Live hören
Jetzt läuft: Toast (Remix); Toast von Koffee x Full Crate

Eventi italiani in Germania

Eventi italiani in Germania

Il calendario di Angela Sinesi ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Salvo Ficarra und Valentino Picone

Salvo Ficarra e Valentino Picone

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire i concerti di artisti italiani in Germania annunciati per i prossimi mesi.

VENERDÌ 8 FEBBRAIO

Brema: L'ora legale

Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

Colonia: concerto jazz
Concerto di musica jazz di Alessandro Palmitessa e Filippo Cosentino. La serata sarà accompagnata dalla degustazione del Dolcetto della cantina Mascarello. L'ingresso è gratuito.
Ore 20. Mondoaperto, Zugweg 22.

SABATO 9 FEBBRAIO

Berlino: mercatino di libri usati

Dalle 11 alle 17.30. Mondolibro, Torstr. 159.

Brema: L'ora legale
Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

Colonia: Ciak, si gira!
Seconda parte del workshop per bambini dagli 8 ai 12 anni. Si gioca a fare un film o una video-storia iniziando con la scrittura di una sceneggiatura e l'invenzione dei personaggi che diventano veri e propri attori di se stessi. Organizzato dall'associazione Mehrsprache e.V.
Dalle 15 alle 17.30. MehrSprache e.V., Neuenhöfer Allee 125.

Colonia: 48 anni ospite di amici
Appuntamento con il cabaret in italiano, tedesco e napoletano con Aurelia, Piera e Tommaso Montenero e Carmine Pierno.
Ore 20. Mondo aperto, Zugweg 22. 

Düsseldorf: Creare la propria maschera veneziana
Workshop di Nicolò Galasso, Venezia, organizzato dall'associazione Italia Altrove e.V. Düsseldorf.
Ore 16. Familienzentraum Rath, Rather Kreuzweg 43.

Stoccarda: Maschere e impressioni da Venezia
Inaugurazione della mostra. Fotografie di Friedbert Breuninger. Maschere misteriose e pregiati abiti storici, sfilate che trasformano le calli e le piazze della meravigliosa città lagunare in un tripudio di colori, sono i motivi che Friedbert Breuninger sa catturare sapientemente con la machina fotografica. La sua mostra ci regala uno spaccato di questo magnifico spettacolo che si ripete ogni anno e ci permette di respirare l'impareggiabile atmosfera di Venezia durante il Carnevale.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Kolbstr. 6.

DOMENICA 10 FEBBRAIO

Berlino: L'ora legale
Nell'ambito della rassegna Cinemaperitivo, proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone.
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Brema: L'ora legale
Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

Wetzlar: Literatur-Matinee mit Musik: "Una vita non basta - Ohrenschmaus"
Matinee dedicato alla letteratura e alla musica. Un'idea di Beatrice Miguel e Eva Saarbourg. Organizzato dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Mittelhessen e.V.
Ore 11. Stadtbibliothek Wetzlar, Bahnhofstr. 6.

LUNEDÌ 11 FEBBRAIO

Brema: L'ora legale

Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

MARTEDÌ 12 FEBBRAIO

Berlino: amori comunisti

Al centro del nuovo libro di Luciana Castellina tre storie d'amore drammatiche e singolari, legate a filo doppio alle vicissitudini del comunismo in tre contesti sociali e politici diversissimi tra loro: Turchia, Creta e Stati Uniti. Amori rocamboleschi, segnati dalla storia e dalle persecuzioni, dolorosi "come lo sono spesso quelli di chi, per via delle vicende politiche in cui è stato coinvolto, ha avuto una vita molto difficile. Un destino comune a molti comunisti". Attorno alle peripezie di tre coppie - l'autrice costruisce un racconto intessuto di ricordi e incontri personali, mettendo in luce un aspetto poco conosciuto delle vite "non pubbliche" dei comunisti: quello sentimentale, risvolto segreto di esistenze militanti, profondamente coinvolte nelle tempeste della storia.
Ore 19.30. Mondolibro, Torstr. 159.

