Live hören
Jetzt läuft: Huff + Puff von Just a band

Eventi italiani in Germania

A cura di Angela Sinesi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 19.09.2019 04:29 Min. Verfügbar bis 18.09.2020 COSMO

Download Podcast

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

"Citizens of evidence" mit Wu Ming 1

A Berlino il convegno "Citizens of evidence" con Wu Ming 1

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 20 SETTEMBRE

Amburgo: Una storia senza nome

Nell'ambito del Festival "Cinema!Italia!", proiezione del film del regista Roberto Andò. Con Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassman, Laura Morante. Valeria, giovane segretaria di un produttore cinematografico, vive appartata con una madre eccentrica e scrive in incognito per uno sceneggiatore di successo, Alessandro. Un giorno, la donna, riceve un insolito regalo da uno sconosciuto: la trama di un film. Ma quel plot è pericoloso, la storia senza nome racconta infatti il misterioso furto - realmente avvenuto a Palermo nel 1969 - di un celebre quadro di Caravaggio, La Natività. Da quel momento, la sceneggiatrice si troverà immersa in un meccanismo implacabile e rocambolesco.
Ore 17.30. Metropolis Kino, Kleine Theaterstraße 10.

Amburgo: André Aciman
Lettura e incontro con lo scrittore André Aciman nell'ambito del 11° HarbourFront - Festival della Letteratura; moderazione a cura di Paola Barbon e lettura in tedesco di Andreas Christ. André Aciman, nato ad Alessandria, ha studiato letteratura comparativa ad Harvard. È romanziere, saggista e docente di letteratura comparata alla City University di New York e scrive per The New Yorker. Aciman è uno dei maggiori esperti di Proust. Ha vissuto in Italia per quattro anni durante la sua giovinezza: molti dei suoi romanzi, tra cui "Fünf Lieben lang" (Five Loves Long), si svolgono in parte o interamente nella penisola italiana.
Ore 20. Jugendmusikschule Hamburg, Mittelweg 42a, primo piano.

Berlino: Wu Ming 1 apre "Citizens of evidence"
Lo scrittore e storico Wu Ming 1 del collettivo Wu Ming apre il convegno di due giorni organizzato dal Disruption Network Lab con una presentazione del movimento No Tav. Wu Ming 1 ha conosciuto da vicino il movimento, su cui ha scritto il libro "Un viaggio che non promettiamo breve. 25 anni di lotte #NoTav". Il convegno "Citizens of evidence. Indipendent investigations for change" è organizzato dal Disruption Network Lab con Transparency International e invita esperti, giornalisti e attivisti internazionali a presentare le esperienze di cittadini impegnati a combattere e rendere noti gli abusi di potere da parte di governi, istituzioni e aziende internazionali. La lingua del convegno è l'inglese, l'ingresso è a pagamento (8 euro al giorno).
Ore 16:30-20:30. Studio 1, Kunstquartier Bethanien, Mariannenplatz 2.

Dortmund: Die Sozialwirtschaft als Gegenmittel zum kriminellen Wirtschaftsystem
Dibattito a cui interverranno Francesco Diana e Vincenzo Ammaliato. In italiano e in tedesco.
Ore 19. Auslandsgesellschaft, Steinstr. 48.

Düsseldorf: Ma cosa ci dice il cervello
Nell'ambito del Festival "Cinema!Italia!", proiezione del film del regista Riccardo Milani. Giovanna è una donna dimessa, addirittura noiosa, che si divide tra il lavoro al Ministero e gli impegni scolastici di sua figlia Martina. Dietro questa scialba facciata, Giovanna in realtà è un agente segreto, impegnato in pericolosissime missioni internazionali. In occasione di una rimpatriata tra vecchi compagni di liceo, i gloriosi "Fantastici 5", tra ricordi e risate, Giovanna ascolta le storie di ognuno e realizza che tutti, proprio come lei, sono costretti a subire quotidianamente piccole e grandi angherie al limite dell'assurdo. Con tutti i mezzi a sua disposizione e grazie ai più stravaganti travestimenti, darà vita a situazioni esilaranti che serviranno a riportare ordine nella sua vita e in quella delle persone a cui vuole bene.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Düsseldorf: Un giorno all'improvviso
Nell'ambito del Festival "Cinema!Italia!", proiezione del film del regista Ciro D'Emilio. Antonio ha diciassette anni e un sogno: essere un calciatore in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. A rendere ancora più complessa la situazione c'è la bellissima Miriam, una madre dolce ma fortemente problematica che lui ama più di ogni altra persona al mondo. Inoltre Carlo, il padre di Antonio, li ha abbandonati quando lui era molto piccolo e Miriam è ossessionata dall'idea di ricostruire la sua famiglia. Per fortuna c'è il calcio e soprattutto i suoi amici: Stefano, il centravanti della squadra e Peppe, il fantasista, dalla battuta sempre pronta, perditempo per vocazione e con il fiuto per cacciarsi sempre nei guai. All'improvviso la vita sembra regalare ad Antonio e Miriam una vera occasione: un talent scout sta cercando delle giovani promesse da portare nella Primavera del Parma e quando lo vede giocare, Antonio in campo è una vera rivelazione. Ma ogni sogno ha un prezzo molto alto da pagare.
Ore 21.15. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Siegen: 100 anni di Università popolare
Conferenza della storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 18. Volkhochschule, Markt 25.

