Live hören
Jetzt läuft: No Longer Beneficial von Simi

Eventi italiani in Germania

A cura di Elisabetta Gaddoni

COSMO Radio Colonia - Beitrag 05.11.2020 04:37 Min. Verfügbar bis 05.11.2021 COSMO


Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ed Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi

***ATTENZIONE: Dal 2 novembre e prevedibilmente fino alla fine di novembre 2020 sono sospese in Germania tutte le attività culturali in presenza del pubblico. In alcuni casi gli organizzatori potrebbero offrire eventi in forma digitale.

In alcuni casi anche gli eventi dei giorni immediatamente precedenti potrebbero venire annullati, verificate quindi presso gli organizzatori.***

ANTICIPAZIONI

Scopri qui i principali concerti di artisti italiani in Germania nei prossimi mesi.

RISORSE ONLINE

Qui trovi una scelta di risorse online dedicate alla lingua e alla cultura italiana, con uno sguardo particolare alle iniziative di enti o associazioni che si trovano in Germania.

CINEMA! ITALIA!

L'edizione 2020 della rassegna itinerante "Cinema!Italia!", che porta in 33 città tedesche 6 film italiani di recente produzione, in italiano con sottotitoli in tedesco, E' MOMENTANEAMENTE SOSPESA FINO A FINE NOVEMBRE IN SEGUITO ALL'EMERGENZA COVID.  

VENERDÌ 6 NOVEMBRE

Online: Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi – Avventuriero o eroe nazionale? Conferenza-online della Dott.ssa Friederike Hausmann, autrice di una biografia dell'eroe nazionale italiano, in occasione del decimo anniversario della Garibaldi Gesellschaft Deutschland. L'eccezionalità della vita di Garibaldi e le sue contraddizioni rispecchiano insieme quelle del Risorgimento, che hanno effetto fino ai giorni nostri. Soprattutto il mito dell'eroe, creato da lui stesso e da altri. A esso appartiene anche la vita avventurosa con la prima moglie, la brasiliana Anita, che lo accompagnò in tutte le battaglie fino alla sua tragica morte. Garibaldi seppe usare a proprio vantaggio e con maestria gli strumenti della sua epoca. Dopo la sua scomparsa, altri tentarono di far proprio questo mito: monarchici e repubblicani, socialisti e liberali, fascisti e antifascisti. Questo tentativo di intestarselo apre, allo stesso tempo, una nuova interessante prospettiva sulla storia italiana fino al XXI secolo.
Ore 18:45. Zoom-Meeting.

DOMENICA 8 NOVEMBRE

Online: Jonathan Bazzi

Il gruppo di lettura di Italia Altrove Francoforte si incontrerà online per parlare del libro "Febbre" di Jonathan Bazzi. Jonathan ha 31 anni nel 2016, quando un giorno di gennaio gli viene la febbre e non va più via. La sua paranoia continua fino al giorno in cui non arriva il test dell'HIV e la realtà si rivela: Jonathan è sieropositivo, non sta morendo, quasi è sollevato. A partire da questo giorno che ha cambiato la sua vita con una diagnosi definitiva, l'autore ci accompagna indietro nel tempo, all'origine della sua storia, nella periferia in cui è cresciuto, Rozzano – o Rozzangeles –, il Bronx del Sud (di Milano), la terra di origine dei rapper, di Fedez e di Mahmood, il paese dei tossici, degli operai, delle famiglie venute dal Sud per lavori da poveri, dei delinquenti, della gente seguita dagli assistenti sociali, dove le case sono alveari e gli affitti sono bassi, dove si parla un miscuglio di milanese, siciliano e napoletano. Dai questi confini non esce mai nessuno, così come nessuno studia, al massimo si fanno figli, si spaccia, si rubacchia e a volte si muore. Figlio di genitori giovanissimi che presto si separano, allevato dai nonni, Jonathan cerca la sua personale via di fuga e di riscatto, riscatto dalla periferia, dalla balbuzie, da tutte le cose sbagliate che incarna e che lo rendono diverso.
Ore 17. Sulla piattaforma Jitsi: clicca qui, poi sulla schermata lanciare l'incontro dal vostro computer con la parola-chiave: bazzifebbre e infine GO!

