Live hören
Jetzt läuft: Saint James Infirmary von Paul Noyah

Eventi italiani in Germania

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri in una foto d'archivio

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 17 MAGGIO

Amburgo: Orecchie
Proiezione del film di Alessandro Aronadio, in italiano con i sottotitoli in tedesco. Un fastidioso fischio alle orecchie prelude a una giornata trascorsa alla scoperta della follia del mondo. Un mattino, al risveglio, il protagonista avverte un fastidioso fischio alle orecchie. Al contempo trova sul frigorifero un post it, lasciato dalla sua compagna, che lo informa che è morto il suo amico Luigi e gli lascia l'indirizzo della chiesa dove in serata si svolgerà il funerale. La giornata per lui trascorrerà nel tentativo di risolvere il problema uditivo e nel cercare di capire chi possa essere questo amico di cui non ricorda nulla. Nel frattempo non gli mancheranno incontri con persone che non riesce a non considerare strane.
Ore 19. Metropolis Kino, Kleine Theaterstraße 10.

Berlino: Fabrizio Cammarata
Tour del cantantautore palermitano per la Germania. Dal 16 al 23 maggio Cammarata sarà in tour con band completa per presentare dal vivo "Lights", il nuovo album uscito il 29 marzo. Fabrizio sarà accompagnato da Donato Di Trapani alle tastiere, Carmelo Drago al basso (entrambi presenti negli album "Of Shadows" e "Lights") e Giorgio Bovì alla batteria.
Ore 19.30. Silent Green, Gerichtstraße 35.

Berlino: Il boom
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Vittorio De Sica con Alberto Sordi.
Ore 19. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Berlino: Il vigile
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Luigi Zampa con Alberto Sordi.
Ore 21. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Karlsruhe: Storia vera e terribile tra Sicilia e America
Incontro con lo scrittore Enrico Deaglio, nell'ambito della Primavera della letteratura italiana a Berlino e presentazione del libro: "Storia vera e terribile tra Sicilia e America". In una calda notte di luglio del 1899, la sconosciuta Tallulah – un puntino sulla mappa del Nuovo Mondo, trecento chilometri a nord della famosa New Orleans – fu teatro di un linciaggio collettivo, immotivato e feroce. La causa? Una capra abbandonata per strada aveva infastidito un dottore e provocato una sparatoria; poi una "folla ordinata" aveva provveduto al linciaggio immediato di cinque persone. Cinque contadini siciliani, un clan familiare di fratelli e cugini emigrati dal paese di Cefalù. Enrico Deaglio (1947) vive tra Torino e San Francisco. Ha pubblicato in questa "Memoria" Cinque storie quasi vere (1989), Il figlio della professoressa Colomba (1992), Storia vera e terribile tra Sicilia e America (2015) e La zia Irene e l'anarchico Tresca (2018). Organizzato dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Karlsruhe.
Ore 19. Literarische Gesellschaft e. V., Prinz-Max-Palais, Karlstr. 10.

Weimar: Perugia – Potsdams Partnerstadt in Italien
Conferenza di Bernd Malzanini, Potsdam, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft in Thüringen e.V.
Ore 19. Stadtbücherei Weimar, Steubenstr. 1.

SABATO 18 MAGGIO

Berlino: La visita

Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Antonio Pietrangeli.
Ore 19. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Berlino: Io la conoscevo bene
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Antonio Pietrangeli con Stefania Sandrelli, Nino Manfredi e Ugo Tognazzi.
Ore 21. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Colonia: Fabrizio Cammarata
Concerto del cantante palermitano nel corso del Cardinal Sessions Festival. Vedi il 17.05.
Dalle 16. Carlswerk Victoria, Schanzenstraße 6-20 Gebäude 3.12.

Dresda: Chat Noir
Prosegue il tour tedesco dei Chat Noir. La band, formata dal tastierista Michele Cavallari, il bassista Luca Fogagnolo, il chitarrista Daniel Calvi, con la collaborazione del trombettista jazzista norvegese Nils Petter Molvaer, souna musica elettronica e porta ancora tracce nel suo Dna delle sue radici jazz. I Chat Noir presentano il loro nuovo album Hyperuranion.
Ore 20. Tonne Club, Tzschirnerpl. 3-5.

