Live hören
Jetzt läuft: Mamiwota von Blaqbonez feat. Oxlade

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 20.02.2020 04:32 Min. Verfügbar bis 19.02.2021 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ed Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Ausstellung in Bremen

Alcune fotografie dal libro "Incontri con l'Italia"

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 21 FEBBRAIO

Berlino: Volevo nascondermi
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Giorgio Diritti. La pellicola racconta la vita del pittorio Antonio Liguabue.
Ore 22. Berlinale Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Zeus Machine. L'invincibile
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di David Zamagni.
Ore 22. Zoo Palast 2, Hardenbergstr. 29a.

Berlino: Il bidone
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Federico Fellini, nella versione restaurata della Cinemateca di Bologna. Ospite della serata sarà Gian Luca Farinelli.
Ore 22. International, Karl-Marx-Allee 33.

Missincat

Schwerin: Missincat
Concerto nell'ambito della nuova tournée della cantante milanese ormai di casa a Berlino, in cui anticipa alcuni brani del suo nuovo album, che uscirà in autunno e con cui festeggia dieci anni di successi musicali in Germania.
Ore 20. Speicher, Röntgenstr. 22.

SABATO 22 FEBBRAIO

Amburgo: La scrittura come cura e conoscenza di sè
Presentazione del metodo di scrittura terapeutica e laboratorio con Sonia Scarpante. È consigliata la partecipazione a ambedue gli incontri. Gli incontri si svolgono in lingua italiana. L'ingresso è libero. La scrittura è un viaggio interiore che offre la possibilità di ascoltarsi e conoscersi meglio. Entrare nelle emozioni per farne un punto di forza e di sostegno. Lavorare su se stessi per aprirci al mondo con meno conflittualità. Relazionarci verso l'amico, il collega, il superiore con meno fragilità, più sicurezza, maggior determinazione e fiducia. Organizzato da ReteDonne e. V.
Ore 17.30-20 (presentazione del metodo) e domenica 23 febbraio 2020, ore 11-18 (workshop). ID e. V. Hospitalstr. 111.

Berlino: Paolo Taviani e Carlo Sironi
In occasione della Berlinale sabato sarà ospite della capitale tedesca il regista Paolo Taviani. Taviani si confronterà con il suo collega Carlo Sironi sul significato dell'arte cinematografica e su ciò che essa imprime nelle menti di chi assiste alla proiezione di un film. Al termine del dibattito verrà proiettato il film di Carlo Sironi dal titolo: "Sole". La serata sarà in italiano con traduzione in inglese.
Ore 16.30. Akademie der Künste di Berlino, Pariser Platz 4.

Berlino: Cesare deve morire
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Paolo e Vittorio Taviani.
Ore 14. Akademie der Künste di Berlino, Pariser Platz 4.

Berlino: Volevo nascondermi
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Giorgio Diritti. La pellicola racconta la vita del pittore Antonio Liguabue.
Ore 10.30. Haus der Berliner Festspiele, Schaperstr. 24.
Ore 14.30. Friedrichstadt-Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.
Ore 21.30. City Kino Wedding, Müllerstraße 74.

Berlino: Semina il vento
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Danilo Caputo.
Ore 21. CinemaxX 7, Potsdamer Platz Arkaden.

Berlino: La casa dell'amore
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Luca Ferri.
Ore 21.30. Delphi Filmpalast, Kantstr. 12a.

Berlino: Ossessione

Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Luchino Visconti.
Ore 20. Akademie der Künste, Pariser Platz 4.

Berlino: Zeus Machine. L'invincibile
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di David Zamagni.
Ore 19.30. CinemaxX 4, Potsdamer Platz Arkaden.

Brema: Incontri con l'Italia
La coppia di fotografi Martina e Guus Reinartz presentano una conferenza multimediale dal titolo: Incontri con l'Italia. Dalle Dolomiti alla romantica Costa amalfitana, dal Parco nazionale dei Monti Sibillini ai mosaici bizantini di Ravenna. I giochi di luce e acqua di Venezia, le colline piemontesi e Trieste, la città bianca. Sono solo alcuni dei motivi fotografati da Martina e Guus Reinartz.
Ore 19. Bremer Presse Club, Schnoor 27/28.