LUNEDÌ 9 NOVEMBRE

Online: Donne contro la mafia

Sie packen aus. Frauen im Kampf gegen die Mafia: dibattito con la giornalista Mathilde Schwabeneder-Hain, autrice del libro "Die Stunde der Patinnen – Frauen an der Spitze des Mafia-Clans" (2014, Styria Verlag). Per molti decenni la lotta alla criminalità organizzata in Italia è stata dominata dagli uomini. Tuttavia, a partire dagli anni Settanta una nuova generazione di donne ha iniziato a resistere alla mafia: Piera Aiello, testimone oculare dell'omicidio del marito, ha riferito le sue conoscenze ai pubblici ministeri ed è ancora impegnata come parlamentare per proteggere meglio le testimoni chiave. La fotografa Letizia Battaglia, cronista della mafia, documenta i loro atti, come l'omicidio del fratello dell'attuale presidente. La giornalista Alessia Candito, ripetutamente minacciata dalla mafia calabrese, scopre i legami tra la chiesa e la mafia. E Laura Garavini, con la fondazione di un movimento antimafia in Germania, continua la lotta alla mafia anche nel mondo di lingua tedesca. Il ritratto di Mathilde Schwabeneder di queste donne dipinge un quadro inquietante e impressionante di una lotta contro un potere in cui la vittoria sembra senza speranza - eppure queste donne continuano a lottare.
Ore 19:30-21. LIVE-Stream sul sito del KEPLER SALON della Johannes Kepler Universität Linz.

Online: Luca Debus

Nell'ambito della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2020 ("L'italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti"): Incontro con il giovane fumettista. Diplomato alla Scuola Internazionale di Comics a Padova e laureato in lingue e letterature a Ca' Foscari, Luca Debus ha pubblicato per la casa editrice Festina Lente il fumetto "L'importanza di chiamarsi Ernesto", trasformando la più nota delle opere teatrali di Oscar Wilde in un ironico fumetto a strisce. Vive a Heidelberg, dove studia Germanistica. Introduzione: Dott.ssa Paola Bassini.
Ore 18. Informazioni sul sito facebook dell'Italienzentrum Heidelberg

Online: 30 anni dopo

Germania, Italia, Europa. Una prospettiva a trent'anni dalla riunificazione: conferenza con Luca Renzi e Ubaldo Villani-Lubelli. Trent'anni fa nasceva una nuova Germania dopo la caduta del Muro di Berlino e la fine della Repubblica Democratica tedesca. La riunificazione tedesca ha aperto un nuovo, importante capitolo della storia europea. Insieme a Luca Renzi e Ubaldo Villani-Lubelli, curatori del volume "La nuova Germania. La Repubblica Federale 30 anni dopo la Riunificazione" (Edizioni ETS, 2020) cerchiamo di ripercorrere soprattutto i cambiamenti culturali e continentali di questi 30 anni, con uno sguardo al punto di vista italiano sulla riunificazione. Luca Renzi, germanista, insegna all'Università di Urbino. Fra i suoi ambiti di ricerca vi sono gli studi culturali tedeschi. Ha tradotto e curato l'edizione italiana di diversi volumi dell'antropologo Hermann Bausinger. Ubaldo Villani-Lubelli è storico delle istituzioni politiche. Insegna all'Università del Salento. I suoi temi di interesse riguardano la storia politica tedesca del XX secolo e la storia dell'integrazione europea. Scrive di politica tedesca per Huffington Post Italia.
Ore 18:30. Sito facebook dell'Istituto Italiano di Cultura di Monaco.

