Live hören
Jetzt läuft: Anxiety von Julia Michaels feat. Selena Gomez

Eventi italiani in Germania

A cura di Elisabetta Gaddoni

COSMO Radio Colonia - Beitrag 24.10.2019 04:54 Min. Verfügbar bis 23.10.2020 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Eine Szene vom Film "Una famiglia" von S. Riso

Una scena tratta dal film "Una famiglia" di S. Riso

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 25 OTTOBRE

Amburgo: Calabria
L'autrice Christiane Möschle presenta il suo libro "Il profumo della Calabria". Una salumeria italiana, quattro generazioni di donne, un viaggio nel sud Italia: seguendo le orme della famiglia Serio, Christiane Möschle è partita con Lucia Serio e sua figlia Giovanna per un viaggio in Calabria e in Puglia e ha scritto un libro molto personale sulla famiglia di Lucia e sull'Italia Meridionale. La lettura (in tedesco) è accompagnata da proiezioni foto/video e da specialità tipiche calabresi. Org.: Società Dante Alighieri.
Ore 18:30. Sala Mendelssohn, Hochschule für Musik und Theater, Harvestehuder Weg 12.

Colonia: Ménageàtrois
Concerto del quartetto romano formato da Alessandro Palma (percussion), Ilde Neri (chitarra), Clarissa Domenici (canto) e Francesco Lussignolo (flauto). I Ménageàtrois presenteranno canzoni pop/rock internazionali, (come p.e. di The Cranberries, Amy Winehouse, Kiss, Alanis Morissette, Talking Heads, Bob Marley, Tracy Chapman ed Adele) italiane (di Rino Gaetano, Lucio Battisti e Zucchero) così come proprie composizioni, e porteranno sul palcoscenico "la musica nuda e cruda, fatta di suoni semplici, ma efficaci, puntando il tutto sul contenuto e sull'aspetto espressivo".
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: Italo-Western
Proiezione dei due classici dell'italo-western "Jetzt sprechen die Pistolen" (regia: José Antonio de la Loma, Edoardo Mulargia, I/E 65), "Es geht um deinen Kopf, Amigo" (regia: Mario Caiano, I/E 66).
Ore 20. Kino 813 in der Brücke, Hahnenstraße 6.

Erlangen: Federico Albanese
Concerto del pianista e compositore milanese e berlinese d'adozione. Tra i migliori esempi di post-classica - al pari di artisti del calibro di Ólafur Arnalds, Nils Frahm, Dustin O'Halloran, Max Richter - Federico Albanese crea spazi evocativi di raffinata bellezza, trasportando l'ascoltatore in uno spazio in cui il pianoforte classico si fonde naturalmente con l'elettronica. Sognante, evocativo e malinconico, a due anni di distanza da "The Blue Hour", Federico Albanese presenta il suo album attuale, "By the deep sea".
Ulteriori concerti il 29 ottobre a Colonia e il 30 ottobre a Mannheim. Il concerto del 26 ottobre a Wiesbaden è stato disdetto.
Ore 20. Kulturzentrum E-Werk, Kellerbühne, Fuchsenwiese 1.

Francoforte sul Meno: Donne, professione e divisione dei ruoli familiari
Convegno tedesco-italiano organizzato dal Coordinamento Donne Italiane di Francoforte e.V. in coperazione con la Deutsch-Italienische Vereinigung e.V. e  la Heinrich Böll Stiftung Hessen.
Ore 10-18. Saal der Comunità italiana, Bettinastraße 26.

Mönchengladbach: Serata culturale sarda
Manifestazione culturale sarda con canti, balli e specialità della Sardegna. Ore 19:30. Naturfreundehaus, Oberheydener Str. 20.

Stoccarda: Giorgio Pressburger
Nell'ambito della XIX. Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, conferenza di Eszter Papp: Un intellettuale mitteleuropeo: Giorgio Pressburger.
Ore 18. Treffpunkt Rotebühlplatz, Rotebühlpl. 28.

