Live hören
Jetzt läuft: Mad Angle von Che Lingo

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 21.11.2019 05:22 Min. Verfügbar bis 20.11.2020 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Der Buchumschlag von Irene Salvatori

La copertina del romanzo di Irene Salvatori

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 22 NOVEMBRE

Berlino: Non è vero che non siamo stati felici
Presentazione del libro di Irene Salvatori. Si smette di essere figli quando si intraprende la carriera del genitore. Eppure mai come in quel momento si ha bisogno della mamma: per sapere come si fa a diventarlo a propria volta, o forse più semplicemente per non sentirsi troppo soli. E se la mamma non c'è più perché la morte ha tolto la sua carta dal mazzo, sfilarsi dall'infanzia per crescere tre bambini diventa un'avventura. Ambientato tra la Versilia degli anni Ottanta e Novanta, Cracovia e Berlino, "Non è vero che non siamo stati felici" racconta, con incandescenza emotiva ma anche con divertita poesia, uno scombinato apprendistato - quello per diventare genitore. Qui "Heimat" è la mamma: non c'è altra provenienza originaria, e dunque non c'è altra possibile destinazione. Irene Salvatori è nata a Forte dei Marmi nel 1978, ha studiato a Cracovia e vissuto a Berlino, si è laureata a Pisa in Storia Contemporanea, traduce letteratura dal polacco e dal tedesco, oltre a scrivere poesie. Adesso si è trasferita in un paesino sulla Loira, con i tre figlioli e i due cani ungheresi, dove rimarrà finché non avranno davvero tutti imparato il francese.
Ore 19.30. Mondolibro, Torstr. 159.

Mimmo Lucano

Mimmo Lucano assieme al nostro conduttore Filippo Proietti

Berlino: L'Europa inizia con Riace
Incontro con l'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano. La serata apre l'iniziativa "L'Europa inizia con Riace", organizzata dall'Anpi Berlino Brandeburgo. L'intervento di Lucano si terrà subito prima del concerto dei Modena City Ramblers, famosa band folk-rock da anni attiva non solo in Italia, ma anche in tutta Europa. Prima dell'intervento di Mimmo Lucano, ci sarà il concerto dei berlinesi Nanofish Dippers, che proporranno una coinvolgente miscela a metà tra ska e reggae.
Ore 21. Clash, Im Mehringhof, Gneisenaustraße 2a.

Bochum: Barock-Ensemble Camerata Inspirata
Concerto organizzato dal Circolo culturale italo-tedesco.
Ore 19. Pauluskirche, Pariser Str. 4.

Colonia: serata dedicata a Jacques Brel
Il duo Chanson "les copains d'abord" si esibirà in una serata dedicata a Jacques Brel. La voce di Hervé Grenier, accompagnato da Wolfram Fuchs al pianoforte, daranno vita a un'atmosfera elegante e senza tempo. Inoltre il talento e la professionalità del fisarmonicista Alexander Pankov contribuiranno a rendere l'omaggio al grande Chansonnier ancora più autentico.
Ore 19.30. Mondoaperto, Zugweg 22.

Colonia: La fondazione della città etrusca e lo sviluppo delle abitudini alimentari sull'esempio di Bologna
Conferenza con powerpoint con Massimo Maracci, in lingua italiana. Massimo Maracci presenta un excursus antropologico-culturale sullo sviluppo storico della città di Bologna: dalle origini etrusche della città a sede universitaria medievale, dalla cucina tipica di Bologna fino suo al ricco tessuto produttivo nei settori della piccola industria meccanica ad alta tecnologia (Maserati, Ducati, Lamborghini e parti di produzione Ferrari). Massimo Maracci dirige la scuola di lingua "Cultura Italiana" a Bologna. Al termine degustazione di prodotti tipici della Regione Emilia-Romagna.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: Diritto immobiliare e diritto ereditario
Nell'ambito del ciclo di incontri con esperti organizzati dall'associazione Italia Altrove con il fine di aiutare gli Italiani ad integrarsi meglio in Germania. L'incontro si rivolge a chi volesse acquistare un immobile in Germania per spiegare quali adempimenti giuridici sono necessari per farlo. O a quale trattamento fiscale sono soggete le compravendite sono. Inoltre cosa succede quando si eredita un immobile in Italia e si è residenti in Germania. A queste e ad altre domande risponderanno l'Avv. e RA Francesco Pastori, LL.M. e il Notaio Oliver Wedel di Francoforte. L'incontro, in lingua italiana.
Ore 20.30. Rather Familienzentrum, Rather Kreuzweg 43.

