Live hören
Jetzt läuft: Back to black von Amy Winehouse

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 29.10.2020 04:21 Min. Verfügbar bis 29.10.2021 COSMO


Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ed Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Valdobbiadene

Valdobbiadene, noto luogo d'origine del Prosecco

***ATTENZIONE: Dal 2 novembre e prevedibilmente fino alla fine di novembre 2020 sono sospese in Germania tutte le attività culturali in presenza del pubblico. In alcuni casi gli organizzatori potrebbero offrire eventi in forma digitale.

In alcuni casi anche gli eventi dei giorni immediatamente precedenti potrebbero venire annullati, verificate quindi presso gli organizzatori.***

ANTICIPAZIONI

Scopri qui i principali concerti di artisti italiani in Germania nei prossimi mesi.

RISORSE ONLINE

Qui trovi una scelta di risorse online dedicate alla lingua e alla cultura italiana, con uno sguardo particolare alle iniziative di enti o associazioni che si trovano in Germania.

VENERDÌ 30 OTTOBRE

Bonn: Il colpo del cane

Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Fulvio Risuleo. Rana e Marti, due ragazze spiantate, trovano lavoro come dog sitter per conto di un'anziana signora, che ha bisogno di qualcuno che si prenda cura, nel weekend, del suo bulldog francese Ugo. Ma mentre Marti è al parco con il cane, uno strano veterinario, il dottor Mopsi, le si avvicina proponendole un affare: far accoppiare Ugo con la sua cagnolina della stessa razza. Dopo un iniziale tentennamento, le ragazze accettano. Ma forse, si renderanno presto conto, non è stata una buona idea. In italiano con sottotitoli.
Ore 19.30. LVR-LandesMuseum Bonn, Colmantstr.14-16.

Colonia: concerto di Francesco Taskayali

Concerto di inaugurazione del Festival Italiana con il pianista e compositore italo-turco Franscesco Taskayali. L'artista scrive colonne sonore di film per il cinema e la televisione e ha pubblicato già quattro album. L'ultimo disco Wayfaring è tra i 100 dischi più venduti nel mondo.
***ANNULLATO***

In rete: Le Pietre del drago nelle montagne armene (tramite zoom)

Le "Pietre del Drago" nelle montagne armene. Una manifestazione della serie Science Café dell'IIC Berlino e dell'Istituto Slovacco di Berlino in collaborazione con Eunic Berlin. Science Café è una nuova serie dell'Associazione degli Istituti di Cultura Europei Eunic Berlin, dove giovani scienziati presentano i loro progetti di ricerca al grande pubblico. Nel nostro caso, una coppia italo-slovacca parla delle misteriose millenarie "pietre del drago" dell'alta montagna armena. Le montagne dell'Armenia sono conosciute in tutto il mondo per le loro numerose e pittoresche chiese paleocristiane situate su pendii scoscesi e in valli nascoste. Pochi sanno però che migliaia di anni prima della nascita di Cristo questo aspro paesaggio è diventato la culla di una straordinaria arte monumentale, di cui rimangono oggi molte testimonianze impressionanti e allo stesso tempo enigmatiche. Si tratta delle cosiddette "Pietre del Drago", monumentali stele di basalto costruite almeno 4000 anni fa su pascoli estivi a 3000 metri sul livello del mare. Le stele, che possono essere alte più di cinque metri, rappresentano principalmente tre figure di animali: pesci giganti, montoni e gru. Alessandra Gilibert e Pavol Hnila, insieme al loro partner armeno Arsen Bobokhyan, hanno riscoperto le stele, ne hanno localizzate più di un centinaio e ne hanno scavate scientificamente alcune per la prima volta. La coppia di archeologi italo-slovacchi spiegherà come hanno potuto datare queste opere d'arte e discuterà il loro significato e la loro funzione originaria. Prof. Dr. Alessandra Gilibert è docente presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Dr. Pavol Hnila è assistente di ricerca presso la Libera Università di Berlino.
Ore 19 all'IIC Berlino tramite Zoom (il link si trova sul sito dell'Istituto di cultura di Berlino).

