Live hören
Jetzt läuft: It Runs Through Me von Tom Misch feat. De La Soul

Eventi italiani in Germania

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Samantha Cristoforetti

L'astronauta Samantha Cristoforetti

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire alcuni concerti di artisti italiani o altri eventi di rilievo previsti in Germania per i prossimi mesi.

VENERDÌ 3 MAGGIO

Berlino: Il sorpasso
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Dino Risi (1962), con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak e altri. Il giorno di Ferragosto due occasionali amici, uno studente universitario un po' timido e un quarantenne immaturo, passano assieme la giornata spostandosi con l'auto. Le ore passano veloci in un susseguirsi di episodi tragicomici, fino all'epilogo inatteso e drammatico. Si tratta di un autentico cult movie, tra i pochi che può vantare il cinema italiano del dopoguerra. Un'intuizione geniale è all'origine del film, che può essere definito un road movie: il confronto di due generazioni nel territorio neutro di una giornata di vacanza" (Mymovies). Introduzione di Luigi Reitani. Ulteriore proiezione il 9.5.
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Berlino: Tito e gli alieni
Proiezione del film di Paola Randi (2018). È una commedia fantascientifica italiana indipendente, ambientata in Nevada, sul tema degli alieni. Il film è stato presentato alla 35ª edizione del Torino Film Festival. Il Professore è uno scienziato che vive isolato dal mondo nel deserto del Nevada, accanto all'Area 51. Dovrebbe lavorare ad un progetto segreto per il governo degli Stati Uniti, ma in realtà passa le sue giornate su un divano ad ascoltare il suono dello spazio. Il suo solo contatto con il mondo è Stella, una ragazza che organizza matrimoni per i turisti a caccia di alieni. Ma l'esistenza solitaria del Professore viene rivoluzionata dall'arrivo dei due giovani nipoti da Napoli: Anita, 16 anni, e Tito, 7, che il fratello Fidel gli affida prima di morire. I ragazzi arrivano aspettandosi Las Vegas e invece si ritrovano in mezzo al nulla, nelle mani di uno zio squinternato, in un luogo strano e misterioso dove si dice che vivano gli alieni.
Ore 16:20. Wolf, Weserstr. 59.

Colonia: Samantha Cristoforetti
Nell'ambito della II. Giornata della Ricerca Italiana nel mondo Samantha Cristoforetti inaugura il simposio del Forum accademico italiano. Aviatrice, astronauta e ingegnere, Samantha Cristoforetti è stata la prima donna italiana negli equipaggi dell'Agenzia Spaziale Europea. Tra il 2014 e il 2015 ha fatto parte dell'equipaggio della navetta spaziale Sojus TMA-15M presso la stazione aeronautica internazionale, nella quale è rimasta per più di 6 mesi. Ingresso: Libero
Ore 18.  Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.


Monaco: L'Italia a Monaco 
Prima delle passeggiate in lingua italiana per il centro di Monaco con Gabriella Caiazza, alla ricerca di quanto di italiano si trova nella città. Le passeggiate sono organizzate dal Forum Italia e.V. e dell'Istituto Italiano di Cultura. Chi arriva dall'Italia a Monaco per la prima volta ha spesso l'impressione di avere un déjà-vu: molti edifici gli sembrano familiari, alcuni scorci rimandano a luoghi simili in Italia, persino i nomi di alcune strade sembrano italiani. Non c’è da meravigliarsi: Monaco di Baviera ha sempre avuto un rapporto molto stretto con l'Italia, la sua arte e la sua storia. Le passeggiate durano circa due ore e vengono rinviate in caso di maltempo. Ulteriori passeggiate sono previste per il 7 giugno e il 5 luglio.
Ore 16:30. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

SABATO 4 MAGGIO  

Berlino: Tito e gli alieni
Proiezione del film di Paola Randi (2018), v. 4.5.
Ore 14:30. Lichtblick Kino, Kastanienallee 77.

