Live hören
Jetzt läuft: 'Tite Jeanne von The Bongo Hop feat. Nidia Góngora

Eventi italiani in Germania

Eventi italiani in Germania

L'architetto Leonardo Di Chiara e la sua Tiny House a Berlino: li potrete conoscere nei prossimi giorni insieme all'altra vincitrice del premio Berlino, Giorgia Floro. È solo uno degli eventi italiani in Germania che vi consigliamo.

Leonardo Di Chiara

Leonardo Di Chiara, vincitore del premio Berlino

Il calendario di Elisabetta Gaddoni ti informa sui principali eventi culturali in Germania che, dal venerdì al giovedì successivo, hanno come protagonista l'Italia o persone italiane.

Attenzione: Il tour in Germania della band napoletana The Kolors è stato rinviato a un periodo ancora da definire a causa di impegni sopraggiunti in seguito all'invito al festival di San Remo 2018. I biglietti già venduti rimangono comunque validi.

Anticipazioni

E qui puoi già scoprire i concerti di artisti italiani in Germania annunciati per i prossimi mesi.

VENERDÌ 12 GENNAIO

Aachen: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee tocca le principali città tedesche.
Ore 20. Eurogress, Monheimsallee 48.

Berlino: Tarantella
Danze tradizionali del Sud per salutare l'anno nuovo con l'ensemble I Pizzicati.
Ore 20. Deriva, Mainzer Str. 23.

Lubecca: Rossini
"
Rossini su, Rossini giù": conferenza in lingua tedesca di Kerstin Marfordt. Organizza la Deutsch-Italienische Gesellschaft Lübeck e.V.
Ore 19. Diele Lübecker Jugendring, Mengstraße 41.

Lüdenscheid: Volare
Concerto dell’anno nuovo col gruppo "Volare oho", organizza il Verein der Freunde italienischer Kultur e.V. di Lüdenscheid.  
Ore 19. Kulturhaus, Roter Saal.

Monaco: Michele Mari
Lo scrittore milanese presenta il suo ultimo libro autobiografico, "Leggenda privata", nel quale affronta il tema della memoria e del passato, raccontando gli episodi più scabrosi della sua infanzia e il difficile rapporto con i genitori. È la storia di una famiglia, di un padre tirannico ed esigente, ammirato e odiato dal figlio, e di una madre troppo chiusa in sé stessa. Michele Mari fa i conti con i fantasmi del suo passato, raccontandoci una "leggenda privata" dai tratti gotici e horror. Moderazione: Cecilia Mussini. In lingua italiana e tedesca
Ore 18:30. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Straße 8.

Stoccarda: L'amore molesto
Proiezione del film di Mario Martone (1995). Il regista scende nelle strade di una Napoli decadente e sensuale per raccontare il disagio esistenziale di Delia, una donna alla ricerca della verità sulla morte della madre. Il film, tratto dall'omonimo romanzo di Elena Ferrante, ha vinto il David di Donatello per la miglior regia e per l'intensa interpretazione dell'attrice protagonista, Anna Bonaiuto. Introduzione in italiano: Dr. Rossana Lucchesi.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Kolbstr. 6.

SABATO 13 GENNAIO

Berlino: Epifania al museo
Visita guidata alla Gemäldegalerie con Eva Spagna, alla ricerca dei Tre Magi Gaspare, Melchiorre e Baldassarre e dei pastori, in visita al bambino da poco nato, in quadri di artisti italiani. Per bambini tra 6 e 12 anni. In lingua italiana · Entrata libera per bambini
Ore 11. Gemäldegalerie – Staatliche Museen zu Berlin · Kulturforum.

Brema: Beatrice Rana
Concerto della giovane pianista di fama internazionale che ha vinto prestigiosi premi e collaborato con musicisti come Zubin Mehta, Placido Domingo und Riccardo Chailly.  In programma opere di Schumann, Ravel e Strawinsky. Organizza la Deutsch-Italienische Gesellschaft Bremen e.V.
Ore 20. Sendesaal, Bürgermeister-Spitta-Allee 45.

Dortmund: Festa dell’anno nuovo
L'Italienverein festeggia l'anno nuovo con dolci, vino brulé e un'iniziativa divertente: il baratto del trash, una specie di tombola in cui ci si scambia i regali di cui ci si vuole liberare.
Ore 15. Zentrum für Sprach- und Kulturvermittlung e.V. , Immermannstr. 29.

Wiesbaden: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee tocca le principali città tedesche.
Ore 20. Kurhaus, Friedrich- von-Tiersch-Saal.