In rete: Quadriennale d'arte di Roma

La mostra Quadriennale d'arte 2020 Fuori, a cura di Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, presenta 43 artisti, con sale monografiche e nuovi lavori, per restituire un'inedita immagine dell'arte italiana a livello internazionale.
Dal 30 ottobre al 17 gennaio. Prenotazioni: sul sito Quadriennale d'arte 2020.

In rete: Together! Restarting culture in Europe, from remembrance towards a shared history

Evento organizzato dall'Ambasciata d'Italia a Berlino, dagli Istituti Italiani di Cultura di Berlino e di Colonia, dal Consolato Generale di Francoforte e dalla Società Dante Alighieri. È adesso online sul canale del Weltempfang della Fiera del Libro di Fracoforte 2020 questo evento virtuale con le scrittrici Francesca Melandri e Nora Bossong che parlano della storia italiana e tedesca, del vecchio e del nuovo colonialismo, dell'intreccio tra discriminazione di classe, razzismo e sessismo e di come le generazioni più giovani affronteranno una tale eredità. Moderato da Tonia Mastrobuoni e con la partecipazione di Irmgard Maria Fellner, Rappresentante per le Politiche Culturali Estere e vicedirettrice del Dipartimento Cultura e Comunicazione dell'Auswärtiges Amt (in lingua inglese con traduzione simultanea in tedesco).
>> Streaming in inglese (versione originale) e in tedesco (interpretariato).

SABATO 31 OTTOBRE

Bonn: La dea fortuna

Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Ferzan Özpetek (2019). Alessandro e Arturo sono una coppia consolidata, ma il loro rapporto sta mostrando la corda: Alessandro, idraulico dal fascino animalesco, porta a casa il pane e cede volentieri ai piaceri della carne; Arturo, traduttore, non è diventato né uno scrittore famoso né un cattedratico e patisce particolar-mente la crisi con il suo partner sfuggente. Nella routine cristallizzata dei due irrompono Annamaria, ex compagna di Alessandro, e i suoi due figli nati da padri diversi e tutti gli equilibri saltano. Annamaria deve esser ricoverata in ospedale per alcuni giorni e affida i figli alla coppia di amici, che dovranno fare i conti con una responsabilità genitoriale forse mai nemmeno immaginata.
Ore 19.30. Kino in der Brotfabrik, Kreuzstraße 16.

DOMENICA 1 NOVEMBRE

Berlino: Il traditore

Nell'ambito della rassegna "Cinemaperitivo", proiezione del film di Marco Bellocchio dal titolo "Il traditore".
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Bonn: Il sindaco del Rione Sanità

Proiezione del film di Mario Martone (115 min., italiano con i sottotitoli in tedesco), nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!". Il sindaco del rione Sanità segue la storia di Antonio Barracano, Il Sindaco del rione Sanità, "un uomo d'onore che sa riconoscere  gente per bene e gente carogna". Grazie al suo prestigio e all'aiuto di un amico medico, amministra la giustizia secondo suoi personali criteri, al di fuori dello Stato e al di sopra delle parti. La regola è: "chi tiene santi" va in Paradiso e chi non ne tiene va da Don Antonio. Quando Rafiluccio Santaniello, il disperato figlio del fornaio, va da lui deciso ad uccidere il padre, Don Antonio, rivede nel giovane lo stesso sentimento di vendetta che da ragazzo lo aveva ossessionato e poi cambiato per sempre. Il Sindaco decide così di intervenire per rappacificare padre e figlio e salvarli entrambi.
Ore 19.30. Kino in der Brotfabrik, Kreuzstraße 16.