Düsseldorf: Italia Altrove compie 5 anni
Serata in allegria tra chiacchiere, ballo e musica anni 90/2000, per festeggiare cinque anni dalla nascita dell'associazione italo-tedesca. A tutti i soci che arriveranno entro le 22:00 verrà offerta una bevanda in omaggio per brindare assieme. Entro le 22 l'ingresso è libero per tutti, dopo le 22 è sufficiente dichiarare di essere ospiti di Italia Altrove per entrare gratuitamente.
Dalle 21. Schlösser Quartier Bohème, Ratinger Straße 25.

Wolfsburg: The Shape of Water
Dance-Performance con la ballerina Sara Angius.
Ore 19. Hallendbad – Kultur am Schachtweg, Schachtweg 31.

DOMENICA 19 MAGGIO

Colonia: O bella Italia
Viaggio musicale e poetico attraverso l'Italia. Con il cantante Giacomo Di Benedetto, il musicista Marcus Schinkel e il regista e autore Kalle Kubik. Dalle arie ai testi di Nino Erné, Rainer Maria Rilke, Joseph von Eichendorff, Ingeborg Bachmann, Helmuth Karasek dedicati al Belpaese.
Ore 19. Große Neugasse 2-4.

Essen: passeggiata lungo le rive del Lago Baldeneysee
Passeggiata organizzata dall'associazione Italia altrove e.V. Ca. 10 km lungo le rive del Baldeneysee, lago che si trova tra Düsseldorf ed Essen.
Ore 11. Punto d’incontro: parcheggio Bahnhof Hespertalbahn a Essen Kuperdreh, Prinz-Friedrich-Platz 1.

Monaco: Fabrizio Cammarata
Concerto del cantante palermitano. Vedi il 17.05.
Ore 20. Unter Deck, Oberanger 26.

In radio: Von 5 Sterne bis Aufstehen. Sind digitale Bewegungen die Zukunft der Politik?
Feature di Agnese Franceschini dedicata al Movimento 5 Stelle, a "La Republique En Marche", "Die Gelbwesten" e "Aufstehen". La feature viene replicata anche lunedì 20 maggio alle 20.05.
Ore 11.05 su WDR 5.

LUNEDÌ 20 MAGGIO

Berlino: Trauer und Licht. Lampedusa, Sciascia, Camilleri und die Literatur Siziliens

Nell'ambito della Primavera della Letteratura italiana, incontro con l'autrice Maike Albath e presentazione del libro. "Trauer und Licht. Lampedusa, Sciascia, Camilleri und die Literatur Siziliens". In lingua tedesca. Il Gattopardo. Un magistrale affresco siciliano e il più grande successo della letteratura italiana del dopoguerra. Successo, però, di cui l'autore non potè giovare - Giuseppe Tomasi di Lampedusa era morto prima della scoperta dell'affresco, nel 1957. La studiosa Maike Albath, raccontando la storia della sua infelice vita aristocratica, passa per la storia culturale e la letteratura della frizzante isola mediterranea dalla quale è partito il decisivo impulso di rinnovamento della letteratura italiana. La Sicilia non è solo terra del rivoluzionario teatro di Luigi Pirandello e di poeti della natura come Salvatore Quasimodo - entrambi Premi Nobel - ma anche di un illuminista come Leonardo Sciascia e di uno scrittore di cronaca come Andrea Camilleri. Oggi la Sicilia, essendo meta gettonata di migranti in fuga dall'Africa, è di nuovo un "laboratorio del futuro". Maike Albath, nata nel 1966 a Braunschweig, ha trascorso diversi anni in Italia ed è una illustre conoscitrice della cultura contemporanea italiana. Nel 2003 ha ricevuto il premio Alfred Kerr per il suo lavoro come critico letterario.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2. 

MARTEDÌ 21 MAGGIO

Amburgo: Caffè letterario
Incontro letterario italo-tedesco dedicato al romanzo: "I segreti delle nuvole" di Matteo Cellini. "I segreti delle nuvole" è una fiaba che fa ridere e commuove. Ha la fantasia e l'universalità del Piccolo Principe e un linguaggio che sa toccare il cuore. L'autore Matteo Cellini è nato a Urbino, vive a Urbania e insegna lettere in una piccola scuola media. Ha pubblicato "Cate, io" (2013), che ha vinto il premio Campiello Opera Prima, e "La primavera di Gordon Copperny jr" (2016). Il 3.07.2019 Matteo Cellini presenterà il suo romanzo in un incontro con l'autore presso l'Istituto Italiano di Cultura di Amburgo.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Tutti a casa
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Luigi Comencini con Alberto Sordi.
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Colonia: Smetto quando voglio 2 – Masterclass
Nell'ambito della II Settimana del cinema italiano nel mondo, proiezione del film di Sydney Sibilia, originale con sottotitoli in tedesco, con Edoardo Leo, Valerio Aprea, Stefano Fresi, Paolo Calabresi. La seconda parte della trilogia racconta di come il neurobiologo Pietro Zinni e i suoi colleghi di laboratorio, che avevano reagito al loro improvviso licenziamento con la costruzione di un giro di droga decidono adesso di voltare pagina e di collaborare con l'ispettore Paola Coletti, che li manda in missione segreta. Ingresso libero.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Rees: Fabrizio Cammarata
Concerto del cantante palermitano. Vedi il 17.05. Ingresso libero.
Ore 19. Haldern Pop Bar, Lindenstraße 1B.