Brema: L'ora legale
Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO

Amburgo: The young Pope
Proiezione in lingua originale con sottotitoli in inglese del VII e VIII episodio della serie "The young pope" ideata e diretta dal regista premio Oscar Paolo Sorrentino. Gli ultimi due episodi saranno proiettate in Istituto il 18 febbraio.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hansastr. 6.

Berlino: La paranza dei bambini
Incontro con Anna Maria Passetti, Claudio Giovannesi e l'attore protagonista Francesco Di Napoli. Saranno proiettate alcune sequenze del film "La paranza dei bambini", con Francesco Di Napoli, Viviana Aprea, Mattia Piano Del Balzo, Ciro Vecchione, Ciro Pellecchia, presentato il giorno precedente in prima mondiale al 69° Festival Internazionale di Berlino (7-17 febbraio 2019). In lingua italiana con traduzione simultanea.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Bochum: Italienisch Kochen unter Freunden
Corso dedicato alla cucina italiana con Irmgard Köhne e Klaus Geiß. Organizzato dal Circolo culturale italo-tedesco – Deutsch-Italienische Gesellschaft e.V. Bochum.
Ore 18. Katholische Familienbildungsstätte, Am Bergbaumuseum 37.

Brema: L'ora legale
Proiezione del film di Salvo Ficarra e Valentino Picone, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V. In italiano con sottotitoli.
Ore 17.45. City 46 Kommunalkino Bremen, Birkenstraße 1.

Colonia: Giordano Bruno
Conferenza in lingua tedesca del prof. Thomas Sören Hoffmann, Università a distanza di Hagen. Giordano Bruno (1548-1600) è ricordato da molti soprattutto come critico del dogma cristiano, nonché per la sua violenta fine sul rogo. Che fosse stato oltre a ciò un critico radicale di praticamente tutto il sistema scientifico del suo tempo nonché della scienza "moderna" del tipo galileiano allora emergente è invece molto meno noto. La conferenza presenta la vita e il pensiero di Bruno nei suoi principali aspetti. Si parlerà della sua cosmologia, del suo rapporto con la tradizione filosofica, della sua "tecnica mnemonica" e della sua teologia dell'infinito. Il fine dell'incontro sarà di comprendere come mai Bruno possa essere considerato ancora oggi un "provocatore" nei confronti di modalità del pensiero consolidate. Thomas Sören Hoffmann è Professore di filosofia presso la Fernuniversität di Hagen.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Wolfsburg: Loro
Proiezione del film di Paolo Sorrentino. In italiano con sottotitoli in tedesco.
Ore 20. Hallenbad, Schachtweg 31.

GIOVEDÌ 14 FEBBRAIO

Brema: Sizilien. Ein literarischer Begleiter
Lettura con l'ex-ambasciatore Dr. Jochen Trebesch, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V.
Ore 19.30. Buchhandlung Storm, Langenstraße 11.

Colonia: Le maschere della Serenissima
Presentazione del libro di Danilo Reato, moderazione e traduzione: Arnold E. Maurer, Bonn. L'autore veneziano Danilo Reato presenta il suo nuovo libro sulle maschere veneziane, con uno sguardo alla tradizione delle maschere di società in uso a Venezia, soprattutto durante il periodo carnevalesco. Ne fanno parte figure della Commedia dell'Arte quali Pantalone, Arlecchino, la Gnaga o Mattaccino. Danilo Reato è un noto autore, editore e giornalista che si è dedicato a temi veneziani attraverso diverse pubblicazioni storico-culturali. Tradotto dall'italiano da Ursula Sharma. Editore Bonner Verlags-Comptoir/Edition Bonn-Venezia 2019.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Hildesheim: Nach Canossa gehen wir nicht! Mittelalter-Bilder versus europäische Politik im Mittelalter
Conferenza del Dr. Peter Müller, Università di Hildesheim, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Hildesheim e.V.
Ore 19.30. Volkshochschule Hildesheim, Riedelsaal, Pfaffenstieg 4.

Karlsruhe: Dogman
Proiezione del film di Matteo Garrone.
Ore 21.15. Kinemathek, Kaiserpassage 6.