In rete: coro di Italia altrove

Proseguono le prove del coro di Italia altrove con partecipazione online sul sito di Italia Altrove.
Ore 19. sul sito Italia Altrove.

MARTEDÌ 3 NOVEMBRE

In televisione: Prosecco und das Lebensgefühl des Veneto

La serie televisiva "Die wunderbare Welt der Weine" presenta il Prosecco. Ottanta chilometri a nord di Venezia, tra Conegliano e Valdobbiadene si trova la regione che i suoi abitanti chiamano con orgoglio "Marca gioiosa", dove marca significa zona. Qui ha origine il prosecco, il vino frizzante, ormai famoso in tutto il mondo che per la prima volta venne prodotto nel 1870. Italien.
Ore 11.45 su Arte.

GIOVEDÌ 5 NOVEMBRE

In rete: L'economia mafiosa, dal narcotraffico all'emergenza sanitaria

Nell'ambito della serie: "Pianeta Mafia". Ciclo di conferenze curato da Nando dalla Chiesa. Introduzione Nando dalla Chiesa. Conferenza Federica Cabras e Cafiero De Raho. Grazie agli enormi profitti illeciti accumulati con il narcotraffico e ad altre forme di infiltrazione, le organizzazioni mafiose sono entrate – e sempre più tentano di farlo – meccanismi dell'economia legale, condizionandone la qualità civile e colpendo la libertà di impresa. La stessa pandemia da covid19 sembra aprire nuovi varchi, grazie al bisogno di liquidità del sistema produttivo e alla cosiddetta 'economia dell'emergenza', anche in campo sanitario. Quali sono le possibilità di contrastare questi nuovi fenomeni? Ne discutono il Procuratore nazionale antimafia italiano Federico Cafiero De Raho, Nando dalla Chiesa e Federica Cabras, ricercatrice dell’Università Statale di Milano esperta dei processi di radicamento mafioso nel Nord Italia. In lingua italiana con traduzione simultanea.
Ore 19. tramite Zoom.

ANNUNCI

CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

A partire dal 1 ottobre 2020 tutti i concittadini iscritti all'AIRE (anagrafe italiana residenti all'estero), potranno ottenere la nuova Carta d'Identità Elettronica (CIE). Per sapere come si ottiene e a cosa serve questo nuovo documento d'identità v. la videointervista col Console Generale Andrea Samà che illustra tutti i nuovi aspetti e le funzioni della Carta d'Identità Elettronica.

Ulteriori informazioni, sia in italiano che in tedesco, le trovate sul sito del Consolato Generale di Francoforte.

Oltre ai corsi di lingua vengono proposti anche corsi di musica in italiano: dal coro per bambini dai 3 ai 5 anni al coro giovanile  (dai 16 anni) alle lezioni di Bel Canto a quelle di chitarra, pianoforte e strumenti a fiato, con docenti di lingua italiana. Informazioni sul sito del Forum Italia e.V.

All'Associazione Mondo Aperto di Colonia ricomincia il Laboratorio Creativo in lingua italiana per bambini da 3 a 8 anni di età, diretto da Maria Eugenia Manelli. A partire dal 25 settembre, tutti i venerdì pomeriggio, dalle 16 alle 17.30. Altre informazioni sul sito Mondo Aperto.

Il Forum Italia e.V. e l'Istituto Italiano di Cultura di Monaco organizzano nuovi corsi di italiano per il periodo autunnale e invernale, a partire da metà settembre.

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco

L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano

È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

CORSI

Presso gli Istituti Italiani di Cultura di Amburgo, Berlino, Colonia e Monaco sono ricominciati i corsi di italiano. Per informazioni consultare i siti internet degli istituti.

