Live hören
Jetzt läuft: Omo Rapala von Niniola

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 07.11.2019 04:30 Min. Verfügbar bis 06.11.2020 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Marco Tardelli

Marco Tardelli, campione del mondo nel 1982

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 8 NOVEMBRE

Amburgo: Our days of gold
Apertura della mostra con fotografie di Assunta Ruocco, in presenza dell'artista e del curatore Dan T Wheeler. La storica dell'arte e giornalista Veronika Schöne condurrà un'intervista con la fotografa e il curatore (in inglese). "Our Days of Gold" è il frutto di una collaborazione tra l'artista italo-belga Assunta Ruocco e il fotografo inglese Dan T Wheeler. Le immagini raccontano le vicende di una famiglia dell'Italia Meridionale. Tra scene immaginate e vita quotidiana, animali, piante persone e cose sono immerse in una luce cangiante che scandisce le stagioni e gli anni. Un elemento che ritorna più e più volte, la tavola sul terrazzo adorna di frutta.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Angst vor der Angst
Prima dello spettacolo teatrale. Angst vor der Angst, secondo lavoro della formazione al femminile guidata da Chiara Elisa Rossini, accompagna gli spettatori in un viaggio poetico tra le paure quotidiane e allo stesso tempo universali. Il suono di un carillon ci catapulta in un mondo di fiaba, un bosco incantato si trasforma in uno scenario da incubo, il canto di uno spirito si scontra con suoni duri e metallici. Angst vor der Angst costruisce un mondo che vive delle stesse dinamiche del sogno: frammentario, a tratti illogico, immaginifico e associativo. Un incontro di elementi diversi come fiabe, ricordi, poesie ma anche saggi accademici e discorsi dei politici invita lo spettatore ad attraversare la paura attraverso il corpo dell’attrice in scena, mettendo in luce come siano proprio le nostre paure personali e collettive a minacciare l'equilibrio di una società democratica, libera e antirazzista. "Angst vor der Angst" è il secondo lavoro di Welcome Project – The foreigner's theatre, compagnia al femminile, nata da un'idea di Chiara Elisa Rossini nel 2015 a Berlino e di stanza fra Berlino e Torino.
Ore 20. Im Acker Stadt Palast, Ackerstraße 169/170.

Berlino: Una certa tendenza del cinema italiano. Esperimenti di programmazione
Colloquio con Marco Müller, critico e produttore cinematografico e direttore artistico, ora direttore del Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival / Pingyao, China, ma per tanti anni direttore artistico della Mostra del cinema di Venezia e del Festival del film di Roma.
Ore 14. Freie Universität Berlin, Kaiserwerther Str. 16-18.

Bochum: Il trattamento di italiano nella classe di italiano lingua straniera
Pomeriggio di formazione e aggiornamento. Conferenza introduttiva di Roberta Grassi sul tema: "Correggere o non correggere: è questo il problema? Il ruolo dell'errore e della correzione nell'evoluzione glottodidattica", in seguito workshop con Luisa Fumagalli e Roberta Grassi sul tema: "Se correggendo. Come ottimizzare l'efficacia della correzione nell'interazione orale". Nell'ambito della XIX Settimana della lingua italiana nel mondo 2019. In collaborazione con l'Istituto di Romanistica della Ruhr-Universität di Bochum e il Centro di Italiano per Stranieri dell'Università di Bergamo.
Ore 14. Ruhr-Universität Bochum, Romanisches Seminar Universitätsstr. 150, Aula Gabf 04/614.

E lucevan le stelle

La copertina del libro

Bochum: E lucevan le stelle (Und die Sterne waren hell)
Lettura in italiano e tedesco di Elisa Occhipinti. Organizzata dal Circolo culturale italo-tedesco – Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Bochum
Ore 19.30. Häuschen der Kortumgesellschaft, Bergstr. 68a.