Leverkusen: Casanova, die Liebe und San Valentino
Conferenza con degustazione, organizzata dal Deutsch-Italienischer Club Leverkusen e.V.
Ore 19.30. AWO-Begegnungsstätte, Königsberger Platz 28, Leverkusen-Rheindorf.

Lubecca: Bologna
Conferenza del Dr. Günter W. Hartmann, Amburgo, organizzata dalla Deutsch-Italienische Gesellschaft Lübeck e.V.
Ore 19. Volkshochschule Lübeck, Aula, Falkenplatz 10.

Monaco: Italia, Francia e Germania: un confronto europeo
Tavola rotonda nell'ambito della rassegna "1918 – 2018. Che cos'è la democrazia?". Al termine della I Guerra Mondiale, con il crollo dei grandi imperi e la definizione di nuovi confini, ha inizio in Europa una nuova era, caratterizzata da deportazioni, movimenti di rientro nei paesi di origine, conflitti identitari, lotte per i diritti delle minoranze. Processi che, in parte, non possono dirsi conclusi sino ad oggi. In tale contesto, alcuni storici discutono riguardo alle sorti dell'Alsazia e della Lorena, dell'Alto Adige e dell'Adriatico settentrionale. Marco Bresciani si occupa dei confini settentrionali dell'Italia, all'indomani della I Guerra Mondiale, e dell'antifascismo italiano. Michael Schwartz esamina le "epurazioni" etniche nell'età moderna. Gli studi di Thomas Serrier si incentrano sulle regioni di confine e le culture della memoria transregionale in Europa.
Ore 18.30. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

ANNUNCI

Berlino: Archivio letteratura italiana in tedesco
L'Istituto Italiano di Cultura di Berlino informa che è disponibile presso il sito internet dell'Istituto, sotto la voce "Biblioteca", una bibliografia della letteratura italiana in traduzione tedesca dal 1940 al 2018 (prime pubblicazioni). L'elenco è stato compilato da Walter Kögler, traduttore e interprete. La Bibliografia sarà aggiornata periodicamente. 

CONCORSI

Racconto d'autore
Per la XIX edizione del bando letterario "Racconto d'autore" dell'Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, gli studenti dei Licei del Baden-Württemberg, della Renania-Palatinato e del Saarland si cimenteranno nella scrittura di un testo nel quale potranno esprimere la loro "visione" dell'Europa. Il giovane autore italiano Nicola H. Cosentino, vincitore del Premio Brancati 2018, fornirà gli spunti che daranno la possibilità ai partecipanti di esprimere le proprie idee e impressioni sui valori europei. Il bando di concorso si può scaricare dalla pagina dell'Istituto italiano di cultura di Stoccarda.

MOSTRE

Amburgo: Pesci volanti e cani serpente
Mostra dell'illustratrice d'infanzia Martina Peluso. Sono in esposizione una selezione di illustrazioni originali che mostrano le varie tecniche usate dall'artista: pittura acrilica su carta, grafite e tecnica digitale stampata su carta. La mostra ci accompagna nell'immaginario creativo dell'artista e incoraggia sia i più giovani che gli adulti ad esplorare il magico mondo dei libri illustrati. Martina Peluso nasce a Napoli, dove studia arti grafiche e della stampa. Prosegue i suoi studi seguendo i corsi di illustrazione a Sarmede e Pavia. Si è poi trasferita ad Edimburgo, dove continua il suo lavoro di illustratrice. Martina ha lavorato in tutte gli ambiti dell'illustrazione editoriale, includendo anche la pubblicità, il packaging e il design, ma la sua "specialità" è l'editoria per l'infanzia. I suoi lavori sono stati esposti sia in mostre collettive che personali in vari paesi e ha pubblicato libri in tutti i continenti.
Fino al 15 marzo. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l’interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Berlino: Alfredo Aceto
Azure: mostra personale dell'artista torinese, classe 1991, residente a Losanna. Aceto si serve della pittura, della scultura, del disegno e del suono, mescolando aneddoti biografici e reminiscenze della storia dell'arte. Le sue opere sono ispirate da temi come l'identità, la memoria, il tempo e la morte.  Nelle sue istallazioni Aceto crea spazi ibridi nei quali gli oggetti vengono messi in scena in un dialogo simbolico su questioni riguardanti la scultura e le forme narrative. In  "Azure" pezzi di auto, gioielli, un idrante e un braccio con una penna stilografica perdono la loro funzionalità. Posti su piedistalli o appesi alle pareti come opere d'arte, sviluppano nuovi potenziali narrativi.
Fino al 9 febbraio 2019. Galerie Helle Coppi, Auguststrasse 83.

