Live hören
Jetzt läuft: Archangel von Burial

Eventi italiani in Germania

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Film "Il cratere"

Dal film "Il cratere" di Silvia Luzi e Luca Bellino

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire i concerti di artisti italiani in Germania annunciati per i prossimi mesi.

VENERDÌ 22 FEBBRAIO

Berlino: Senza confini
Presentazione del libro di Francesca Cogni e Andrea Staid. Senza confini è una etnographic novel che unisce la ricerca antropologica con il racconto scritto e disegnato, nata dall'esigenza di dare uno sguardo nuovo alle storie del nomadismo contemporaneo e all'esperienza vissuta dai migranti del nuovo millennio. Francesca Cogni è filmmaker e disegnatrice. La sua ricerca è da anni focalizzata su migrazioni, lingue, meticciato. Andrea Staid è docente di Antropologia culturale e visuale presso la Naba, dirige per Meltemi la collana Biblioteca /Antropologia. Per Milieu edizioni ha scritto I dannati della metropoli e Gli arditi del popolo, Abitare illegale e Le nostre braccia. È autore anche del saggio Contro la gerarchia e il dominio. I suoi libri sono tradotti, in Grecia, Germania e Spagna, e adottati in varie facoltà universitarie.
Ore 19.30. Mondolibro, Torstr. 159. 

Colonia: It's a Magma party!
Festa per il tesseramento del neonata associazione Magma e.V. con l'esclusivo concerto della rocker australiana Brigitte Handley (Dark Shadows) e con il DJ set. Ingresso gratuito.
Ore 20.30. Mongogo, Severinswall 39.

Berlino: Deportati italiani
Lettura dalla nuova documentazione "Deportati italiani a Berlino e nel Brandeburgo 1943-45" volume III degli autori Bodo Förster e Gianfranco Ceccanei. In questo volume si parla del massacro di ebrei, tra cui ragazzi italiani in prevalenza romani, avvenuto il 2 febbraio 1945 nel KZ Lieberose, lager adiacente a Sachsenhausen. Di questo massacro si sa ben poco, è una triste e recente scoperta degli autori del libro.
Ore 20.30. Volkhochschule Charlottenburg, Pestalozzistr. 40-41.

Stoccarda: Del perduto amore
Film di Michele Placido (1998). Introduzione in italiano: Dr. Rossana Lucchesi. La Basilicata arcaica e maestosa ha offerto spesso fonte d'ispirazione a registi italiani e stranieri che vi hanno ambientato storie diverse nelle.quali però il paesaggio conquista sempre un ruolo di primo piano. Alla fine degli Anni '50, la giovane comunista Liliana, in lotta per l'emancipazione delle donne nel suo paesino lucano, fonda una scuola ed entra in conflitto con la mentalità dominante dei suoi paesani e dei suoi compagni di partito. Non avrà vita facile ma lascerà un segno profondo in coloro che seguirono il suo sogno.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Kolbstr. 6.

Wetzlar: Made in Italy
Proiezione del film di Luciano Ligabue, 2018, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Mittelhessen e.V.
Ore 19. Phantastische Bibliothek, Turmstr. 20.

SABATO 23 FEBBRAIO

Berlino: Magie der Stille

24 fotografi espongono le loro opere. Tra loro anche Valentina Murabito che presenta Pantomime, una serie di foto del 2015 che hanno come tema l'identità.
Fino al 29 maggio. Johanna Brede Photokunst, Fasanenstraße 69.

Berlino: Carnevale
Evento per bambini da 6 a 12 anni. Eva Spagna ci racconterà, come si festeggia il carnevale in Italia: quali costumi, quale feste nelle vari regioni e province tra carri e sfilate? Cosa si mangia dove: castagnole, fritole, chiacchiere?
Ore 11. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Colonia: E lucevan le stelle
Presentazione del libro di Elisa Occhipinti, nell'ambito degli incontri letterari.
Ore 18.30. Mondoaperto, Zugweg 22.