SABATO 21 SETTEMBRE

Amburgo: Fabio Guglielmino

Concerto di Fabio Guglielmino. Cantautore e chitarrista di Palermo con una grande passione per il Rock, Guglielmino inizia la sua carriera in Italia alla fine degli anni '90. Alcune delle sue canzoni sono nate a Amburgo, la città anseatica di cui parla nei suoi testi e in cui ha vissuto per quasi due anni. Il suo album "Brücke 10", attualmente ascoltabile su emittenti radiofoniche italiane e tedesche, tratta temi importanti come l'emigrazione, l'amore a distanza e la diversità. Nel 2016 Fabio Guglielmino riceve il premio omonimo per la canzone su Lia Pipitone (vittima della mafia), mentre nel 2019 il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando gli conferisce il riconoscimento "Tessera preziosa del mosaico della città di Palermo", per aver contribuito con il suo lavoro a diffondere un messaggio di integrazione e accoglienza anche in Europa. Attualmente lavora al progetto multimediale "Manie ed Eroi" che unisce musica, teatro e antichità utilizzando la musica pop in chiave moderna. Fabio ne riprodurrà alcuni brani (e videoclip), integrati da canzoni tratte da album precedenti.
Ore 20. Kulturladen St. Georg, Alexanderstr. 16.

Berlino: "Citizens of evidence", seconda giornata
Il convegno "Citizens of evidence. Indipendent investigations for change" è organizzato dal Disruption Network Lab con Transparency International e invita esperti, giornalisti e attivisti internazionali a presentare le esperienze di cittadini impegnati a combattere e rendere noti gli abusi di potere da parte di governi, istituzioni e aziende internazionali. La lingua del convegno è l'inglese, l'ingresso è a pagamento (8 euro al giorno). Ore 15:30-20:30. Studio 1, Kunstquartier Bethanien, Mariannenplatz 2.

Colonia: Atlas 2. Dialog of one
Prima della performance di danza della compagnia Emanuele Soavi Incompany. Nel progetto Emanuele Soavi ha analizzato insieme a ricercatori e istituzioni partner il lavoro di ballerini del XX secolo alla ricerca di tracce di forme di protesta politica e di individualità, cercando di trasportare queste tracce nel 2019. In particolare gli artisti analizzati sono stati: Sebastian Droste, Julius Hans Spiegel e Sylvin Rubinstein.
Ore 19. Zentrum für zeitgenössischen Tanz, Turmstr. 3-5.

Düsseldorf: Troppa grazia
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Gianni Zanasi. con: Alba Rohrwacher, Elio Germano, in versione originale con sottotitoli in tedesco. Una storia stupefacente al confine tra commedia e dramma. "Troppa grazia" è stato premiato come miglior film europeo dell'anno al Festival di Cannes 2018 dalla federazione "Europa Cinema".
Ore 16.30. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Düsseldorf: Ovunque proteggimi
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Bonifacio Angius, I 2018, 110', con: Alessandro Gazale, Francesca Niedda, in originale con sottotitoli in tedesco. Il cinquantenne Alessandro vive ancora con la madre nella sua città natale di Sassari in Sardegna dove trascorre la maggior parte del tempo nel suo bar preferito. Dopo una crisi finisce in una clinica dove incontra la giovane e fragile paziente Francesca. Un insolito road movie attraverso la Sardegna, che ha avuto molta attenzione in Italia. Al Bari Film Festival, Alessandro Gazale ha vinto il premio per il miglior attore.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Düsseldorf: La paranza
Proiezione del film tratto dal romanzo di Roberto Saviano. All'ultimo Festival del Cinema di Berlino il film ha vinto l'Orso d'Argento per la migliore sceneggiatura. Diretto da Claudio Giovannesi, "La paranza dei bambini" racconta di sei ragazzi quindicenni nella Napoli di oggi. Volendo fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi, si procurano armi e e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità, vivendo in stato di guerra con l'incoscienza della loro età. In italiano con sottotitoli in tedesco.
Ore 21.15. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Potsdam: To Rome with love
Nell'ambito della mostra "Wege des Barock. Die Nationalgalerien Barberini Corsini in Rom", il Filmmuseum Potsdam presenta una rassegna cinematografica di film che hanno fatto la storia del cinema e sono ambientati nella Roma barocca. Il 7 settembre la rassegna viene presentato "To Rome with love" di Woody Allen, con Roberto Benigni e Penélope Cruz. In originale con sottotitoli.
Ore 19. Filmmuseum Potsdam, Breitestr. 1a.

