Live hören
Jetzt läuft: Party With A Jagaban von Midas the Jagaban

Eventi italiani in Germania

A cura di Elisabetta Gaddoni

COSMO Radio Colonia - Beitrag 30.01.2020 04:46 Min. Verfügbar bis 29.01.2021 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Film: La dolce vita

Una scena del film di Federico Fellini "La dolce vita"

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 31 GENNAIO

Berlino: Claudio Fava
Il giornalista, scrittore e politico, presidente della Commissione Antimafia dell'Assemblea Regionale Siciliana, da sempre attivo nella lotta contro la mafia, presenta "Il giuramento", il libro che ha dedicato ai professori universitari che nel 1931 rifiutarono il giuramento di fedeltà al duce. In particolare il libro è ispirato all'esempio del medico legale Mario Carrara, uno dei soli 12  su 1.500 a rifiutare il giuramento: per Claudio Fava ancora oggi una figura importante in un'epoca pervasa da conformismo e rassegnazione.
Ore 18. Freie Universität, Habelschwerdter Halle 35. Raum L 116 (Seminarzentrum).

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "La città delle donne" (ore 17:15), "8 ½" (ore 20) e "Boccaccio '70" (ore 22:45).
In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Berlino: La dolce vita
Nell'ambito della rassegna "Federico & Marcello - I film di Federico Fellini" proiezione del film (1960) con Marcello Mastroianni, Anouk Aimée, Anita Ekberg. In italiano con sottotitoli in inglese.
19:30 Kino Arsenal, Kino 1, Potsdamer Str. 2.

Potsdam: Fellini e La Strada
Proiezione del film documentario "Auf den Spuren Fellinis" (CH/F 2013) di Gérald Morin, e del film di Federico Fellini "La Strada - Das Lied der Straße" (1954) con Giulietta Masina, Anthony Quinn, Richard Basehart. In tedesco, con introduzione.
Ore 17 e 19. Filmmuseum Potsdam, Breite Straße 1A.

Ulm (Stoccarda): I'm Not A Blond
Il duo milanese formato dalle musiciste Chiara Castello e Camilla Matley  arriva in questi giorni in Germania per una lunga tournée. Le due polistrumentiste e compositrici propongono un giocoso e ironico electro-pop che richiama le più disparate influenze: dai ritmi e dal sound synth degli anni '80 alle chitarre e voci dal sapore punk anni '90. La giuria di un concorso da loro vinto ha definito la loro musica un "frullatore di generi". Sia nei brani registrati che negli spettacoli gli strumenti vengono suonati, campionati e rimandati, mentre la voce diventa il centro della sperimentazione fino a trasformarsi in altri strumenti: un basso, una percussione, dei fiati, o anche in ulteriori voci mascherate dietro effetti.
Ore 19. Hudson Bar, Ulmergasse 6.

SABATO 1. FEBBRAIO

Berlino: Euforia
Proiezione del film di Valeria Golino (2018) con Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea, in presenza della regista. Il film racconta del rapporto complicato tra due fratelli: Matteo e Ettore. I due sono estremamente diversi: il primo è un imprenditore carismatico e apertamente omosessuale, mentre il secondo è un uomo pacato e insicuro che vive ancora nella piccola città di provincia dove entrambi sono nati e cresciuti. Nel momento in cui Matteo scopre che il fratello è malato, decide di tenerlo all'oscuro della verità. Questa situazione difficile diventa per i due fratelli un'occasione per conoscersi e scoprirsi, in un vortice di fragilità e tenerezza, paura ed euforia. In italiano con sottotitoli in tedesco.
Ore 20. Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "E la nave va" (ore 14:45), "Le notti di Cabiria" (ore 17:15), "Ginger e Fred" (19:30), "Amarcord" (ore 19:39), "Roma" (ore 22) e  "Casanova" (ore 22). In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Brema: Storia dell'architettura italiana
"
Eine kleine Geschichte der italienischen Architektur – Von der Renaissance bis zum Barock": Seminario in lingua tedesca di Klaus Kirmis, Osnabrück. Org.: Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. Anche domenica 2.2.
Ore 15-19. Ev. Friedensgemeinde, Humboldtstraße 175.