Kassel: Mafia? Nein, danke! Einblicke in die Welt der organisierten Kriminalität
Conferenza di Sandro Mattioli, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Kassel e.V.
Ore 19. Volkshochschule Kassel, Saal, Wilhelmshöher Allee 21.

SABATO 23 NOVEMBRE

Berlino: La cicala e la formica
Spettacolo in lingua italiana per bambini dai 3 anni in su, con il Teatro strappato. In questa favola delicata che ci immerge in un mondo fatto di piccole cose, il pubblico conoscerà due personaggi indimenticabili, l'adorabile cicala perdigiorno e la buffissima formica indaffarata, che accompagneranno il pubblico tra una canzone e l'altra nell'alternarsi delle stagioni. Un giorno dopo l'altro, nel bosco brulicante di vita, vivremo momenti pieni di fatica insieme alla nostra instancabile lavoratrice allietati dall'allegria della nostra simpatica musicista. Le due divertenti protagoniste della nostra storia insieme costruiranno il tesoro piú prezioso: l'amicizia!
Ore 11.30. Mondolibro, Torstr. 159.

Berlino: I musicanti di Brema
Spettacolo in lingua italiana per bambini dai 3 anni in su. Uno dei grandi classici della letteratura per l'infanzia prende vita con lo spettacolo de "Il Castello di Sabbia". La musica dal vivo e gli attori faranno brillare di luce propria i teneri personaggi de "I musicanti di Brema". Questa favola ci insegna, ormai da molto tempo, che in questo mondo c'è un luogo perfetto per ognuno di noi. Uno dei grandi classici della letteratura per l'infanzia prende vita con lo spettacolo de "Il Castello di Sabbia". La musica dal vivo e gli attori faranno brillare di luce propria i teneri personaggi de "I musicanti di Brema".
Ore 16. Mondolibro, Torstr. 159.

DOMENICA 24 NOVEMBRE

Dortmund: Matinée dedicata al cortometraggio

Proiezione dei cortometraggi scelti dall'Italienverein di Dortmund.
Ore 11. Roxy Kino, Münsterstraße 95.

LUNEDÌ 25 NOVEMBRE

Ulm: gala e premiazione del Festival di danza contemporanea
Il Solo-Tanz-Theater Festival di Ulm premia quest'anno anche un'artista proveniente dall'Italia: Linda Cordero Rijo che al gala presenterà il pezzo: "No room service, please".
Orario da stabilire. Theater Ulm, Podium, Herbert-von-Karajan-Platz 1, Ulm/Donau.

MARTEDÌ 26 NOVEMBRE

Bochum: Reichtum verpflichtet! Heil, Nutzen und Gemeinwohl – Grundelemente einer christlichen Oekonomia, aus dem Geist der Franziskaner
Conferenza del Professor Dr. Rüdiger Volz, organizzata dal Circolo culturale italo-tedesco.
Ore 19.30. Evangelische Stadtakademie, Westring 26c.

MERCOLEDÌ 27 NOVEMBRE

Berlino: "La solitudine dei numeri primi" nella rassegna su Alba e Alice Rohrwacher
Continua la rassegna nell'ambito dell'Italian Film Festival dedicata alle sorelle Rohrwacher, Alice (regista) e Alba (attrice). La rassegna ha luogo fino al 21 dicembre in tre cinema di Berlino: Bundesplatz-Kino Berlin, Lichtblick-Kino Berlin e IL KINO Berlin. In programma film premiati al Festival di Cannes, come "Lazzaro Felice" o "Le meraviglie". Questo mercoledì è in programma il film tratto dal libro di Paolo Giordano, "La solitudine dei numeri primi". Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli (OmU).
Ore 20. Lichtblick-Kino, Kastanienallee 77. Prenzlauer Berg.