DOMENICA 22 SETTEMBRE

Berlino: Climbing the elixir
Nell'ambito della rassegna "Cinemaperitivo", proiezione del film di Monica Dovarch. A seguire: aperitivo e dibattito con la regista. In un mondo in cui veniamo costantemente assillati con consigli sul cosa fare e cosa mangiare per vivere sani e forti, non è facile pensare che esposizione al pericolo, spirito di adattamento, alimentazione poco varia e isolamento, siano tra gli ingredienti fondanti di una lunga vita. Eppure viene spontaneo porsi delle domande quando si ascoltano i racconti degli anziani pastori sardi di Baunei, Urzulei e Dorgali, nella provincia dell'Ogliastra e del Nuorese. Qui infatti risiede la maggiore concentrazione di centenari al mondo. Attraverso le avventure di due appassionati escursionisti locali che da tempo ripercorrono gli aspri luoghi di vita e le impervie scalate di questi coraggiosi caprai nelle incantevoli montagne del Supramonte, il documentario rivive sfide diventate leggende e imprese trasformate in mito, mentre stimola la riflessione sul meraviglioso mistero che la vita umana nasconde.
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Berlino: Equi in ozio
Elogio del dolce far niente. Festa d'autunno 2019.  Food, cocktail, musica, teatro, baby park, spettacolo, libri, cantastorie e cabaret. Ingresso gratuito.
Dalle 14:00 alle 20:00. ASP Kolle 37, Kollwitzstraße 35.

"Atlas 2. Dialog of one" von Emanuele Soavi Incompany

Una scena di "Atlas 2. Dialog of one" della Emanuele Soavi Incompany

Colonia: Atlas 2. Dialog of one
Prima della performance di danza della compagnia Emanuele Soavi Incompany. Nel progetto Emanuele Soavi ha analizzato insieme a ricercatori e istituzioni partner il lavoro di ballerini del XX secolo alla ricerca di tracce di forme di protesta politica e di individualità, cercando di trasportare queste tracce nel 2019. In particolare gli artisti analizzati sono stati: Sebastian Droste, Julius Hans Spiegel e Sylvin Rubinstein.
Ore 18. Zentrum für zeitgenössischen Tanz, Turmstr. 3-5.

Düsseldorf: Festa delle culture
Nell'ambito della Festa delle culture di Rath a Düsseldorf, l'associazione Italia altrove e.V. allestisce un banco di specialità culinarie italiane e tanti libri in italiano. Un'occasione per acquistare libri usati in italiano per adulti e bambini e gustare un pezzo di pizza o una focaccia fatti in casa.
Dalle 11 alle 17. Rather Familienzentrum, Ratherkreuzweg 43.

Düsseldorf: Troppa grazia
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Gianni Zanasi. con: Alba Rohrwacher, Elio Germano, in versione originale con sottotitoli in tedesco.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Düsseldorf: Ovunque proteggimi
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Bonifacio Angius, I 2018, 110', con: Alessandro Gazale, Francesca Niedda, in originale con sottotitoli in tedesco.
Ore 21.30. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

