Live hören
Jetzt läuft: Enfants von El Michels Affair feat. The Shacks

Il referendum del 20 e 21 settembre

Ascolta l'intervista a Giulio Galoppo

COSMO Radio Colonia - Beitrag 28.08.2020 06:07 Min. Verfügbar bis 28.08.2021 COSMO

Download Podcast

Il referendum del 20 e 21 settembre

di Giulio Galoppo

Si avvicina il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari. Vi spieghiamo per cosa si vota e soprattutto come votano gli italiani all'estero.

Referendum costituzionale

Il quesito

Il 20 e 21 settembre 2020 si tiene in Italia il referendum confermativo popolare che era stato originariamente indetto per il 29 marzo e poi rinviato per la pandemia da Coronavirus.

Il referendum riguarda la riduzione del numero dei parlamentari italiani, e in particolare la "modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari".

La riforma prevede concretamente la riduzione dei seggi alla Camera da 630 a 400 e quelli al Senato da 315 a 200. Verrà inoltre stabilito un tetto massimo al numero dei senatori a vita, nominati dai presidenti della Repubblica, che non dovranno mai essere più di 5.

Con l’approvazione della riforma saranno ridotti anche i parlamentari eletti dagli italiani all’estero: i deputati passeranno da 12 a 8 e i senatori da 6 a 4.


Votando SÌ si conferma la legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari, votando NO si boccia la legge e si mantiene l'attuale numero di parlamentari.

Die Abgeordnetenkammer in Italien

Continua a seguirci perché nelle prossime settimane potrai scoprire altri dettagli e approfondimenti sul referendum stesso: chi è a favore e chi è contro? E perché?

Come votano gli italiani all'estero

I cittadini italiani residenti all'estero, iscritti nelle liste elettorali, possono votare per posta. Per questo è importantissimo, se vuoi votare, controllare e regolarizzare al più presto la tua situazione anagrafica e di indirizzo presso il tuo consolato di riferimento.

Il plico elettorale con la scheda per il voto dovrebbe arrivarti a casa all'inizio di settembre. Per ogni chiarimento rivolgiti all'ufficio elettorale del tuo consolato in Germania.
A partire dal 6 settembre 2020 gli elettori che non abbiano ricevuto il plico possono richiederne un duplicato all'ufficio consolare di riferimento. Non è possibile chiedere il duplicato prima di tale data.

Il plico contenente la scheda votata deve pervenire al consolato tassativamente entro le ore 16 locali di martedì 15 settembre 2020.

Si precisa che non è più possibile esercitare l'opzione di votare in Italia perché il termine è scaduto il 28 luglio scorso.

Entro il 19 agosto gli elettori temporaneamente all'estero potevano inoltre chiedere di votare per corrispondenza dall'estero.

Stand: 28.08.2020, 18:30