Colonia: Theodor Fontane e l'Italia
Lo scettico del Brandeburgo al Sud e il Sud nella sua opera. Conferenza del Prof. Dieter Richter, Brema. La "bussola della sua natura" indica il Nord, così Theodor Fontane ha scritto una volta ed in effetti, sia la sua biografia che la sua opera letteraria si svolgono in luoghi nordici. Ma l'autore ha reso omaggio anche al Sud: nel 1874, durante un viaggio in Italia durato sette settimane, che lo portò a Venezia e poi a Roma, per giungere al Golfo di Napoli. Nella sua opera letteraria sono riflesse le sue esperienze e immagini legate all'Italia. Sono tanti gli scenari italiani ad emergere – dal viaggio di nozze di Effie Briest a Venezia fino alle visioni di Woldemar von Stechlin sui legami del Golfo di Napoli e le sue energie terrestri con il piccolo Lago di Stechlin nella Marca del Brandeburgo. Una manifestazione dell'Associazione degli Amici dell'Istituto di Cultura di Colonia e.V.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: Claudio Giambruno Quartet
Concerto del Claudio Giambruno Quartet con Claudio Giambruno: sassofoni,
Giovanni Conte: al pianoforte, Giovanni Villafranca: al contrabbasso, Paolo Vicari: alla batteria.
Ore 19.30 (ingresso a partire dalle ore 19.00). Steinway-Haus, Immermannstraße 14-16.

Düsseldorf: Eine spezielle Sammlung in einem speziellen Haus. Das Wilhelm Lehmbruck Museum
Conferenza della Dr. Katharina Lepper, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Düsseldorf.
Ore 19. Die Brücke, Vortragssaal, Kasernenstr. 6.

Leverkusen: Taranto
Conferenza di Dorothee Willers-Klein, del Deutsch-Italienischer Club Leverkusen e.V.
Ore 19.30. AWO-Begegnungsstätte, Königsberger Platz 28, Leverkusen-Rheindorf.

GIOVEDÌ 28 NOVEMBRE

Bonn: L'ora legale
Proiezione del film scritto e ideato dal duo comico Ficarra e Picone: L'ora legale. In un paese immaginario della Sicilia, Pietrammare, tutti i residenti sono in fermento per le elezioni del nuovo sindaco. Fino a quel momento il paese aveva vissuto per molto tempo sotto la guida di politici corrotti e opportunisti. Ma il nuovo sindaco Natoli, appena eletto, è deciso a cambiare nettamente le cattive abitudini, regolarizzando tutto ciò che è contro la legge. Purtroppo però realizzare questo progetto sembra essere più difficile che mai.
Ore 20. Bonner Kinemathek, Kreuzstr. 16.

Colonia: Latin landscape. Concerto chitarristico con il Guitalian Quartet
Guido Fichtner, Claudio Marcotulli, Stefano Palamidessi e Adriano Walter Rullo – quattro Maestri internazionalmente noti della chitarra – presentano opere di Bizet, Brouwer, Dyens, Rossini e Sollima. Il Guitalian Quartet, fondato nel 2006, è uno dei quartetti chitarristici più famosi in Italia. I quattro musicisti, che sono conosciuti anche come solisti, si sono esibiti nelle più prestigiose sedi concertistiche del mondo. Oltre ad aver realizzato registrazioni per famose etichette musicali, gli artisti sono spesso presenti in TV e alla radio, non solo in Italia. Il loro primo CD "Guitalian Quartet Live" ha avuto un grande successo di pubblico e di critica. Al quartetto, molto attento alle nuove correnti musicali, sono state dedicate opere da parte di importanti compositori italiani, eseguite in prima assoluta. All'attività concertistica si affiancano quella didattica con Masterclass e la docenza in Conservatori italiani. Ingresso libero.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell'indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Amburgo: Our days of gold
Mostra con fotografie di Assunta Ruocco, in presenza dell'artista e del curatore Dan T Wheeler. La storica dell'arte e giornalista Veronika Schöne condurrà un'intervista con la fotografa e il curatore (in inglese). "Our Days of Gold" è il frutto di una collaborazione tra l'artista italo-belga Assunta Ruocco e il fotografo inglese Dan T Wheeler. Le immagini raccontano le vicende di una famiglia dell'Italia Meridionale. Tra scene immaginate e vita quotidiana, animali, piante persone e cose sono immerse in una luce cangiante che scandisce le stagioni e gli anni. Un elemento che ritorna più e più volte, la tavola sul terrazzo adorna di frutta.
Fino al 31 gennaio 2020. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Deutschland übergestern
Inaugurazione della mostra di Dario Jacopo Laganà dedicata all'anniversario dei 30 anni anni dalla caduta del muro di Berlino. Nella mostra Laganà ha raccolto immagini della capitale, delle persone che la abitano e che vi lavorano. Le foto raccontano la storia della città e dei suoi abitanti.
Fino al 3 gennaio 2020. Fotogalerie Friedrichshain, Helsingforser Platz 1.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Brema: Il passo della morte
La pittrice e autrice Viviana Trentin, italiana residente a Brema, presenta dipinti ad olio ispirati al libro "Il passo della morte", da lei scritto insieme a Enzo Barnabà. "Il passo della morte" si riferisce al passaggio che molti migranti, in particolare africani, percorrono per passare clandestinamente dall'Italia alla Francia, attraversando pericolosamente montagne e boschi, sentieri che nel corso dei secoli furono utilizzati da contrabbandieri, da antifascisti o ebrei in fuga. Inaugurazione il 26 ottobre alle 11. Viviana Trentin leggerà alcuni passaggi dal libro.
Fino al 28 novembre. Biblioteca comunale di Vegesack.