TV: Capperi

GEO Reportage: Italiens Kapern - Der Geschmack des Südens. Documentario in lingua tedesca su una delle piante più antiche del Mediterraneo. Dell'albero del cappero si mangiano non solo i frutti, ma anche i boccioli. I migliori provengono dall'isola vulcanica di Pantelleria, a sud della Sicilia.
Arte, 7:15, nella mediateca fino al 23.11.

TV: Friuli

GEO Reportage Friaul, Benvenuti im Musiktal, documentario in lingua tedesca. La Val Resia italiana nelle Alpi Giulie ospita una delle minoranze più piccole d'Europa. Fino ad oggi i resiani hanno conservato la loro cultura, che si esprime soprattutto nei canti e nelle danze. Tuttavia anche qui le tradizioni si stanno perdendo. E poiché in Val Resia non è mai stato scritto nulla delle tradizioni, canti e rituali, la cultura rischia di estinguersi.
Arte, 10:35, nella mediateca fino al 8.12.

MARTEDÌ 10 NOVEMBRE

Online: Fumetti

Nell'ambito della XX Settimana mondiale della lingua italiana e all'insegna del motto "L'italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti" conferenza di  Federico Zanettin, professore Associato di Lingua e Traduzione Inglese presso l'Università di Perugia, su "L'italiano del fumetto in traduzione". Il contributo illustrerà alcune caratteristiche della lingua italiana nei fumetti tradotti rispetto alla lingua italiana dei fumetti "originali" italiani. I fumetti italiani sono stati tradotti nel mondo con alterne fortune. La traduzione, in special modo dall'inglese, ha avuto un ruolo importante anche nella lingua dei fumetti italiani, che in buona parte sono fumetti tradotti. Questo intervento si propone di illustrare alcune caratteristiche della lingua italiana nei fumetti tradotti a confronto con la lingua italiana dei fumetti 'autoctoni', con una serie di esempi che spaziano dai primi fumetti americani adattati più di un secolo fa sul Corriere dei Piccoli, passando per i fumetti Disney e un confronto tra eroi bonelliani e supereroi americani. Parte della presentazione prenderà infine in esame il fumetto d’autore italiano e il più recente fenomeno editoriale del graphic novel, con esempi tratti da autori quali Andrea Pazienza e Zerocalcare, anche relativamente alla loro traduzione in altre lingue. La moderazione e la traduzione in tedesco è condotta da Gabriele Lenzi, docente dell'Università di Rostock.
Ore 19. Zoom meeting.

MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE

Online: Maurizio de Giovanni

Incontro digitale con lo scrittore napoletano, che parlerà del suo ultimo libro appena uscito per la casa editrice Einaudi, Troppo freddo per Settembre. Un anziano professore viene ritrovato senza vita una mattina d'inverno; nella sua morte c'è qualcosa di sospetto. Dormiva in una soffitta, nessuno si occupava di lui tranne la nipotina. I vecchi e i bambini. Chi li guarda i vecchi e i bambini? Indomabile, bellissima, determinata e, a suo modo, inconsapevole: Mina Settembre è un altro grande personaggio femminile creato da Maurizio de Giovanni. Nato a Napoli nel 1958, ha raggiunto la fama con i romanzi che hanno come protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta (Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera, In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d'inverno, Il purgatorio dell'angelo e Il pianto dell'alba. Dopo Il metodo del Coccodrillo, con I Bastardi di Pizzofalcone (2013) ha dato inizio a un nuovo ciclo contemporaneo, continuato con Buio, Gelo, Cuccioli, Pane, Souvenir, Vuoto e Nozze, che segue le vicende di una squadra investigativa partenopea. Seguono Il resto della settimana (2015), I Guardiani (2017), Sara al tramonto (2018), Le parole di Sara (2019) e Una lettera per Sara (2020); Dodici rose a Settembre (2019) e Il concerto dei destini fragili (2020). I libri di Maurizio de Giovanni sono tradotti in tutto il mondo. Molto legato alla squadra di calcio della sua città, di cui è visceralmente tifoso, de Giovanni è anche autore di opere teatrali.
Ore 19.  In diretta sulla pagina Facebook di Italia Altrove