Consulenza telefonica sull'educazione bi-plurilingue,  cura dell'iniziativa MiO (Mehrsprachigkeit im Ohr, Gelebte Mehrsprachigkeit), il martedì dalle 14 alle 15.
Telefono: 0152 25468783

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico

La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

Berlino: HOTLINE Salutare e.V. (COVID-19)

ogni giorno, ore 10:00 -12:00, servizio di supporto psicologico in italiano. L'associazione Salutare e.V. Berlino offre un servizio di supporto psicologico in italiano a tempo limitato, erogato telefonicamente o via Skype.
Tel: 03033180766
Skype: "Salutare Hotline"

*NB: il servizio non sostituisce la psicoterapia o il trattamento medico

CONSULTI MEDICI ONLINE
emergenza Covid // #uniticontroilcovid

La piattaforma DaVinci permette di prenotare un consulto medico online e di mettere in contatto medici e pazienti. Con pochi clic, seguendo ViciniVinciamo, si può ottenere una valutazione medica a distanza, in tempi celeri e gratuitamente.
Offerta valida per tutti (cittadini italiani in Italia o all'estero, con o senza tessera sanitaria italiana).
QUI la pagina Internet

CINEMA! ITALIA!

L'edizione 2020 porta della rassegna itinerante "Cinema!Italia!", che porta in 33 città tedesche 6 film italiani di recente produzione, in italiano con sottotitoli in tedesco. In questa seconda settimana di ottobre la rassegna tocca Amburgo (cinema Metropolis), Brema (Gondel e Schauburg), Stoccarda (Delphi Arthaus-Kino) e Wiesbaden (Caligari-Filmbühne), dove sono in programmazione i film "Bangla", "Il colpo del cane", "Il sindaco del rione Sanità", "La Dea Fortuna", "La scomparsa di mia madre", e "Palazzo di giustizia". Per gli orari delle proiezioni consultare il sito:

MOSTRE

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945

Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5. Ammesse max 15 persone per volta.

Berlino: Bastianino

Pittore manierista, Bastianino è stato uno degli esponenti della scuola ferrarese del XVI secolo. La Croce vivente di Ferrara è una pala d'altare che rappresenta un'allegoria dell'Antico e del Nuovo Testamento. L'opera è stata donata alla Gemäldegalerie dalla Humboldt-Universität Berlin come prestito permanente. Le operazioni di restauro sono state svolte tra il 2018 e il 2019.
Fino a fine ottobre. Gemäldegalerie, Matthäikirchplatz.

Berlino: Letizia Battaglia

Mostra fotografica. Della sua città natale, Palermo, un set fotografico a cielo aperto, Letizia Battaglia ha raccontato la vita delle strade, le donne, gli omicidi di mafia. Attraverso il suo obiettivo è passata tutta la società palermitana: i ricchi, i poveri e i poverissimi, gli emarginati. Battaglia interpreta la fotografia come impegno civile, descrivendo la realtà senza filtri, senza indulgere a artifici tecnici e formali. Celeberrime sono le sue immagini che documentano con passione militante gli anni sanguinosi delle guerre di mafia in Sicilia. Ma, oltre ai corpi di giudici e vittime senza nome, Battaglia ritrae anche i suoi soggetti prediletti, bambine e giovani donne, figurazioni di un futuro possibile, che riflettono un impegno più intimo e personale attraverso la macchina fotografica.

Albergheria Viertel. Palermo, 1977

Quartiere Albergheria. Palermo, 1977

La mostra "Letizia Battaglia, Palermo e la lotta alla mafia", espone questi scatti, storie di uomini, donne, bambini e ragazzi, realizzati con uno sguardo insieme distaccato e partecipe. Un percorso di realtà senza retorica, nel quale il quotidiano si fa documento. Letizia Battaglia nasce a Palermo nel 1935. La fotografa, regista e ambientalista dirige dal 1974 al 1991 il team fotografico del giornale comunista L'Ora di Palermo e fonda l'agenzia "Informazione fotografica". Ha ricevuto molti premi per il suo impegno civile come fotoreporter. Nel 2017 ha potuto realizzare un sogno con l'apertura del "Centro Internazionale di Fotografia" nei Cantieri Culturali della Zisa a Palermo. Per visitare la mostra è necessario registrarsi in anticipo tramite eventbrite!
Fino al 31 marzo 2021. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Colonia: Skulpturenpark

Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.
L'entrata è gratuita ed è nella Riehler Straße o Konrad-Adenauer-Ufer.