Berlino: Bellini padre e figlio
La Gemäldegalerie presenta una serie di dipinti di Jacopo e Giovanni, finora mai esposti e dalla 2. Guerra Mondiale deposti in magazzino. Nel frattempo sono stati analizzati e restaurati. In parte si tratta di frammenti di un'altare o di un arredo; complessivamente il loro stato era molto alterato rispetto a quando lasciarono l'atelier dei Bellini oltre 500 anni fa. Con procedure e tecniche come i raggi x e la riflettografia a raggi infrarossi è stato in gran parte possibile ricostruire il processo della creazione di queste opere.
Fino al 21 luglio 2019. Gemäldegalerie Kulturforum, Matthäikirchplatz.

Berlino: Remottis Welten
La mostra raccoglie le carte, i disegni, opere materiche, scultoree, i racconti a fumetti e gli appunti figurativi della vita di Remo Remotti tra verità e finzione. Remotti scriveva, disegnava, dipingeva, manipolava, costruiva, recitava, declamava, partecipava; entità umana per molti indefinibile, genericamente radicale e controcorrente, cui opera sfugge al margine delle categorie, attraversa i generi per ribaltarli nel loro contrario, in sintonia con un certo clima anni Sessanta, quando le contaminazioni linguistiche erano spontanee e realmente innovative. Remotti è nato a Roma. Dopo una formazione da giurista, emigra per 7 anni in Perù, dove scoprirà la sua passione per l'arte. Tornato in Italia, Remotti è nel corso degli anni Sessanta a Milano, dove ha modo di frequentare la scena culturale ed esporre le sue prime opere in gallerie private. Si trasferisce in Germania dal 1968 al 1971 e diventa assistente di studio di Emilio Vedova. Ristabilitosi in Italia, inizia l'attività di autore teatrale nonché di attore, grazie all'amico Renato Mambor, e conosce così Marco Bellocchio. Numerose saranno le partecipazioni in opere cinematografiche, fino all'incontro con Nanni Moretti. Remotti continua l'attività di artista visivo, esponendo tra l'altro alla Quadriennale di Roma. Lavora tra gli altri con Carlo Mazzacurati, Ettore Scola, Paolo e Vittorio Taviani, Francis Ford Coppola, Nanni Loy, Aurelio Grimaldi, Maurizio Nichetti, Enzo de Caro, Christian De Sica, Francesco Nuti, Carlo Verdone, Silvio Soldini, Massimiliano Bruno. Si esibisce in spettacoli dal vivo, continua l'attività di attore, artista visivo, scrittore. Muore e Roma nel 2015.
Fino al 22 marzo 2019.  Istituto Italiano di Cultura Berlino Hildebrandstraße 2.

Brema: Rosa Barba
Mostra personale dell'artista siciliana (1972) che ormai da tempo vive e lavora a Berlino. Le sue opere tematizzano i rapporti tra film, spazio e osservatore. Composizione, corporeità della forma e plasticità ricoprono una grande importanza nella percezione dei suoi lavori. La decostruzione del film nei suoi elementi genera oggetti animati e installazioni spaziali.
Fino al 10 febbraio 2019. Kunsthalle. Am Wall 207.

Berlino: Rossella Biscotti
Rossella Biscotti racconta pezzi di storia dimenticati, ricostruendoli con lunghi lavori di ricerca, film e oggetti vari. Nella sua installazione video "The city" Biscotti racconta la storia degli scavi di Çatalhöyük nell'attuale Konya in Turchia.
Fino al 13 marzo. Daadgalerie, Oranienstr. 161, Berlin-Kreuzberg.