Düsseldorf: Attacca il tuo carro ad una stella
Mostra in occasione del 500esimo anniversario della morte di da Vinci. Al centro dell'anno del giubileo di Leonardo vi è una mostra in occasione del 500esimo anniversario della morte di da Vinci. I 14 oggetti in esposizione sono stati creati a partire da modelli di Leonardo da studenti del corso Master della FH Bielefeld. Insieme ai modelli di Leonardo da Vinci, due artisti provenienti dalle città partner di Düsseldorf, Beatrix Sassen e Daniele Franzella di Palermo entrano in un dialogo creando ognuno una scultura presentate insieme nella sala espositiva del municipio della capitale del Nordreno-Westfalia. Questa azione artistica nasce con l'intento di costruire un ponte attraverso i secoli e tra le due città di Palermo e Düsseldorf. Qual'è la visione di Leonardo da parte di un'artista tedesca rispetto a quello di un artista palermitano? Quale ispirazione ne risulta per il presente?
All'inaugurazione della mostra sono invitati i sindaci di Düsseldorf e di Palermo.
Ore 11. Rathaus, Marktplatz 2.

Hannover: Le orecchiette di mia suocera
Corso di cucina di Patrizia Rossetti, Braunschweig, organizzato dalla Deutsch-Italienische Kulturgesellschaft e.V. Hannover.
Dalle 11 alle 16. Ev. Familienbildungsstätte, Archivstraße 3.

DOMENICA 24 FEBBRAIO

Berlino: I villani
Nell'ambito della rassegna "Cinemaperitivo", proiezione del film di Daniele De Michele. Al termine dibattito col regista.
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Dortmund: E lucevan le stelle
Presentazione del libro di Elisa Occhipinti, organizzata dall'Italienverein, Zentrum für Sprach- und Kulturvermittlung e.V.
Ore 17. Italienverein, Immermannstr. 29.

Düsseldorf: visita guidata in italiano alla Kunstsammlung K20
La mostra "museo globale" nel museo K20 si concentra su esempi selezionati di modernità transculturale che vanno oltre il canone "occidentale". Con microstorie provenienti dal Giappone, dalla Georgia, dal Brasile, dal Messico, dall'India, dal Libano o dalla Nigeria (1910-1960), il museo non solo mette in discussione una storia dell'arte eurocentrica, ma anche le sue stesse prospettive. Prologo del complesso progetto espositivo è la presentazione "Paul Klee - A Collection on the Road". La raccolta di 88 opere di Paul Klee, artista che venne diffamato dai nazionalsocialisti come "degenerato", costituisce il fulcro della collezione d'arte permanente del museo. Al centro di questa esposizione vi è il viaggio culturalmente e politicamente motivato che ha portato la collezione Klee in quasi 40 località in tutto il mondo tra il 1966 e il 1985. I posti per la visita sono esauriti, è necessario mettersi in lista d'attesa. La visita è organizzata dall'associazione Italia altrove e.V.
Ore 15. Kunstsammlung NRW - K20,Grabbeplatz 5.

LUNEDÌ 25 FEBBRAIO

Berlino: Milano Leonardo 500
Presentazione del palinsesto di iniziative della città di Milano. Intervengono: Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura - Comune di Milano; Claudio A. M. Salsi, Direttore Settore Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici del Comune di Milano. "Milano e Leonardo". Un connubio che va ben oltre il palinsesto di iniziative che la città di Milano dedica al cinquecentenario della morte del genio più eclettico della storia. Nessun’altra città ha avuto il privilegio di una presenza così lunga e così feconda. Un legame durato circa vent'anni, durante la sua età matura, mentre Leonardo stava esplorando tutti i campi del sapere ed era in grado di offrire al duca Ludovico il Moro il meglio della sua capacità creativa. Molte le tracce della sua attività a Milano: dal sistema di navigazione dei Navigli lombardi al Cenacolo nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie, dal Ritratto di Musico all'invenzione grafica e pittorica della Sala delle Asse al Castello Sforzesco, che sarà straordinariamente riaperta al pubblico dopo una lunga sessione di studi e restauri proprio il 2 maggio 2019, a 500 anni esatti dalla morte di Leonardo ad Amboise.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura Berlino, Hildebrandstr. 2.