Lipsia: Jessica and me
Performance con e di Cristiana Morganti. In questo spettacolo, la storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, giunta al momento del distacco dalla compagnia, si ferma a riflettere su se stessa: sul rapporto con il proprio corpo e con la danza, sul significato dello stare in scena, sul senso dell'"altro da se" che implica il fare teatro. Ne risulta una sorta di autoritratto idealmente a due voci di efficace e spiazzante ironia, dove Cristiana rivela ciò che accade nel backstage del suo percorso professionale. Cristiana Morganti è nata e cresciuta a Roma. Nel 1986 si diploma in danza classica all'Accademia Nazionale di Danza. Successivamente parte per la Germania e consegue un secondo diploma alla Folkwang Hochschule di Essen nel 1989.
Ore 19.30. Schauspielhaus / Große Bühne, Leipzig, Bosesstr. 1.

SABATO 9 NOVEMBRE

Colonia: Casanova a Colonia
Spettacolo teatrale in italiano con sopratitoli in tedesco. Regia e testo di Luca Paglia. La divertente commedia racconta di un immaginario viaggio di Giacomo Casanova a Colonia durante il Carnevale.
Ore 20. OT St. Anna, Schadowstr. 28. 

Francoforte: Giovanni Cerri. Memoria e futuro
Inaugurazione della mostra dedicata a Leonardo da Vinci in occasione del cinquecentenario dalla morte dell'artista e scienziato rinascimentale. Patrocinata dal Consolato generale di Francoforte.
Ore 11. Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Siegen: Cosimo Erario
Concerto del cantante italiano. Cosimo Erario, vincitore dell'International Global Music Award e del Prestige Music Award a Los Angeles nel 2016, ha già pubblicato 7 CD a suo nome. Nella sua performance "Unplugged", il chitarrista e cantautore italiano presenta canzoni pop, rock, funk del suo ultimo cd "Salta il recinto", brani strumentali e improvvisazioni jazz.
Ore 21. Hackermann -Hindenburgstraße 8.

Stoccarda: 50 anni dell'Ias-Cisl Germania/Patronato Inas
Festa dell'Istituto Ial-Cisl Germania compie 50 anni e festeggia. L'Istituto ha contribuito a sostenere gli italiani nel trentennio che va dalla fine degli anni 60 alla fine degli anni '90, a diffondere la lingua e la cultura italiana alla terza e quarta generazione, negli asili, nelle scuole elementari e medie superiori. Alla festa parteciperanno tra gli altri il cabarettista Roberto Capitoni e il mago Mario Vuodi. Inoltre Claudio Micheloni e i senatori Laura Garavini e Vito Petrocelli (Presidente della Commissione esteri del Senato).
Ore 14. DGB-Haus Stoccarda, Willi-Bleicher-Str. 20.