Stoccarda: Cesare deve morire
Nell'ambito della XIX. Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, proiezione del film dei Fratelli Taviani (2012; Vincitore Orso d'Oro a Berlino). Il teatro forse non ti salva la vita ma riesce senz'altro a redimerla. Grande film dei Fratelli Taviani su come la pratica teatrale e la scelta di un dramma shakespeariano così tragico e moderno possono arricchire la vita di un gruppo di detenuti nel carcere romano di Rebibbia. Introduzione: Dr. Rossana Lucchesi.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Kolbstr. 6.

SABATO 26 OTTOBRE

Amburgo: Spaghetti-Swing
Concerto della band italo-berlinese formata da Bruno De Sanctis (voce, basso), Giancarlo Mura (batteria), Matteo Castellani (chitarra) e Han Sato (sax), che presenta il suo ballabilissimo mix di Swing, Jazz, Blues e Folk. Il repertorio della band si rifa' ai migliori classici della musica italiana: Fred Buscaglione, Paolo Conte, Adriano Celentano e Vinicio Capossela si incontrano per dare vita a un viaggio musicale che parte dagli anni '50 fino ad oggi. 
Ore 21. Whitecube Bergedorf, Kurt-A.-Körber-Chaussee 73.

Berlino: Palermo Club
Ritorna il discoclub con DJ Peppino che a Berlino esiste già dal 2003 e fa ballare con tanta musica italiana.
Dalle 23. Privatclub Berlin, Skalitzer Straße 85-86.

Brema: Il passo della morte
L'artista Viviana Trentin presenta il libro che ha ispirato le sue opere, esposte alla biblioteca di Brema - Vegesack a partire da questo finesettimana. "Il passo della morte" di Enzo Barnabà, illustrato appunto con dipinti di Viviana Trentin, racconta del passo che collega Ventimiglia con la città francese di Mentone. Sono molti i migranti che cercano così di raggiungere la Francia, attraverso i monti, ma non sempre arrivano a destinazione.
Ore 11. Stadtbibliothek Bremen - Vegesack, Aumunder Heerweg 87.

DOMENICA 27 OTTOBRE

Amburgo: Pasticcio di fiabe

Spettacolo per bambini dai 6 anni in su di Marina Siena in italiano e tedesco. "Sono uno solo? Sono due? Non so cosa sono....." Caramella ha perso la memoria, non sa se è una buona fata o una strega cattiva e da quale fiaba è nata. Lavora in una pasticceria magica e ora cerca di mettere insieme la ricetta magica del pasticcio di fiabe la cui potente magia rimetterà le cose in ordine. Interpreti: Marina Siena, Nigg Zubrod; testi tedeschi a cura di Björn Gülsdorff; musica di Haye Graf; testi delle canzoni: Marina Siena. Organizzato in collaborazione con TeatroLibero e.V.
Ore 16. Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Una famiglia
Proiezione in itaiano con sottotitoli in inglese del film di Sebastiano Riso (Ita 2017) con Micaela Ramazzotti, Patrick Bruel, Pippo Delbono, Matilda De Angelis, Ennio Fantastichini. Il film è la storia di Maria e Vincenzo, lei fragile e completamente soggiogata dal dominio psicologico del compagno, lui un francese dal passato misterioso. I due vivono delle continue gravidanze di Maria, vendendo i neonati a famiglie ricche ma sterili. Quando Maria si rende conto che quella attuale sarà forse l'ultima gravidanza possibile decide di tenere a tutti i costi il bambino, anche se fisicamente ormai è stremata… In competizione alla 74esima Edizione del Festival del Cinema di Venezia. A seguire, aperitivo e dibattito con il regista.
Ore 16. Kino Babylon Mitte, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Francoforte sul Meno: Mezzotono
Concerto del gruppo vocale composto da Daniela Desideri (soprano), Gaia Gentile (mezzosoprano), Fabio Lepore (tenore), Marco Giuliani (baritono) ed Andrea Maurelli (basso). I cinque vocalisti suonano interamente «a cappella», senza l'ausilio di strumenti musicali e le loro voci dimostreranno che è possibile fare di tutto. Si cimenteranno dal pop allo swing, dalla bossa nova al jazz, dagli arrangiamenti per big band alla musica classica, dal mambo al tango, ripercorrendo decenni della cultura musicale italiana. Hanno partecipato a numerose apparizioni televisive, «Italia's Got Talent», X Factor, London Jazz Festival, e sono ambasciatori della musica italiana nel mondo, impegnati in prestigiose tourneé in Pakistan, Arabia Saudita e Russia ed Argentina.
Ore 12:30-14. Comunità Cattolica italiana di Francoforte Centro, Bettinastraße 26.

