune attività sta provocando la protesta di migliaia di esercenti. Ne parliamo con il vicepresidente della Federazione Italiana Pubblici Esercenti, Matteo Musacci.

Un ristorante chiuso a Piazza Venezia a Roma

Chiusura dalle 18 per bar e ristoranti in Italia

Secondo la Confcommercio in Italia sono a rischio 110mila attività commerciali. E proprio per venire incontro alle richieste dei commercianti, oggi (27.10.2020) il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al cosiddetto "decreto ristori". Il ministro dell’economia Roberto Gualtieri ha garantito che gli indennizzi - di diversa entità in base alle perdite degli ultimi mesi e per le diverse categorie - arriveranno entro il 15 novembre 2020.

La cassa integrazione Covid viene estesa fino al 31 gennaio 2021, ed è stato esteso anche lo stop ai licenziamenti. Ma i ristoratori restano critici e Matteo Musacci annuncia che domani, mercoledì 28 ottobre scenderanno in piazza, perché la chiusura dei locali pubblici alle 18 significherà per molti la chiusura definitiva. A questo punto alcuni esercenti sceglieranno di restare chiusi tutto il giorno. Secondo il vicepresidente del FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercenti, infatti, il lavoro da casa tiene lontani moltissimi dei clienti che consumavano il pranzo nei locali, e se la sera non si può aprire allora i ricavi non coprono le spese.

Ascolta l'intervista a Matteo Musacci cliccando sull'audio in alto.

Stand: 27.10.2020, 19:14