LUNEDÌ 23 SETTEMBRE

Düsseldorf: Una questione privata
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Paolo e Vittorio Taviani. In italiano con sottotitoli. "Over the rainbow" è il disco più amato da tre ragazzi nell'estate del '43. S'incontrano nella villa estiva di Fulvia, adolescente e donna. I due ragazzi sono Milton e Giorgio, l'uno pensoso, riservato, l'altro bello ed estroverso. Amano Fulvia che gioca con i sentimenti di entrambi. Un anno dopo Milton, partigiano, si ritrova davanti alla villa ora chiusa. La custode lo riconosce e insinua un dubbio: Fulvia, forse, ha avuto una storia con Giorgio. Per Milton si ferma tutto, la lotta partigiana, le amicizie… Ossessionato dalla gelosia, vuole scoprire la verità. E corre attraverso le nebbie delle Langhe per trovare Giorgio, ma Giorgio è stato fatto prigioniero dai fascisti… Paolo e Vittorio Taviani affrontano uno dei "testi sacri" della letteratura italiana, "Una questione privata" di Beppe Fenoglio, con il piglio autoriale che deriva loro da una lunga militanza cinematografica e da una conoscenza profonda della Seconda guerra mondiale e della lotta partigiana. È l'ultimo film diretto in coppia dai due fratelli, poiché Vittorio è deceduto pochi mesi dopo l'uscita del film.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Düsseldorf: Una storia senza nome
Nell'ambito del Festival "Cinema!Italia!", proiezione del film del regista Roberto Andò. Con Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassman, Laura Morante.
Ore 21. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Frechen: Leonardo Da Vinci
Conferenza della storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 18.30. Volkshochschule, Hauptstr. 110-112.

Potsdam: La Galleria Nazionale dell'Umbria si presenta
Presentazione del Dr. Marco Pierini, Direttore della Galleria Nazionale Umbra di Perugia città gemella di Potsdam, nella cornice della serie di eventi "Italia a Potsdam". È necessaria la prenotazione.
Ore 18 (ingresso dalle ore 17.30). Ambasciata d'Italia a Berlino, Tiergartenstraße 22.

Wolfsburg: concerto del Duo Perfetto
Concerto del Duo Perfetto: "Bonaria – Bueonos Aires". Robert Witt – violoncello, Clorina Perfetto – pianoforte.
Ore 19.30. Gartensaal del Castello di Wolfsburg, Schloßstr. 8.

MARTEDÌ 24 SETTEMBRE

Berlino: Europäischer Tag der Sprachen. Viele Sprachen – Ein Europa!

Dibattito sul plurilinguismo e sulle strategie che l'Unione europea deve adottare nelle scuole, nella ricerca per sotenere il plurilinguismo in un'Europa democratica per far sì che ogni cittadino europeo possa continuare a parlare in qualsiasi paese europeo viva, la propria lingua o le proprie lingue. Con Rosmarie Crazzolara, ex-responsabile per il plurilinguismo nel Trentino; Judith Meinschaefer, professoressa all'Università FU di Berlino, Georg Gombos, professore all'Università di Klagenfurt e Lisa Ribier, della Rappresentanza della Commissione europea a Berlino.
Ore 18. Vertretung der Europäischen Kommission in Deutschland, Unter den Linden 78 (Berlin-Mitte).

Düsseldorf: Una storia senza nome
Nell'ambito del Festival "Cinema!Italia!", proiezione del film del regista Roberto Andò. Con Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassman, Laura Morante.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

Neuss: Leonardo da Vinci
Conferenza della storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 17. Volkshochschule, Brückstr. 1.

MERCOLEDÌ 25 SETTEMBRE

Amburgo:Trilogia del desiderio
Proiezione in lingua originale con sottotitoli in tedesco, nell'ambito della rassegna cinematografica dedicata al regista Luca Guadagnino. Film sull'alta borghesia industriale sul quale il regista palermitano ha lavorato per 7 anni. Il patriarca Edoardo Recchi sta per lasciare il comando al più capace dei suoi eredi: il figlio Tancredi, o il nipote Edoardo Jr.? L'azienda è alle prese con la globalizzazione e la famiglia con problemi, conflitti, segreti, ipocrisie. Luca Guadagnino, di origini palermitane, è regista, sceneggiatore e produttore. Nel 2017 ha diretto l'acclamato film Chiamami col tuo nome, candidato a tre Golden Globe, quattro Premi Bafta e quattro Premi Oscar. Di questi ultimi, James Ivory ha vinto quello per la miglior sceneggiatura non originale.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Hansastr. 6.

Berlino: Del farsi parola. Deutsch-Italienische Übersetzerwerkstatt
Simposio con Francesca Melandri, Maike Albath, Roberta Gado, Margherita Carbonaro, Marco Rispoli, Cesare De Marchi, Irene Fantappiè, Ada Vigliani, Daria Biagi, Bice Rinaldi, Esther Hansen, Burkhart Kroeber, Julika Brandestini, Verena von Koskull, Theresia Prammer, Moshe Kahn, Martin Hallmannsecker, Klaudia Ruschkowski, Viktoria von Schirach e Barbara Griffini. Da anni l'assegnazione del Premio italo-tedesco per la traduzione rappresenta un momento significativo nei rapporti tra Italia e Germania e contribbuisce a migliorarli e intensificarli. Attualmente stanno per essere cambiate le regole per l'assegnazione del premio e per questo verranno a Berlino 20 traduttori per dicutere di questo tema. Il simposio prosegue anche giovedì 26 settembre.
Dalle 11. Literarisches Colloquium Berlin, Am Sandwerder 5.