Friburgo/B.: I'm Not A Blond
Il duo milanese formato dalle musiciste Chiara Castello e Camilla Matley  arriva in questi giorni in Germania per una lunga tournée (v. 31.1.)
Ore 21. Verein für notwendige kulturelle Massnahmen e.V., Haslacher Str. 25.

DOMENICA 2 FEBBRAIO

Berlino: La strada
Nelll'ambito della rassegna "CinemAperitivo" proiezione del film di Federico Fellini (1954) con Anthony Quinn, Giulietta Masina, Richard Basehart. In italiano con sottotitoli in inglese.
Ore 16. Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "I Clown" (ore 13:45) e "Prova d'orchestra" (ore 18). In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Brema: Storia dell'architettura italiana
"
Eine kleine Geschichte der italienischen Architektur – Von der Renaissance bis zum Barock": Seminario in lingua tedesca di Klaus Kirmis, Osnabrück. Org.: Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. Anche sabato 1.2.
Ore 11-15. Ev. Friedensgemeinde, Humboldtstraße 175.

Brema: Arte e follia
Visita guidata in italiano alla mostra "Madness", con dipinti di diversi artisti internazionali dedicati al tema della follia, tra questi Christian Fogarolli, le cui opere si ispirano alla credenza medievale che i disturbi mentali siano provocati da un sassolino che si forma nel cervello. Fogarolli trae ispirazione anche dalla storia manicomiale in Italia e dalle esperienze della nuova psichiatria di Franco Basaglia negli anni '70 e '80. Accompagnerà il gruppo l'esperta d'arte Vanessa Marchigiani.
Ore 15. Kulturambulanz, Haus im Park, Züricher Str. 40.

Düsseldorf: Munch
Visita guidata in lingua italiana alla mostra "Edvard Munch gesehen von Karl Ove Knausgård". Con circa 140 opere mai o raramente esposte in Germania finora, il Museo K20 presenta uno "sconosciuto" Edvard Munch (1863-1944). I quadri, le stampe e le sculture esposte nella mostra sono state scelte da Karl Ove Knausgård (*1968). Knausgård, norvegese come Munch, è un autore di fama internazionale le cui opere sono state tradotte in oltre trenta lingue. Il suo personale punto di vista apre una nuova prospettiva sull'artista più significativo dell'avanguardia scandinava dei primi anni venti svelando quanto sia ancora attuale l'interesse di Munch per il radicamento dell'individuo nella società. Org: Italia Altrove e.V.
Ore 16. Museo K20, Grabbeplatz 5.

Francoforte/M.: Van Gogh
Visita guidata in italiano alla mostra "Making Van Gogh". Org Italia Altrove - Vivere Francoforte.
Ore 16:15. Städelmuseum, Schaumainkai 63.

LUNEDÌ 3 FEBBRAIO

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "Lo sceicco bianco" (ore 17:45), "Il bidone" (ore 20) e "La dolce vita" (ore 21:30). In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Dortmund: L'italiano con l'arte
I lunedì con l'arte, con Caterina Lazzarin. Conoscenze linguistiche da A2 in su.
Ore 18-19:30. Italienverein, Immermannstr. 29.

Hildesheim: Italia e Germania unita
Italien, die Deutsche Frage und die Wiedervereinigung. Conferenza e presentazione libro di Deborah Cuccia, Genova/Hildesheim. Org.: Deutsch-Italienische Gesellschaft Hildesheim.
Ore 18:15. Volkshochschule, Riedelsaal, Pfaffenstieg 4.

MARTEDÌ 4 FEBBRAIO

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "I vitelloni" (ore 18), "8 ½" (ore 19:30, "Roma" (ore 20), "Satyricon" (22:15) e "Casanova" (22:30). In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Berlino: Herbert Pixner & The Italo Connection
Concerto della band di Merano. L'Italo Connection è una specie di gotha della scena musicale sudtirolese. Musicalmente collocati tra musica funebre del meridione, Morricone, Tarantino e Celentano, celebrano sul palco una selvaggia mistura di Jestofunk, Zawinul e Rimini-Disco.  
Ore 20. Columbia-Theater, Columbiadamm 9-11.

Colonia: Herbert Pixner & The Italo Connection
Concerto della band di Merano (v.4.2.).
Ore 20. Gloria-Theater, Apostelnstr. 11.

