Live hören
Jetzt läuft: Tan Kalakatan von Mayra Andrade

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 11.02.2021 04:53 Min. Verfügbar bis 11.02.2022 COSMO


Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ed Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Stolperstein

Le "Stolpersteine", pietre d'inciampo, ricordano le vittime del Nazismo

***ATTENZIONE: Sono sospese in Germania tutte le attività culturali in presenza del pubblico. In alcuni casi gli organizzatori potrebbero offrire eventi in forma digitale.***

ANTICIPAZIONI

Scopri qui i principali concerti di artisti italiani in Germania nei prossimi mesi.

RISORSE ONLINE

Qui trovi una scelta di risorse online dedicate alla lingua e alla cultura italiana, con uno sguardo particolare alle iniziative di enti o associazioni che si trovano in Germania.

VENERDÌ 12 FEBBRAIO

In rete: Nicola Lagioia

Incontro online con lo scrittore Nicola Lagioia. Lagioia, nato a Bari nel 1973, pubblica nel 2001 il suo primo romanzo "Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj" e, nel 2009, con "Riportando tutto a casa", vince il premio Viareggio, il premio Vittorini e il premio Volponi. Per il suo romanzo "La ferocia" ha vinto, nel 2015, il premio Strega. Dal 2016 è Direttore Editoriale del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il suo ultimo romanzo "La città dei vivi" (Einaudi, 2020) ha per tema la ricostruzione dell'omicidio di Luca Varani da parte di due ragazzi di buona famiglia nel marzo 2016 a Roma: un delitto inspiegabile e inimmaginabile, che ha scioccato l'opinione pubblica.
Ore 21. Evento online.

In rete: L'oro delle mafie

Incontro online con Franco La Torre. Modeazione: Dott.ssa Simonetta Puleio. Il nuovo libro del giornalista Franco La Torre, Domenico Morace e Elio Veltri si occupa di ciò che avviene con i beni confiscati alla mafia. Ogni giorno vengono confiscati enormi somme di denaro, ville, terreni, oro, azioni, diamanti e uranio. L'"Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati" è un’istitutzione statale che si occupa di amministrare questi beni. Franco La Torre si è chiesto quanto quest'istituzione. La Torre è giornalista e scrittore e per anni ha lavorato per  "Libera", oggi lavora per "Libera Europa". È il figlio di Pio La Torre, politico e sindacalista ucciso dalla mafia per aver fatto approvare la legge 646, che condanna i mafiosi per il fatto stesso di appartenere ad una organizzazione criminale.
Ore 19. Per partecipare all'incontro online scrivere a: cristina.rizzotti@esteri.it
dell'IIC di Stoccarda. Oppure consultare la pagina dell'Istituto italiano di cultura di Stoccarda.

In rete: Uno di noi

L'associazione Italia altrove di Düsseldorf intervista ogni venerdì uno dei suoi soci.
Per vedere l'intervista basta cliccare il canale Youtube di Italia altrove venerdì alle 20.