Fürth (Norimberga): S'Accabbadora
Spettacolo diretto da Susanna Mameli, liberamente ispirata a "Le serve" di Jean Genet. In scena Annagaia Marchioro e Marta Proietti Orzella, accompagnate dalle musiche di Paolo Fresu e dalla produzione videomapping e di realtà aumentata di Michele Pusceddu e Francesco Diana. Finalista al concorso Nuove Sensibilità del Festival Teatro Italia di Napoli e vincitore del premio nazionale di teatro "Lauretta Masiero" per la drammaturgia, in questo lavoro Susanna Mameli ha cercato di mettere a fuoco il lato umano e personale di una figura cosi crepuscolare e sfuggente, ma storicamente reale, come quella di "sa femmina accabadora". Fautrice tollerata di eutanasia nel passato, nello spettacolo di Anfiteatro Sud l'accabadora diventa un personaggio di straordinaria attualità per i legami con i dilemmi etici del presente. Formatasi con Umberto Eco e Claudio Meldolesi all'Università di Bologna, Susanna Mameli ha frequentato diversi seminari con Dario Fo e Franca Rame, Carmelo Bene, Peter Brook, Jerzy Grotowski e molti altri personaggi di rilievo della cultura sia italiana che mondiale. Fondatrice nel 1999 dell'associazione Anfiteatro Sud, dal 2002 al 2007 è stata direttrice artistica del festival di teatro musica e danza "Viaggio a sud". Ha scritto e diretto numerosissimi lavori tra cui "Il quinto canto è l'addio", "Mi chiamo Maria e sono bellissima" (finalista al premio di drammaturgia CTAS Oltreparola, 2014) e "Alcatrax, appunti di fabbrica" (finalista alla XV edizione del premio "Donne e teatro di drammaturgia femminile" nel 2015 e vincitore nel 2013 del bando residenze artistiche del Teatro Stabile della Sardegna). Ulteriore spettacolo il 30 ottobre a Stoccarda. Ulteriore spettacolo mercoledì 30 ottobre al Theater Atelier di Stoccarda.
Ore 18. Museum Frauenkultur Regional – International, Marstall des Schlosses Burgfarrnbach, Schloßhof 23.

LUNEDÌ 28 OTTOBRE

Berlino: Concerto di Sarram
Sarram è il progetto del sardo Valerio Marras, che ospita per questa serata la multi-strumentalista Anna Morley.
Ore 20. Hangar 49, Holzmarktstr. 15-18.

Berlino: Normal
Proiezione in italiano con sottotitoli in inglese del film documentario di Adele Tulli, sui meccanismi di costruzione e assimilazione del genere nella società italiana contemporanea e nel nostro agire quotidiano. Il film propone una riflessione proprio su quanto sia forte l'impatto che la costruzione sociale dei generi ha sulle nostre vite e sulla nostra mente, che solitamente definisce senza troppo pensarci un determinato tipo di "normalità". Un viaggio tra norme, stereotipi e convenzioni nell'Italia di oggi che delineano le nostre identità, dall'infanzia sino all'età adulta. Un mosaico di scene di vita quotidiana, riprese nei posti dove conduciamo la nostra routine: in palestra, spiaggia, discoteca, chiesa, parco giochi; un cammino verso questi luoghi che definiscono quel confine tra maschile e femminile.
Ore 18. Il Kino, Nansenstraße 22.