Colonia: La vita è segno
Inaugurazione della mostra in presenza di Salvo Bitonti, direttore dell'Accademia Albertina di Torino. L'Accademia Albertina, così chiamata in omaggio a Carlo Alberto di Savoia, è una delle più antiche Accademie artistiche d'Italia che ha una lunga tradizione nel porre, nella sua formazione, particolare attenzione all'arte della grafica e dell'incisione. L'odierna Scuola di Grafica d'arte dell'Accademia Albertina è considerata una delle più importanti d'Italia. Al centro della mostra di giovani artisti curata dal prof. Franco Fanelli vi sono le due principali tecniche di grafica, la xilografia e la calcografia. Vengono presentati i lavori di 24 artisti dell'Accademia torinese.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: No' si volta chi a stella è fisso
Studenti dell'Università Heinrich-Heine leggono testi scelti tra cui novelle, lettere e osservazioni filosofiche di Leonardo da Vinci. Luciano Marziali (chitarra) esegue musiche rinascimentali.
Ore 18.30. Haus der Universität, Schadowplatz 14.

Stoccarda: Eros Ramazzotti
Il cantante romano è in tour per il mondo per presentare il suo sedicesimo album: "Vita ce n'è". Nell'album Ramazzotti interpreta alcuni brani in duetto con Alessia Cara, Luis Fonsi e Helene Fischer.
Ore 20. Hanns-Martin-Schleyer-Halle, Mercedesstr. 69, Stoccarda-Bad Cannstatt.

MARTEDÌ 26 FEBBRAIO

Berlino: Il cratere
Nell'ambito della rassegna "CineDì", proiezione del film di Luca Bellino e Silvia Luzi. Il cratere è terra di vinti, spazio indistinto, rumore costante. Rosario è un ambulante, un gitano delle feste di piazza che regala peluche a chi pesca un numero vincente. La guerra che ha dichiarato al futuro e alla propria sorte ha il corpo acerbo e l'indolenza di sua figlia tredicenne. Sharon è bella e sa cantare, e in questo focolaio di espedienti e vita infame è lei l'arma per provare a sopravvivere. Ma il successo si fa ossessione, il talento condanna. Luca Bellino (1978) e Silvia Luzi (1976) hanno realizzato i documentari La minaccia (2008) e Dell'arte della guerra (2012). Come registi hanno ricevuto molti riconoscimenti internazionali. Insieme hanno fondato la casa di produzione Tfilm. Il cratereè il loro primo lungometraggio.
Ore 20. Kino in der Kulturbrauerei, Schönhauser Allee 36.

Friburgo: Die unerschöpliche Welt der Niki de Saint-Phalle
Conferenza della storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider.
Ore 19.30. Centre Culturel Francais, Münsterplatz 11.

MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO

Amburgo: Musica serenissima
La serie "Das Alte Werk" della NDR e il "festival Lux aeterna" della Elbphilharmonie ospitano l'orchestra barocca italiana Concerto de 'Cavalieri con il soprano Ana Quintans, diretti da Marcello Di Lisa, per un programma di arie d'opera e sacre di alcuni tra i più grandi compositori del barocco veneziano. Accanto ad alcuni brani celebri, il concerto consentirà di riscoprire anche autentiche rarità in un viaggio ideale nei teatri e nelle chiese della Serenissima all'inizio del XVIII secolo. Come filologo, oltre che compositore e clavicembalista, l'italiano Marcello Di Lisa ha riportato alla luce, con il suo ensemble dal suono originale "Concerto de' Cavalieri", numerosissime colonne sonore perdute: Tomaso Albinoni è indubbiamente un compositore d'opera tra le scoperte più celebri. Il Concerto de 'Cavalieri ci conduce a Venezia per celebrare i veneziani Albinoni, Antonio Caldara, Baldassare Galuppi e Antonio Vivaldi con opere meno conosciute, sacre e profane. Il concerto sarà registrato da NDR Kultur e trasmesso il 28.03.2019 alle ore 20.
Ore 20. Laeiszhalle Hamburg, Großer Saal, Johannes-Brahms-Platz.

Lubecca: Piero della Francesca - Maler, Mathematiker, Humanist
Conferenza con presentazione di immagini della Dr. Ulrike Müller-Heckmann, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Lübeck e.V.
Ore 19. Volkshochschule, Aula, Falkenplatz 10.

Monaco: Måneskin
Per tutto il mese di febbraio, i Måneskin sono in tour per l'Europa: in Spagna, Francia, Svizzera, Germania, Belgio e Regno Unito. La band romana presenta il suo primo album "Il ballo della vita" che contiene singoli come "Torna a casa" e "Morirò da re". La band rock è stata lanciata nel 2017 da X Factor.
Ore 20.  Backstage, Reitknechtstraße 6.