SABATO 13 FEBBRAIO

In rete: pietra d'inciampo ad Amburgo

Il 13 febbraio 2021 alle ore 11 sarà posta una pietra d'inciampo davanti alla Burchardstrasse 11 ad Amburgo. Le pietre d'inciampo vogliono ricordare i perseguitati del nazionalsocialismo. La soglia di intralcio ricorderà gli internati militari italiani che erano in prigionia nei campi di lavoro forzato in tre edifici dell'area. In loco si terrà un incontro con l'artista Gunter Demnig. Parleranno inoltre il capo dell'ufficio distrettuale di Hamburg-Mitte, Falko Drossmann, il presidente dell'unione nazionale degli internati militari italiani, Orlando Materassi, il presidente del consiglio aziendale del Bauer media Group, Andreas Bierling, ed il Console Generale di Hannover, Giorgio Toborri. Con l'espressione internati militari italiani i nazisti si riferivano ai soldati italiani catturati dalla Wehrmacht dopo la caduta del regime fascista di Mussolini nell'estate del 1943 e l'armistizio dell'Italia con gli alleati. Ai soldati italiani fu data la possibilità di scegliere se continuare a combattere per i tedeschi o andare in prigione. 600.000 soldati italiani rifiutarono e vennero deportati in Germania e condannati ai lavori forzati. Decine di migliaia persero la vita a causa delle condizioni di detenzione simili a quelle dei campi di concentramento. Circa 12.500 militari internati italiani arrivarono ad Amburgo dove vissero nei lager in condizioni precarie. In quanto condannati ai lavori forzati, vennero impiegati dalla città di Amburgo e dai privati nelle fabbriche di armamenti e per lo sgombero delle macerie. Centinaia morirono per malnutrizione, per la mancanza di cure mediche e per le conseguenze dei maltrattamenti subiti. Tra i più di mille conosciuti campi di lavoro forzato ad Amburgo, tre erano situati nel Kontorhausviertel in Burchardstrasse 1, Schützenpforte 11 (oggi Burchardstrasse 11) e in Marschländerstrasse 11 (oggi Doc a Wandrahmstieg). Attraverso il ricordo degli internati militari italiani del Kontorhausviertel ricordiamo anche questo gruppo di perseguitati dei nazisti. Insieme agli italiani, molti altri gruppi vennero perseguitati dai nazisti nel Kontorhausviertel. Gli ebrei che vivevano e gestivano attività nel quartiere vennero privati dei loro beni e infine deportati nell'Europa dell'est a partire dal 1941. Altri vennero perseguitati e uccisi a causa delle loro disabilità e delle malattie. Per ricordare tutte queste persone Gunter Demnig il 12 ed il 13 Febbraio poserà delle pietre d'inciampo, unitamente alla soglia d'inciampo nel quartiere Kontorhausviertel.
Ore 11. L'evento sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma zoom. Per ricevere i dati di accesso scrivere a rechtespurensuche@gmail.com

In rete: Carnevale per bambini

Video con Eva Spagna: Arlecchino, Balanzone, Pulcinella e compagnia bella. I bambini scopriranno insieme alcune maschere della Commedia dell'Arte: da dove vengono, come si riconoscono, cosa fanno. Per festeggiare un po' il carnevale anche stando in casa.
Ore 10. Sul sito dell'Istituto italiano di cultura di Berlino, sul sito Facebook e sul canale Youtube dell'IIC di Berlino.

DOMENICA 14 FEBBRAIO

In rete: Opera in love

Dall'Arena di Verona Placido Domingo dirige scene tratte da "La Boheme" e "Tosca" di Giacomo Puccini e "Romeo e Giulietta" di Charles Gounod.
Ore 17.40 su Arte.

In rete: Alla scoperta dei bronzi di Riace

Un evento online organizzato dalle associazioni AsSud, Piccolo festival delle spartenze e Associazione Calabresi in Germania, tutto dedicato alle famose statue dei Bronzi di Riace. Con l'intervento di diversi esperti, fra cui Daniele Castrizio, del comitato scientifico del Museo Archeologico di Reggio Calabria, dove vengono coservati due bronzi, ed accompagnamento musicale.
Ore 17. In diretta facebook sulle pagine del Piccolo festival delle spartenze e dell'’Associazione Calabresi in Germania.

LUNEDÌ 15 FEBBRAIO

In televisione: Shalom Italia

Documentario. 70 anni dopo il loro soggiorno forzato in una grotta nascosta tra i boschi della Toscana, tre fratelli di origine ebraica ritornano nel luogo, che in passato li protesse dalla furia nazista. I ricordi dei tre uomini sono molto diversi tra di loro. Un viaggio nel passato durante il quale si mangia, si litiga e si ride.
Ore 00.20 su Arte. Il documentario si può rivedere fino al 21 febbraio nella videoteca di Arte. 

In televisione: Caravaggio. Das Spiel mit Licht und Schatten

Documentario. È risaputo che Michelangelo Merisi detto il Caravaggio era irascibile, prepotente e anche un assassino. Molto della sua vita è rimasto per secoli immerso nel buio. Il documentario va alla ricerca di ogni tipo di indizio che riguardi la vita di Caravaggio sia in Italia che in Francia e presenta novità finora sconosciute che riguardano la sua genialità, il suo modo di lavorare e il suo modo di essere.
Ore 1.35 su Arte. Il documentario si può rivedere fino al 10 marzo nella videoteca di Arte. 