Colonia: I'm Not A Blond
Il duo milanese formato dalle musiciste Chiara Castello e Camilla Matley  arriva in questi giorni in Germania per una lunga tournée (v. 31.1.)
Ore 20. Auster Club, Pücklerstraße 34.

MERCOLEDÌ 5 FEBBRAIO

Amburgo: I'm Not A Blond
Il duo milanese formato dalle musiciste Chiara Castello e Camilla Matley arriva in questi giorni in Germania per una lunga tournée (v. 31.1.)
Ore 20:30. Astra Stube, Max-Brauer-Allee 200.

Amburgo: MissinCat
Prima tappa della nuova tournée della cantante milanese ormai di casa a Berlino, in cui anticipa alcuni brani del suo nuovo album, che uscirà in autunno e con cui festeggia dieci anni di successi musicali in Germania.  
Ore 20. Hebebühne, Barnerstr. 30 (Hinterhof).

Amburgo: L'amica geniale
Proiezione in lingua originale (dialetto napoletano con sottotitoli in tedesco) del 3. e del 4. di otto episodi della serie TV tratta dall'omonimo celebre romanzo firmato Elena Ferrante. "L'amica geniale" narra i 60 anni di amicizia tra Elena (Lenú) e Raffaella (Lila). Originarie di un piccolo rione di Napoli, crescendo le loro vite si separeranno a causa del diverso tenore di vita. Se, da una parte, Lila rimane costretta tra i confini territoriali e sociali di Napoli, dall'altra Elena si trasferisce per proseguire gli studi, costruire una carriera e trovare l'amore. Nonostante ciò, le due amiche mantengono i contatti grazie alla comune origine che ha segnato la loro infanzia. La storia viene narrata da Elena, che racconta la loro amicizia e il mistero che avvolge la vita di Lila. Gli altri appuntamenti: lunedì 10 febbraio 2020, lunedì 17 febbraio 2020, sempre alle ore 19.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Hansastr. 6.

Berlino: Fellini 100!
Nell'ambito della rassegna dedicata al centenario dalla nascita del grande regista, proiezione dei film "Le notti di Cabiria" (ore 17:45), "La dolce vita" (ore 19:30, "La strada" (ore 20) e "Ginger e Fred" (22:45). In italiano con sottotitoli in inglese.
Kino Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Berlino: Stefano Cagol
The Time of The Flood. Beyond the myth through climate change. Progetto artistico multiforme di Stefano Cagol. L'artista ha dato avvio a Berlino a una visionaria ricerca, che proseguirà a Gerusalemme, Roma e Venezia, ispirandosi al diluvio universale per affrontare gli squilibri del rapporto con la natura. Il progetto include video, foto, performance e interventi negli spazi pubblici. Introduzione: Giorgia Calò, Rachel Rits-Volloch. Ospite speciale il quartetto musicale berlinese Kohile (KrautHop). L'evento si svolgerà in parte in italiano e parte in inglese.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 2.

Francoforte M.: Genitori e figli: agitare bene prima dell'uso
Nell'ambito della rassegna "Generazione Piano B" proiezione del film di Giovanni Veronesi. Introduzione: Massimo Fagioli (docente). Org.: Associazione Italiani in Deutschland e.V. Francoforte.
Ore 19:15. Sala Europa Consolato Generale d’Italia, Kettenhofweg 1.

Lipsia: Herbert Pixner & The Italo Connection
Concerto della band di Merano (v.4.2.).
Ore 20. Täubchenthal, Wachsmuthstr. 1.

GIOVEDÌ 6 FEBBRAIO

Frankie hi-nrg mc

Frankie hi-nrg mc

Berlino: Frankie hi-nrg mc
Concerto del rapper torinese, che arriva a Berlino anche per presentare il suo debutto letterario "Faccio la mia cosa" (7.2., Istituto Italiano di Cultura). Seguirà inoltre un workshop di scrittura creativa a cura de "Le balene possono volare". Frankie hi-nrg mc, al secolo Francesco Di Gesù, è nato a Torino nel 1969. Rapper, autore e compositore, ha scritto alcuni dei brani rap più seminali della storia della musica italiana; la sua Fight da Faida (IRMA Records, 1992) è stata eletta dal mensile "Rolling Stone" come Migliore Canzone Rap della Storia della Musica Italiana e Quelli che benpensano (RCA, 1997) Canzone dell'Anno per il settimanale "Musica!" di Repubblica. Nella sua più che ventennale carriera ha inciso sei album, scritto e diretto oltre quindici video musicali e collaborato a numerosi progetti che spaziano dalla musica colta al pop. 
Ore 20. Urban Spree, Revaler Str. 99.