GIOVEDÌ 28 FEBBRAIO

Berlino: Benvenuti a Berlino
Incontro organizzato dal Comites di Berlino. Prosegue il ciclo di incontri che spiega ai nuovi arrivati (e non) tutto quello che c'è da sapere per una vera integrazione in Germania. Ospite del secondo appuntamento, oltre ad alcuni rappresentanti della Cancelleria Consolare, anche Katia Squillaci, responsabile Ital-Uil Berlino. La serata sarà anche l'occasione per fornire ai partecipanti una serie di informazioni sulle modalità di voto alle Elezioni Europee del prossimo maggio.
Ore 18. Ambasciata d’Italia, Tiergartenstrasse 22.

Hildesheim: Maratona di lettura dedicata a I Promessi Sposi
Organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Hildesheim e.V.
Ore 18. Volkshochschule Hildesheim, cafe.com, Pfaffenstieg 4.

Monaco: Dix legge Levi
Gioele Dix legge e interpreta i testi di Primo Levi che raccontano la sua esperienza nel campo di concentramento di Auschwitz. La realtà del lager viene descritta con precisione, ma non con distacco. Le emozioni sono vivide e non eccessive: un tuffo in un passato che durante la lettura ritorna presente. Attore, autore e regista, milanese, Gioele Dix inizia la sua carriera nel teatro formandosi al fianco di grandi maestri come Franco Parenti e Sergio Fantoni. Intraprende poi la carriera di solista comico partecipando anche a popolari trasmissioni tv: dal 1997 è a "Mai dire gol", nel 2007 entra nel cast di "Zelig". In "Quando tutto questo sarà finito", pubblicato da Mondadori nel 2014, ha narrato le vicissitudini della sua famiglia perseguitata dalle leggi razziali durante la seconda guerra mondiale.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hermann-Schmid-Str.

ANNUNCI

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale promuove la diffusione di opere editoriali e cinematografiche italiane all'estero attraverso l'erogazione di incentivi alla traduzione e al doppiaggio/sottotitolatura che rappresentano uno strumento strategico per la promozione della lingua e della cultura italiana all'estero. La Farnesina eroga due tipi di incentivi finanziari:
Contributo alla traduzione di un'opera italiana all'estero non ancora pubblicata e per la produzione, il doppiaggio e la sottotitolatura di cortometraggi e lungometraggi e di serie televisive; Premio ad un'opera italiana già tradotta all'estero. Le candidature vanno presentate annualmente aglI Istituti italiani di cultura e alle Rappresentenza diplomatiche e consolari italiane all'estero, secondo le procedure stabilite dal Bando. La scadenza annuale è il 31 marzo. Maggiori informazioni possono essere reperite presso gli Istituti Italiani di Cultura oppure presso le Rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all'estero.

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente. 

CONCORSI

Racconto d'autore
Per la XIX edizione del bando letterario "Racconto d'autore" dell'Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, gli studenti dei Licei del Baden-Württemberg, della Renania-Palatinato e del Saarland si cimenteranno nella scrittura di un testo nel quale potranno esprimere la loro "visione" dell'Europa. Il giovane autore italiano Nicola H. Cosentino, vincitore del Premio Brancati 2018, fornirà gli spunti che daranno la possibilità ai partecipanti di esprimere le proprie idee e impressioni sui valori europei. Il bando di concorso si può scaricare dalla pagina dell'Istituto italiano di cultura di Stoccarda.