MERCOLEDÌ 17 FEBBRAIO

In rete: Guareschi, cronista e cantastorie nei Lager

Manifestazione online con Davide Barzi e un intervento di Alberto Guareschi, figlio dello scrittore. Moderazione: Simone Zoppellaro. Giovannino Guareschi, il celebre autore di Don Camillo e Peppone, dopo il suo rifiuto ad aderire alla Repubblica Sociale Italiana, trascorse due anni nei campi di prigionia tedeschi di Częstochowa e Beniaminów in Polonia e quindi in Germania, a Wietzendorf e Sandbostel. Qui, insieme ad alcuni compagni, facendo tesoro del suo innato talento di cantastorie, organizzò iniziative di informazione e intrattenimento per gli internati, e anche un giornale, il Bertoldo parlato, che leggeva passando di baracca in baracca, oltre a conferenze e spettacoli. Una cassetta, conservata oggi dall'Archivio Guareschi, raccoglie testi e disegni realizzati dallo scrittore in quegli anni di prigionia, che sono una testimonianza umana potente del suo coraggio, del suo amore per la libertà e della sua resilienza.
Ore 18. Il link per accedere è qui. Tutte le informazioni alla pagina dell'IIC di Stoccarda.

In rete: Passeggiate italiane. Mailand, Perugia, Florenz

Nell'ambito del ciclo di conferenze "Passeggiate italiane", Ulrich Forster parlerà del ritorno di Leonardo da Vinci da Firenze a Milano, dove si troverà a dover competere con il giovane e capriccioso Michelangelo. Ai due si aggiungerà poi anche Raffaello e la competizione diventerà ardua. A pagamento.
Ore 18-19.30. Tutte le informazioni le trovate scrivendo a questo indirizzo: freunde.iiccolonia@t-online.de

In rete: Dante e il visuale

Ciclo di dialoghi. I rapporti tra la letteratura e la cultura visuale, le fonti visuali di Dante, le illustrazioni multimediali delle sue opere e le innumerevoli ricadute figurative della sua fantasia saranno l'oggetto di alcuni incontri con i massimi specialisti di quest'ambito di ricerca che ha ormai acquisito autorevolezza teorica e filologica: Lina Bolzoni, Lucia Battaglia Ricci, Laura Pasquini, Cornelia Klettke, Andreas Schalhorn e Giovanna Rizzarelli ci accompagneranno in uno dei paesaggi figurativi più significativi della letteratura universale. Il ciclo curato da Michele Cometa prende l'avvio il 17 febbraio alle ore 19 via Zoom con una studiosa di rango internazionale: Lina Bolzoni. Il ciclo di incontri si svolge in collaborazione con il Gabinetto delle Stampe dei Musei Statali di Berlino, il quale presenterà a partire dal 2 giugno la mostra "Höllenschwarz und Sternenlicht. Dantes Göttliche Komödie in Moderne und Gegenwart".
Dalle 19 alle 20.30. Tutte le informazioni per collegarsi all'evento si trovano sulla pagina internet dell'Istituto italiano di cultura di Berlino. Oppure cliccando questo link.

GIOVEDÌ 18 FEBBRAIO

In rete: Come un gatto in tangenziale

Commedia con: Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti, Antonio D'Ausilio. Riccardo Milani affronta uno dei temi oggi molto attuali, cioè quello dell'incomunicabilità fra il centro e la periferia, fra un'alta borghesia intellettuale teoricamente illuminata che spesso si trova al vertice delle istituzioni e, dall'altra parte, una piccola borghesia che delle istituzioni non si fida molto. Nel film viene descritto il divario attuale di due categorie sociali che nella realtà della vita non riescono a comunicare. Portare questo tema al cinema, soprattutto se nella forma apparentemente rassicurante della commedia, è stato un gesto importante poiché l'incomunicabilità sociale si presta da sempre ad una lettura (tragi)comica.
Per partecipare alla proiezione online gratuita, iscriversi entro il 15.02.2021 all'indirizzo mail: iiccolonia@esteri.it. Gli iscritti riceveranno il link e la password d'accesso il 16.02.2021. Il film è visibile dalle ore 18.30 del 18.02.2021 alle ore 18.30 del 19.02.2021.

ANNUNCI

CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

A partire dal 1 ottobre 2020 tutti i concittadini iscritti all'AIRE (anagrafe italiana residenti all'estero), potranno ottenere la nuova Carta d'Identità Elettronica (CIE). Per sapere come si ottiene e a cosa serve questo nuovo documento d'identità v. la videointervista col Console Generale Andrea Samà che illustra tutti i nuovi aspetti e le funzioni della Carta d'Identità Elettronica.