Francoforte/M.: Manuela Toselli

"Haloxylon, Albero del sale": la nuova mostra di Manuela Toselli, artista friulana nota anche a livello internazionale. Le sue opere sono composizioni astratte per le quali l'artista si serve di forme geometriche come supporto e materiali come seta grezza e lino, scelti per la loro valenza concettuale. Albero del Sale si riferisce all'"albero del deserto", comune nei deserti sabbiosi dell'Africa e dell'Asia. L'Haloxylon, chiamato anche Saksaul o Saxaul, cresce in condizioni avverse, fornisce importante legna da ardere e legname e viene piantato come protezione contro la desertificazione. Così l'albero diventa simbolo dell'arte  e della sua capacità di tenerci in vita, in particolare dopo il periodo del lockdown, che l'artista ha trascorso a casa, traendo ispirazione dal cielo e dalla luce osservati dalla finestra. Proprio la luce ha ispirato molte delle nuove opere: sculture scintillanti di seta nei colori dello spettro solare: un omaggio alla luce e ai colori che vincono l'oscurità. L'artista sarà presente. Venerdì ore 18-21, sabato e domenica ore 11-18.
Fino al 30 ottobre. Frankfurter Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Monaco: Gelsomino nel paese dei bugiardi

Mostra di Mauro Maulini. Omaggio a Gianni Rodari. Gianni Rodari è nato a Omegna, sul Lago d'Orta, il 23 ottobre del 1920. Dopo aver conseguito il diploma magistrale iniziò a lavorare come insegnante elementare. Durante la Seconda Guerra Mondiale prese parte alla Resistenza e nel 1944 si iscrisse al Partito Comunista Italiano. Dopo la Liberazione intraprese la carriera giornalistica, dapprima a Milano e poi a Roma, dove si trasferì nel 1950. Ha collaborato con numerosi giornali, tra cui «L'Unità», «Paese Sera», il «Pioniere», «Avanguardia». Nel 1953 sposò Maria Teresa Ferretti, qualche anno dopo nacque la figlia Paola. Negli stessi anni cominciò a dedicarsi alla scrittura per bambini, pubblicando – per lo più con Editori Riuniti ed Einaudi – alcune delle sue opere più famose. I suoi libri ottennero subito un notevole successo di pubblico e di critica, e nel 1970 gli valsero il Premio Andersen, il massimo riconoscimento della letteratura per l'infanzia. Nel 1973 pubblicò il suo capolavoro pedagogico: La grammatica della fantasia, che offre riflessioni, ancor oggi imprescindibili, sul ruolo della creatività e dell'immaginazione nel processo educativo. Tra gli anni Sessanta e Settanta ha preso parte a numerosi incontri con insegnanti, genitori e alunni, in Italia e anche in Unione Sovietica, dove si è recato più volte. Per i bambini compose filastrocche, poesie, favole e romanzi, divenuti dei classici della letteratura per l'infanzia, come Le avventure di Cipollino, Gelsomino nel paese dei bugiardi, Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Il libro degli errori, C'era due volte il barone Lamberto. È morto a Roma nel 1980.
La visita alla mostra in Hermann-Schmid-Str. 8 avviene esclusivamente su prenotazione: info.iicmonaco@esteri.it. Fino al 23 ottobre.