DOMENICA 10 NOVEMBRE

Berlino: Oltre la bufera

CineDì – Italienisches Kino am Dienstag presenta: "CineSunday!". Con la proiezione del film: "Oltre la bufera" di Marco Cassini. Premiere tedesca realizzata in collaborazione con il Prof. Mario Marino (Brandenburgische Technische Universität Cottbus-Senftenberg ). A seguire: Dibattito con il regista e il cast. Tornato ad Argenta dopo la Grande Guerra, don Giovanni Minzoni tenta di riorganizzare la vita sociale e culturale della comunità, cercando di aggregare nel vecchio ricreatorio i ragazzi dispersi nelle campagne. I socialisti, cappeggiati da Natale Gaiba, assessore comunale, dimostrano apertamente il loro disprezzo nei confronti della chiesa e di quel prete. Ma quando i rapporti sembrano prendere la piega della comprensione e della collaborazione, un'altra forza politica, moderna e inaspettata, fa il suo ingresso nella storia e in quel piccolo paese emiliano. Augusto Maran, insegnante rancoroso, tornato anch'egli dalla guerra, sente che è il momento giusto per portare il potere locale in proprio favore, a costo di compiere anche atti violenti. Il fascismo sta prendendo piede nelle città e nella campagne di tutta Italia..
Ore 17.30. Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Düsseldorf: 175 Jahre Verein der Düsseldorfer Künstler 1844
Visita guidata alla mostra "Zwischen Hungertuch und Kunstpalast". L'associazione degli artisti di Düsseldorf, fondata nel 1844, festeggia i suoi 175 anni con una mostra sulla propria storia ed i propri soci. Con l'aiuto di numerose opere d'arte e diversi documenti viene raccontata l'importanza che quest'associazione ha avuto per la città d’arte di Düsseldorf e per gli artisti che qui vivevano e lavoravano. La mostra spiega le origini di dipinti, sculture o edifici architettonici noti a tutti noi che abitiamo a Düsseldorf, dando una visione più completa dell'influenza che hanno avuto queste opere sull'aspetto artistico e urbanistico della città. Dall'idea formulata già nel 1898 di avere un proprio edificio per le esposizioni nascono per esempio il Kunstpalast e la mostra Die Grosse.
Ore 15. Stadtmuseum Düsseldorf, Berger Allee 2.

LUNEDÌ 11 NOVEMBRE

Berlino: La notte non fa più paura
Film e dibattito con il regista Marco Cassini. In italiano con sottotitoli in inglese. Il terremoto d'Emilia è stato in particolare il terremoto delle fabbriche; i morti sono stati soprattutto gli operai. Persone venute dal sud, dall'estero o dalla stessa provincia. Venute per lavorare. Persone seppellite vive dalle macerie di capannoni, industrie, fabbriche. Loro, nel terremoto d'Emilia, hanno pagato il prezzo più alto. La vita già precaria, frustrante e faticosa di quattro ragazzi e di una generazione distrutta da un terremoto. Il terremoto è dentro le loro vite, da prima, e le distrugge dopo: terremotati da sempre, sradicati e costretti ad emigrare. Il film è una riflessione, anche esistenziale, oltre che essere il racconto di una scossa atroce: uno spiraglio di luce, quindi, una possibilità; è un racconto dal cuore umanissimo, non provocatorio, accusatorio e rabbioso, ma intimo, empatico e lucido, senza patetismi.
Ore 18. Ambasciata d'Italia, Tiergartenstraße 22 (Berlin-Tiergarten).

Kleve: Italiener im Kleverland 
Serata di scambio, organizzata dal Comitato Dante Alighieri Kleve e.V.
Ore 19. Kolpinghaus, Kolpingstr. 11.

MARTEDÌ 12 NOVEMBRE

Matera

Matera

Amburgo: Matera, madre nascosta
Proiezione del documentario in lingua originale con sottotitoli in tedesco (52 min.), alla presenza del regista Alessandro Soetje e del produttore Alessandro Melazzini, nell'ambito della rassegna Materawoche. Non solo Sassi: un ipogeo "unico al mondo" è venuto alla luce a Matera dopo un anno di scavi. Una specie di "lato B" della città designata Capitale europea della cultura nel 2019. Al di sotto di piazza Vittorio Veneto è stato scoperto un reticolo di strade con tanto di abitazioni, cisterne, ambienti produttivi e luoghi di culto della città medievale. Fondata 9000 anni fa, un tempo Matera era l'asse tra Oriente e Occidente. Greci, Saraceni e Lucani lasciarono qui le loro tracce, così come Romani, Normanni, Hohenstaufen, Borboni. E ladri. Tracce nella pietra, tracce nelle caverne. Capitale europea della cultura, Matera ha nella sua storia tutto ciò di cui l′Europa è fatta: una autonomia da piccolo Stato, guerre, fioritura e amara povertà. E la volontà di rinnovarsi.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Leonardo da Vinci zum 500. Todestag: ... armselig ist der Schüler, der seinen Lehrer nicht übertrifft
Conferenza con proiezione di immagini di Ulrich Forster. Organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Berlin.
Ore 19. Evangelischer Diakonieverein e.V., Betsaal, Busseallee 23-25.