Lubecca: Dal brigantaggio alla Mafia - Die Entwicklung des organisierten Verbrechens aus dem Banditentum in Italien und Europa
Conferenza del Prof. Enzo Ciconte, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Lübeck e.V.
Ore 19. Volkshochschule Lübeck, Aula, Falkenplatz 10.

MERCOLEDÌ 22 MAGGIO

Berlino: Tante braccia per il Reich

Presentazione del libro di Brunello Mantelli. L'autore Brunello Mantelli (Università di Torino) a colloquio con Lutz Klinkhammer (Deutsches Historisches Institut in Rom). "Tra i pilastri fondativi della memoria della Repubblica, accanto alla Resistenza, alla deportazione politica, alla deportazione ebraica, all'internamento militare, alla prigionia di guerra, c'è anche il lavoro coatto nei campi e nelle officine del Terzo Reich." Per il Terzo Reich l'impiego di manodopera straniera fu uno strumento cruciale per sostenere l'economia bellica. Milioni di lavoratori provenienti in gran parte dai Paesi occupati, ma anche in buona misura da quelli alleati, furono impiegati in molteplici mansioni la cui funzione primaria era alimentare la produzione d'interesse militare. Centinaia di migliaia di lavoratori italiani, uomini e donne, erano già stati inviati in Germania per diventare "braccia per il Reich" fin dal 1938, quando l'Italia monarchicofascista era alleata, in realtà già subalterna, di Hitler. Il reclutamento divenne forzato nei venti mesi di occupazione tedesca del nostro Paese (settembre 1943-aprile 1945). Questo è il primo studio organico su dinamiche e modalità del prelievo coatto di lavoratori dall'Italia e del loro utilizzo oltre Brennero nel periodo della Repubblica Sociale Italiana, a cui gli apparati del fascismo di Salò diedero un notevole contributo. Prefazione di Gianni Perona, Fondazione Memoria della Deportazione. Nota di Enzo Orlanducci, Presidente Nazionale ANRP.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Berlino: Il maestro di Vigevano
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Elio Petri con Alberto Sordi.
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Brema: Dal brigantaggio alla mafia. Die Entwicklung des organisierten Verbrechens aus dem Banditentum in Italien und Europa
Conferenza del Dott. Enzo Ciconte, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V.
Ore 19. Bremer Presse-Club e.V., Schnoor 27.

Colonia: Concerto del Dipartimento Composizione, teoria musicale e improvvisazione della Rheinische Musikschule
Un programma divertente, pieno di umorismo e molto variegato, moderato da Thomas Taxus Beck, il direttore del dipartimento. Parteciperanno l'Ensemble für Neue Musik della Rheinische Musikschule (RMS) diretto da Ulla Grümmer, l'ensemble "toniponal R" del laboratorio di improvvisazione di Marei Seuthe, la giovane orchestra d'improvvisazione della RMS "KIO" che si dirige da sola, nonché partecipanti dei diversi laboratori di composizione con le loro proprie produzioni musicali. Naturalmente ci saranno anche ospiti internazionali che riferiranno delle loro composizioni e del loro lavoro! Così nel corso della serata ascolteremo composizioni divertenti e del tutto inedite, brani per ensemble, impro-performances, songwriting, musica da camera, esercizi linguistici, canto pop, brani solistici e composizioni elettroniche.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