Monaco: Sardinien 1927

La Pinacoteca di arte moderna di Monaco di Baviera presenta una mostra con foto originali di August Sander scattate nel 1927 durante un viaggio in Sardegna. L'esposizione presenta 25 scatti originali di Sander. Nella primavera del 1927 il fotografo tedesco compì un viaggio insieme allo scrittore Ludwig Mather attraverso l'Italia. I due amanti del nostro paese rimasero alcune settimane in Sardegna, che allora era ancora poco conosciuta ed era considerata un'isola selvaggia e misteriosa. Le foto appartengono alla fondazione Ann e Jürgen Wilde.  
Fino all'8 novembre. Pinakothek der Moderne, Barer Straße oppure Gabelsbergerstraße / angolo Türkenstraße.

Potsdam: Costantino Ciervo

L'artista napoletano e berlinese d'adozione espone nell'ambito della mostra "Out-look" sette opere. Costantino Ciervo è un artista multimediale che da sempre si interessa di temi attuali, globali e politici. Nei suoi lavori tematizza questioni come la libertà, l'etica, il potere, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico, oltre all'informazione e alla comunicazione. In questo contesto Ciervo mette in discussione la funzione sociale e la legittimazione dell'artista e dell'arte.
Mostra permanente. Museum Fluxus+, Schiffbauergasse 4f.

Saarbrücken: Giuseppe Penone

Il progetto artistico, realizzato nell'ambito del programma Interreg. "NOE / NOAH", in  collaborazione col Centre Pompidou-Metz, costruisce un ponte tra Francia e Germania con una grande istallazione dell'artista e scultore torinese, esponente dell'Arte Povera. Oltre a quest'opera, allestita nell'ampliamento della Galleria Moderna dall'aprile 2019, esporrà in parallelo negli spazi pubblici di Saarbrücken e Metz due opere monumentali: alberi di bronzo, nei cui rami - apparentemente privi di peso - riposano possenti pietre. La scultura destinata a Saarbrücken sarà collocata nelle strutture esterne della Galleria Moderna, di fronte all'ingresso della HfM Saar, arricchendo così ulteriormente quest'area artistica. Lo stesso Giuseppe Penone ha posto la sua azione transfrontaliera sotto il titolo "Indistinti confini - Confini indefiniti". Inaugurazione sabato 1. agosto.
Fino al 29 novembre. Saarlandmuseum, Moderne Galerie, Bismarckstr. 11-15.

Stoccarda: Arte Contemporanea Italiana all'Estero

Con le loro opere, gli artisti affermati a livello internazionale Stefano Fioresi, Gianni Maranghi, Claudio Nicoli, Giuseppe Linardi e Paolo Staccioli rappresentano un ampio spaccato dell'arte italiana contemporanea. La gallerista Anja Bech riferirà sugli sviluppi più recenti del mercato artistico italiano. Inaugurazione 10 ottobre 2020 alle 19.
Fino al 6 novembre. Istituto Italiano di Cultura, Kolbstr. 6.

Stoccarda: La figlia del Papa

Margherita di Savoia è nata esattamente 600 anni fa. L'anniversario è l'occasione per una mostra speciale del Landesarchiv Baden-Württemberg su questa donna eccezionale del tardo Medioevo. Sposata tre volte con uomini aristocratici, fu successivamente Regina di Sicilia, Elettrice del Palatinato e infine Contessa del Württemberg. La sua straordinaria biografia si riflette nei preziosi e in parte unici esemplari che la mostra espone. Il titolo provocatorio della mostra corrisponde alla realtà storica: Margherita è la figlia del duca Amedeo VIII di Savoia. Nel 1439 fu eletto antipapa al Consiglio di Basilea e per i dieci anni successivi servì come Felix V - e quindi come ultimo antipapa della storia. Sua figlia Margarethe aveva allora già 19 anni ed era già vedova per la prima volta. Come "figlia del Papa", Margarethe avrebbe fatto scalpore nei più alti circoli del mercato del matrimonio europeo.
Fino al 15 gennaio. Hauptstaatsarchiv, Konrad-Adenauer-Str. 4.