Berlino: Terremoto
***ATTENZIONE: cambiamento di programma.***
L'Istituto di cultura di Berlino comunica che la conferenza del professor Vito Teti purtroppo non avrà luogo. Ci sarà invece un breve discorso introduttivo di Mario Marino (Brandeburgische Technische Universität Cottbus-Senftenberg), curatore del ciclo di eventi #FeritaTerra #WundeErde, che accompagna la mostra fotografica "Sequenza sismica", all'Istituto fino al 19 dicembre. Segue la proiezione del film in italiano "La terra trema" di Mario Martone.

Nell'ambito della rassegna #FeritaTerra, Antropologia del terremoto: religione, melanconia, memoria. Alla conferenza interviene Vito Teti (Università della Calabria). A partire dal "terribile flagello" del 1783 e poi con i grandi terremoti di periodi successivi (1905-1907-1908), la Calabria è stata "scoperta" da tutta l'Europa come terra lontana, esotica, primitiva, ma anche come luogo di catastrofi che segnavano la vita e la mentalità delle popolazioni. Anche lo sguardo esterno (penso ad alcuni viaggiatori tedeschi come Bartels) contribuisce a mettere in relazione catastrofe, antropologia, melanconia delle popolazioni. I grandi terremoti, gli spostamenti degli abitati, le mancate o inadeguate ricostruzioni, hanno, nel tempo, modificato il paesaggio e l'organizzazione dello spazio, hanno contribuito, in maniera determinate, a mantenere in uno stato di "povertà" le popolazioni e anche a segnarne vita sociale, cultura, forme di devozione e regione popolare, ritualità e linguaggio, senso di precarietà, incompiutezza e di afflizione melanconica, che, ancora oggi, resistono come tratti "identitari" e forme di autorappresentazione e senso dei luoghi dei diversi ceti sociali. Paesaggi, ruderi, culti, preghiere, leggende, modi di dire alimentano la memoria e anche la psicologia e la mentalità delle comunità di una "terra in fuga", inquieta, mobile. In lingua italiana con traduzione simultanea.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 2.

MARTEDÌ 29 OTTOBRE

Amburgo: Tiziano Palladino
Concerto interamente dedicato alla musica per mandolino, eseguito dal giovane ma già affermato musicista Tiziano Palladino, particolarmente apprezzato per la sua versatilità ed il virtuosismo. Nel corso della serata verranno eseguiti brani dal repertorio di Gervasio, Bach, Calace, Rocco, Munier e Palladino.
Ore 19, Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Bad Dürrheim (Freiburg i.d.B.): Moira Michelini
Nell'ambito del Neckar-Musikfestival concerto con la pianista Moira Michelini (Terni), che eseguirà opere di M.A.Rossi, G.B.Lulli, M.Vento, J.S.Bach, A.Soler, D.Scarlatti, Bach-Busoni.
Ore 19. Haus des Gastes, Luisenstraße 7.

Berlino: Caterina Zaccaroni                                                                             
Presentazione di  "Vita di C." (Mondadori, 2019)  e incontro con l'autrice Caterina Zaccaroni, moderazone: Barbara Basile. Il romanzo è la storia di una donna come tante, una donna forte, inquieta, generosa, sensuale e ribelle che per oltre quarant'anni ha inseguito, a volte anche a scapito della propria felicità, due soli fari: libertà e curiosità. Cresciuta sotto l'ala di una madre passionale e imprevedibile e di un padre ingombrante nella sua assenza, C., innamorata del pianoforte, dei libri e delle lingue, comincia giovanissima a cercare il proprio posto nel mondo. Caterina Zaccaroni è nata a Forlì. Ha studiato e insegnato letteratura tedesca del Novecento alla Cattolica di Milano e si è perfezionata a Cambridge, alla Sorbona, e a Münster; un diploma in pianoforte, è stata traduttrice e sceneggiatrice. Oggi lavora come scout letteraria. Questo è il suo primo libro.
Ore 19:30. Mondolibro,  Torstr 159.