Berlino: I soliti ignoti
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Mario Monicelli (1958). "Gassman è Peppe, un pugile balbuziente in disarmo, Mastroianni è Tiberio, che bada al pupo mentre la moglie è in prigione, Salvatori è Mario, perditempo bonaccione che si fa mantenere dalle vecchie zie, Murgia è Ferribotte, siciliano geloso della sorella Carmela (Claudia Cardinale), Pisacane è Capannelle, dalla storica fame arretrata. Poi c'è Totò, il "maestro". Si presenta l'occasione per un colpo facile: scassinare una cassaforte in tutta tranquillità, sfondando un sottile muro che divide un'abitazione privata dal monte dei pegni. La "banda" prepara tutto come ha visto fare nei film, usa tutti i mezzi necessari (Gassman all'occorrenza seduce Carla Gravina, anche se poi non servirà), riprende persino (con cinepresa rubata) il luogo del colpo. Alla fine agiscono, aprono porte e sfondano il muro, solo che per un insignificante cambio di mobili si trovano nella cucina dello stesso appartamento" (MyMovies). Ulteriore proiezione l'11.5.
Ore 18. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Berlino: Il vigile
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Luigi Zampa (1960), con Marisa Merlini, Vittorio De Sica, Mario Riva, Alberto Sordi, Sylva Koscina. A forza di raccomandazioni un disoccupato riesce a ottenere un impiego come vigile urbano. Dopo una serie di pasticci, richiamato al dovere dai superiori, multa anche il sindaco. Ma invece di elogi, rischia il posto. Riesce a mantenere l'impiego solo dopo aver fatto le sue scuse al sindaco. Quando vede la macchina di quest'ultimo sfrecciare velocissima, non interviene, la macchina esce di strada e finisce in una scarpata. Ulteriore proiezione il 17.5.
Ore 21. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Düsseldorf: Europa-Tag
Nell'ambito della "19. Giornata Europea di Düsseldorf" stand informativi, musica, quiz e intrattenimenti vari sulla piazza del mercato. Sarà presente con uno stand anche l'associazione Italia Altrove, insieme al Consolato Generale d'Italia a Colonia e altre associazioni culturali italiane.
Ore 11-17. Marktplatz und Rathaus Düsseldorf.

Der Musiker Fabio Macagnino, Studiogast bei WDR Cosmo

Fabio Macagnino

Düsseldorf: Concerto di Fabio Macagnino
Fabio Macagnino è un cantautore, autore e architetto nato e cresciuto in Germania ma calabrese di adozione. Nel suo folk raffinato e poetico usa sonorità ricercate e a volte graffianti. Nel suo album "Candalìa" dedica fra l'altro una canzone a chi lascia l'Italia per la Germania, che con l'influsso del dialetto diventa "Germagna". Macagnino è in Germania per alcuni concerti.
Ore 20. Stadtmuseum Düsseldorf, Berger Allee 2.

Gronau (Westf.): Jakkle!
Concerto open air e gratuito della band italo-berlinese.  La musica dei Jakkle! è un misto infuocato di Swing, Jazz, Blues e Folk. Il repertorio della band si rifa' ai migliori classici della musica italiana: Fred Buscaglione, Paolo Conte, Adriano Celentano e Vinicio Capossela si incontrano per dare vita a un viaggio musicale che parte dagli anni '50 fino ad oggi. le! Spaghetti-Swing, Folk, Jazz u. Blues.
Ore 11. Bühne Heuss-Platz.

DOMENICA 5 MAGGIO

Berlino: Babylon Berlin
Babylon Europa è un festival a cui parteciperanno più di 20 istituti culturali europei. Ognuno di essi presenterà una parte della propria cultura, al fine di celebrare insieme l'Europa: un progetto in costruzione che non finirà mai. Babylon Europa è un progetto di EUNIC Berlin, la rete degli istituti culturali europei, ed è finanziato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Berlino.
Ore 17.30: Tipi am Kanzleramt, Große Querallee.