Berlino: I'm Not A Blond
Il duo milanese formato dalle musiciste Chiara Castello e Camilla Matley arriva in questi giorni in Germania per una lunga tournée (v. 31.1.)
Ore 20. Auster Club, Pücklerstraße 34.

Brema: Lucrezia Borgia
Lucrezia Borgia – Glanz und Gewalt. Eine Biographie. Presentazione del libro di Friederike Hausmann.
Ore 19. Bremer Presse-Club e.V., Schnoor 27.

Heidelberg: Donne
"
Donne, politica, diritti": dialogo con la Dott.ssa Anna Paola Concia. Politica e attivista, in politica sin dagli anni Ottanta, dopo il coming out Anna Paola Concia comincia a impegnarsi per i diritti civili di lesbiche, gay, bisessuali e transgender. È stata Deputata della XVI Legislatura (2008-2013), durante la quale ha fatto parte della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati. Da alcuni anni vive con sua moglie a Francoforte sul Meno.
Ore 16. Romanisches Seminar, Ernst-Robert-Curtius-Saal (RS 218), Seminarstr. 3.

Weinstadt-Beutelsbach (Stoccarda): Italian Organ Trio
Concerto jazz con Lorenzo Petrocca (chitarra), Alberto Marsico (Hammond B-3) e Tommy Bradascio (percussione).
Ore 20. Jazzclub Armer Konrad, Stiftsstr. 32.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell'indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

CONCORSI

"Cerca Storie" di Berlino Italia Improv.
Berlino Italia Improv organizza questo primo concorso letterario rivolto a bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni di qualsiasi nazionalità. Per partecipare è necessario scrivere un racconto in italiano di lunghezza massima di due cartelle di 30 righe ciascuna, scritti a mano o al computer, originali e inediti, frutto della propria fantasia. Il termine di invio dei racconti è entro e non oltre il 15 Marzo 2020 a berlinoitaliaimprov@gmail.com. Nella candidatura inserire anche nome, cognome e età del partecipante. La storia selezionata sarà messa in scena dal cast teatrale di Berlino Italia Improv e la giovane penna vincitrice sarà invitata a collaborare alla messa in scena dello spettacolo.

Concorso internazionale di poesia e racconti in italiano "Tommaso Cerase"
Seconda edizione del concorso di poesia e racconti per bambini in memoria di Tommaso Cerase. Per ricevere bando e modulo di iscrizione, scrivere a concorsotommasocerase@gmail.com.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Amburgo: Italiani in Germania
Mostra fotografica con foto di Riccardo Venturi e testi del giornalista Lorenzo Colantoni. Il progetto Italiani in Germania nasce nel novembre 2018 come reportage per National Geographic Italia web, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. "Italiani in Germania" ed è parte del più ampio progetto "Italiani d'Europa", articolato in tre ulteriori capitoli ("Italiani in Gran Bretagna", "Italiani del Belgio" e "Italiani dell'Est"). Il progetto intende costruire una panoramica dei principali movimenti migratori italiani del passato e del presente. Prodotto dal giornalista Lorenzo Colantoni e dal fotogiornalista Riccardo Venturi in occasione di una serie di viaggi tra il 2017 e il 2018, "Italiani in Germania" ha vinto il più antico premio giornalistico italiano "Premiolino" nel giugno 2018 e intende ridisegnare un viaggio attraverso comunità storiche, nuova mobilità, storie familiari e avventure individuali in otto città tedesche: Stoccarda, Francoforte, Colonia e Ruhr, Wolfsburg, Amburgo, Berlino, Lipsia e Monaco. La mostra spazia così da storie di successo, come quella del direttore del Die Zeit Giovanni di Lorenzo, fino agli start-upper di Berlino e alla nuova e vecchia comunità operaia nata grazie alla Volkswagen di Wolfsburg.
Fino 7 febbraio. Goethe-Institut Hamburg, Hühnerposten 1.