Bochum: Rossini
"
Rossininissimo - Oper à la carte", conferenza della Prof. Sabine Sonntag.
Ore 19:30. Evangelische Stadtakademie, Westring 26c, Bochum

Colonia: Federico Albanese
Concerto del pianista e compositore milanese e berlinese d'adozione (v. 25.10.).
Ulteriore concerto il 30 ottobre a Mannheim.
Ore 20. Stadtgarten, Venloer Str. 40.

Colonia: Lavoro
"
Bewerbung und Ausbildungs-/Arbeitsuche in Deutschland": workshop sulla ricerca di lavoro organizzato dal Kompetenzzentrum Bildung und Arbeit für Migrant*innen in Köln (KoBAM).
Ore 11 – 13. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.                                               


Colonia: Opera
Valeria Esposito (canto) e Giulio De Luca (pianoforte) presentano opere di Bellini, Donizetti, Verdi e Puccini. Valeria Esposito, nata a Napoli, si è laureata in canto e in lingue e letterature straniere. Ha vinto concorsi internazionali come il BBC Cardiff Singer of the World (1987) e l'As.Li.Co. Durante la sua intensa carriera ha interpretato numerosi ruoli, tra cui la Regina della Notte (Flauto Magico), Costanza (Ratto dal Serraglio) e Rosina (Il Barbiere di Siviglia) cantando in tutti i grandi teatri d'opera del mondo. Giulio De Luca ha iniziato la sua formazione pianistica già all'età di sette anni. Ha poi studiato presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, dove si è diplomato con lode. Segue una notevole carriera come solista e con orchestre da camera che l'ha portato in tante importanti sale da concerto nel mondo.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

Gelsenkirchen: Leonardo da Vinci
Leonardo da Vinci: Vita, arte, testi: conferenza della dott. Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 19. Volkshochschule Gelsenkirchen, Ebertstraße 19.

Heidelberg: Cristo si è fermato a Eboli
Nell'ambito della XIX. Settimana della Lingua Italiana nel Mondo proiezione del film di Francesco Rosi (1979) con Gian Maria Volontè e Lea Massari, ispirato all'opera omonima di Carlo Levi.
Ore 18. Univ.Heidelberg Romanisches Seminar, Ernst-Robert-Curtius-Saal (RS 218), Seminarstr. 3.

MERCOLEDÌ 30 OTTOBRE

Berlino: Camilla Battaglia
Concerto della musicista e cantante col suo settetto berlinese: Camilla Battaglia (voc), Davide Incorvaia (p), Luca Curcio (b), Tal Arditi (e-g), Eldar Tsalikov (as), Omri Abramov (ts), Ugo Alunni (dr). Cresciuta in una famiglia musicale, Camilla si è fatta presto apprezzare anche a livello internazionale sia come cantante che come compositrice. A Berlino presenta il suo progetto Elektra, dedicato alle due figure di Cassandra ed Elettra, mitologiche ma ancora attuali. La volontà è di riportare in musica la complessità del profilo di questi personaggi, ma anche le interpretazioni contrastanti che nella storia si sono avvicendate per raccontarne i caratteri. Due figure "storiche" (sebbene oscure) Aspasia e Frine e due figure mitologiche Cassandra ed Elettra, alle quali sono dedicati anche complessi nella psicologia moderna, per discutere di un nodo sociale che è in divenire dagli albori della società occidentale. I testi sono redatti dai testi antichi delle rispettive tragedie, storiografie, ma anche più moderne prospettive sullo stesso argomento dagli scritti di Virginia Woolf e Christa Wolf.
Ore 21. A Trane, Bleibtreustraße 1.

