Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 17.10.2019 04:39 Min. Verfügbar bis 16.10.2020 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Ludovico Einaudi

Ludovico Einaudi

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 18 OTTOBRE

Düsseldorf: Ludovico Einaudi
Concerto del compositore e pianista italiano, divenuto famoso per le colonne sonore di diversi film, tra cui uno dei più conosciuti è "Quasi amici". La sua musica è caratterizzata dai suoni chiari e malinconici. Ludovico Einaudi ha venduto più di 750.000 dischi in tutta Europa e con l'album Nightbook ha raggiunto la vetta di tutte le classifiche di musica classica di tutta Europa.
Ore 20. Tonhalle Düsseldorf, Ehrenhof 1.

Francoforte: incontro con Gianrico Carofiglio, Giosuè Calaciura e Andrea Molesini
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019, incontro con gli scrittori Gianrico Carofiglio, Giosuè Calaciura e Andrea Molesini, che presentano i loro romanzi attuali. Il romanzo di Gianrico Carofiglio "Drei Uhr morgens" (Le tre del mattino) racconta di Antonio e di suo padre, per i quali un viaggio a Marsiglia diventerà un viaggio nel passato, durante il quale i due si riavvicineranno dopo molto tempo. Giosuè Calaciura presenta il suo libro "Die Kinder des Borgo Vecchio" ("Borgo Vecchio"). Da qualche parte al Sud, nel cuore della città dove gli uomini sono poveri e dove vige la legge della strada: è qui che crescono Mimmo, Cristofaro e Celeste. Conservano sogni e speranze anche se da molto tempo non guardano più la realtà con gli occhi da adolescenti. Andrea Molesini presenta il suo libro "Dove un'ombra sconsolata mi cerca". Guido cresce a Venezia durante la II Guerra Mondiale. Insieme al suo migliore amico e compagno di classe, Scola, diventano contrabbandieri e in questo modo si trasformano in invisibili staffette dei partigiani. Ma quando, all'improvviso, il sospetto di un tradimento si insinua, il senso del rischio e della sfida si trasforma in angoscia.
Ore 20. Romanfabrik, Hanauer Landstraße 186.

Francoforte: L'identità visiva della Bologna children's book fair 2020
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Dal 2017 la Bologna children's book fair affida ad un giovane artista, scelto tra i numerosi talenti della Mostra illustratori, la realizzazione dell'identità visiva della fiera sotto la direzione creativa dello studio di graphic design Chialab. Per il 2020 la scelta è caduta sull'illustratrice lituana Rasa Jančiauskaitė che in occasione dell'incontro presenterà la nuova immagine della Bologna Children's Book Fair 2020. Partecipanti: Elena Pasoli (Bologna Children's Book Fair), Rūta Nanartavičiūtė (Lithuanian Culture Institute), Rasa Jančiauskaitė (illustratrice).
Ore 12. Fiera Internazionale del Libro di Francoforte 2019, Piazza Italia, Padiglione 5.0, C38.

Francoforte: In viaggio nel Regno di Sardegna. Albert Meissner
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Traduzione a cura di Giancarlo Pisanu. Presenterà l'opera Giuliana Adamo, Università di Dublino. Saranno presenti l'autore e l'editore. Questo lungo viaggio nel Regno di Sardegna inizia nella primavera del 1857 e scorre attraverso le Alpi svizzere dei Grigioni fino al lago Maggiore. L'autore si concede un rilassante soggiorno presso una cittadina che si affaccia sul lago per poi imbarcarsi alla volta di Cagliari. In primo piano la lunga e travagliata storia millenaria dell'isola di Sardegna. Una terra che, nonostante secoli di conquiste, ha saputo conservare l'autenticità primordiale del rapporto dell'uomo con il mondo.
Ore 15. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C38.

Francoforte: Weltempfang. Broken nature
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Il rapporto tra l'uomo e la natura si è spezzato. Come si può restituire alla natura attraverso il design ciò che l'uomo le ha preso, per ricostruire un nuovo rapporto positivo con la natura? Bernd M. Scherer e Lorenza Baroncelli parlano del coinvolgimento di posizioni artistiche e scientifiche nel dibattito intorno all'uomo inteso come una minaccia per il nostro ambiente. Moderazione: Dr. Francesco Leone, Primo Consigliere d'Ambasciata e Addetto Culturale dell'Ambasciata d'Italia di Berlino. La dott.ssa Lorenza Baroncelli, architetto, ricercatrice e curatrice, dal 2018 è Direttrice artistica della Triennale di Milano. Il Prof. Dr. Bernd M. Scherer, filosofo e scrittore, è Direttore della Haus der Kulturen der Welt di Berlino. Ha curato diversi progetti di cultura e arte, per ultimo il progetto Antropocene.
Ore 10.30. Frankfurter Buchmesse, Spazio conferenze Weltempfang, Padiglione 4.1. Stand B 81.