Colonia: Mediterraneanstil
Opere di Nunzio Fucci, docente di pittura e grafica, e Vincenzo Sangiorgio, scultore autodidatta e restauratore. Entrambi sono originari di Ginosa, in Puglia. Mentre Fucci lavora come insegnante in un liceo in Piemonte, Sangiorgio vive da anni a Colonia.  Ciò che accomuna le loro opere è l’ispirazione proveniente dalla cosiddetta Arte povera, il movimento nato in Italia negli anni '60 che, in polemica con l'arte tradizionale, faceva ricorso a materiali "poveri" come terra, legno, ferro, stracci, plastica e scarti industriali, una procedura definita da Vincenzo Sangiorgio "il non spreco". Il titolo della mostra allude alla particolarità dello stile mediterraneo, che dall'antichità ad oggi viene associato a solare creatività, sensualità e amore per le forme e i colori, e che nel corso dei secoli non ha perso la sua capacità di affrontare il reale con senso estetico e riflessione ironica. Nella mostra saranno esposti quasi solo dipinti, con l'unica eccezione di un’istallazione a forma di pavone realizzata da Nunzio Fucci insieme agli studenti dell'istituto in cui lavora, il Liceo Piero Gobetti di Omegna.  
Fino al 25 gennaio. Consolato Generale di Colonia, Universitätsstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Francoforte: Giovanni Cerri. Memoria e futuro
Mostra dedicata a Leonardo da Vinci in occasione del cinquecentenario dalla morte dell'artista e scienziato rinascimentale. Patrocinata dal Consolato generale di Francoforte.
Fino al 25 gennaio 2020. Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Potsdam: Wege des Barock
La mostra presenta 54 opere provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini e Galleria Corsini a Roma. Tra di esse c'è una delle opere giovanili del Caravaggio: Narciso, dipinto tra il 1597 e il 1599. Le opere di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio sono di fondamentale importanza nell'arte di quel preriodo perché attraverso la luce e la rappresentazione naturalistica le immagini appaiono molto realistiche. L'arte di Caravaggio influenzerà tutti i supoi contemporanei in Europa. Le sue opere sono affiancate nella mostra a quelle di artisti a lui contemporanei come Artemisia Gentileschi, Guido Reni e Luca Giordano (alcuni dei loro quadri si trovano nella collezione di Federico II).
Fino al 2 febbraio. Museum Barberini, Alter Markt, Humboldstr. 5-6.

Stoccarda: Giovanni Battista Tiepolo
Mostra dedicata a Giovanni Battista Tiepolo (1696–1770), in occasione dei 250 anni dalla morte. Le opere presentate sono state realizzate dal Tiepolo nel corso di tutta la sua vita e provengono da numerosi musei europei. I temi sono diversi: da quello religioso a quello mitologico, dai disegni alle acquaforti. Parallelamente è in corso una mostra dal titolo: "La Serenissima. Zeichenkunst in Venedig vom 16. bis 18. Jahrhundert" sempre nello stesso museo.
Fino al 2 febbraio 2020. Staatsgalerie, Konrad-Adenauer-Str. 30-32.

Tubinga: Ex machina
Mostra organizzata in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo. Il 2 maggio è stato il cinquecentesimo anniversario della morte del genio universale Leonardo da Vinci. In questa data sarà inaugurata una mostra dal titolo "Ex machina – Le macchine di Leonardo da Vinci tra scienza e arte", presso il Museo dell'Università di Tubinga (MUT). Al centro di questa eccezionale presentazione sarà possibile ammirare circa 50 riproduzioni delle macchine di Leonardo costruite sulla base dei suoi disegni. Integrano la mostra Ex machina del MUT conferenze e workshop. In concomitanza con la mostra di Tubinga, l'Istituto Italiano di Cultura ha stilato un programma articolato di conferenze di rilievo sulla vita e sulle opere di Leonardo da Vinci.
Fino al 1 dicembre. Museum der Universität Tübingen, Schloss Hohentübingen, Rittersaal, Burgsteige 11.