Berlino: Mafioso
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Alberto Lattuada (1962). Il siciliano Antonio (Alberto Sordi) è riuscito a tenersi fuori dal giro mafioso del suo paese, a trasferirsi al nord, a trovareun ottimo impiego e una bella moglie milanese. Le ferie, naturalmente, va a trascorrerle in Sicilia ed è appunto in una  di  queste occasioni che la  mafia  lo costringe a compiere un delitto. L'alternativa è rinunciare alla sua tranquillità. Antonio è costretto ad accettare di essere spedito in America, chiuso in un baule. Compiuta la "missione", torna in Italia" (MyMovies).
Ulteriore proiezione il 7.5.
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Berlino: Tito e gli alieni
Proiezione del film di Paola Randi (2018), v. 4.5.
Ore 16:20. Wolf, Weserstr. 59.

Wolfsburg:  La nuova vita
Spettacolo teatrale e musicale della Compagnia Animazione 90, ispirato al libro di Margherita Carbonaro "La vita è qui". "La nuova vita" tematizza la storia degli italiani che sei decenni fa arrivarono in Germania e furono considerati stranieri, al pari dei nuovi arrivati di oggi. Il passato si ricollega quindi al presente, offrendo spunti di riflessione, ma anche di speranza e di allegria. In italiano con sovratitoli in tedesco.
Ore 20. Scharoun Theater,  Klieverhagen 50.

LUNEDÌ 6 MAGGIO 

Amburgo: Emanuele Altissimo
Incontro con l'autore Emanuele Altissimo, che presenta il suo debutto letterario, "Luce rubata al giorno", pubblicato da Bompiani nel gennaio 2019 e candidato al Premio Strega. Il romanzo racconta di due fratelli, Diego e Olmo, che hanno perso entrambi i genitori in un incidente, e dell'estate che trascorrono in montagna col nonno.  Olmo capisce che il fratello maggiore sta scivolando nella follia e proverà col nonno in tutti i modi ad aiutarlo, spesso senza risultato. Moderazione e traduzione Francesca Bravi. Ingresso libero.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Erri De Luca
Incontro con lo scrittore napoletano, che presenta il suo nuovo romanzo, "La natura esposta" (Feltrinelli 2016), di recente uscito nella traduzione tedesca col titolo "Den Himmel finden" (List Verlag). Un restauratore  viene incaricato di "svestire" e restituire la nudità a una statua di Gesù di grandezza umana, poiché alla statua di marmo era stato a posteriori aggiunto un grembiule. Il restauratore, uomo non particolarmente credente, è sempre più perplesso e cercherà risposte alle molte domande sui limiti della vita e dell'arte nella religione. Erri De Luca, nato a Napoli nel 1950, prima di diventare un autore di successo ha svolto diversi mestieri. L'esordio di Erri De Luca come scrittore avviene nel 1989, quando, all'età di 40 anni, pubblica il suo primo libro, Non ora, non qui, in cui rievoca gli anni dell'infanzia trascorsa nella sua Napoli. Da quel momento De Luca pubblica, sempre con successo, opere di narrativa che saranno tradotte in oltre 30 lingue. In lingua italiana e tedesca con traduzione consecutiva. Moderazione: Annette Kopetzki
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 2.

Berlino: Il boom
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Vittorio De Sica (1963), con Alberto Sordi. "Roma primi anni Sessanta. Giovanni Alberti cerca di fare l'imprenditore edile senza avere capitali, e si trova in grandi difficoltà. I suoi amici sono tutti costruttori e hanno un tenore di vita che Giovanni non può sostenere. Quando chiede prestiti gli altri fanno orecchie da mercante. Giovanni deve ridimensionarsi e la moglie, abituata all'agiatezza, non capisce, in sostanza lo lascia. Giovanni incontra la moglie, non giovane, di un grande costruttore. Questa, ammiccante, gli dà un appuntamento. Ma la ragione non è quella che Giovanni immaginava: la donna gli chiede se sarebbe disposto a vendere un occhio al marito, che lo aveva perso in un incidente. Giovanni dapprima è furioso, ma poi capisce di non aver altra scelta. Con l'anticipo dei duecento milioni pattuiti dà una grande festa, per l'invidia di tutti, e sana i suoi debiti. La moglie torna a casa e tutto va a posto. Adesso però c'è da vendere l'occhio. In clinica Giovanni è terrorizzato, cerca di scappare ma viene ripreso. Non potrà proprio sottrarsi" (MyMovies).
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Colonia: Concerto di Fabio Macagnino
Vedi l'evento del 4 maggio
Ore 19. Istituto di Cultura, Universitätsstr. 81.