Marco Tullio Giordana

Il regista Marco Tullio Giordana

Düsseldorf: Nome di donna
Arriva in Germania l'ultimo film di Marco Tullio Germana: Nome di donna. Il film racconta la storia di Nina, una madre single che da Milano decide di trasfeirsi in provincia dove ha trovato lavoro in una rinomata clinica per anziani. Il lavoro all'inizio sembra andare bene e Nina riesce velocemente ad ambientarsi nella clinica. Ma un giorno viene convocata dal direttore della struttura, che esige da lei delle prestazioni sessuali. Inizia così una battaglia durissima per Nina nei confronti dei soprusi di chi detiene il potere.
Ore 19. Bambi Filmstudio, Klosterstraße 78.

GIOVEDÌ 26 SETTEMBRE

Berlino: Del farsi parola. Deutsch-Italienische Übersetzerwerkstatt
Simposio con 20 traduttori di fama internazionale. Vedi il 25 settembre.
Dalle 11. Literarisches Colloquium Berlin, Am Sandwerder 5.

Berlino: concerto con opere di Fausto Razzi
Concerto del compositore Fausto Razzi. Le opere di Razzi sono state suonate negli ultimi decenni in molti rinomati Festival musicali internazionali. La sua specialità è quella di mettere in musica testi letterari. A Berlino presenterà opere a cui unirà i testi di Giacomo Leopardi, Edoardo Sanguineti, Mario Fortunato e Domenico Settevendemie, come anche due opere pianistiche suonate a New York.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Brema: Troppa grazia
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", proiezione del film di Gianni Zanasi.
Ore 20.45. Atlantis, Böttcherstraße 4.

Brema: primo incontro del coro italo-tedesco
L'associazione italo-tedesca di Brema invita al primo incontro per la creazione di un coro italo-tedesco. La partecipazione al primo incontro è gratuita e non vincolante.
Ore 19. Friedensgemeinde, Seminarraum, Humboldtstr.

Colonia: concerto del Duo Perfetto
Clorinda Perfetto e Robert Witt presentano straordinarie rielaborazioni di musiche sarde e di tanghi di Astor Piazzolla e José Bragato. Clorinda Perfetto e Robert Witt hanno presentato in più di 100 concerti in Europa e in Sudamerica i loro 4 CD per pianoforte e violoncello. Al termine della serata specialità culinarie sarde offerte da Sapori della Sardegna!
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätstr. 81.

Colonia: Shakespeare e le donne
Conferenza della storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 19. Volkhochschule, Cäcilienstr. 35.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente.

La Federazione Acli Nazionali, in collaborazione con il Patronato Acli e la consulenza scientifica dell'Istituto di Ricerche Educative e Formative (IREF), promuove l'indagine statistica Famiglie «oltre confine», uno studio pilota sui bisogni sociali dei nuclei familiari expat. L'obiettivo dell'indagine è quello di creare servizi adeguati per le famiglie italiane all'estero. Il questionario è rivolto alle famiglie (insieme di persone coabitanti legate da vincoli di matrimonio o affettivi) di cui almeno un membro è nato in Italia. Particolarmente interessante ai fini dell’indagine è la testimonianza di cittadini italiani facenti parte del fenomeno della nuova migrazione italiana, ovvero le nuove generazioni, coloro che si sono trasferitiall'estero negli ultimi anni per motivazioni di studio, lavoro, etc. Il questionario può essere svolto cliccando il seguente link: https://it.surveymonkey.com/r/FAM_EXPT oppure sotto forma di intervista con questionario cartaceo contattando i seguenti indirizzi:

barbara.cuccarese@acli.it
lucia.cascone@acli.it

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la "Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero", chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma "Integration durch Qualifizierung (IQ)", finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.


APPUNTAMENTI RICORRENTI

Berlino: "Eltern-Kind-Tanz"
Corso di danza creativa con Valentina Tonelli per bambini da un anno e mezzo e con adulti. (Lezione di prova gratuita con prenotazione obbligatoria).
Martedì e giovedì dalle 16:15 alle 17. Begegnungszentrum Aufatmen, Schottstraße 2, Lichtenberg.