Rostock: Missincat
Concerto nell'ambito della nuova tournée della cantante milanese ormai di casa a Berlino, in cui anticipa alcuni brani del suo nuovo album, che uscirà in autunno e con cui festeggia dieci anni di successi musicali in Germania.
Ore 20. Helgas Stadtpalast, Am Vögenteich 19.

DOMENICA 23 FEBBRAIO

Berlino: Pinocchio

Nell'ambito della Berlinale arriva in Germania il nuovo film di Matteo Garrone Pinocchio. La pellicola che riproduce molto fedelmente il libro di Carlo Collodi: "Le avventure di Pinocchio", ha già ottenuto 15 candidature ai David di Donatello e solo nelle prime 8 settimane di programmazione ha incassato 15 milioni di euro.
Ore 15.30. Berlinale Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Semina il vento
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Danilo Caputo.
Ore 14.30. Colosseum 1, Schönhauser Allee 123.

Berlino: La casa dell'amore
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Luca Ferri.
Ore 22. Zoo Palast 2, Hardenbergstr. 29a.

Wolfsburg: Dolci accenti
Concerto del trio Daniele Cernuto, Calogero Sportato e Laura Cocco. Composizioni di Frescobaldi e Piazzolla.
Ore 11. Gartensaal, Schloss Wolfsburg, Schloßstr. 

LUNEDÌ 24 FEBBRAIO

Berlino: Pinocchio

Nell'ambito della Berlinale arriva in Germania il nuovo film di Matteo Garrone Pinocchio.
Ore 9.30. Friedrichstadt-Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Palazzo di giustizia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Chiara Bellosi.
Ore 17. Urania, An der Urania 17.

Berlino: Siberia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Abel Ferrara.
Ore 22. Berlinale Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Zeus Machine. L'invincibile
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di David Zamagni.
Ore 19. Cubix 9, Alexanderplatz.

MARTEDÌ 25 FEBBRAIO

Amburgo: Le assaggiatrici

Appuntamento mensile con il "Caffè letterario", per parlare insieme di un libro in italiano. In questa occasione si parlerà del romanzo "Le assaggiatrici" (2018) di Rosella Postorino.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Hansastr. 6.

Berlino: Favolacce
Nell'ambito della Berlinale proiezione del film di Fabio e Damiano D’Innocenzo.
Ore 19. Berlinale Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Volevo nascondermi
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Giorgio Diritti. La pellicola racconta la vita del pittore Antonio Liguabue.
Ore 21.15. Friedrichstadt-Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Siberia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Abel Ferrara.
Ore 15.45. Friedrichstadt-Palast,Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Palazzo di giustizia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Chiara Bellosi.
Ore 15.30. Filmtheater am Friedrichshain,Bötzowstraße 1-5.

MERCOLEDÌ 26 FEBBRAIO

Berlino: Favolacce
Nell'ambito della Berlinale proiezione del film di Fabio e Damiano D'Innocenzo.
Ore 10. Haus der Berliner Festspiele, Schaperstr. 24.
Ore 12.15. Friedrichstadt-Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Elio Germano e Damiano e Fabio D'Innocenzo
In occasione della Berlinale arrivano a Berlino l'attore Elio Germano e i registi Damiano e Fabio D'Innocenzo.
Ore 14. Istituto italiano di cultura di Berlino, Hildebrandstr. 2.

Berlino: Pinocchio
Nell'ambito della Berlinale arriva in Germania il nuovo film di Matteo Garrone Pinocchio.
Ore 18. Friedrichstadt-Palast, Marlene-Dietrich-Platz 1.

Berlino: Siberia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Abel Ferrara.
Ore 20.30. Haus der Berliner Festspiele, Schaperstr. 24.

Berlino: La casa dell'amore
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Luca Ferri.
Ore 18.30. Colosseum 1, Schönhauser Allee 123.

GIOVEDÌ 27 FEBBRAIO

Berlino: Siberia

Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Abel Ferrara.
Ore 12.15. Haus der Berliner Festspiele, Schaperstr. 24.

Berlino: Palazzo di giustizia
Nell'ambito della Berlinale, proiezione del film di Chiara Bellosi.
Ore 15.30. Zoo Palast 1, Hardenbergstr. 29a.