Dortmund: Conversazioni sull'arte
I mercoledi con l'arte: Il tempo che passa con Caterina Lazzarin. Conversazione in italiano (livello da A2 in su)
Ore 18. Italienverein, Immermannstr. 29.

Düsseldorf: Israele e Palestina
"
L'Altro – Una storia mediorientale" con l'autrice Marina Ergas. Chi è l'altro? Chi è il nemico? Cosa accade all'identità e al senso di appartenenza di una ebrea-israeliana come Marina Ergas che ha speso la sua vita nel tentativo di riannodare il rapporto sfilacciato tra palestinesi e israeliani e che non riesce più a identificarsi con lo Stato in cui vive e con le scelte politiche dei suoi governanti? "In un conflitto, spesso, l'Altro non viene preso in considerazione, non esiste o, se esiste, non ha viso e, se ha viso, non ha sentimenti, viene disumanizzato per eliminare qualsiasi possibilità di colpa." L'incontro è organizzato dall'associazione "Italia altrove" e sarà moderato da Daniela Bacchini.
Ore 19. Libreria Schulz&Schultz, Geibelstraße 76.

Mannheim: Federico Albanese
Concerto del pianista e compositore milanese e berlinese d'adozione (v. 25.10.)
Ore 20. Alte Feuerwache, Brückenstraße 2.

GIOVEDÌ 31 OTTOBRE

Berlino: I Musigatti
Coro bilingue per bambini dai 6 ai 14 anni. Per cantare, ballare e interpretare canzoni famose dell'Italia e non solo. Sotto la direzione di Dorothea E. Fiedler e Annalisa Attianese. 
Ore 15:15-16:15. Musigatto und Erdmännchenhöhle, Stargarder Str. 73.

Berlino: Claudio Simonetti e i Goblin
Concerto del musicista e compositore Claudio Simonetti, a Berlino con i mitici "Goblin", la band di rock progressivo che negli anni 70 scrisse le musiche per i più famosi film di Dario Argento e di altri registi dell'horror, come Suspiria, Profondo Rosso e L'alba dei morti viventi. I Goblin si riuniscono ormai solo per occasioni speciali, e hanno accettato di presentare in occasione di Halloween brani tratti dalle loro famose colonne sonore.
Ore 20:30. Lido, Cuvrystraße 7.

Colonia: Bauhaus
Il posto della donna al Bauhaus. Conferenza della dott.ssa Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 19.  VHS Studienhaus am Neumarkt, Cäcilienstr. 35.

Düsseldorf: Orecchie
Proiezione del film di Alessandro Aronadio (2016), con Daniele Parisi, Silvia D'Amico, Rocco Papaleo e.a. in italiano con sottotitoli in tedesco. Girata in bianco e nero, questa commedia tratta quasi accidentalmente questioni esistenziali in una sequenza di situazioni spassose, curiose e assurde. Un uomo si sveglia un mattino con un fischio nell'orecchio... che non lo lascia in pace per tutto il film. Sul frigorifero trova un foglietto "Il tuo amico Luigi è morto". Ma chi è questo Luigi? Questo è l'inizio di una giornata tragicomica con medici sadici, suore invadenti, una star dell'hip-hop in un ambiente speciale, la domanda di come riuscire a far sorridere la sua fidanzata, e l'incontro con la madre che sta vivendo la sua seconda primavera con un artista che chiama "Performance" le sue opere. E poi di nuovo questo Luigi di cui non riesce a ricordarsi in nessun modo.
Ore 20.  Black Box - Kino im Filmmuseum, Schulstraße 4.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell'indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.