SABATO 19 OTTOBRE

Francoforte: Gianrico Carofiglio

Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019, incontro con Gianrico Carofiglio e presentazione del libro: "Le tre del mattino". Moderazione: Luigi Reitani. In lingua italiana e tedesca. In questo suo libro da poco tradotto in lingua tedesca, l'autore racconta del rapporto tra padre e figlio, che raggiunge un'intimità mai conosciuta quando i due partono per un viaggio a Marsiglia che diventerà un viaggio nei ricordi. Luigi Reitani parlerà con il noto autore Gianrico Carofiglio della passione per la scrittura dei suoi romanzi.
Ore 10. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C 38.

Francoforte: incontro con Barbara Jelenkovich
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Moderazione Luigi Reitani. In lingua italiana e tedesca. Barbara Jelenkovich si è diplomata in Illustrazione presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia. È specializzata in illustrazione di libri per bambini. Ha pubblicato il suo primo volume nel 1985. Da allora i suoi libri, più di 170 titoli pubblicati dai maggiori editori tedeschi ed italiani, sono stati tradotti in 39 lingue diverse e più volte premiati come "libro del mese". Nel 2010 le illustrazioni per il libro "Der Froschkönig", sono diventate scenografia teatrale per "Der Froschkönig bittet zum Seerosenball" durante il Festival di Moritzburg. Nel corso del suo soggiorno in occasione della Fiera del Libro Barbara Jelenkovich offrirà dei workshop alla "Scuola Europea" e all'asilo italo-tedesco "Pinocchio" di Francoforte.
Ore 11. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C 38.

Francoforte: 50 anni di Edizioni Sellerio
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Fondare una casa editrice in una regione dove si legge poco fu un'impresa nel momento in cui Elvira ed Enzo Sellerio decisero di farlo nel 1969. Erano soprattutto autori siciliani ai quali volevano dare voce: a Leonardo Sciascia, Gesualdo Bufalino  e a molti altri ancora. La scoperta di Andrea Camilleri portò il successo economico decisivo a quella che era stata fino ad allora una piccola casa editrice indipendente. Con Camilleri, che è stato anche autore di romanzi storici e sociologici molto sofisticati, si tradusse una notevole rivalutazione del genere dei "gialli". Il catalogo completo della casa editrice Sellerio comprende oggi più di 3000 titoli, tra i quali ha un ruolo importante, oltre alla narrativa, anche la saggistica. Con gli autori Andrea Molesini e Giosuè Calaciura si parlerà proprio della loro patria editoriale.
Ore 12. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C 38.

Francoforte: Stefano Benni
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019. Stefano Benni è nato a Bologna nel 1947, dove vive tuttora. Nel 1983 ottenne il suo primo successo letterario con il romanzo di fantascienza "Terra!". Da allora Benni è diventato uno degli autori italiani più noti. Tra romanzi, racconti e poesie ha venduto più di 2,5 milioni di copie, diventando non solo uno degli autori italiani di maggior successo, ma anche uno dei suoi critici più intelligenti e acuti. "Prendiluna" è una parabola divertente quanto malinconica della situazione italiana attuale.
Ore 16. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C 38.

Francoforte: Prendiluna
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019, incontro con Stefano Benni. Moderazione: Luigi Reitani, traduzione simultanea a cura di Marina Grones. Da bambina quando aveva visto la luna piena per la prima volta saltò in alto cercando di afferrarla e di tirarla giù. Da quel momento in poi si chiama Prendiluna ed è ormai una signora anziana che vive con dieci gatti vicino al bosco. Ariel, lo spirito dell'aria, arriva con una missione importante: in otto giorni Prendiluna deve salvare il mondo trovando dieci persone buone e meritevoli, i Giusti, per regalare ad ognuno di questi uno dei suoi mici – se non ci riesce sarà la fine di tutto. Quindi Prendiluna si avvia con una valigia malandata e piena di mici. Con "Prendiluna", Stefano Benni si riaggancia ai suoi romanzi più belli creando una figura saggia e poetica contro la brutalità e la falsità del mondo.
Ore 20. Europäische Schule, Praunheimer Weg 126, Frankfurt am Main. Ingresso libero.