Ulteriori informazioni, sia in italiano che in tedesco, le trovate sul sito del Consolato Generale di Francoforte.

Oltre ai corsi di lingua vengono proposti anche corsi di musica in italiano: dal coro per bambini dai 3 ai 5 anni al coro giovanile  (dai 16 anni) alle lezioni di Bel Canto a quelle di chitarra, pianoforte e strumenti a fiato, con docenti di lingua italiana. Informazioni sul sito del Forum Italia e.V.

All'Associazione Mondo Aperto di Colonia ricomincia il Laboratorio Creativo in lingua italiana per bambini da 3 a 8 anni di età, diretto da Maria Eugenia Manelli. A partire dal 25 settembre, tutti i venerdì pomeriggio, dalle 16 alle 17.30. Altre informazioni sul sito Mondo Aperto.

Il Forum Italia e.V. e l'Istituto Italiano di Cultura di Monaco organizzano nuovi corsi di italiano per il periodo autunnale e invernale, a partire da metà settembre.

Il turismo delle radici

L'associazione "Raiz Italiana" é sorta con l'intento di aiutare i discendenti italiani residenti all'estero a connettersi con le proprie origini. Nel 2019 l'associazione ha realizzato e messo online, a disposizione di tutti, la "Guida alle radici italiane. Un viaggio sulle tracce dei tuoi antenati", dedicata alle Regioni Puglia, Abruzzo, Basilicata ed Emilia Romagna. Nel 2021 è in arrivo il secondo volume, che includerà Calabria, Sicilia, Molise, Lazio e Lombardia. Si occupa di turismo di ritorno anche l'Osservatorio permanente sulle Radici Italiane (ORI) dell'Associazione AsSud che, insieme ad altri soggetti che storicamente si occupano di emigrazione italiana, ha dato vita al progetto "Scoprirsi italiani: i viaggi delle radici in Italia".

Compila il
questionario sul turismo delle radici
Si tratta di una ricerca, sostenuta dalla Direzione generale per gli italiani all'estero del Maeci, che attraverso un questionario online messo a punto in 6 lingue vuole delineare l'identikit del viaggiatore delle radici e definire le sue esigenze. Il questionario è anonimo, e l'analisi dei risultati verrà presentata in una pubblicazione.

Dal 18.12. è disponibile il nuovo CD della cantante Rachelina ("Rachelina&dieMaccheronies"), registrato insieme ai bambini del coro multiculturale "I Birichini" e alla big band Flintstones della scuola di musica del quartiere di Neukölln, con brani registrati un anno fa, prima dell'arrivo della pandemia. "Bevete più latte", che dà il titolo al CD, è una vecchia canzone tratta da un episodio del film  "Boccaccio 70 di Fellini, con musiche di Nino Rota. Altri brani sono vecchie canzoni dello Zecchino d'Oro come "Sitting Bull" e "Torero Camomillo", di vecchie pubblicità, come "Guarda come dondolo" e "Dolce casa mammina", o anche tratte da film o trasmissioni televisive, come "Viva la pappa"  e "Cacao Meravigliao". La particolarità di questo CD è che dà la possibilità di cantare insieme. Di ogni canzone c'è anche una versione strumentale; i testi delle canzoni sono nel booklet, che contiene anche disegni realizzati dai bambini stessi. Il CD costa 10 euro (più evtl. spese postali) ed è prenotabile attraverso il sito internet.

L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino organizza a partire da gennaio corsi di italiano online di conversazione a diversi livelli,  oltre a "La Divina Commedia per stranieri". Informazioni sul sito web.

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco

L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano

È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

CORSI

Ferie invernali

L'associazione berlinese "Bocconcini" organizza un programma di corsi ricreativi in formato digitale per bambini e ragazzi di ogni età che si terranno durante le vacanze scolastiche invernali. Per informazioni rivolgersi all'associazione.
Tutti i corsi di Bocconcini di cultura proseguono online sul sito.
Anche i corsi di italiano dell'Istituto italiano di cultura proseguono in rete.
L'Italienverin di Dortmund prosegue le sue attività online.

Presso gli Istituti Italiani di Cultura di Amburgo, Berlino, Colonia e Monaco sono ricominciati i corsi di italiano. Per informazioni consultare i siti internet degli istituti.