Monaco: Genova e la Liguria
Serata con Massimo De Angelis dedicata a questa regione di grande richiamo turistico per le sue bellezze naturali ed artistiche e alla sua cucina.  Organizza il Forum Italia e.V.
Ore 18. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8

MARTEDÌ 7 MAGGIO 

Berlino: Mafioso
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Alberto Lattuada (v  5.5.)
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Berlino:  Danza per bambini
Corso di danza creativa "Eltern-Kind" con Valentina Tonelli per bambini da un anno e mezzo. (Lezione di prova gratuita con prenotazione obbligatoria). Tutti i martedì e giovedì dalle 16:15 alle 17.
Ore 16:15. Begegnungszentrum Aufatmen, Schottstraße 2.

Berlino: Musica per bambini
Corso di musica per bambini (2-4 anni) con Silvia Dallera. Tutti i martedì, dalle 17:15 alle 18:15
Ore 17:15. Freizeitzentrum Upsala, Upsalaer Str. 6.

Colonia: Erri De Luca
Incontro con lo scrittore napoletano (v. 6.5.). Ingresso libero.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

MERCOLEDÌ 8 MAGGIO 

Berlino: Lo spazio delle mamme
Incontri aperti settimanali al femminile con la psicologa Silvia Bonapace tra donne, madri e professioniste, aperto, spontaneo e non giudicante, per scambio di esperienze, informazioni ed idee. Tutti i mercoledì, dalle 11 alle 13:30.
Ore 11. Bayouma Haus, Frankfurter Allee 110.

Berlino: Benvenuti a Berlino
Nuovi imprenditori e liberi professionisti: Serie di incontri informativi per informare i nuovi arrivati sui primi passi da compiere per integrarsi all'interno del sistema tedesco. Ingresso libero, iscrizione obbligatoria.
Ore 18.  Ambasciata d'Italia, Tiergartenstrasse 22.

Berlino: Il magnifico cornuto
Nell'ambito della rassegna "Commedia all'italiana" proiezione del film di Antonio Pietrangeli (1964). Con Gian Maria Volonté, Claudia Cardinale, Ugo Tognazzi. "Andrea Artusi (Tognazzi), dopo aver sperimentato con un'amante la facilità con cui una moglie può tradire il marito, comincia ad essere assillato dal fatto che anche sua moglie Maria Grazia (Cardinale) possa essergli infedele. La sua ossessione esaspera la donna a tal punto che, pur essendo fedele, rivela al marito il nome del presunto amante. Andrea, furioso, si precipita alla ricerca dell'adultero e rimane ferito in un incidente d'auto. Ricondotto a casa, l'uomo avrà superato la sua ossessione, ma proprio allora la moglie inizierà a tradirlo, intrecciando una relazione con il medico."
Ore 20. Kino Arsenal, Potsdamer Str. 2.

Leonardo da Vinci

Una celebre immagine di Leonardo da Vinci

Berlino: Leonardo
"Der Seher: Visionen von Leonardo", un progetto multimediale di e con Andrea Centazzo. "Leonardo era un uomo che si era risvegliato troppo presto dalle tenebre, mentre tutti gli altri ancora dormivano" (Sigmund Freud). Non c'è quasi artista che meriti più di Leonardo la definizione di genio. Alcuni lo considerano alla stregua di un visionario, poiché già 500 anni fa ha intuito e previsto cose che sono diventate realtà solo nel secolo scorso. Lo show multimediale unisce immagini di disegni e dipinti di Leonardo, foto realizzate in Toscana e scene di fantasia.  La musica riprende elementi del Rinascimento, campionati e riorchestrati con l'ausilio del computer. Le sei parti dello show tematizzano il luogo natale di Leonardo, l'acqua come la fonte di energia più rilevante della sua epoca, i suoi esperimenti anatomici, il tamburo meccanico da lui inventato, le sue macchine da guerra e le sue macchine volanti. Andrea Centazzo è cittadino degli USA ed è percussionista e compositore. Il suo spettro musicale spazia dal jazz creativo alla musica d'improvvisazione fino a quella minimalista.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 2.