Francoforte: Vita e morte delle aragoste
Nell'ambito della Fiera del Libro di Francoforte 2019, incontro con Nicola H. Cosentino. In lingua italiana e tedesca. L'amicizia tra Antonio e Vincenzo, raccontata in squarci di memorie tra balzi temporali più o meno lontani nel tempo segue il percorso della vita. Una crescita che non smette mai e che ci costringe a lasciare alle spalle abitazioni, persone amate e luoghi per ricostruire sempre tutto da capo. Come fanno le aragoste con il loro carapace e i ventenni con le loro speranze. Nicola H. Cosentino, nato nel 1991, vive a Cosenza dove dirige, per l'Università della Calabria, un progetto di ricerca sulle distopie contemporanee. Scrive libri per EsquireItalia e minima&moralia. Il suo esordio come scrittore è "Cristina d'ingiusta bellezza". "Hummerjahre" ("Vita e morte delle aragoste"), Vincitore del Premio Brancati sezione Giovani 2018, è il suo secondo romanzo.
Ore 11. Piazza Italia, Padiglione 5.0, C 38.

DOMENICA 20 OTTOBRE

Amburgo: Zen sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri

Proiezione del film (87 min., in italiano con i sottotitoli in inglese) nell'ambito dell'International Queer FilmFestival, in presenza della regista Margherita Ferri. Cast: Eleonora Conti, Susanna Acchiardi, Fabrizia Sacchi, Edoardo Lomazzi, Alexandra Gaspar. Maia, detta Zen, è una sedicenne irrequieta e solitaria che vive in un piccolo paese dell'Appennino emiliano. È l'unica ragazza della squadra di hockey locale e i suoi compagni non perdono occasione di bullizzarla per il suo essere maschiaccio. Quando Vanessa - l'intrigante e confusa fidanzata di un giocatore della squadra - scappa di casa e si nasconde nel rifugio della madre di Maia, tra le due nasce un legame e Maia riesce per la prima volta a confidare a qualcuno i dubbi sulla propria identità. Entrambe spinte dal bisogno di uscire dai ruoli che la piccola comunità le ha forzate a interpretare, Maia e Vanessa iniziano così un percorso alla ricerca della propria identità e sessualità, liquide e inquiete come solo l'adolescenza sa essere.
Ore 13. Passage Kino, Mönckebergstraße 17.

Amburgo: La Befana vien di notte
Proiezione del film di Michele Soavi. Questa avventura natalizia per tutta la famiglia rievoca ciò per cui il Natale viene celebrato in tutto il mondo: amore, speranza e comunità.
Ore 15. Cinema Zeise, Friedensallee 7-9.

Berlino: Accattone
Nell'ambito della rassegna "Cinemaperitivo", proiezione del film di Pier Paolo Pasolini. In italiano con sottotitoli in inglese.
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Höhr: Cosimo Erario
Concerto del musicista italiano che presenterà il suo ultimo album: "Salta il recinto".
Ore 17. Café libre, Brunnenstr. 11 a. 

LUNEDÌ 21 OTTOBRE

Berlino: Giosuè Calaciura
Nell'ambito della XIX Settimana della lingua italiana nel mondo, presentazione del libro: "Borgo vecchio" di Giosuè Calaciura, in occasione della sua traduzione in tedesco e incontro con lo scrittore. Nel piccolo quartiere raccontato da Giosuè Calaciura sembra concentrarsi l'energia esplosiva di un'intera città. È solo una manciata di viuzze nel cuore di Palermo ma ne contiene tutto il carattere, l'oscurità, la violenza e la bellezza. Qui si rispecchia, si deforma ogni vizio e virtù, cuore e budella, come fosse un condensato di vita, una versione raggrumata e forte di sapori palesi e occulti, pubblici e privati. In italiano con traduzione simultanea.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

MARTEDÌ 22 OTTOBRE

Amburgo: Santiago, Italia (2018) di Nanni Moretti
Proiezione del documentario (80 min.) in italiano con i sottotitoli in inglese, nell'ambito dell'autunno latino-americano. Dopo il colpo di stato in Cile e il clima di terrore instaurato dalla dittatura militare di Pinochet, l'Ambasciata italiana a Santiago diventa un luogo di rifugio per centinaia di richiedenti asilo politico. Molti di questi vengono trasferiti in Italia che li accoglie offrendo loro non solo la salvezza ma anche la possibilità di un futuro. Molti di coloro che trovarono rifugio in Italia allora testimoniano oggi la propria esperienza.
Ore 19.30. 3001 Kino, Schanzenstraße 75.