Amburgo: Our days of gold
Mostra con fotografie di Assunta Ruocco, in presenza dell'artista e del curatore Dan T Wheeler. La storica dell'arte e giornalista Veronika Schöne condurrà un'intervista con la fotografa e il curatore (in inglese). "Our Days of Gold" è il frutto di una collaborazione tra l'artista italo-belga Assunta Ruocco e il fotografo inglese Dan T Wheeler. Le immagini raccontano le vicende di una famiglia dell'Italia Meridionale. Tra scene immaginate e vita quotidiana, animali, piante persone e cose sono immerse in una luce cangiante che scandisce le stagioni e gli anni. Un elemento che ritorna più e più volte, la tavola sul terrazzo adorna di frutta.
Fino al 31 gennaio 2020. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Raffaello
"
Raffaello a Berlino - Le Madonne della Gemäldegalerie", mostra allestita in occasione dei 500 anni dalla morte del grande artista rinascimentale. Sono esposti capolavori che risalgono ai primi anni della carriera artistica di Raffaello, all'inizio del '500, per la prima volta riuniti in un'unica sala. La mostra è significativa sia per l'interesse per Raffaello che fiorì durante l'epoca prussiana, periodo in cui furono acquistate la maggior parte di queste opere, sia per l'ideale di armonia e dolcezza che queste rappresentano: un tipo di bellezza femminile umano, pieno di grazia, che diventerà un punto di riferimento per tutti gli altri artisti fino all'Ottocento. Visite guidate in lingua tedesca tutti i sabati alle 15.
Fino al  26 aprile. Gemäldegalerie, Matthäikirchplatz

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Centenario della nascita di Vico Magistretti
Nel 2020 il famoso architetto e designer industriale Vico Magistretti avrebbe compiuto 100 anni. In questa occasione l'Istituto Italiano di Cultura presenta nell'ambito di Passagen 2020 una mostra sui 60 anni di carriera di Magistretti, incentrata su progetti noti e meno noti, le architetture di Milano e gli oggetti di design che si trovano in innumerevoli case. Per il suo divano Maralunga, progettato nel 1973, ricevette il rinomato premio Compasso d'oro. Oltre alla mostra documentaria saranno in mostra alcuni oggetti del designer, tra i quali la base del tavolo Vidun e due sedie Silver. In collaborazione con la Fondazione Vico Magistretti.
Fino al 3 febbraio. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Dortmund: Visionen einer anderen Welt
L'esposizione presenta immagini del mondo sottomarino realizzate grazie alla tecnica della macrofotografia. Pesci che ancora non sono stati studiati dall'uomo e nascondono alcuni segreti, ma anche storie umane che sono andate perdute nelle profondità degli oceani. Con le sue foto Luzzi documenta anche i danni provocati dall'uomo all'ambiente sottomarino.
Fino al 13 Febbraio 2020 Auslandsgesellschaft Dortmund, Steinstr. 48.

Flensburg: Stefano Benazzo. Wracks - Wrecks – Relitti
Mostra fotografica di Stefano Benazzo, frutto di una lunga ricerca, durata sei anni e attraverso quattro continenti, su relitti di imbarcazioni spiaggiate. Nel fotografare il loro ultimo porto, l'artista vuole ricordare le vite di quegli uomini, dai più lontani ai più vicini, che hanno intrapreso la via del mare. I suoi scatti rendono omaggio alla insopprimibile necessità di viaggiare per conoscere, per incontrarsi l'un l'altro e scambiarsi reciproca vita e, insieme, permettono al visitatore di entrare in un mondo diverso, immaginario ma reale. Stefano Benazzo, classe 1949, oltre ad aver ricoperto la carica di Ambasciatore d'Italia a Minsk e a Sofia, è un artista poliedrico: fotografo, scultore, modellista architettonico e navale, si dedica attualmente alla ricerca di relitti di imbarcazioni arenate in tutto il mondo. Ha curato diverse mostre personali e collettive in Italia e all'estero e finora ha pubblicato due libri: "Wrecks/Relitti" nel marzo 2017 dall'editore Skira, che gli è valso il premio speciale Marincovich 2018, e "Duty of Memory: Wrecks in Greece" nel mese di agosto 2018.
Inaugurazione: 12 gennaio, ore 11.30, in presenza dell'artista.
Fino al 1. marzo. Flensburger Schifffahrtsmuseum, Schiffbrücke 39.