Online: Letture per bambini

Una tranquilla domenica si trasforma in un viaggio ai confini dell'Universo. Come? Attraverso un libro. Una storia divertente sul potere della lettura e dell'immaginazione, in italiano e tedesco, con Irene De Matteis e Catarina Müller.
Ore 16:30. Zoom meeting, info sul sito facebook di Bocconcini di cultura

TV: Lazzaro felice

Il film di Alice Rohrwacher (2018) è una favola senza tempo in equilibrio tra il realismo più tradizionale e quello magico, ispirata ai film di Pasolini, Olmi e Zavattini. Il luogo immaginario è una tenuta agricola in cui una marchesa cattiva coltiva tabacco sfruttando una cinquantina di persone ignare della realtà moderna, trattandole come mezzadri dell'Ottocento. Tra questi il giovane e ingenuo Lazzaro, sfruttato da tutti ma sempre puro e generoso.  Un giorno però i contadini vengono a sapere che la schiavitù è cosa d'altri tempi, e si ritrovano ad un tratto nell'età moderna, scoprendo che le strutture nella società di oggi non sono poi molto diverse da quelle di prima. In tedesco.
Ore 22. Arte (nella mediateca fino al 17.11.)

VENERDÌ 13 NOVEMBRE

Online: Alessandro Bellardita

Incontro con Alessandro Bellardita, giudice presso l'Amtsgericht di Karlsruhe e docente di diritto alla Hochschule di Schwetzingen, che presenta il suo libro: "Fabrizio de André - Die Essenz der Freiheit (L'essenza della libertà)", un interessante saggio sulla filosofia del noto cantautore genovese. Si tratta della prima monografia in lingua tedesca interamente dedicata a Fabrizio de André. Il libro ripercorre la vita ed il pensiero dell'artista attraverso il racconto di aneddoti tanto simpatici e stravaganti quanto forti e crudi, riuscendo a trasmettere in maniera quasi empatica il vissuto dell'uomo e dell'artista Fabrizio de André, un vissuto che è sempre andato "in direzione ostinata e contraria".
Ore 19:30. Diretta Facebook dalla pagina di Italia Altrove Francoforte.

ANNUNCI

CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

A partire dal 1 ottobre 2020 tutti i concittadini iscritti all'AIRE (anagrafe italiana residenti all'estero), potranno ottenere la nuova Carta d'Identità Elettronica (CIE). Per sapere come si ottiene e a cosa serve questo nuovo documento d'identità v. la videointervista col Console Generale Andrea Samà che illustra tutti i nuovi aspetti e le funzioni della Carta d'Identità Elettronica.

Ulteriori informazioni, sia in italiano che in tedesco, le trovate sul sito del Consolato Generale di Francoforte.

Oltre ai corsi di lingua vengono proposti anche corsi di musica in italiano: dal coro per bambini dai 3 ai 5 anni al coro giovanile  (dai 16 anni) alle lezioni di Bel Canto a quelle di chitarra, pianoforte e strumenti a fiato, con docenti di lingua italiana. Informazioni sul sito del Forum Italia e.V.

All'Associazione Mondo Aperto di Colonia ricomincia il Laboratorio Creativo in lingua italiana per bambini da 3 a 8 anni di età, diretto da Maria Eugenia Manelli. A partire dal 25 settembre, tutti i venerdì pomeriggio, dalle 16 alle 17.30. Altre informazioni sul sito Mondo Aperto.

Il Forum Italia e.V. e l'Istituto Italiano di Cultura di Monaco organizzano nuovi corsi di italiano per il periodo autunnale e invernale, a partire da metà settembre.