GIOVEDÌ 23 MAGGIO

Amburgo: Lunga notte dei Consolati
La giornata delle porte aperte è inserita nelle attività della Settimana Europea. Consolati ed Istituti di Cultura aprono le loro porte al pubblico amburghese. L'Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, in collaborazione con i partner Eunic (l'Institut français, l'Instituto Cervantes e il Goethe-Institut) organizzano per l'occasione insieme la "Tour de Jazz": tre concerti con musicisti internazionali in tre Istituti di Cultura. La serata jazz inizierà alle ore 18.30 all'Institut français de Hambourg con "Les hommes du Swing", per poi proseguire alle 19.30 con il Duo "Sigura-Abbracciante": Mauro Sigura (Oud), Vince Abbracciante (fisarmonica). All'Istituto Italiano di Cultura, e alle 20.30 all'Instituto Cervantes con "Latinjazz - Samuel Torres - "Alegria"- Sextett".
Dalle 18 alle 22. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Tendenze della lingua italiana di oggi. La lingua dell'ultima narrativa italiana
Conferenza di Maurizio Dardano (Università degli Studi Roma Tre). La narrativa italiana degli ultimi venti anni è dinamica e veloce, non richiede una lettura impegnativa (sono scomparsi gli scavi psicologici, le lunghe descrizioni, le soste riflessive della letteratura di una volta,"lussi" riservati oggi ai romanzi di nicchia); è avida di realtà, ma al tempo stesso, propone letture di evasione; tende al successo commerciale, anche mediante effetti speciali e la costruzione dell'autore-personaggio; appare "genericamente" mescidata (romanzo storico-giallo, romanzo-pamphlet, romanzo-trattato) e ibridata con linguaggi non letterari (testi giornalistici e settoriali, nuovi media, serial televisivi); è gestita da associazioni, legate all'editoria e sovente al mondo dello spettacolo.
Ore 18. Raum 4.59, Humboldt-Universität zu Berlin, Institut für Romanistik, Dorotheenstraße 65 (Berlin-Mitte).

Berlino: Una vita difficile
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Commedia all'italiana", proiezione del film di Dino Risi con Alberto Sordi.
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2, Berlin-Tiergarten.

Düsseldorf: Fabrizio Cammarata
Concerto del cantante palermitano. Vedi il 17.05. Ingresso libero.
Ore 20.30. Zakk, Fichtenstraße 40.

Hannover: Dal brigantaggio alla mafia. Die Entwicklung des organisierten Verbrechens aus dem Banditentum in Italien und Europa
Conferenza del Dott. Enzo Ciconte, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Hannover.
Ore 19. Theatermuseum im Schauspielhaus, Vortragssaal, Prinzenstr. 9.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente. 

Riconoscimento titoli di studio in Germania: è attivo un nuovo sportello di consulenza in italiano
È attivo a Berlino il nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung, per il riconoscimento dei titoli di studio o qualifiche italiane (e straniere) in Germania, parte di IQ Landesnetzwerk Berlin. Nell'aprile 2012 è entrata in vigore la “Legge per il miglioramento dell'individuazione e del riconoscimento delle qualifiche professionali acquisite all'estero”, chiamata anche, in tedesco, Anerkennungsgesetz. Nel caso si abbia un titolo di studio o una qualificazione conseguita all'estero e si voglia lavorare in Germania, è consigliabile - o in molti casi obbligatorio - far riconoscere la propria qualifica professionale in Germania attraverso un processo di equiparazione con una qualifica professionale tedesca comparabile. Oggi la richiesta di riconoscimento per chiunque abbia un titolo di studio o una qualifica conseguita in Italia è diventata più semplice, grazie ad un nuovo sportello di consulenza gratuita in italiano offerto da La Red – Vernetzung und Integration e.V. all'interno di IQ Landesnetzwerk Berlin come parte del programma „Integration durch Qualifizierung (IQ)“, finanziato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales e dal Fondo sociale europeo.
La consulenza è gratuita ed è possibile anche nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, polacco, spagnolo e tedesco.

Tutte le informazioni sono pubblicate al sito:

www.la-red.eu/riconoscimento-titoli/
www.berlin.netzwerk-iq.de

CONCORSI

Racconto d'autore
Per la XIX edizione del bando letterario "Racconto d'autore" dell'Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, gli studenti dei Licei del Baden-Württemberg, della Renania-Palatinato e del Saarland si cimenteranno nella scrittura di un testo nel quale potranno esprimere la loro "visione" dell'Europa. Il giovane autore italiano Nicola H. Cosentino, vincitore del Premio Brancati 2018, fornirà gli spunti che daranno la possibilità ai partecipanti di esprimere le proprie idee e impressioni sui valori europei. Il bando di concorso si può scaricare dalla pagina dell'Istituto italiano di cultura di Stoccarda.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
Lo sportello psicologico del centro culturale Mondo Aperto è attivo ogni lunedì dalle ore 9.00 alle ore 16.00.
Mondoaperto, Zugweg 22.