Berlino: Lampedusa, la rotta balcanica e l'Europa. Il problema dei rifugiati nel teatro italiano contemporaneo
Interviene: Sabine Heymann, traduttrice e critica teatrale. Moderazione: Prof. Doris Kolesch (docente di Scienze dello spettacolo presso la Freie Universität Berlin). Anche il mondo dell'arte partecipa al dibattito attuale (e cruciale per il nostro futuro) su come gestire coloro che, per svariati motivi, intraprendono la fuga verso l'Europa. Un tema che, nel suo aspetto tragico, si appella alla nostra empatia e immaginazione e con il quale è possibile confrontarsi in modo diretto attraverso il teatro. Durante l'evento verranno presentati tre testi di autori teatrali italiani che hanno affrontato questa problematica: "Scusate se non siamo morti in mare" di Emanuele Aldrovandi, "Occident Express" di Stefano Massini e "Lampedusa Trilogie" di Lina Prosa. Gli ultimi due sono già stati rappresentati in Germania.
Ore 18.15. Freie Universität Berlin; Seminarzentrum, Raum L 116, Ingresso Otto-von-Simson-Straße 26 · Berlin-Dahlem.

Dresda: Federico Albanese
Concerto del musicista milanese che ha scelto come sua seconda patria Berlino. Albanese presenterà il suo ultimo album, The twelve, colonna sonora del film omonimo. Nelle sue composizioni Albanese ci sono elementi di musica classica, di musica pop, di minimalismo e elettronica.
Ore 21. Die Tonne im Kurländer Palais, Tzschirnerplatz 3-5.

MERCOLEDÌ 23 OTTOBRE

Amburgo: Don Giovanni, l'opera delle opere (E.T.A. Hoffmann)

Conferenza di Volker Wacker (direttore del laboratorio di opera lirica presso l'Opera di Amburgo), con esempi video e audio, nell'ambito della rassegna "SoloOpera" (in tedesco). L'evento rientra nella programmazione della XIX edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo.
Ore 18.30. Istituto Italiano di Cultura Amburgo, Hansastr. 6.

Berlino: XIX Settimana della lingua italiana nel mondo: Bühnensprache Italienisch, anderswo
Con Sara Rossi Guidicelli e Franco Sepe. Moderazione: Prof. Lorenzo Filipponio (Humboldt-Universität Berlino). Il teatro vive della comprensione linguistica e trova in essa i propri confini. Ma cosa succede sul palco in un mondo globalizzato? C'è ancora spazio per le lingue nazionali, che aspirano all'attualità e al confronto artistico? Che rilevanza ha l'italiano nei palchi internazionali, in un Paese plurilingue come ad esempio la Svizzera? E come vivono gli autori teatrali che scrivono in italiano fuori dall'Italia? Queste sono alcune delle domande a cui risponderanno Sara Rossi Guidicelli e Franco Sepe.
Ore 18. Ambasciata Svizzera, Otto-von-Bismarck-Allee 4A (Berlin-Tiergarten).

Dortmund: I mercoledi con l'arte: Arte e natura
Corso di italiano di Caterina Lazzarin, organizzato dall'Italienverein di Dortmund.
Ore 18. Italienverein, Immermannstr. 29.

Leverkusen: Schon mal Lambrusco probiert?
Degustazione di vini e conferenza, organizzate dal Deutsch-italienischer Club.
Ore 19.30. AWO-Begegnungsstätte, Königsberger Platz 28, Leverkusen-Rheindorf.

Kleve: Sie bauten eine Festung - Entwurfs- und Baupraxis der frühneuzeitlichen Architectura Militaris 
Conferenza di Guido von Bühren, Jülich, organizzata dal Comitato Dante Alighieri Kleve e.V.
Ore 19.30. Kolpinghaus, Kolpingstr. 11.

Siegen: Pittura universale e rinnovamento della lingua italiana in Leonardo da Vinci
Conferenza in lingua tedesca con supporto audiovisivo a cura della prof.ssa Grazia Dolores Folliero-Metz. Il duplice talento di Leonardo di artista-scienziato è comunemente noto. Quali sono le correlazioni tra arte e scienza nell'opera di Leonardo da Vinci? Che ruolo ha il "volgare italiano" in Leonardo?
Ore 18. Università di Siegen, Sprachenzentrum, Weidenauer Str. 118, Raum WS-A 204.