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco

L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano

È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

CORSI

Presso gli Istituti Italiani di Cultura di Amburgo, Berlino, Colonia e Monaco sono ricominciati i corsi di italiano. Per informazioni consultare i siti internet degli istituti.

Consulenza telefonica sull'educazione bi-plurilingue,  cura dell'iniziativa MiO (Mehrsprachigkeit im Ohr, Gelebte Mehrsprachigkeit), il martedì dalle 14 alle 15.
Telefono: 0152 25468783

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico

La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

Berlino: HOTLINE Salutare e.V. (COVID-19)

ogni giorno, ore 10:00 -12:00, servizio di supporto psicologico in italiano. L'associazione Salutare e.V. Berlino offre un servizio di supporto psicologico in italiano a tempo limitato, erogato telefonicamente o via Skype.
Tel: 03033180766
Skype: "Salutare Hotline"

*NB: il servizio non sostituisce la psicoterapia o il trattamento medico

CONSULTI MEDICI ONLINE
emergenza Covid // #uniticontroilcovid

La piattaforma DaVinci permette di prenotare un consulto medico online e di mettere in contatto medici e pazienti. Con pochi clic, seguendo ViciniVinciamo, si può ottenere una valutazione medica a distanza, in tempi celeri e gratuitamente.
Offerta valida per tutti (cittadini italiani in Italia o all'estero, con o senza tessera sanitaria italiana).
QUI la pagina Internet

MOSTRE

****In seguito all'emergenza Covid i musei e le gallerie sono chiusi fino a fine novembre.****

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945

Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5. Ammesse max 15 persone per volta.

Berlino: Letizia Battaglia

Mostra fotografica. Della sua città natale, Palermo, un set fotografico a cielo aperto, Letizia Battaglia ha raccontato la vita delle strade, le donne, gli omicidi di mafia. Attraverso il suo obiettivo è passata tutta la società palermitana: i ricchi, i poveri e i poverissimi, gli emarginati. Battaglia interpreta la fotografia come impegno civile, descrivendo la realtà senza filtri, senza indulgere a artifici tecnici e formali. Celeberrime sono le sue immagini che documentano con passione militante gli anni sanguinosi delle guerre di mafia in Sicilia. Ma, oltre ai corpi di giudici e vittime senza nome, Battaglia ritrae anche i suoi soggetti prediletti, bambine e giovani donne, figurazioni di un futuro possibile, che riflettono un impegno più intimo e personale attraverso la macchina fotografica.

Albergheria Viertel. Palermo, 1977

Quartiere Albergheria. Palermo, 1977

La mostra "Letizia Battaglia, Palermo e la lotta alla mafia", espone questi scatti, storie di uomini, donne, bambini e ragazzi, realizzati con uno sguardo insieme distaccato e partecipe. Un percorso di realtà senza retorica, nel quale il quotidiano si fa documento. Letizia Battaglia nasce a Palermo nel 1935. La fotografa, regista e ambientalista dirige dal 1974 al 1991 il team fotografico del giornale comunista L'Ora di Palermo e fonda l'agenzia "Informazione fotografica". Ha ricevuto molti premi per il suo impegno civile come fotoreporter. Nel 2017 ha potuto realizzare un sogno con l'apertura del "Centro Internazionale di Fotografia" nei Cantieri Culturali della Zisa a Palermo. Per visitare la mostra è necessario registrarsi in anticipo tramite eventbrite!
Fino al 31 marzo 2021. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Colonia: Skulpturenpark

Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.
L'entrata è gratuita ed è nella Riehler Straße o Konrad-Adenauer-Ufer.