Rostrock: Nordmania. Costruzioni del Nord dal Su romanico
Congresso Internazionale (in tedesco, francese, italiano) all'Università di Rostock, Istituto di Studi romantici. Organizzato dalla Professoressa Dr. Stephanie Wodianka (Università di Rostock) e dalla libera docente Dr. Karen Struve (Cau Kiel). Il Simposio Internazionale si propone di esaminare l'immaginario letterario nordico nella letteratura francofona e italofona e nel cinema non con una visione selettiva o cronologicamente organizzata, ma con un interesse tematico e sistematico, partendo dai tre punti: Conoscenza del nord, estetiche nordiche, immagini settentrionali.
Dalle ore 17 alle 19.30 e venerdí, 27 febbraio, dalle ore 9 alle 17.30; Universität Rostock, Schwaansche Straße 3, Hörsaal 3.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell'indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

CONCORSI

"Cerca Storie" di Berlino Italia Improv.
Berlino Italia Improv organizza questo primo concorso letterario rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni di qualsiasi nazionalità. Per partecipare è necessario scrivere un racconto in italiano di lunghezza massima di due cartelle di 30 righe ciascuna, scritti a mano o al computer, originali e inediti, frutto della propria fantasia. Il termine di invio dei racconti è entro e non oltre il 15 Marzo 2020 a berlinoitaliaimprov@gmail.com. Nella candidatura inserire anche nome, cognome e età del partecipante. La storia selezionata sarà messa in scena dal cast teatrale di Berlino Italia Improv e la giovane penna vincitrice sarà invitata a collaborare alla messa in scena dello spettacolo.

Concorso internazionale di poesia e racconti in italiano "Tommaso Cerase"
Seconda edizione del concorso di poesia e racconti per bambini in memoria di Tommaso Cerase, deceduto a soli 9 anni durante un allenamento della Juventus Soccer Academy di New York, schiacciato da una porta. Il tema di quest'anno è la famiglia. Per ricevere bando e modulo di iscrizione, scrivere a concorsotommasocerase@gmail.com.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Berlino: Raffaello
"Raffaello a Berlino - Le Madonne della Gemäldegalerie", mostra allestita in occasione dei 500 anni dalla morte del grande artista rinascimentale. Sono esposti capolavori che risalgono ai primi anni della carriera artistica di Raffaello, all'inizio del '500, per la prima volta riuniti in un'unica sala. La mostra è significativa sia per l'interesse per Raffaello che fiorì durante l'epoca prussiana, periodo in cui furono acquistate la maggior parte di queste opere, sia per l'ideale di armonia e dolcezza che queste rappresentano: un tipo di bellezza femminile umano, pieno di grazia, che diventerà un punto di riferimento per tutti gli altri artisti fino all'Ottocento. Visite guidate in lingua tedesca tutti i sabati alle 15.
Fino al 26 aprile. Gemäldegalerie, Matthäikirchplatz

