Live hören
Jetzt läuft: ON STAGE Irruption (live im Düsseldorfer Zakk 2017) von Gaël Faye

Da Gastarbeiter a italotedeschi

Italienische Gastarbeiter

Da Gastarbeiter a italotedeschi

di Daniela Nosari

Il 20 dicembre del 1955 l'Italia e la Germania stipulavano il primo accordo per il reclutamento di lavoratori italiani da impiegare in Germania. Pochi anni dopo la radio pubblica tedesca creava la sua prima trasmissione in lingua straniera, Radio Colonia, per informare i numerosissimi italiani arrivati e poi rimasti. Il termine « Gastarbeiter » per loro coniato in Germania, infatti, venne rapidamente superato dalla realtà. Da allora noi di Radio Colonia vi raccontiamo le loro, le nostre storie, che insieme alle storie diverse, ma per molti versi simili, di chi ancora oggi sceglie la Germania per crearsi una nuova vita, creano una narrazione collettiva degli italiani e delle italiane in Germania.

Pochi anni dopo il primo accordo stipulato fra Italia e Germania per reclutare la manodopera necessaria a ricostruire la Germania nel dopoguerra, i cosiddetti "lavoratori ospiti" cominciarono a mettere radici sul suolo tedesco, vennero raggiunti dalle loro famiglie o ne fondarono di nuove sposando donne tedesche. Da "ospiti" divennero cittadini, c'era quindi bisogno di un'offerta informativa nella loro lingua, per far conoscere loro la realtà tedesca, e anche i loro diritti: ecco perché diverse emittenti pubbliche tedesche crearono una trasmissione in lingua italiana. Era il dicembre 1961, e nasceva Radio Colonia. Negli anni siamo cambiati, ma continuiamo a informare gli italiani che vivono in Germania e a raccontarne le storie. Ecco alcuni dei ritratti che abbiamo mandato in onda in questi ultimi 12 mesi.

Siamo quasi 900.000

Flaggen

Germania e Italia sempre più vicine grazie anche all'UE

Sono passati 65 anni dalla firma del patto bilaterale tra il governo della Rft (ex Germania Ovest) e quello italiano per il reclutamento di lavoratori. La comunità italiana è ormai un'importante realtà della Germania. Ne parliamo con Edith Pichler, sociologa altoatesina docente all'Università di Potsdam ed esperta di migrazione italiana in Germania.

Cent'anni di vita fra Italia e Germania

Donato Pollice è uno dei migranti italiani più anziani in Germania: da poco ha compiuto 100 anni. Dal 1960 vive nel Baden Württemberg, e qui ci racconta la sua storia.

Quasi un secolo di vita fra Italia e Germania

Giuseppa Bisantino, 98 anni, è una delle migranti italiane più anziane in Germania. Con molta generosità e calore ci ha aperto le porte di casa sua per raccontarci la sua vita, i suoi ricordi.

Storie di emigrazione

Alla fine degli anni Sessanta, in Germania, soprattutto gli uomini, erano a volte vittime di attacchi razzisti. Per le donne andava un po‘ meglio. È quello che emerge dai ricordi dei coniugi Rizzo di Düsseldorf.

Una lunga amicizia

Antonia Ricciardi und Maria Bivona

Antonia Ricciardi e Maria Bivona

Antonia e Maria si frequentano da quasi cinquant'anni. Si sono incontrate per caso a Wunstorf, vicino ad Hannover, nella sala d'aspetto del dottore. Da allora hanno fatto tanta strada insieme.

Fotografando elettroni

Wissenschaftlerin Francesca Calegari

La scienziata Francesca Calegari

L'emigrazione italiana in Germania è fatta anche di eccellenze nel campo scientifico, industriale e accademico. Molte le storie che vi abbiamo raccontato a proposito. Una è quella della scienziata Francesca Calegari che fotografa gli elettroni in movimento nelle molecole per poter controllare la materia.

Sono solo alcune delle storie che vi abbiamo raccontato quest'anno. Ne potete scoprire molte altre, fra Italia e Germania, fra ieri e oggi, in queste rubriche:

Stand: 18.12.2020, 18:29