Francoforte: Sandro Vadim
Sandro Vadim presenta i suoi ultimi lavori. È la quarta mostra personale dell'artista di Karlsruhe, nato a Roma nel 1964. Diplomato all'Accademia di Belle Arti di Karlsruhe nel 1988, da allora ha lavorato come artista indipendente. Numerose mostre personali in gallerie e associazioni d'arte si sono svolte in Germania, Austria, Francia e Italia, ad esempio nel 2015 nella galleria Cortina Arte a Milano, nel 2018 con il titolo "pelagiale", insieme a Markus Kiefer, nel Museo dell'acqua e della fontana di Karlsruhe e nel 2019 nell'associazione d'arte Das Damianstor a Bruchsal. La fonte della pittura di Vadim è il colore. Tutte le sue opere hanno colori forti, vitali e luminosi. Mescola materiale, acrilico e pigmenti in studio, il suo approccio è gestuale e segue impulsi inconsci e soggettivi.
Vernissage: sabato 1 febbraio, ore 11.
Fino al 6 marzo. Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Monaco: Street Home Napoli
Napoli, immagini, contaminazioni dalla strada alla casa. L'artista Andrea Chisesi celebra la città di Napoli attraverso le sculture classiche. La mostra, dedicata alle origini e storia della città, è un omaggio ad una metropoli in continua evoluzione ma con radici ben salde tra mito e realtà, presenterà opere che intendono riproporre un itinerario dalle radici alla modernità della cultura contemporanea napoletana. Tutte le opere, eseguite attraverso le sue "fusioni", realizzate con pitture, fotografie e inserti cartacei di manifesti raccolti in strada, testimoniano la vita cittadina, raccontano attraverso le sculture presenti nei poli museali della città la magnificenza nei secoli.  Vernissage: 6.2.2020, ore 18.30. Accompagnamento musicale al pianoforte: Serena Chillemi
Fino al 28 febbraio. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Costantino Ciervo
L'artista napoletano e berlinese d'adozione espone nell'ambito della mostra "Out-look" sette opere. Costantino Ciervo è un artista multimediale che da sempre si interessa di temi attuali, globali e politici. Nei suoi lavori tematizza questioni come la libertà, l'etica, il potere, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico, oltre all'informazione e alla comunicazione. In questo contesto Ciervo mette in discussione la funzione sociale e la legittimazione dell'artista e dell'arte.
Mostra permanente. Museum Fluxus+, Schiffbauergasse 4f.

Potsdam: Wege des Barock
La mostra presenta 54 opere provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini e Galleria Corsini a Roma. Tra di esse c'è una delle opere giovanili del Caravaggio: Narciso, dipinto tra il 1597 e il 1599. Le opere di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio sono di fondamentale importanza nell'arte di quel preriodo perché attraverso la luce e la rappresentazione naturalistica le immagini appaiono molto realistiche. L'arte di Caravaggio influenzerà tutti i supoi contemporanei in Europa. Le sue opere sono affiancate nella mostra a quelle di artisti a lui contemporanei come Artemisia Gentileschi, Guido Reni e Luca Giordano (alcuni dei loro quadri si trovano nella collezione di Federico II).
Fino al 2 febbraio. Museum Barberini, Alter Markt, Humboldstr. 5-6.

Stoccarda: Giovanni Battista Tiepolo
Mostra dedicata a Giovanni Battista Tiepolo (1696–1770), in occasione dei 250 anni dalla morte. Le opere presentate sono state realizzate dal Tiepolo nel corso di tutta la sua vita e provengono da numerosi musei europei. I temi sono diversi: da quello religioso a quello mitologico, dai disegni alle acquaforti. Parallelamente è in corso una mostra dal titolo: "La Serenissima. Zeichenkunst in Venedig vom 16. bis 18. Jahrhundert" sempre nello stesso museo.
Fino al 2 febbraio 2020. Staatsgalerie, Konrad-Adenauer-Str. 30-32.