MOSTRE

Amburgo: La villa veneta
Il progetto fotografico di Vincenzo Ciccarello (Associazione Arteficiolinea) esplora la Villa Veneta come oggetto simbolico, che dalla destinazione d'uso originale nel tempo può aver confermato, adattato, rinnovato le sue funzioni originali, dando nuova linfa vitale all'edificio ed al contesto territoriale in cui esso è collocato. Le immagini raccontano l'uso attuale di 19 ville tra le più importanti del Veneto che coprono un arco temporale che si estende dal 1500 ai giorni nostri. Il percorso fotografico raccoglie immagini sulla vita quotidiana in villa, sull'uso attuale, sui fattori che hanno permesso di valorizzare un bene storico e consentirne l'utilizzo in accordo con le esigenze della vita contemporanea. Nato nel 1958, Vincenzo Ciccarello ha iniziato ad occuparsi di fotografia nel 1975, prima come autodidatta e poi partecipando a workshop fotografici con Gianni Berengo Gardin e con il fotografo demoantropologo Franco Bandiera. Dal 1977 al 1982 ha collaborato come giornalista freelance con i periodici mensili "Il Dialogo", e "Consiglio di Fabbrica", fornendo articoli e servizi fotografici. Ha esposto a Milano, Treviso, Ponzano Veneto, Spresiano ed Amburgo, in mostre personali e collettive.
Fino al 7 giugno. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Gemälde von Giovanni Bellini: "Die Darbringung Christi im Tempel"

G. Bellini, "Presentazione di Gesù al tempio"

Berlino: Mantegna e Bellini
La Gemäldegalerie presenta una vasta mostra sulle relazioni tra l’opera di Andrea Mantegna (1431-1506 circa) e quella di Giovanni Bellini (1435-1516 circa). Con circa 100 opere, grazie alla cooperazione degli Staatliche Museen di Berlino con la National Gallery di Londra si mette a confronto per la prima volta l'opera di questi due maestri del Rinascimento italiano. Nel 1452/3 Andrea Mantegna, pittore e incisore attivo a Padova, entrò a far parte della famiglia Bellini, una delle principali famiglie di artisti della vicina Venezia. Le spettacolari invenzioni pittoriche di Mantegna e il suo intenso interesse per l'antichità classica lasciarono un'impressione profonda sul suo presumibilmente più giovane cognato Giovanni Bellini. Durante questo periodo, l'inconfondibile stile pittorico di Bellini influenzò non poco il lavoro di Mantegna. Dopo dieci anni di stretta collaborazione, le loro strade si separarono: nel 1460, Andrea si trasferì a Mantova, dove rimase pittore di corte della famiglia dei Principi Gonzaga fino alla sua morte. Giovanni, invece, trascorse la sua intera carriera artistica a Venezia. Lavorando in ambienti differenti, i loro stili artistici si sono sviluppati in direzioni molto diverse. Tuttavia, il loro lavoro porta chiare tracce di uno scambio che è stato coltivato nel corso dei decenni e che può ancora essere chiaramente percepito.
Fino al 30 giugno. Gemäldegalerie – Staatliche Museen zu Berlin, Matthäikirchplatz.

 Giovanni Bellini: "Christus am Ölberg, um 1465

G. Bellini, "Orazione nell'orto"

Berlino: Bellini padre e figlio
La Gemäldegalerie presenta una serie di dipinti di Jacopo e Giovanni, finora mai esposti e dalla 2. Guerra Mondiale deposti in magazzino. Nel frattempo sono stati analizzati e restaurati. In parte si tratta di frammenti di un'altare o di un arredo; complessivamente il loro stato era molto alterato rispetto a quando lasciarono l'atelier dei Bellini oltre 500 anni fa. Con procedure e tecniche come i raggi x e la riflettografia a raggi infrarossi è stato in gran parte possibile ricostruire il processo della creazione di queste opere.
Fino al 21 luglio. Gemäldegalerie – Staatliche Museen zu Berlin, Matthäikirchplatz.

Berlino: Magie der Stille
24 fotografi espongono le loro opere. Tra loro anche Valentina Murabito che presenta Pantomime, una serie di foto del 2015 che trattano il tema dell'identità.
Fino al 29 maggio. Johanna Brede Photokunst, Fasanenstraße 69.