Stoccarda: Federico Albanese
Concerto del musicista e compositore.
Ore 20. Clubcann, Kegelenstr. 22.

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

Amburgo: Guarda che luna! Viaggio immaginario verso la luna
Doppia conferenza in italiano con traduzione simultanea in tedesco della dott.ssa Marcella Marconi e del dott. Mauro Gargano, in occasione dei 50 anni dall'allunaggio. "Nessun progetto spaziale sarà più impressionante per il genere umano, o più importante per l'esplorazione spaziale", dichiarava il presidente Kennedy al Congresso americano nel 1961. E la prima orma di Neil Armstrong sul suolo lunare, il 20 luglio 1969 alle 20.17.40 Utc, non fu l'impresa di un unico uomo ma un balzo verso la modernità e il progresso dell'intera umanità. Ecco perché è importante celebrare quell'avvenimento di cinquanta anni fa!
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Hansastr. 6.

Berlino: Ferita terra, mostra fotografica
Inaugurazione della mostra. In occasione del progetto Sequenza Sismica, sette artisti di provenienza internazionale - la polacca Alicja Dobrucka, l'islandese Hallgerður Hallgrímsdóttir, i due giapponesi Naoki Ishikawa e Tomoko Kikcuhi, lo svizzero Olivier Richon e le italiane Eleonora Quadri e Valentina Sommariva - sono stati invitati a lavorare in Italia e a raccontare i terremoti che hanno colpito il nostro Paese tra il 2009 e il 2017: una serie di eventi distinti che, attraverso le loro immagini, si trovano così a essere accomunati in una dimensione unica e corale, pur nella varietà degli stili e delle caratteristiche di ciascun artista. Un video documentario, realizzato da Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, completa il progetto, restituendo una visione diversificata e composita del complesso tema trattato.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Bonn: Il divo
Regia: Paolo Sorrentino, I/F 2008, 110', con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Giulio Bosetti. Introduzione: Bernardina Rago, lettrice del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale presso l'Università di Bonn. Un capolavoro del cinema politico che racconta, partendo dalla biografia di Giulio Andreotti, il passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica. Il racconto sul più potente politico italiano inizia nel momento in cui il suo potere comincia a vacillare. Nell'ambito della XIX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2019.
Ore 20. Bonner Kinemathek, Kino in der Brotfabrik, Kreuzstr. 16, Bonn-Beuel.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell’indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.


APPUNTAMENTI RICORRENTI

Berlino: "Eltern-Kind-Tanz"
Corso di danza creativa con Valentina Tonelli per bambini da un anno e mezzo e con adulti. (Lezione di prova gratuita con prenotazione obbligatoria).
Martedì e giovedì dalle 16:15 alle 17. Begegnungszentrum Aufatmen, Schottstraße 2, Lichtenberg.

Berlino: Lo spazio delle mamme
Un luogo di incontro tra donne, madri e professioniste, aperto, spontaneo e non giudicante, con la psicologa Silvia Bonapace, sull'essere madre ed essere donna, lavoro corporeo e scambio di esperienze, informazioni ed idee.
Mercoledì dalle 11 alle 13:30. Bayouma Haus, Frankfurter Allee 110, Friedrichshain.

CONCORSI

Vuoi partecipare al concorso per il Festival di Sanremo?

È online il bando per partecipare al concorso che dà l'accesso al 70esimo Festival di Sanremo, "Area Sanremo". La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni eliminatorie; nella fase successiva invece, dall'8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori. Fra questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. L'intera manifestazione anche quest'anno sarà gratuita in tutte le sue fasi.