MOSTRE

Amburgo: Pesci volanti e cani serpente
Mostra dell'illustratrice d'infanzia Martina Peluso. Sono in esposizione una selezione di illustrazioni originali che mostrano le varie tecniche usate dall'artista: pittura acrilica su carta, grafite e tecnica digitale stampata su carta. La mostra ci accompagna nell'immaginario creativo dell'artista e incoraggia sia i più giovani che gli adulti ad esplorare il magico mondo dei libri illustrati. Martina Peluso nasce a Napoli, dove studia arti grafiche e della stampa. Prosegue i suoi studi seguendo i corsi di illustrazione a Sarmede e Pavia. Si è poi trasferita ad Edimburgo, dove continua il suo lavoro di illustratrice. Martina ha lavorato in tutte gli ambiti dell'illustrazione editoriale, includendo anche la pubblicità, il packaging e il design, ma la sua "specialità" è l'editoria per l'infanzia. I suoi lavori sono stati esposti sia in mostre collettive che personali in vari paesi e ha pubblicato libri in tutti i continenti.
Fino al 15 marzo. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Magie der Stille
24 fotografi espongono le loro opere. Tra loro anche Valentina Murabito che presenta Pantomime, una serie di foto del 2015 che trattano il tema dell'identità.
Fino al 29 maggio. Johanna Brede Photokunst, Fasanenstraße 69.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l’interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Berlino: Bellini padre e figlio
La Gemäldegalerie presenta una serie di dipinti di Jacopo e Giovanni, finora mai esposti e dalla 2. Guerra Mondiale deposti in magazzino. Nel frattempo sono stati analizzati e restaurati. In parte si tratta di frammenti di un'altare o di un arredo; complessivamente il loro stato era molto alterato rispetto a quando lasciarono l'atelier dei Bellini oltre 500 anni fa. Con procedure e tecniche come i raggi x e la riflettografia a raggi infrarossi è stato in gran parte possibile ricostruire il processo della creazione di queste opere.
Fino al 21 luglio 2019. Gemäldegalerie Kulturforum, Matthäikirchplatz.

Berlino: Remottis Welten
La mostra raccoglie le carte, i disegni, opere materiche, scultoree, i racconti a fumetti e gli appunti figurativi della vita di Remo Remotti tra verità e finzione. Remotti scriveva, disegnava, dipingeva, manipolava, costruiva, recitava, declamava, partecipava; entità umana per molti indefinibile, genericamente radicale e controcorrente, cui opera sfugge al margine delle categorie, attraversa i generi per ribaltarli nel loro contrario, in sintonia con un certo clima anni Sessanta, quando le contaminazioni linguistiche erano spontanee e realmente innovative. Remotti è nato a Roma. Dopo una formazione da giurista, emigra per 7 anni in Perù, dove scoprirà la sua passione per l'arte. Tornato in Italia, Remotti è nel corso degli anni Sessanta a Milano, dove ha modo di frequentare la scena culturale ed esporre le sue prime opere in gallerie private. Si trasferisce in Germania dal 1968 al 1971 e diventa assistente di studio di Emilio Vedova. Ristabilitosi in Italia, inizia l'attività di autore teatrale nonché di attore, grazie all'amico Renato Mambor, e conosce così Marco Bellocchio. Numerose saranno le partecipazioni in opere cinematografiche, fino all'incontro con Nanni Moretti. Remotti continua l'attività di artista visivo, esponendo tra l'altro alla Quadriennale di Roma. Lavora tra gli altri con Carlo Mazzacurati, Ettore Scola, Paolo e Vittorio Taviani, Francis Ford Coppola, Nanni Loy, Aurelio Grimaldi, Maurizio Nichetti, Enzo de Caro, Christian De Sica, Francesco Nuti, Carlo Verdone, Silvio Soldini, Massimiliano Bruno. Si esibisce in spettacoli dal vivo, continua l'attività di attore, artista visivo, scrittore. Muore e Roma nel 2015.
Fino al 22 marzo 2019.  Istituto Italiano di Cultura Berlino Hildebrandstraße 2.

Berlino: Rossella Biscotti
Rossella Biscotti racconta pezzi di storia dimenticati, ricostruendoli con lunghi lavori di ricerca, film e oggetti vari. Nella sua installazione video "The city" Biscotti racconta la storia degli scavi di Çatalhöyük nell'attuale Konya in Turchia.
Fino al 13 marzo. Daadgalerie, Oranienstr. 161, Berlin-Kreuzberg.