Monaco: Sardinien 1927

La Pinacoteca di arte moderna di Monaco di Baviera presenta una mostra con foto originali di August Sander scattate nel 1927 durante un viaggio in Sardegna. L'esposizione presenta 25 scatti originali di Sander. Nella primavera del 1927 il fotografo tedesco compì un viaggio insieme allo scrittore Ludwig Mather attraverso l'Italia. I due amanti del nostro paese rimasero alcune settimane in Sardegna, che allora era ancora poco conosciuta ed era considerata un'isola selvaggia e misteriosa. Le foto appartengono alla fondazione Ann e Jürgen Wilde.  
Fino all'8 novembre. Pinakothek der Moderne, Barer Straße oppure Gabelsbergerstraße / angolo Türkenstraße.

Potsdam: Costantino Ciervo

L'artista napoletano e berlinese d'adozione espone nell'ambito della mostra "Out-look" sette opere. Costantino Ciervo è un artista multimediale che da sempre si interessa di temi attuali, globali e politici. Nei suoi lavori tematizza questioni come la libertà, l'etica, il potere, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico, oltre all'informazione e alla comunicazione. In questo contesto Ciervo mette in discussione la funzione sociale e la legittimazione dell'artista e dell'arte.
Mostra permanente. Museum Fluxus+, Schiffbauergasse 4f.

Saarbrücken: Giuseppe Penone

Il progetto artistico, realizzato nell'ambito del programma Interreg. "NOE / NOAH", in  collaborazione col Centre Pompidou-Metz, costruisce un ponte tra Francia e Germania con una grande istallazione dell'artista e scultore torinese, esponente dell'Arte Povera. Oltre a quest'opera, allestita nell'ampliamento della Galleria Moderna dall'aprile 2019, esporrà in parallelo negli spazi pubblici di Saarbrücken e Metz due opere monumentali: alberi di bronzo, nei cui rami - apparentemente privi di peso - riposano possenti pietre. La scultura destinata a Saarbrücken sarà collocata nelle strutture esterne della Galleria Moderna, di fronte all'ingresso della HfM Saar, arricchendo così ulteriormente quest'area artistica. Lo stesso Giuseppe Penone ha posto la sua azione transfrontaliera sotto il titolo "Indistinti confini - Confini indefiniti". Inaugurazione sabato 1. agosto.
Fino al 29 novembre. Saarlandmuseum, Moderne Galerie, Bismarckstr. 11-15.

Stoccarda: Arte Contemporanea Italiana all'Estero

Con le loro opere, gli artisti affermati a livello internazionale Stefano Fioresi, Gianni Maranghi, Claudio Nicoli, Giuseppe Linardi e Paolo Staccioli rappresentano un ampio spaccato dell'arte italiana contemporanea. La gallerista Anja Bech riferirà sugli sviluppi più recenti del mercato artistico italiano. Inaugurazione 10 ottobre 2020 alle 19.
Fino al 6 novembre. Istituto Italiano di Cultura, Kolbstr. 6.

Stoccarda: La figlia del Papa

Margherita di Savoia è nata esattamente 600 anni fa. L'anniversario è l'occasione per una mostra speciale del Landesarchiv Baden-Württemberg su questa donna eccezionale del tardo Medioevo. Sposata tre volte con uomini aristocratici, fu successivamente Regina di Sicilia, Elettrice del Palatinato e infine Contessa del Württemberg. La sua straordinaria biografia si riflette nei preziosi e in parte unici esemplari che la mostra espone. Il titolo provocatorio della mostra corrisponde alla realtà storica: Margherita è la figlia del duca Amedeo VIII di Savoia. Nel 1439 fu eletto antipapa al Consiglio di Basilea e per i dieci anni successivi servì come Felix V - e quindi come ultimo antipapa della storia. Sua figlia Margarethe aveva allora già 19 anni ed era già vedova per la prima volta. Come "figlia del Papa", Margarethe avrebbe fatto scalpore nei più alti circoli del mercato del matrimonio europeo.
Fino al 15 gennaio. Hauptstaatsarchiv, Konrad-Adenauer-Str. 4.