Berlino: Rom-Berlin. Unscheinbares Europa di Marek Pozniak
Inaugurazione della mostra fotografica con immagini di Roma e Berlino. Le due capitali europee si fondono nelle foto di Pozniak in un'unica immagine su cui appare il Colosseo simbolo di Roma e il Brandeburger Tor, simbolo di Berlino.
Fino al 4 giugno. Istituto italiano di Berlino, Hildebrandstr. 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Segni nello spazio
Mostra con opere di Isabella e Susanna Bellio. Isabella e Susanna Bellio Manera presentano opere d'arte e di design. Entrambe hanno studiato all'Accademia di Venezia con il maestro Emilio Vedova. Verranno esposte alcune opere inedite insieme ad un breve excursus di pezzi di design, che costituiscono una sorta di sfida nei confronti del legno. Le artiste utilizzano infatti legni abbandonati, restituendo loro valore e attenzione grazie ad una manualità ed un fare che hanno storia e radici a Venezia. Si tratta di una serie di sculture che non hanno né volume né forme chiuse, ma manifestano un senso dinamico ed estendono le loro vibrazioni nello spazio in cui sono immerse. Una esposizione in omaggio alla Fiera Art Cologne.
Fino al 21 giugno. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Colonia: You are here
Mostra fotografica con lavori di giovani fotografi che vivono e operano a Colonia. In cooperazione con l'Internationale Photoszene Köln. Saranno esposte opere di Max Dauven, Vera Drebusch, Juliane Herrmann, Marie Köhler, Ludwig Kuffer, Martin Lamberty, Francesca Magistro, Heide Prange, Morgaine Schäfer, Linn Phyllis Seeger, Lucia Tollens, Snezhana von Büdingen und Felix von der Osten.
Fino al 14 luglio. Kölnisches Stadtmuseum, Zeughausstraße 1-3.

Dortmund: Casa Azul
Mostra con opere di Mirella Ventura. La pittrice romana dedica questa mostra a Frida Kahlo e alla sua abitazione "Casa Azul", nella quale visse insieme a Diego Rivera. Mirella Ventura ha ripreso lo stile surrealista dell'artista nei suoi ritratti di donne, che catturano l'immagine di Frida Kahlo e dei colori folcloristici del Messico.
Fino al 9 luglio 2019. Consolato Italiano, Goebenstr. 14.

Francoforte: Tiziano e il Rinascimento a Venezia
La mostra, con oltre 100 capolavori, è dedicata ad uno dei capitoli più significativi della storia dell’arte europea: la pittura veneziana del Rinascimento. All'inizio del 16esimo secolo gli artisti della città lagunare svilupparono una corrente indipendente del Rinascimento, basato su mezzi di espressione strettamente pittorici concentrati sull'effetto della luce e dei colori. Uno dei principali esponenti di questa corrente è Tiziano (ca. 1488/90-1576), che per tutta la sua vita è stato una figura di rilievo dell'arte veneziana. Questa mostra, che propone più di venti opere di questo artista, è la più grande fra tutte quelle allestite fino ad oggi in Germania. Oltre a queste opere la mostra propone dipinti e disegni, tra gli altri, di Giovanni Bellini, Jacopo Palma il Vecchio, Sebastiano del Piombo, Lorenzo Lotto, Jacopo Tintoretto, Jacopo Bassano e Paolo Veronese. Attraverso una serie di otto capitoli tematici, la mostra presenta i principali aspetti che caratterizzano la pittura veneziana del 16esimo secolo. Di questi fanno parte i paesaggi, la rappresentazione ideale di "belle donne" e il significato del colore nell'arte veneziana. Oltre alle opere che appartengono alla collezione del Museo Städel (della quale fa parte il "Ritratto di un giovane uomo", di Tiziano, del 1510), la mostra presenta capolavori provenienti da più di 60 musei tedeschi e stranieri.
Fino al 26 maggio. Museo Städel, Schaumainkai 63.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Lipsia: Leonardo Da Vinci, Raffaello e Michelangelo. I giganti del Rinascimento
Più che di una mostra si tratta di uno show multimediale immersivo, che offre la possibilità di ammirare i capolavori del Rinascimento proiettati su delle superfici enormi. Attraverso la musica si entra quindi in contatto più diretto con le opere.
Fino al 31 luglio. Kunstkraftwerk Leipzig, Saalfelder Str. 8.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Stand: 16.05.2019, 17:50