Colonia: Machiavelli
Tra declino e Rinascimento: 550 anni di Machiavelli. Conferenza del Prof. Tilman Mayer, Università di Bonn. Quando si parla di Niccolò Machiavelli ci si riferisce sempre all'epoca in cui scrisse, il Rinascimento. Questa Rinascita ha un ruolo politico molto importante anche nella sua opera letteraria. Nel corso della conferenza, che avrà luogo esattamente 5 giorni dopo il suo 550esimo compleanno, si cercherà di di interpretare la sua opera letteraria tenendo conto della società, del tempo e della cultura dell'epoca di Machiavelli. Una manifestazione degli Amici dell'Istituto Italiano di Cultura. Ingresso libero.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Universitätsstr. 81.

GIOVEDÌ 9 MAGGIO  

Amburgo: Venezia
Venezia tra Ottocento e Novecento, una città e il suo volto: Conferenza della ricercatrice Alessandra Ferrighi (Università Iuav di Venezia), nell'ambito del ciclo Archeologia industriale/Rigenerazione urbana e del Hamburger Architektur Sommer 2019 (in italiano con traduzione simultanea). Ingresso libero. La storia della città di Venezia cambia con la caduta della Repubblica nel 1797 per mano dei francesi. Muta non solo dal punto di vista politico, amministrativo e sociale, ma anche nella sua struttura urbana, nelle sue architetture. In questo processo Venezia, guidata verso la sua modernizzazione, accoglie nuove aree urbane, nuove infrastrutture. I temi che si vogliono affrontare riguardano gli aspetti del rinnovamento e delle trasformazioni nell'Ottocento e nei primi del Novecento, i meno conosciuti di Venezia.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Danza per bambini
Corso di danza creativa "Eltern-Kind" con Valentina Tonelli  (v. 7.5.)
Ore 16:15. Begegnungszentrum Aufatmen, Schottstraße 2.

Berlino: Stefano Ronchi Blues Band
Concerto del chitarrista e cantante blues genovese con la sua band berlinese.
Ore 21. Yorckschlösschen, Yorckstr. 15.

Bonn: Terraferma
Nell'ambito della rassegna cinematografica "Storie di migrazioni italiane", proiezione del film di Emanuele Crialese ( I/F 2011) in italiano con sottotitoli in tedesco. Ambientato nella piccola isola siciliana di Linosa, il film racconta la vita dei suoi abitanti, legata oramai più al turismo che alla pesca, e che comincia a risentire dei ripetuti sbarchi di clandestini. L'incontro con i rifugiati africani provoca in una famiglia locale comportamenti diversi e opposti, oscillanti tra rifiuto e solidarietà. 
Ore 20. Bonner Kinemathek, Kreuzstr. 16.

Monaco: Massimo Zamboni
Incontro con Massimo Zamboni, ex chitarrista dei CCCP/CSI, probabilmente la band italiana più importante degli anni '80 e '90. L'incontro con Zamboni prende origine dall'idea di raccontare il 25 aprile (data cui Zamboni e i CCCP/CSI sono stati molto legati nel loro percorso musicale) attraverso il libro "L'eco di uno sparo" (Einaudi, 2015), che narra la storia di Ulisse Zamboni, il nonno fascista, ucciso dei partigiani nel 1944: un nonno di cui Massimo, per molti anni, non sa praticamente nulla, prima che nove anni di ricerche sull'origine di quegli spari non gli facciano seguire "la loro eco lungo un paio di secoli". Nell'estate del 1981 Massimo Zamboni lascia Reggio Emilia in autostop in direzione Berlino: non lo sa ancora, ma in quella città, "un mix incredibile di fragilità e intensità", scoprirà come prendere in mano la propria vita. "Nessuna voce dentro" (Einaudi 2017) racconta quell'estate berlinese. In collaborazione con: Forum Italia e.V. Ingresso : Libero
Ore 18:30.  Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente. 