Berlino: Lo spazio delle mamme
Un luogo di incontro tra donne, madri e professioniste, aperto, spontaneo e non giudicante, con la psicologa Silvia Bonapace, sull'essere madre ed essere donna, lavoro corporeo e scambio di esperienze, informazioni ed idee.
Mercoledì dalle 11 alle 13:30. Bayouma Haus, Frankfurter Allee 110, Friedrichshain.

CONCORSI

Vuoi partecipare al concorso per il Festival di Sanremo?

È online il bando per partecipare al concorso che dà l'accesso al 70esimo Festival di Sanremo, "Area Sanremo". La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni eliminatorie; nella fase successiva invece, dall'8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori. Fra questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. L'intera manifestazione anche quest'anno sarà gratuita in tutte le sue fasi.

Importanti presupposti per iscriversi al concorso: avere un brano inedito ed un'età compresa fra i 15 e i 36 anni. Iscrizioni entro il 14 ottobre 2019. Per i dettagli consultare l'intero regolamento.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
La dottoresssa Barbara Renzi - psicoterapeuta - membro dell'associazione britannica degli psicoterapeuti - è disponibile durante la settimana per consulenze psicologiche a Mondo Aperto. Si prega di prendere appuntamento, e concordare i dettagli della seduta, via email all'indirizzo: Bgrenzi@protonmail.com

MOSTRE

Amburgo: Incompiuto. La nascita di uno stile

Attraverso un'estesa documentazione, raccolta in 10 anni di ricerca e di interventi sul campo, la mostra racconta il paesaggio contemporaneo italiano, con 750 opere documentate su tutto il territorio italiano, di cui 250 in Sicilia. "Incompiuto: La nascita di uno Stile" è un progetto condotto dal collettivo Alterazioni Video, promosso dall'Associazione Incompiuto Siciliano. Si tratta della prima indagine sul più importante stile architettonico italiano degli ultimi 50 anni, un fenomeno che caratterizza il paesaggio italiano contemporaneo e rappresenta una prospettiva dalla quale leggere la storia italiana recente. Un periodo storico che, dalla fine del secondo dopoguerra a oggi, ha visto lo sviluppo e l'infrastrutturazione della penisola coincidere con il diffondersi delle opere pubbliche incompiute su tutto il territorio nazionale. Più di un migliaio di opere in tutta Italia, finanziate con soldi pubblici e rimaste interrotte per i più svariati motivi (errori progettuali, bancarotta, valutazioni economiche inaccurate, drenaggio di fondi) rappresentano un patrimonio culturale e artistico utile a una comprensione più ampia dei rapporti tra il territorio e coloro che lo abitano. Un dato che ci mette oggi nelle condizioni di interrogarci sulle dinamiche del progresso, i suoi limiti e fallimenti.
Fino al 20 settembre. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Alfredo Bortoluzzi
"
Alfredo Bortoluzzi. Dal Bauhaus al mare. Opere su carta 1924-1995". L'iniziativa, frutto della collaborazione tra la l'Istituto e la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, è promossa nell'ambito delle celebrazioni del centenario della istituzione del Bauhaus. L'esposizione circuiterà successivamente presso l'Università Cattolica di Milano. L'esposizione del corpus di opere contiene più di mille pezzi tra dipinti, disegni e acquerelli su carta, incisioni, documenti e foto - acquisito dalla Fondazione nel 2008.
Fino al 30 settembre. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstraße 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Skulpturenpark
Quest'anno il Parco delle sculture, der Skulpturenpark di Colonia festeggia vent'anni dalla nascita. Su tre ettari di verdi prati sono esposte sculture di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo. Cactus di marmo, una lumaca rosa, un uovo fritto gigantesco: sono solo alcune delle divertenti sculture che popolano il parco. Tra le opere esposte ci sono anche quelle dello scultore Mauro Staccioli di Volterra. L'ingresso al parco è gratuito. Sono previste inoltre visite guidate. 
Mostra permanente. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 19. Skulpturenpark, Elsa-Brand-ström-Str. 9.