Colonia: Io, Leonardo
Prima in Germania del film di Jesus Graces Lambert, Italia 2019, 90', versione originale con i sottotitoli in inglese, con Luca Argentero. Il documentario, realizzato in occasione del Cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, porterà lo spettatore alla scoperta dell'uomo, il pittore, lo scienziato e l'inventore, attraverso un viaggio coinvolgente e affascinante nella mente di Leonardo da Vinci, una delle figure più geniali che la storia dell'umanità abbia mai conosciuto, noto a chiunque per aver dipinto "il quadro più famoso al mondo", la Gioconda. E lo farà con uno sguardo molto lontano dagli stereotipi con cui Leonardo viene solitamente descritto.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: Lectura Vergilii
Con il Dr. Thomas Brückner, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Düsseldorf.
Ore 18. Die Brücke, Clubraum, Kasernenstr. 6.

MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE

Berlino: Una yurta sull'appennino
Incontro con Marco Scolastici e presentazione del libro: "Una yurta sull'Appennino". Marco Scolastici era un ragazzo come tanti, iscritto alla facoltà di Economia a Roma, pieno di incertezze sul futuro. Poi un giorno, in un bar, si è imbattuto in una foto su un calendario: ritraeva il vecchio acero di Macereto, il Monte Bove, i pascoli in cui suo bisnonno Venanzio era cresciuto: curandoli, desiderandoli e infine comprandoli. Meno di una settimana dopo Marco ha lasciato la capitale. Il suo è stato un viaggio di ritorno verso casa difficile, talvolta doloroso, e quando pareva concluso la terra ha cominciato a tremare: era il 2016. Il buon senso gli suggeriva di scappare, ma quello sconosciuto altopiano delle Marche per lui era la vita. Non poteva abbandonare le sue pecore, i suoi asini, i maremmani. Così ha montato una yurta mongola accanto alla propria casa inagibile e ci ha trascorso l'inverno. Il sisma non sarebbe stato la fine di tutto, ma l'occasione per un nuovo inizio. In lingua italiana.
Ore 19. Libreria Mondolibro, Torstr. 159.

Berlino: Io, Leonardo
Nell'ambito dell'Italian Film Festival Berlin, proiezione del film di Jesus Garces Lambert. In originale con sottotitoli.
Ore 18.30. Cinestar Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Berlino: Bangla
Nell'ambito dell'Italian Film Festival Berlin proiezione del film di Phaim Bhuiyan. In italiano con sottotitoli.
Ore 20.30. Cinestar Kino in der Kulturbrauerei,Schönhauser Allee 36.

GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE

Berlino: Tomorrow and the butterfly
Nell'ambito dell'Italian Film Festival Berlin proiezione del film di Alessandro Soetje. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.30. Cinestar Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Berlino: Il campione
Nell'ambito dell'Italian Film Festival Berlin proiezione del film di Leonardo D'Agostini. In italiano con sottotitoli. Saranno ospiti l'ex calciatore della Nazionale italiana Marco Tardelli e il regista.
Ore 20.30. Cinestar Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Colonia: Paese mio bello. Concerto di musica napoletana
Concerto con le cantanti Anna Spagnuolo e Patrizia Spinosi, i cantanti Gianni Lamagna e Lello Giulivo, e i musicisti Michele Bonè e Paolo Propoli (chitarra) Un concerto non solo per cantare l'Italia ma anche il mondo, le passioni e le esperienze dei musicisti. Indubbiamente il concerto riflette tutte le note, epoche e generi della tradizione musicale napoletana. Anna Spagnuolo, Patrizia Spinosi, Gianni Lamagna e Lello Giulivo, che provengono artisticamente dalla grande scuola del Maestro Roberto De Simone, cantano con maestria non solo brani della grande scuola napoletana dell'700, ma anche canzoni degli anni '40 e '50 del '900, musiche italiane leggere e popolari, nonché proprie composizioni. Ogni brano di questo programma è una sorpresa, sempre in equilibrio tra ricordo travolgente e il desiderio di "novità".
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: incontro con Fiammetta Borsellino
Organizzato dall'associazione Italia altrove e.V.
Ore 19. Leibniz-Montessori-Gymnasium, Aula, Scharnhorststraße 8.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell'indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Amburgo: Our days of gold
Mostra con fotografie di Assunta Ruocco, in presenza dell'artista e del curatore Dan T Wheeler. La storica dell'arte e giornalista Veronika Schöne condurrà un'intervista con la fotografa e il curatore (in inglese). "Our Days of Gold" è il frutto di una collaborazione tra l'artista italo-belga Assunta Ruocco e il fotografo inglese Dan T Wheeler. Le immagini raccontano le vicende di una famiglia dell'Italia Meridionale. Tra scene immaginate e vita quotidiana, animali, piante persone e cose sono immerse in una luce cangiante che scandisce le stagioni e gli anni. Un elemento che ritorna più e più volte, la tavola sul terrazzo adorna di frutta.
Fino al 31 gennaio 2020. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Deutschland übergestern
Inaugurazione della mostra di Dario Jacopo Laganà dedicata all'anniversario dei 30 anni anni dalla caduta del muro di Berlino. Nella mostra Laganà ha raccolto immagini della capitale, delle persone che la abitano e che vi lavorano. Le foto raccontano la storia della città e dei suoi abitanti.
Fino al 3.01.2020. Fotogalerie Friedrichshain, Helsingforser Platz 1.

Berlino: Ferita terra, mostra fotografica
Inaugurazione della mostra. In occasione del progetto Sequenza Sismica, sette artisti di provenienza internazionale - la polacca Alicja Dobrucka, l'islandese Hallgerður Hallgrímsdóttir, i due giapponesi Naoki Ishikawa e Tomoko Kikcuhi, lo svizzero Olivier Richon e le italiane Eleonora Quadri e Valentina Sommariva - sono stati invitati a lavorare in Italia e a raccontare i terremoti che hanno colpito il nostro Paese tra il 2009 e il 2017: una serie di eventi distinti che, attraverso le loro immagini, si trovano così a essere accomunati in una dimensione unica e corale, pur nella varietà degli stili e delle caratteristiche di ciascun artista. Un video documentario, realizzato da Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, completa il progetto, restituendo una visione diversificata e composita del complesso tema trattato. Inaugurazione il 24 ottobre.
Fino al 19 dicembre. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Brema: Il passo della morte
La pittrice e autrice Viviana Trentin, italiana residente a Brema, presenta dipinti ad olio ispirati al libro "Il passo della morte", da lei scritto insieme a Enzo Barnabà. "Il passo della morte" si riferisce al passaggio che molti migranti, in particolare africani, percorrono per passare clandestinamente dall'Italia alla Francia, attraversando pericolosamente montagne e boschi, sentieri che nel corso dei secoli furono utilizzati da contrabbandieri, da antifascisti o ebrei in fuga. Inaugurazione il 26 ottobre alle 11. Viviana Trentin leggerà alcuni passaggi dal libro.
Fino al 28 novembre. Biblioteca comunale di Vegesack.