Colonia: Dario Fo a colori
Mostra a cura della Compagnia teatrale Fo Rame. La mostra "Dario Fo a colori" mostra al visitatore i dipinti dell'artista, a partire dalle opere realizzate all'inizio degli anni Cinquanta fino a quelle degli ultimi anni. "Dico sempre che mi sento di essere un attore dilettante e un pittore professionista. Se non avessi questa naturale spensieratezza di raccontare attraverso i miei quadri, sarei un mediocre scrittore di opere teatrali, fiabe o grottesche satiriche". È in questi termini che Dario Fo, premio Nobel per la letteratura nel 1997, parlava della sua passione per la pittura, la quale lo portava sempre a dipingere in ogni occasione e tutti i giorni, soprattutto quando aveva difficoltà a scrivere una commedia; ha sempre usato la pittura come mezzo per studiare i movimenti degli attori sul palcoscenico, per disegnare le scenografie e i costumi, per illustrare le numerose pubblicazioni e, soprattutto, per raccontare la storia, che preparava come una sorta di libro di scena per lo spettacolo, prima di tradurla in parole.
Fino al 15 febbraio 2019. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Lipsia: Leonardo Da Vinci, Raffaello e Michelangelo. I giganti del Rinascimento
Più che di una mostra si tratta di uno show multimediale immersivo, che offre la possibilità di ammirare i capolavori del Rinascimento proiettati su delle superfici enormi. Attraverso la musica si entra quindi in contatto più diretto con le opere.
Fino al 31 luglio. Kunstkraftwerk Leipzig, Saalfelder Str. 8.

Monaco: Forme di paesaggio. Basilicata, 2018
Mostra fotografica di Antonio Di Cecco. Dopo il grande successo di Amburgo, la mostra fa tappa a Monaco di Baviera. "Una volta in cima alla ripida scalinata scavata nella roccia, il mio sguardo cerca istintivamente il mare ma l'orizzonte piatto è ancora lontano da raggiungere. Mi trovo sulle Piccole Dolomiti Lucane, una singolarità geologica dell'Appennino Meridionale. Riprendo il mio percorso verso il mare, attraverso il paesaggio osservato dall'alto e ne esploro i segni. Mi trovo in uno spazio modellato dal tempo e dall'acqua. Il territorio della Basilicata si sviluppa essenzialmente su quote montane e collinari. Continue azioni erosive generano estese aree calanchive mentre i materiali vengono portati a valle dai numerosi fiumi. Ed io non faccio altro che seguirne il corso" (Antonio Di Cecco). Antonio Di Cecco, nato nel 1978 a L'Aquila dove attualmente vive e lavora, è laureato in Ingegneria Edile-Architettura con una tesi in Composizione Architettonica. Si occupa di fotografia di paesaggio urbano e architettura, oltre all'analisi dei processi di modificazione dei luoghi, con interesse specifico per l'ambito montano.
Fino al 22 febbraio 2019. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8.

Monaco: Leonardo da Vinci in frühen Drucken
In occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci. Fino al 15 marzo. Zentralinstitut für Kunstgeschichte, Katharina-von-Bora-Str. 10, Nördlicher Lichthof, I. piano.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto le sue porte il 23 gennaio "2017".
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Stoccarda: Maschere e impressioni da Venezia
Fotografie di Friedbert Breuninger. Maschere misteriose e pregiati abiti storici, sfilate che trasformano le calli e le piazze della meravigliosa città lagunare in un tripudio di colori, sono i motivi che Friedbert Breuninger sa catturare sapientemente con la machina fotografica. La sua mostra ci regala uno spaccato di questo magnifico spettacolo che si ripete ogni anno e ci permette di respirare l'impareggiabile atmosfera di Venezia durante il Carnevale.
Fino al 22 marzo. Istituto italiano di cultura, Kolbstr. 6.

Stand: 07.02.2019, 17:50