Importanti presupposti per iscriversi al concorso: avere un brano inedito ed un'età compresa fra i 15 e i 36 anni. Iscrizioni entro il 14 ottobre 2019. Per i dettagli consultare l'intero regolamento.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Amburgo: Giardino, Matticchio, Tuono Pettinato: tre facce del fumetto italiano contemporaneo
Mostra di fumetti, in presenza del curatore Giovanni Russo. Sarà proiettato il documentario dedicato a Vittorio Giardino: "Le circostanze. I romanzi disegnati di Vittorio Giardino", diretto da Lorenzo Cioffi, Italia 2018, 52.' Un viaggio nel fumetto italiano attraverso tre generazioni di illustratori italiani: Vittorio Giardino, Franco Matticchio e Tuono Pettinato. Il fumetto italiano vive un momento di grande creatività, all'insegna del sempre più consolidato fenomeno del "graphic novel": i tre illustratori in mostra, che rappresentano tre facce complementari del fumetto italiano, si confrontano con una lunga ed affermata tradizione fumettistica, capace di giocare un ruolo da assoluta protagonista sulla scena internazionale.
Fino al 20 ottobre. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Ferita terra, mostra fotografica
Inaugurazione della mostra. In occasione del progetto Sequenza Sismica, sette artisti di provenienza internazionale - la polacca Alicja Dobrucka, l'islandese Hallgerður Hallgrímsdóttir, i due giapponesi Naoki Ishikawa e Tomoko Kikcuhi, lo svizzero Olivier Richon e le italiane Eleonora Quadri e Valentina Sommariva - sono stati invitati a lavorare in Italia e a raccontare i terremoti che hanno colpito il nostro Paese tra il 2009 e il 2017: una serie di eventi distinti che, attraverso le loro immagini, si trovano così a essere accomunati in una dimensione unica e corale, pur nella varietà degli stili e delle caratteristiche di ciascun artista. Un video documentario, realizzato da Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, completa il progetto, restituendo una visione diversificata e composita del complesso tema trattato. Inaugurazione il 24 ottobre.
Fino al 19 dicembre. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Cultura e civiltà greche a Locri
Mostra di opere di Sandro Stivala. Nell'ambito della XV Giornata del Contemporaneo. La pittura di Stivala, al confine tra l'arte figurativa e l'astrazione informale, rappresenta in modo espressivo e dinamico, con i suoi colori densi, una poetica fondamentalmente caratterizzata dallo splendore della luce e dalla magia coloristica dell’ambiente mediterraneo. La tematica di questa mostra è ispirata ai beni culturali della regione di origine dell'artista. Le bellezze architettoniche, culturali e paesaggistiche della civiltà greca e degli altri popoli che avrebbero poi abitato questo territorio ereditate dalla città di Locri in Calabria sono i temi dominanti delle sue opere. Sandro Stivala, nato a Melicuccà (Reggio Calabria), vive ed opera a Locri. Numerose sue opere si trovano in collezioni private in Italia e all’estero. Inaugurazione il 10 ottobre alle 19.
Fino al 15 novembre. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Dortmund: Italienbilder
Vernissage della mostra fotografica con immagini di Rosanna D'Ortona, Francesca Magistro e Luisa Zanzani. Le foto raccontano la storia del rapporto delle tre artiste con l'Italia.
Dalle 15 alle 21. Projektraum Fotografie, Huckarderstr. 8-12.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Tubinga: Ex machina
Mostra organizzata in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo. Il 2 maggio è stato il cinquecentesimo anniversario della morte del genio universale Leonardo da Vinci. In questa data sarà inaugurata una mostra dal titolo "Ex machina – Le macchine di Leonardo da Vinci tra scienza e arte", presso il Museo dell'Università di Tubinga (MUT). Al centro di questa eccezionale presentazione sarà possibile ammirare circa 50 riproduzioni delle macchine di Leonardo costruite sulla base dei suoi disegni. Integrano la mostra Ex machina del MUT conferenze e workshop. In concomitanza con la mostra di Tubinga, l'Istituto Italiano di Cultura ha stilato un programma articolato di conferenze di rilievo sulla vita e sulle opere di Leonardo da Vinci.
Fino al 1 dicembre. Museum der Universität Tübingen, Schloss Hohentübingen, Rittersaal, Burgsteige 11.

Wolfsburg: Vittorio Balcone
"
Wege im Laufe der Zeit": Sculture dell'artista nato a Tripoli in Libia e formatosi artisticamente a Comiso in Sicilia. Dal 1967 al 1994 ha insegnato discipline plastiche all'Istituto d'arte di Gorizia. Attivo già dal 1950, il suo stile è caratterizzato da una costante ricerca della dinamicità della forma. Nel corso della sua carriera ha partecipato a importanti mostre e simposi, sue opere sono esposte in gallerie pubbliche e private nel mondo.
Organizzatori: Kunstverein creARTE e.V. in collaborazione con l'Agenzia Consolare di Wolfsburg. Ingresso libero
creARTE e.V., Schachtweg 5.

Stand: 17.10.2019, 17:50