Corsi di tedesco

Ricomincia il corso di conversazione in lingua tedesca "Erzähl mir von dir - Miteinander Deutsch sprechen", tenuto dalla professoressa Olga Jacob, questa volta però on line, a distanza, tramite incontri via Zoom o Skype, tutti i martedì dalle ore 10 alle ore 11.30, a partire dal 12 gennaio fino al 29 giugno 2021. Il corso è adatto a diversi livelli di lingua, ed è a carico di Mondo Aperto, dunque gratuito. Per informazioni: info@offene-welt.de.

Consulenza telefonica sull'educazione bi-plurilingue,  cura dell'iniziativa MiO (Mehrsprachigkeit im Ohr, Gelebte Mehrsprachigkeit), il martedì dalle 14 alle 15.
Telefono: 0152 25468783

CONCORSO

La Fondazione Heimann Stiftung offre la borsa di studio "Duo letterario" (500 euro). Il Duo letterario è rivolto rivolto alle alunne / agli alunni dai 14 anni in su frequentanti le scuole di ogni ordine e grado in Italia o in Germania e che amano scrivere e pubblicare dei propri racconti (short stories). Chi volesse far parte di un "Duo letterario" è chiamato a consegnare un racconto (short story) di sua mano nella propria lingua nazionale. In un Duo virtuale italo-tedesco è quindi previsto che si traduca nella propria lingua nazionale il racconto dell'altro autore / dell'altra autrice. Il nuovo testo può essere una traduzione che si avvicini molto all'originale; ma ogni partecipante è libero anche di rivisitare il testo originale più liberamente e di riraccontarlo in modo creativo e con parole proprie. Sarebbe dunque possibile p. es. collocare la trama in un contesto più familiare al fine di integrarvi le proprie esperienze o intuizioni. Il prerequisito, tuttavia, è che il contenuto del racconto non venga modificato e che la struttura della trama e la rispettiva costellazione dei personaggi non risultino modificati in maniera sostanziale. Il Duo, che costituirà una squadra virtuale, è chiamato mediante interlocuzioni dirette (WhatsApp, Skype, …), nonché attraverso una corrispondenza email a discutere e a riprodurre l'espressività e l'andamento del discorso del testo da tradurre nella propria lingua nazionale. Sono invitati a partecipare al "Duo letterario" anche alunne / alunni con nessuna o scarsa conoscenza del tedesco o dell'italiano come lingua straniera. Con l'aiuto dei tool automatici di traduzione e grazie agli scambi all'interno del Duo sarà possibile comprendere sia il contenuto che anche le forme espressive del racconto originale. Così alla fine ogni Duo disporrà di una versione italiana e una versione tedesca dei propri racconti (short stories). Sono invitati a partecipare singole alunne / singoli alunni, dopodiché starà alla Fondazione proporre degli abbinamenti per i Duo. È altrettanto ben accetta la partecipazione congiunta come Duo italo-tedesco.L'obbiettivo della Fondazione, attraverso i "Duo letterario", è quello di promuovere lo scambio intellettuale e interculturale tra i giovani in Italia e in Germania contribuendo all'amicizia tra i due popoli. Termine ultimo per partecipare al concorso è il 30 aprile 2021. Vai al sito per trovare tutte le informazioni.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico

La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com.

CONSULTI MEDICI ONLINE
emergenza Covid // #uniticontroilcovid

La piattaforma DaVinci permette di prenotare un consulto medico online e di mettere in contatto medici e pazienti. Con pochi clic, seguendo ViciniVinciamo, si può ottenere una valutazione medica a distanza, in tempi celeri e gratuitamente.
Offerta valida per tutti (cittadini italiani in Italia o all'estero, con o senza tessera sanitaria italiana).
QUI la pagina Internet