CONCORSI

Racconto d'autore
Per la XIX edizione del bando letterario "Racconto d'autore" dell'Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, gli studenti dei Licei del Baden-Württemberg, della Renania-Palatinato e del Saarland si cimenteranno nella scrittura di un testo nel quale potranno esprimere la loro "visione" dell'Europa. Il giovane autore italiano Nicola H. Cosentino, vincitore del Premio Brancati 2018, fornirà gli spunti che daranno la possibilità ai partecipanti di esprimere le proprie idee e impressioni sui valori europei. Il bando di concorso si può scaricare dalla pagina dell'Istituto italiano di cultura di Stoccarda.

SERVIZI

Colonia: Sportello psicologico
Lo sportello psicologico del centro culturale Mondo Aperto è attivo ogni lunedì dalle ore 9.00 alle ore 16.00.
Mondoaperto, Zugweg 22.

MOSTRE

Amburgo: La Villa Veneta dalla tradizione alla contemporaneità
Apertura della mostra con fotografie sulle ville venete di Vincenzo Ciccarello. Il progetto fotografico di Vincenzo Ciccarello (Associazione Arteficiolinea) racconta l'uso attuale di 19 ville tra le più importanti del Veneto che coprono un arco temporale che si estende dal 1500 ai giorni nostri. Il percorso fotografico raccoglie immagini sulla vita quotidiana in villa, sull'uso attuale, sui fattori che hanno permesso di valorizzare un bene storico e consentirne l'utilizzo in accordo con le esigenze della vita contemporanea. Inaugurazione: 9.5. ore 19, con la conferenza "Venezia tra Ottocento e Novecento, una città e il suo volto" di Alessandra Ferrighi.
Fino al 7 giugno 2019. Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Amburgo: Tesori di pietra, rocche di tufo e boschi incantati. Un percorso per immagini alla scoperta della Tuscia viterbese
Mostra fotografica di Angelo Pagliari. Panorami unici, speroni di roccia traforati dall'acqua, profondi valloni ombrosi, laghi cristallini, borghi medievali che sfidano la natura, tutto questo e altro ancora è la Tuscia Viterbese, un invito a percorrerla insieme attraverso alcune immagini. Da ovest, con il mare della costa tirrenica, su cui si affacciano Tarquinia e le distese maremmane di Tuscania, al centro colline boscose, pianori di tufo e profondi valloni, le riserve naturali del lago di Vico, nel cuore dei Monti Cimini, un museo vivente di flora e di botanica, paesaggi e scorci davvero inediti borghi dalle ardite architetture medievali, suggestivamente arroccati su alti speroni di roccia. Blera, Bomarzo, poi più a monte Bolsena con il suo lago, il più grande lago vulcanico d'Europa. La vista che si offre da una delle balconate panoramiche presenti nei numerosi paesi della Tuscia che vi si affacciano, come Soriano nel Cimino, Bomarzo e Orte è unica.
Fino al 3 maggio. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Gemälde von Giovanni Bellini: "Die Darbringung Christi im Tempel"