DOMENICA 14 GENNAIO

Berlino: Fiore
Proiezione del film di Claudio Giovannesi (2016) con l'attrice esordiente Daphne Scoccia e il rapper Josciua Algeri, scomparso in seguito a un incidente stradale poco dopo l'uscita del film.  Daphne, detenuta per rapina, si innamora di Josh, anche lui giovane rapinatore. In carcere i maschi e le femmine non si possono incontrare e l'amore è vietato: la relazione di Daphne e Josh vive solo di sguardi da una cella all'altra, brevi conversazioni attraverso le sbarre e lettere clandestine. In italiano con sottotitoli in tedesco.
Ore 16. Kino Babylon Mitte, Rosa Luxemburg-Str. 30.

Colonia: Tintoretto
"
A Star Was Born": Visita guidata nell'ambito della mostra dedicata al pittore del tardo Rinascimento.
Ore 15. Walraff-Richartz-Museum, Obenmarspforten 40.

LUNEDÌ 15 GENNAIO

Berlino: Premio Italia
I giovani architetti Giorgia Floro e Leonardo Di Chiara, vincitori della prima edizione del Premio Berlino, presentano un bilancio dei primi mesi nei due studi dove svolgono le loro ricerche: Raumlabor e GRAFT. Entrambi specializzati sui temi del riuso e della rigenerazione urbana, stanno svolgendo un periodo di residenza di 6 mesi a Berlino. Il progetto è ideato e finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperatione Internazionale. Moderazione: Hans-Jürgen Commerell (AEDES). In tedesco e in italiano con traduzione simultanea.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 1.

Norimberga: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee tocca le principali città tedesche.
Ore 20. Meistersingerhalle, Münchener Str. 21.

MARTEDÌ 16 GENNAIO

Colonia: Rigoletto
Opera in tre atti di Giuseppe Verdi, in diretta dal Royal Opera House di Londra.
Ore 20:15. Cineplex Filmpalast.
Ore 20:15. UCI Hürth Park.

Kassel: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee tocca le principali città tedesche.
Ore 20. Kongress-Palais Stadthalle, Holger-Börner-Platz 1.

Wolfsburg: Cristina di Svezia
Rainer Steinkamp, intendente del Scharoun Theater di Wolfsburg legge passaggi dall'ultimo libro di Dario Fo, uscito postumo: "Quasi per caso una donna: Cristina di Svezia". Dario Fo ci racconta la storia di una donna emancipata, una regina indipendente e insofferente a ogni vincolo, che ha molto da raccontare al mondo di oggi. Nata e cresciuta in un'Europa travolta dalla Guerra dei Trent'anni, Cristina di Svezia si troverà più volte al crocevia di questioni religiose e di potere, di politica e di sesso, dando prova di essere una spericolata protagonista del suo tempo. Educata dal padre a sostenere il peso e le responsabilità di un ruolo tipicamente maschile, Cristina sceglierà di assumere atteggiamenti e abiti da uomo e amerà soprattutto le donne. Si circonderà di filosofi e artisti, da Cartesio a Pascal a Molière. Lasciato il trono di Svezia si convertirà al cattolicesimo per trasferirsi a Roma, dove darà vita al movimento artistico che, alla sua morte, nel 1689, porterà alla fondazione dell’Accademia dell'Arcadia. Organizza l'Agenzia Consolare di Wolfsburg.
Ore 19:30. Hallenbad - Kultur am Schachtweg.

MERCOLEDÌ 17 GENNAIO

Berlino: Bologna. Dagli etruschi alla Maserati
Conferenza in lingua italiana di Massimo Maracci (Direttore della scuola di lingue Cultura Italiana Bologna). Bologna è una città etrusca, di aspetto medievale non ancora scoperta dal turismo di massa. A Bologna si è sviluppata la prima civiltà del ferro, la prima università di Europa, la prima cucina ricca di ingredienti del nord e del sud e la prima meccanizzazione dei telai per filare la seta (mulino bolognese). La conferenza parte dalla metallurgia degli etruschi e arriva alla Maserati. Degustazione e specialità gastronomiche dalla Emilia-Romagna Verrà sorteggiato un corso di lingua di due settimane presso la scuola di lingue Cultura Italiana di Bologna.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 1.

Braunschweig: Richarda Huch
Richarda Huch e il Risorgimento: conferenza in lingua tedesca del prof. Dr. phil. habil. Cord-Friedrich Berghan. Organizza la Deutsch-Italienische Kulturgesellschaft Braunschweig e.V.
Ore 19:30. Universitätsbibliothek, Pockelstr. 13.

Colonia: Rigoletto
Opera in tre atti di Giuseppe Verdi, tratta dal dramma "Le roi s'amuse" di Victor Hugo. Regia: Katharina Thalbach, dirige Gabriel Felz. In italiano con sovratitoli in tedesco.
Ore 19:30. Staatenhaus am Rheinpark,  Rheinparkweg 1.