MOSTRE

****In seguito all'emergenza Covid i musei e le gallerie sono chiusi fino al 14 febbraio****

Amburgo: De Chirico - Realtà magica

Mostra con 35 opere dell'artista Giorgio de Chirico (1888-1978) fondatore della pittura metafisica e uno dei più importanti precessori del Surrealismo e della Nuova oggettività. Al centro della grande mostra vi sono gli ironici quadri di De Chirico risalenti alla fase sperimentale che va dal 1909 al 1919. In questo periodo insieme a Giorgio Morandi, Carlo Carrà e suo fratello, il componitore Alberto Savino, pose le basi per un "modernismo diverso" con la Pittura metafisica. I dipinti evidenziano come l'artista nato nella città portuale greca Volos sia stato influenzato dalle diverse culture europee, come i miti greci e la filosofia tedesca. Ciò che influenza De Chirico in particolare sono i dipinti del pittore simbolista Arnold Böcklin, di Max Klinger e del Surrealista Salvador Dalì e Max Ernst, che scopre nel suo periodo di formazione nei musei di Monaco. Anche le esperienze di luce e di spazi delle piazze italiane e dei movimenti dell'avanguarde francese a Parigi sono particolarmente rilevanti. Nelle sue enigmatiche vedute di città deserte, dipinte con precisione, con torri, arcate, piazze e facciate di palazzi tra luci e ombre, De Chirico cerca di rende visibile l'invisibile alla luce della Prima Guerra Mondiale. Solamente le ombre figurative usate singolarmente e i manichini dall'aspetto surreale rompono il vuoto dello sfondo. Sono immagini enigmatiche, piene di intuito, ricordo e presagio, immagini oniriche, in cui il tempo sembra fermarsi e lascia intravedere un mondo virtuale oltre le apparenze. In questo mondo De Chirico smaschera l'ambiguità dei segni di una realtà apparente. L'ambiguità, il virtuosismo e la virtualità anticipata sono oggi particolarmente impressionanti, perché l'esperienza dello spazio, del tempo e delle immagini di luoghi deserti e inquietanti sono divenuti realtà nel 2020 per via delle limitazioni dei contatti e delle uscite. In questo modo i capolavori centenari offrono uno spunto di riflessione agli spettatori e alle spettatrici sulle proprie esperienze con la realtà attuale, interna ed esterna.
Fino al 25 aprile 2021.  Hamburger Kunsthalle, Glockengießerwall 5 (informazioni online sul sito).

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945

Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5. Ammesse max 15 persone per volta.

Berlino: Letizia Battaglia

Mostra fotografica. Della sua città natale, Palermo, un set fotografico a cielo aperto, Letizia Battaglia ha raccontato la vita delle strade, le donne, gli omicidi di mafia. Attraverso il suo obiettivo è passata tutta la società palermitana: i ricchi, i poveri e i poverissimi, gli emarginati. Battaglia interpreta la fotografia come impegno civile, descrivendo la realtà senza filtri, senza indulgere a artifici tecnici e formali. Celeberrime sono le sue immagini che documentano con passione militante gli anni sanguinosi delle guerre di mafia in Sicilia. Ma, oltre ai corpi di giudici e vittime senza nome, Battaglia ritrae anche i suoi soggetti prediletti, bambine e giovani donne, figurazioni di un futuro possibile, che riflettono un impegno più intimo e personale attraverso la macchina fotografica.

Albergheria Viertel. Palermo, 1977

Quartiere Albergheria. Palermo, 1977

La mostra "Letizia Battaglia, Palermo e la lotta alla mafia", espone questi scatti, storie di uomini, donne, bambini e ragazzi, realizzati con uno sguardo insieme distaccato e partecipe. Un percorso di realtà senza retorica, nel quale il quotidiano si fa documento. Letizia Battaglia nasce a Palermo nel 1935. La fotografa, regista e ambientalista dirige dal 1974 al 1991 il team fotografico del giornale comunista L'Ora di Palermo e fonda l'agenzia "Informazione fotografica". Ha ricevuto molti premi per il suo impegno civile come fotoreporter. Nel 2017 ha potuto realizzare un sogno con l'apertura del "Centro Internazionale di Fotografia" nei Cantieri Culturali della Zisa a Palermo. Per visitare la mostra è necessario registrarsi in anticipo tramite eventbrite!
Fino al 31 marzo 2021. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2. VAI ALLA MOSTRA DIGITALE

Colonia: Skulpturenpark

Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.
L'entrata è gratuita ed è nella Riehler Straße o Konrad-Adenauer-Ufer.

Potsdam: Costantino Ciervo

L'artista napoletano e berlinese d'adozione espone nell'ambito della mostra "Out-look" sette opere. Costantino Ciervo è un artista multimediale che da sempre si interessa di temi attuali, globali e politici. Nei suoi lavori tematizza questioni come la libertà, l'etica, il potere, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico, oltre all'informazione e alla comunicazione. In questo contesto Ciervo mette in discussione la funzione sociale e la legittimazione dell'artista e dell'arte.
Mostra permanente. Museum Fluxus+, Schiffbauergasse 4f.