Colonia: La tridimensionalità dei colori
Mostra di opere di Ippazio Fracasso-Baacke. "Concrescismo" è il termine da lui ideato per il proprio stile pittorico ed espositivo. Esso descrive il legame tra la tradizione storica e l'arte moderna, l'arte figurativa e l'astrazione, nonché il colorismo e l'allestimento dello spazio sia come immagine sia come installazione, in diverse combinazioni formali. Dopo aver iniziato da giovane artista negli anni '80 con un periodo caratterizzato da immagini surrealistiche, Fracasso–Baacke si è rivolto allo studio del disegno del nudo. Più tardi si è occupato del genere della natura morta e poi - quasi come opposizione al microcosmo chiuso della natura morta – rivolse la sua attenzione agli spazi aperti. Inaugurazione martedì 3 settembre alle ore 19 con il soprano Claudia Oddo e la pianista Nadja Naumova, che eseguono brani di Claudia Oddo, Eric Satie, Sergei Rachmaninow, Ivan Bogoyawlenski, Franz Schubert. Ingresso gratuito.
Fino al 4 ottobre. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

Dortmund: Arrigo Amaduzzi (1934-2018)
Architetto, romano di nascita e milanese di adozione, è sempre stato interessato alle diverse tecniche e potenzialità espressive delle arti visive, dalla fotografia alla grafica, alla pittura. Inizia giovanissimo a fotografare, prediligendo il paesaggio e il ritratto. A partire dagli anni Cinquanta comincia a partecipare ai concorsi fotografici nazionali e internazionali. Il primo successo risale al 1957 quando The Times Weekly Review pubblica "la botticella", la fotografia di una tipica carrozzella a cavalli, scattata a Roma. Negli anni successivi i suoi fotoservizi vengono pubblicati su settimanali come l'Automobile e Il Punto; il lavoro, la condizione del lavoro nel Mezzogiorno e più in generale il Sud sono al centro dei suoi interessi e segnano un importante filo rosso nelle immagini di tutti gli anni Sessanta. Arrigo Amaduzzi ha inoltre una grande passione: la montagna. Le Alpi saranno per tanti anni sfide personali, compagne di avventura e silenti modelle. Il lavoro lo porta a viaggiare per oltre 40 anni in tutto il mondo; culture lontane, tensioni politiche, volti e personaggi catturano la sua attenzione e ritrovano voce dopo guerre, cambiamenti e rivoluzioni. A partire dagli anni Ottanta si avvicina alla ceramica e alla pittura. Le ricerche sul cromatismo e le differenti reazioni chimiche nelle fasi di lavorazione rappresentano un campo di ricerca e sperimentazione nuovo. L'attività espositiva continua in varie città italiane. Il Monferrato, terra di vini e tartufi, dove si rifugiava da quasi venticinque anni, è stato fonte di rinnovata ispirazione e ha ospitato numerose sue mostre.
Italienverein, Immermannstr. 29.

Dortmund: Italienbilder
Vernissage della mostra fotografica con immagini di Rosanna D'Ortona, Francesca Magistro e Luisa Zanzani. Le foto raccontano la storia del rapporto delle tre artiste con l'Italia.
Dalle 15 alle 21. Projektraum Fotografie, Huckarderstr. 8-12.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Hilden: Arte povera e la Scuola di Piazza del Popolo
La mostra offre uno sguardo retrospettivo su 50 anni di arte italiana d'avanguardia, che con veemenza si era rivolta contro la cultura del consumo. L'idea di questa mostra dedicata ai materiali effimeri è di ripercorrere quelle posizioni storiche sulla base di schizzi, grafiche, documenti, collages, CD/DVD, fotografie e registrazioni cinematografiche. Attraverso la mostra si avrà modo di approfondire alcuni aspetti dell'opera di artisti famosi quali Alighiero Boetti, Claudio Cintoli, Gino De Dominicis, Giosetta Fioroni, Jannis Kounellis, Sergio Lombardo, Mario Merz, Giulio Paolini e Salvatore Scarpitta.
Fino al 6 ottobre. Apertura: ma-ve. ore 14-18, sa, do, festivi: ore 11 – 16. Kunstraum im Gewerbepark-Süd, Hofstr. 65

Monaco: Mostra fotografica Scrittori italiani del '900
La mostra fotografica è dedicata ad una serie di autori ed autrici italiani che hanno dato un'impronta alla cultura degli italiani nel '900. La traduzione delle loro opere ha contribuito a formare l'immagine dell'Italia e della letteratura italiana all'estero, anche nei lettori tedeschi. Italo Calvino, Umberto Eco, ma anche Dino Buzzati, Alda Merini e tanti altri. Che rapporti avevano? Hanno mai bevuto un bicchiere di vino insieme? Si criticavano?  Non solo foto, ma anche collegamenti critici, curiosi e divertenti da scoprire alla Pasinger Fabrik. La mostra, coordinata da Isabel von Ehrlich, è curata da studenti del master e dottorandi dell'università LMU di Monaco.
Lichthof der Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1.