Colonia: Cultura e civiltà greche a Locri
Mostra di opere di Sandro Stivala. Nell'ambito della XV Giornata del Contemporaneo. La pittura di Stivala, al confine tra l'arte figurativa e l'astrazione informale, rappresenta in modo espressivo e dinamico, con i suoi colori densi, una poetica fondamentalmente caratterizzata dallo splendore della luce e dalla magia coloristica dell’ambiente mediterraneo. La tematica di questa mostra è ispirata ai beni culturali della regione di origine dell'artista. Le bellezze architettoniche, culturali e paesaggistiche della civiltà greca e degli altri popoli che avrebbero poi abitato questo territorio ereditate dalla città di Locri in Calabria sono i temi dominanti delle sue opere. Sandro Stivala, nato a Melicuccà (Reggio Calabria), vive ed opera a Locri. Numerose sue opere si trovano in collezioni private in Italia e all’estero. Inaugurazione il 10 ottobre alle 19.
Fino al 15 novembre. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: Mediterraneanstil
Opere di Nunzio Fucci, docente di pittura e grafica, e Vincenzo Sangiorgio, scultore autodidatta e restauratore. Entrambi sono originari di Ginosa, in Puglia. Mentre Fucci lavora come insegnante in un liceo in Piemonte, Sangiorgio vive da anni a Colonia.  Ciò che accomuna le loro opere è l’ispirazione proveniente dalla cosiddetta Arte povera, il movimento nato in Italia negli anni '60 che, in polemica con l'arte tradizionale, faceva ricorso a materiali "poveri" come terra, legno, ferro, stracci, plastica e scarti industriali, una procedura definita da Vincenzo Sangiorgio "il non spreco". Il titolo della mostra allude alla particolarità dello stile mediterraneo, che dall'antichità ad oggi viene associato a solare creatività, sensualità e amore per le forme e i colori, e che nel corso dei secoli non ha perso la sua capacità di affrontare il reale con senso estetico e riflessione ironica. Nella mostra saranno esposti quasi solo dipinti, con l'unica eccezione di un’istallazione a forma di pavone realizzata da Nunzio Fucci insieme agli studenti dell'istituto in cui lavora, il Liceo Piero Gobetti di Omegna.  
Fino al 25 gennaio. Consolato Generale di Colonia, Universitätsstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Francoforte: Giovanni Cerri. Memoria e futuro
Mostra dedicata a Leonardo da Vinci in occasione del cinquecentenario dalla morte dell'artista e scienziato rinascimentale. Patrocinata dal Consolato generale di Francoforte.
Fino al 25 gennaio 2020. Westend Galerie, Arndtstraße 12.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Potsdam: Wege des Barock
La mostra presenta 54 opere provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini e Galleria Corsini a Roma. Tra di esse c'è una delle opere giovanili del Caravaggio: Narciso, dipinto tra il 1597 e il 1599. Le opere di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio sono di fondamentale importanza nell'arte di quel preriodo perché attraverso la luce e la rappresentazione naturalistica le immagini appaiono molto realistiche. L'arte di Caravaggio influenzerà tutti i supoi contemporanei in Europa. Le sue opere sono affiancate nella mostra a quelle di artisti a lui contemporanei come Artemisia Gentileschi, Guido Reni e Luca Giordano (alcuni dei loro quadri si trovano nella collezione di Federico II).
Fino al 2 febbraio. Museum Barberini, Alter Markt, Humboldstr. 5-6.

Tubinga: Ex machina
Mostra organizzata in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo. Il 2 maggio è stato il cinquecentesimo anniversario della morte del genio universale Leonardo da Vinci. In questa data sarà inaugurata una mostra dal titolo "Ex machina – Le macchine di Leonardo da Vinci tra scienza e arte", presso il Museo dell'Università di Tubinga (MUT). Al centro di questa eccezionale presentazione sarà possibile ammirare circa 50 riproduzioni delle macchine di Leonardo costruite sulla base dei suoi disegni. Integrano la mostra Ex machina del MUT conferenze e workshop. In concomitanza con la mostra di Tubinga, l'Istituto Italiano di Cultura ha stilato un programma articolato di conferenze di rilievo sulla vita e sulle opere di Leonardo da Vinci.
Fino al 1 dicembre. Museum der Universität Tübingen, Schloss Hohentübingen, Rittersaal, Burgsteige 11.