G. Bellini, "Presentazione di Gesù al tempio"

Berlino: Mantegna e Bellini
La Gemäldegalerie presenta una vasta mostra sulle relazioni tra l’opera di Andrea Mantegna (1431-1506 circa) e quella di Giovanni Bellini (1435-1516 circa). Con circa 100 opere, grazie alla cooperazione degli Staatliche Museen di Berlino con la National Gallery di Londra si mette a confronto per la prima volta l'opera di questi due maestri del Rinascimento italiano. Nel 1452/3 Andrea Mantegna, pittore e incisore attivo a Padova, entrò a far parte della famiglia Bellini, una delle principali famiglie di artisti della vicina Venezia. Le spettacolari invenzioni pittoriche di Mantegna e il suo intenso interesse per l'antichità classica lasciarono un'impressione profonda sul suo presumibilmente più giovane cognato Giovanni Bellini. Durante questo periodo, l'inconfondibile stile pittorico di Bellini influenzò non poco il lavoro di Mantegna. Dopo dieci anni di stretta collaborazione, le loro strade si separarono: nel 1460, Andrea si trasferì a Mantova, dove rimase pittore di corte della famiglia dei Principi Gonzaga fino alla sua morte. Giovanni, invece, trascorse la sua intera carriera artistica a Venezia. Lavorando in ambienti differenti, i loro stili artistici si sono sviluppati in direzioni molto diverse. Tuttavia, il loro lavoro porta chiare tracce di uno scambio che è stato coltivato nel corso dei decenni e che può ancora essere chiaramente percepito.
Fino al 30 giugno. Gemäldegalerie – Staatliche Museen zu Berlin, Matthäikirchplatz.

 Giovanni Bellini: "Christus am Ölberg, um 1465

G. Bellini, "Orazione nell'orto"

Berlino: Bellini padre e figlio
La Gemäldegalerie presenta una serie di dipinti di Jacopo e Giovanni, finora mai esposti e dalla 2. Guerra Mondiale deposti in magazzino. Nel frattempo sono stati analizzati e restaurati. In parte si tratta di frammenti di un'altare o di un arredo; complessivamente il loro stato era molto alterato rispetto a quando lasciarono l'atelier dei Bellini oltre 500 anni fa. Con procedure e tecniche come i raggi x e la riflettografia a raggi infrarossi è stato in gran parte possibile ricostruire il processo della creazione di queste opere.
Fino al 21 luglio. Gemäldegalerie – Staatliche Museen zu Berlin, Matthäikirchplatz.

Berlino: Magie der Stille
24 fotografi espongono le loro opere. Tra loro anche Valentina Murabito che presenta Pantomime, una serie di foto del 2015 che trattano il tema dell'identità.
Fino al 29 maggio. Johanna Brede Photokunst, Fasanenstraße 69.

Bochum: Mario Nigro
Il Kunstmuseum di Bochum presenta una retrospettiva dell'artista italiano Mario Nigro (Pistoia 1917 - Livorno 1992), uno dei protagonisti dell'arte italiana del '900, con opere dal 1948 al 1992. Oltre alle opere già esposte alla Mostra internazionale Biennale di Venezia, saranno visibili anche alcune opere tratte dal ciclo degli "Spazi Totali" (anni 1950). La mostra termina con opere degli ultimi cicli "Orme", "Meditazioni" e "Strutture" degli anni 1980 e 1990. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo monografico trilingue che documenta tutto il percorso creativo dell'artista.
Fino al 12 maggio. Kunstmuseum, Kortumstr. 147.

Berlino: Rom-Berlin. Unscheinbares Europa di Marek Pozniak
Inaugurazione della mostra fotografica con immagini di Roma e Berlino. Le due capitali europee si fondono nelle foto di Pozniak in un'unica immagine su cui appare il Colosseo simbolo di Roma e il Brandeburger Tor, simbolo di Berlino.
Fino al 4 giugno. Istituto italiano di Berlino, Hildebrandstr. 2.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l'interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Colonia: Segni nello spazio
Mostra con opere di Isabella e Susanna Bellio. Isabella e Susanna Bellio Manera presentano opere d'arte e di design. Entrambe hanno studiato all'Accademia di Venezia con il maestro Emilio Vedova. Verranno esposte alcune opere inedite insieme ad un breve excursus di pezzi di design, che costituiscono una sorta di sfida nei confronti del legno. Le artiste utilizzano infatti legni abbandonati, restituendo loro valore e attenzione grazie ad una manualità ed un fare che hanno storia e radici a Venezia. Si tratta di una serie di sculture che non hanno né volume né forme chiuse, ma manifestano un senso dinamico ed estendono le loro vibrazioni nello spazio in cui sono immerse. Una esposizione in omaggio alla Fiera Art Cologne.
Fino al 21 giugno. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Dortmund: Casa Azul
Mostra con opere di Mirella Ventura. La pittrice romana dedica questa mostra a Frida Kahlo e alla sua abitazione "Casa Azul", nella quale visse insieme a Diego Rivera. Mirella Ventura ha ripreso lo stile surrealista dell'artista nei suoi ritratti di donne, che catturano l'immagine di Frida Kahlo e dei colori folcloristici del Messico.
Fino al 9 luglio 2019. Consolato Italiano, Goebenstr. 14.