Potsdam: Cesare Mirabella. Lo sguardo originario - Der unverstellte Blick
La mostra è organizzata dal Potsdam Freundeskreis Potsdam-Perugia e.V. e dalla Galerie Kunst-Kontor.
Fino al 29 settembre. Galerie Kunst-Kontor, Bertiniweg 1 A.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Potsdam: Wege des Barock
La mostra presenta 54 opere provenienti dalle collezioni di Palazzo Barberini e Galleria Corsini a Roma. Tra di esse c'è una delle opere giovanili del Caravaggio: Narciso, dipinto tra il 1597 e il 1599. Le opere di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio sono di fondamentale importanza nell'arte di quel preriodo perché attraverso la luce e la rappresentazione naturalistica le immagini appaiono molto realistiche. L'arte di Caravaggio influenzerà tutti i supoi contemporanei in Europa. Le sue opere sono affiancate nella mostra a quelle di artisti a lui contemporanei come Artemisia Gentileschi, Guido Reni e Luca Giordano (alcuni dei loro quadri si trovano nella collezione di Federico II).
Fino al 6 ottobre. Museum Barberini, Alter Markt, Humboldstr. 5-6.

Tubinga: Ex machina
Mostra organizzata in occasione del cinquecentenario dalla morte di Leonardo. Il 2 maggio è stato il cinquecentesimo anniversario della morte del genio universale Leonardo da Vinci. In questa data sarà inaugurata una mostra dal titolo "Ex machina – Le macchine di Leonardo da Vinci tra scienza e arte", presso il Museo dell'Università di Tubinga (MUT). Al centro di questa eccezionale presentazione sarà possibile ammirare circa 50 riproduzioni delle macchine di Leonardo costruite sulla base dei suoi disegni. Integrano la mostra Ex machina del MUT conferenze e workshop. In concomitanza con la mostra di Tubinga, l'Istituto Italiano di Cultura ha stilato un programma articolato di conferenze di rilievo sulla vita e sulle opere di Leonardo da Vinci.
Fino al 1 dicembre. Museum der Universität Tübingen, Schloss Hohentübingen, Rittersaal, Burgsteige 11.

Wolfsburg: Italiani di Germania
Mostra multimediale, che, tramite quaranta foto, video e testi, racconterà le comunità italiane in Germania dai primi del Novecento fino ai giorni d'oggi, il loro arrivo, la loro integrazione e il contributo che hanno dato – e tuttora danno – a costruire la Germania. La mostra è organizzata dall'Ambasciata d'Italia in Germania e dall'associazione Akronos. Il progetto "Italiani di Germania" nasce come libro e web documentary pubblicati con National Geographic Italia e con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione italiano nel novembre 2018, parte del più ampio "Italiani d'Europa" che, tramite altri tre capitoli ("Italians and the UK", "Italiani del Belgio" e "Italiani dell'Est") cerca di fornire uno sguardo ampio sulle grandi migrazioni italiane del passato e del presente. "Italiani di Germania" ha vinto nel giugno 2018 il "Premiolino", il più antico riconoscimento giornalistico italiano. Il progetto è un viaggio attraverso comunità storiche, nuova mobilità, storie di famiglia e avventure individuali in otto città tedesche: Stoccarda, Francoforte, Colonia e la Ruhr, Wolfsburg, Amburgo, Berlino, Lipsia e Monaco. La mostra spazia così da storie di successo, come quella del direttore del Die Zeit Giovanni di Lorenzo, fino agli start-upper di Berlino e alla nuova e vecchia comunità operaia nata grazie alla Volkswagen di Wolfsburg. Un percorso ampio e complesso, che è stato e tuttora è fondamentale per la costruzione della comune identità europea.
Fino al 27 settembre. Bürgerhalle, Porschestr. 49.

Wolfsburg: Vittorio Balcone
"
Wege im Laufe der Zeit": Sculture dell'artista nato a Tripoli in Libia e formatosi artisticamente a Comiso in Sicilia. Dal 1967 al 1994 ha insegnato discipline plastiche all'Istituto d'arte di Gorizia. Attivo già dal 1950, il suo stile è caratterizzato da una costante ricerca della dinamicità della forma. Nel corso della sua carriera ha partecipato a importanti mostre e simposi, sue opere sono esposte in gallerie pubbliche e private nel mondo.
Organizzatori: Kunstverein creARTE e.V. in collaborazione con l'Agenzia Consolare di Wolfsburg. Ingresso libero
creARTE e.V., Schachtweg 5.

Stand: 19.09.2019, 17:50