APPUNTAMENTI RICORRENTI

Berlin: Mamastè Yoga
Corso dedicato a tutte le neo mamme che desiderano occuparsi del proprio recupero psicofisico, senza doversi separare dal proprio bambino. Si tratta di una forma di yoga molto dolce, dove la mamma potrà affrontare alcune attività fisiche, di respirazione, rilassamento, concentrazione e correzione della diastasi addominale restando a stretto contatto col bimbo.
Tutti i lunedì dalle 17:00 alle 18:00
Infermieri Italiani,  Voigtstr. 13.

Berlino: "Eltern-Kind-Tanz"
Corso di danza creativa con Valentina Tonelli per bambini da un anno e mezzo e con adulti. (Lezione di prova gratuita con prenotazione obbligatoria).
Martedì e giovedì dalle 16:15 alle 17. Begegnungszentrum Aufatmen, Schottstraße 2, Lichtenberg.

Berlino: Lo spazio delle mamme
Un luogo di incontro tra donne, madri e professioniste, aperto, spontaneo e non giudicante, con la psicologa Silvia Bonapace, sull'essere madre ed essere donna, lavoro corporeo e scambio di esperienze, informazioni ed idee.
Mercoledì dalle 11 alle 13:30. Bayouma Haus, Frankfurter Allee 110, Friedrichshain.

CONCORSI

Vuoi partecipare al concorso per il Festival di Sanremo?

È online il bando per partecipare al concorso che dà l'accesso al 70esimo Festival di Sanremo, "Area Sanremo". La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni eliminatorie; nella fase successiva invece, dall'8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori. Fra questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. L'intera manifestazione anche quest'anno sarà gratuita in tutte le sue fasi.

Importanti presupposti per iscriversi al concorso: avere un brano inedito ed un'età compresa fra i 15 e i 36 anni. Iscrizioni entro il 14 ottobre 2019. Per i dettagli consultare l'intero regolamento.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Berlino: Ferita terra, mostra fotografica
Inaugurazione della mostra. In occasione del progetto Sequenza Sismica, sette artisti di provenienza internazionale - la polacca Alicja Dobrucka, l'islandese Hallgerður Hallgrímsdóttir, i due giapponesi Naoki Ishikawa e Tomoko Kikcuhi, lo svizzero Olivier Richon e le italiane Eleonora Quadri e Valentina Sommariva - sono stati invitati a lavorare in Italia e a raccontare i terremoti che hanno colpito il nostro Paese tra il 2009 e il 2017: una serie di eventi distinti che, attraverso le loro immagini, si trovano così a essere accomunati in una dimensione unica e corale, pur nella varietà degli stili e delle caratteristiche di ciascun artista. Un video documentario, realizzato da Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, completa il progetto, restituendo una visione diversificata e composita del complesso tema trattato. Inaugurazione il 24 ottobre.
Fino al 19 dicembre. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Brema: Il passo della morte
La pittrice e autrice Viviana Trentin, italiana residente a Brema, presenta dipinti ad olio ispirati al libro "Il passo della morte", da lei scritto insieme a Enzo Barnabà. "Il passo della morte" si riferisce al passaggio che molti migranti, in particolare africani, percorrono per passare clandestinamente dall'Italia alla Francia, attraversando pericolosamente montagne e boschi, sentieri che nel corso dei secoli furono utilizzati da contrabbandieri, da antifascisti o ebrei in fuga. Inaugurazione il 26 ottobre alle 11. Viviana Trentin leggerà alcuni passaggi dal libro.
Fino al 28 novembre. Biblioteca comunale di Vegesack.