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Italiani di Germania
Mostra fotografica con foto di Riccardo Venturi e testi del giornalista Lorenzo Colantoni. Il progetto Italiani in Germania nasce nel novembre 2018 come reportage per National Geographic Italia web, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. "Italiani in Germania" ed è parte del più ampio progetto "Italiani d'Europa", articolato in tre ulteriori capitoli ("Italiani in Gran Bretagna", "Italiani del Belgio" e "Italiani dell'Est"). Il progetto intende costruire una panoramica dei principali movimenti migratori italiani del passato e del presente. Prodotto dal giornalista Lorenzo Colantoni e dal fotogiornalista Riccardo Venturi in occasione di una serie di viaggi tra il 2017 e il 2018, "Italiani in Germania" ha vinto il più antico premio giornalistico italiano "Premiolino" nel giugno 2018 e intende ridisegnare un viaggio attraverso comunità storiche, nuova mobilità, storie familiari e avventure individuali in otto città tedesche: Stoccarda, Francoforte, Colonia e Ruhr, Wolfsburg, Amburgo, Berlino, Lipsia e Monaco. La mostra spazia così da storie di successo, come quella del direttore del Die Zeit Giovanni di Lorenzo, fino agli start-upper di Berlino e alla nuova e vecchia comunità operaia nata grazie alla Volkswagen di Wolfsburg.
Fino 6 marzo. Istituto italiano di cultura, Universitätstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Flensburg: Stefano Benazzo. Wracks - Wrecks – Relitti
Mostra fotografica di Stefano Benazzo, frutto di una lunga ricerca, durata sei anni e attraverso quattro continenti, su relitti di imbarcazioni spiaggiate. Nel fotografare il loro ultimo porto, l'artista vuole ricordare le vite di quegli uomini, dai più lontani ai più vicini, che hanno intrapreso la via del mare. I suoi scatti rendono omaggio alla insopprimibile necessità di viaggiare per conoscere, per incontrarsi l'un l'altro e scambiarsi reciproca vita e, insieme, permettono al visitatore di entrare in un mondo diverso, immaginario ma reale. Stefano Benazzo, classe 1949, oltre ad aver ricoperto la carica di Ambasciatore d'Italia a Minsk e a Sofia, è un artista poliedrico: fotografo, scultore, modellista architettonico e navale, si dedica attualmente alla ricerca di relitti di imbarcazioni arenate in tutto il mondo. Ha curato diverse mostre personali e collettive in Italia e all'estero e finora ha pubblicato due libri: "Wrecks/Relitti" nel marzo 2017 dall'editore Skira, che gli è valso il premio speciale Marincovich 2018, e "Duty of Memory: Wrecks in Greece" nel mese di agosto 2018.
Inaugurazione: 12 gennaio, ore 11.30, in presenza dell'artista.
Fino al 1. marzo. Flensburger Schifffahrtsmuseum, Schiffbrücke 39.

Francoforte: Sandro Vadim
Sandro Vadim presenta i suoi ultimi lavori. È la quarta mostra personale dell'artista di Karlsruhe, nato a Roma nel 1964. Diplomato all'Accademia di Belle Arti di Karlsruhe nel 1988, da allora ha lavorato come artista indipendente. Numerose mostre personali in gallerie e associazioni d'arte si sono svolte in Germania, Austria, Francia e Italia, ad esempio nel 2015 nella galleria Cortina Arte a Milano, nel 2018 con il titolo "pelagiale", insieme a Markus Kiefer, nel Museo dell'acqua e della fontana di Karlsruhe e nel 2019 nell'associazione d'arte Das Damianstor a Bruchsal. La fonte della pittura di Vadim è il colore. Tutte le sue opere hanno colori forti, vitali e luminosi. Mescola materiale, acrilico e pigmenti in studio, il suo approccio è gestuale e segue impulsi inconsci e soggettivi.
Vernissage: sabato 1 febbraio, ore 11.
Fino al 6 marzo. Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Monaco: Street Home Napoli
Napoli, immagini, contaminazioni dalla strada alla casa. L'artista Andrea Chisesi celebra la città di Napoli attraverso le sculture classiche. La mostra, dedicata alle origini e storia della città, è un omaggio ad una metropoli in continua evoluzione ma con radici ben salde tra mito e realtà, presenterà opere che intendono riproporre un itinerario dalle radici alla modernità della cultura contemporanea napoletana. Tutte le opere, eseguite attraverso le sue "fusioni", realizzate con pitture, fotografie e inserti cartacei di manifesti raccolti in strada, testimoniano la vita cittadina, raccontano attraverso le sculture presenti nei poli museali della città la magnificenza nei secoli.  Vernissage: 6.2.2020, ore 18.30. Accompagnamento musicale al pianoforte: Serena Chillemi
Fino al 28 febbraio. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Costantino Ciervo
L'artista napoletano e berlinese d'adozione espone nell'ambito della mostra "Out-look" sette opere. Costantino Ciervo è un artista multimediale che da sempre si interessa di temi attuali, globali e politici. Nei suoi lavori tematizza questioni come la libertà, l'etica, il potere, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico, oltre all'informazione e alla comunicazione. In questo contesto Ciervo mette in discussione la funzione sociale e la legittimazione dell'artista e dell'arte.
Mostra permanente. Museum Fluxus+, Schiffbauergasse 4f.