Colonia: La vita è segno
L'Accademia Albertina, così chiamata in omaggio a Carlo Alberto di Savoia, è una delle più antiche Accademia artistiche d'Italia che ha una lunga tradizione nel porre, nella sua formazione, particolare attenzione all'arte della grafica e dell'incisione. L'odierna Scuola di Grafica d'arte dell'Accademia Albertina è considerata una delle più importanti d'Italia. Al centro della mostra di giovani artisti curata dal prof. Franco Fanelli vi sono le due principali tecniche di grafica, la xilografia e la calcografia. Vengono presentati lavori di 24 artisti dell'Accademia torinese.
Fino al 5 aprile. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Düsseldorf: Attacca il tuo carro ad una stella
Mostra in occasione del 500esimo anniversario della morte di da Vinci. Al centro dell'anno del giubileo di Leonardo vi è una mostra in occasione del 500esimo anniversario della morte di da Vinci. I 14 oggetti in esposizione sono stati creati a partire da modelli di Leonardo da studenti del corso Master della FH Bielefeld. Insieme ai modelli di Leonardo da Vinci, due artisti provenienti dalle città partner di Düsseldort, Beatrix Sassen e Daniele Franzella di Palermo entrano in un dialogo creando ognuno una scultura presentate insieme nella sala espositiva del municipio della capitale del Nordreno-Westfalia. Questa azione artistica nasce con l'intento di costruire un ponte attraverso i secoli e tra le due città di Palermo e Düsseldorf. Qual'è la visione di Leonardo da parte di un'artista tedesca rispetto a quello di un artista palermitano? Quale ispirazione ne risulta per il presente?
Fino al 23 marzo. Rathaus, Marktplatz 2.

Lipsia: Leonardo Da Vinci, Raffaello e Michelangelo. I giganti del Rinascimento
Più che di una mostra si tratta di uno show multimediale immersivo, che offre la possibilità di ammirare i capolavori del Rinascimento proiettati su delle superfici enormi. Attraverso la musica si entra quindi in contatto più diretto con le opere.
Fino al 31 luglio. Kunstkraftwerk Leipzig, Saalfelder Str. 8.

Monaco: Forme di paesaggio. Basilicata, 2018
Mostra fotografica di Antonio Di Cecco. Dopo il grande successo di Amburgo, la mostra fa tappa a Monaco di Baviera. "Una volta in cima alla ripida scalinata scavata nella roccia, il mio sguardo cerca istintivamente il mare ma l'orizzonte piatto è ancora lontano da raggiungere. Mi trovo sulle Piccole Dolomiti Lucane, una singolarità geologica dell'Appennino Meridionale. Riprendo il mio percorso verso il mare, attraverso il paesaggio osservato dall'alto e ne esploro i segni. Mi trovo in uno spazio modellato dal tempo e dall'acqua. Il territorio della Basilicata si sviluppa essenzialmente su quote montane e collinari. Continue azioni erosive generano estese aree calanchive mentre i materiali vengono portati a valle dai numerosi fiumi. Ed io non faccio altro che seguirne il corso" (Antonio Di Cecco). Antonio Di Cecco, nato nel 1978 a L'Aquila dove attualmente vive e lavora, è laureato in Ingegneria Edile-Architettura con una tesi in Composizione Architettonica. Si occupa di fotografia di paesaggio urbano e architettura, oltre all'analisi dei processi di modificazione dei luoghi, con interesse specifico per l'ambito montano.
Fino al 22 febbraio 2019. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

Monaco: Leonardo da Vinci in frühen Drucken
In occasione dell'anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci.
Fino al 15 marzo. Zentralinstitut für Kunstgeschichte, Katharina-von-Bora-Str. 10, Nördlicher Lichthof, I. piano.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Rosenheim: Valentina Morabito/Menschenkinder
Menschenkinder è una mostra fotografica nata in cooperazione con la collezione privata Spallart. La collezionista Andra Spallart ha raccolto a partire dal 1980 foto di artisti diversi che vivono in Europa. La collezione consta di 2200 opere che trattano il tema dell'uomo tra quotidianità, nostalgia e follia; la ricerca della bellezza e il suo essere illusoria. Anche le opere di Valentina Murabito fanno parte di questa collezione. In particolare un ritratto di Ludwig II, re di Bavaria, il cui nome è "L'eterno mistero".
Fino al 10 marzo. Städtische Galerie Rosenheim, Max-Bram-Platz 2.

Stoccarda: Maschere e impressioni da Venezia
Fotografie di Friedbert Breuninger. Maschere misteriose e pregiati abiti storici, sfilate che trasformano le calli e le piazze della meravigliosa città lagunare in un tripudio di colori, sono i motivi che Friedbert Breuninger sa catturare sapientemente con la machina fotografica. La sua mostra ci regala uno spaccato di questo magnifico spettacolo che si ripete ogni anno e ci permette di respirare l'impareggiabile atmosfera di Venezia durante il Carnevale.
Fino al 22 marzo. Istituto italiano di cultura, Kolbstr. 6.

Stand: 21.02.2019, 17:50