Colonia: Cultura e civiltà greche a Locri
Mostra di opere di Sandro Stivala. Nell'ambito della XV Giornata del Contemporaneo. La pittura di Stivala, al confine tra l'arte figurativa e l'astrazione informale, rappresenta in modo espressivo e dinamico, con i suoi colori densi, una poetica fondamentalmente caratterizzata dallo splendore della luce e dalla magia coloristica dell’ambiente mediterraneo. La tematica di questa mostra è ispirata ai beni culturali della regione di origine dell'artista. Le bellezze architettoniche, culturali e paesaggistiche della civiltà greca e degli altri popoli che avrebbero poi abitato questo territorio ereditate dalla città di Locri in Calabria sono i temi dominanti delle sue opere. Sandro Stivala, nato a Melicuccà (Reggio Calabria), vive ed opera a Locri. Numerose sue opere si trovano in collezioni private in Italia e all’estero. Inaugurazione il 10 ottobre alle 19.
Fino al 15 novembre. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: Mediterraneanstil
Opere di Nunzio Fucci, docente di pittura e grafica, e Vincenzo Sangiorgio, scultore autodidatta e restauratore. Entrambi sono originari di Ginosa, in Puglia. Mentre Fucci lavora come insegnante in un liceo in Piemonte, Sangiorgio vive da anni a Colonia.  Ciò che accomuna le loro opere è l’ispirazione proveniente dalla cosiddetta Arte povera, il movimento nato in Italia negli anni '60 che, in polemica con l'arte tradizionale, faceva ricorso a materiali "poveri" come terra, legno, ferro, stracci, plastica e scarti industriali, una procedura definita da Vincenzo Sangiorgio "il non spreco". Il titolo della mostra allude alla particolarità dello stile mediterraneo, che dall'antichità ad oggi viene associato a solare creatività, sensualità e amore per le forme e i colori, e che nel corso dei secoli non ha perso la sua capacità di affrontare il reale con senso estetico e riflessione ironica. Nella mostra saranno esposti quasi solo dipinti, con l'unica eccezione di un’istallazione a forma di pavone realizzata da Nunzio Fucci insieme agli studenti dell'istituto in cui lavora, il Liceo Piero Gobetti di Omegna.  
Inaugurazione sabato 26 ottobre alle 19.
Fino al 25 gennaio. Consolato Generale di Colonia, Universitätsstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Dortmund: Italienbilder
Vernissage della mostra fotografica con immagini di Rosanna D'Ortona, Francesca Magistro e Luisa Zanzani. Le foto raccontano la storia del rapporto delle tre artiste con l'Italia.
Fino al 27 ottobre. Dalle 15 alle 21. Projektraum Fotografie, Huckarderstr. 8-12.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Potsdam: Wege des Barock
La mostra presenta 54 opere provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini e Galleria Corsini a Roma. Tra di esse c'è una delle opere giovanili del Caravaggio: Narciso, dipinto tra il 1597 e il 1599. Le opere di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio sono di fondamentale importanza nell'arte di quel preriodo perché attraverso la luce e la rappresentazione naturalistica le immagini appaiono molto realistiche. L'arte di Caravaggio influenzerà tutti i supoi contemporanei in Europa. Le sue opere sono affiancate nella mostra a quelle di artisti a lui contemporanei come Artemisia Gentileschi, Guido Reni e Luca Giordano (alcuni dei loro quadri si trovano nella collezione di Federico II).
Fino al 2 febbraio. Museum Barberini, Alter Markt, Humboldstr. 5-6.

Tubinga: Ex machina
Mostra organizzata in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo. Il 2 maggio è stato il cinquecentesimo anniversario della morte del genio universale Leonardo da Vinci. In questa data sarà inaugurata una mostra dal titolo "Ex machina – Le macchine di Leonardo da Vinci tra scienza e arte", presso il Museo dell'Università di Tubinga (MUT). Al centro di questa eccezionale presentazione sarà possibile ammirare circa 50 riproduzioni delle macchine di Leonardo costruite sulla base dei suoi disegni. Integrano la mostra Ex machina del MUT conferenze e workshop. In concomitanza con la mostra di Tubinga, l'Istituto Italiano di Cultura ha stilato un programma articolato di conferenze di rilievo sulla vita e sulle opere di Leonardo da Vinci.
Fino al 1 dicembre. Museum der Universität Tübingen, Schloss Hohentübingen, Rittersaal, Burgsteige 11.

Stand: 24.10.2019, 17:50