Francoforte: Tiziano e il Rinascimento a Venezia
La mostra, con oltre 100 capolavori, è dedicata ad uno dei capitoli più significativi della storia dell’arte europea: la pittura veneziana del Rinascimento. All'inizio del 16esimo secolo gli artisti della città lagunare svilupparono una corrente indipendente del Rinascimento, basato su mezzi di espressione strettamente pittorici concentrati sull'effetto della luce e dei colori. Uno dei principali esponenti di questa corrente è Tiziano (ca. 1488/90-1576), che per tutta la sua vita è stato una figura di rilievo dell'arte veneziana. Questa mostra, che propone più di venti opere di questo artista, è la più grande fra tutte quelle allestite fino ad oggi in Germania. Oltre a queste opere la mostra propone dipinti e disegni, tra gli altri, di Giovanni Bellini, Jacopo Palma il Vecchio, Sebastiano del Piombo, Lorenzo Lotto, Jacopo Tintoretto, Jacopo Bassano e Paolo Veronese. Attraverso una serie di otto capitoli tematici, la mostra presenta i principali aspetti che caratterizzano la pittura veneziana del 16esimo secolo. Di questi fanno parte i paesaggi, la rappresentazione ideale di "belle donne" e il significato del colore nell'arte veneziana. Oltre alle opere che appartengono alla collezione del Museo Städel (della quale fa parte il "Ritratto di un giovane uomo", di Tiziano, del 1510), la mostra presenta capolavori provenienti da più di 60 musei tedeschi e stranieri.
Fino al 26 maggio. Museo Städel, Schaumainkai 63.

Heidelberg: Matera, capitale europea della cultura
Mostra fotografica di Gaetano Plasmati. Fotografo professionista di reportage; nato a Matera, dove fa base tra un viaggio e l'altro, innamorato della sua terra, alla quale ha dedicato il libro fotografico "Basilicata, terra di mezzo". La piccola mostra fotografica presenta paesaggi, paesi e feste popolari della Basilicata e anticipa la conferenza che si terrà nel semestre invernale.
Fino al 29 novembre. Romanisches Seminar, Seminarstr. 3.

Lipsia: Leonardo Da Vinci, Raffaello e Michelangelo. I giganti del Rinascimento
Più che di una mostra si tratta di uno show multimediale immersivo, che offre la possibilità di ammirare i capolavori del Rinascimento proiettati su delle superfici enormi. Attraverso la musica si entra quindi in contatto più diretto con le opere.
Fino al 31 luglio. Kunstkraftwerk Leipzig, Saalfelder Str. 8.

Monaco: Il graphic novel italiano
Il graphic novel italiano ha conosciuto negli ultimi vent'anni una straordinaria crescita di nuovi talenti, alcuni dei quali sono già dei maestri riconosciuti, come Gipi e Zerocalcare. La mostra presenta il lavoro di Vittorio Giardino, Franco Matticchio e Tuono Pettinato, che rappresentano tre aspetti diversi ma complementari di un fumetto italiano capace di giocare un ruolo da assoluto protagonista sulla scena internazionale. Uno dei fenomeni di maggior rilievo della scena culturale italiana del nuovo millennio nel suo rapporto con la lunga tradizione del fumetto.
Fino al 3 maggio.Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Stand: 02.05.2019, 17:50