Colonia: Tintoretto
"
A Star Was Born": Visita guidata nell'ambito della mostra dedicata al pittore del tardo Rinascimento.
Ore 16:30. Walraff-Richartz-Museum, Obenmarspforten 40.

Francoforte sul Meno: Un giorno speciale
Proiezione del film di Francesca Comencini (2012). In italiano con sottotitoli in italiano. Gina e Marco sono giovanissimi e decisi a diventare "qualcuno". Si incontrano una mattina in una periferia stralunata alle porte di Roma. Lei ha un appuntamento con un politico che potrebbe mettere una buona parola e aiutarla a entrare nel mondo dello spettacolo, lui è l'autista che ha il compito di condurla all'appuntamento. E' l'occasione che entrambi aspettavano. Il primo giorno di lavoro. L'entrata nel mondo dei grandi. Ma niente va come deve andare. Il politico, impegnato in una seduta parlamentare che si protrae all'infinito, rimanda di ora in ora l'appuntamento lasciando i due ragazzi in un limbo di attesa che si trasforma ben presto in una giornata speciale.
Ore 18:30. Agenzia Consolare d’Italia, Sala Europa, Kettenhofweg 1.

Rostock: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee tocca le principali città tedesche.
Ore 20. Stadthalle, Südring 90.

Stoccarda: Federico II di Hohenstaufen
Federico II di Hohenstaufen (Jesi 1194 - Palermo 1250). La storia di un grande imperatore del Medio Evo e il Museo Federico II Stupor Mundi di Jesi. Conferenza della Prof.ssa Anna Laura Trombetti (Università di Bologna). Sarà presente anche il sindaco di Jesi Massimo Bacci. A seguire illustrazione dell'offerta turistica delle Marche e di Jesi e buffet a base di prodotti del territorio.
Ore 18:30. Landesmuseum Württemberg, Vortragssaal, Schillerplatz 6

GIOVEDÌ 18 GENNAIO

Darmstadt: Fuocoammare
Proiezione del film documentario di Gianfranco Rosi (2016). Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull'isola facendo esperienza di cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d'Europa raccontando i diversi destini di chi sull'isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Fuocoammare racconta di Samuele che ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Gli piacciono i giochi di terra, anche se tutto intorno a lui parla del mare e di uomini, donne e bambini che cercano di attraversarlo per raggiungere la sua isola. Samuele e i lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli, a volte muti, a volte partecipi, di una tra le più grandi tragedie umane dei nostri tempi. In italiano con sottotitoli in tedesco. Organizza la Società Dante Alighieri ,Comitato di Darmstadt e. V.
Ore 18/ore 20:30. Programmkino Rex, Grafenstraße 18-20.

Düsseldorf: La terra dei santi
Proiezione del film di Fernando Muraca (2015). Vittoria (Valeria Solarino) è un magistrato, viene dal nord e crede nella giustizia. Assunta (Daniela Marra) è la vedova di un soldato di 'ndrangheta, non è mai uscita dalla sua terra e gli unici legami che riconosce sono quelli della famiglia. Per lei la vendetta è un diritto e non avere paura del sangue un dovere; ed è per dovere che è costretta a sposare suo cognato Nando, come è già successo a sua sorella Caterina (Lorenza Indovina) moglie del boss latitante Alfredo Raso in guerra con la cosca dei Macrì. Vittoria ha un obbiettivo: scardinare l'omertà delle donne verso quel sistema patriarcale che sta alla base della più influente organizzazione criminale del mondo.
Ore 20. Black Box Kino, Schulstraße 4.

Fellbach-Schmiden (Stoccarda): Fai bei Sogni
Proiezione del film di Marco Bellocchio (2016), tratto dal romanzo di Massimo Gramellini.  E' la storia di una difficile ricerca della verità e allo stesso tempo la paura di scoprirla. La mattina del 31 dicembre 1969, Massimo, nove anni appena, trova suo padre nel corridoio sorretto da due uomini: sua madre è morta. Massimo cresce e diventa un giornalista. Dopo il rientro dalla Guerra in Bosnia dove era stato inviato dal suo giornale, incontra Elisa. La vicinanza di Elisa aiuterà Massimo ad affrontare la verità sulla sua infanzia ed il suo passato. In italiano con sottotitoli in tedesco.
Ore 20:15. Orfeo-Kino, Butterstr. 1 (im Großen Haus).

Monaco: Giuseppe Jona - storia di un ebreo veneziano
Conferenza di Luisa Cigagna. Primario all'ospedale Santi Giovanni e Paolo, patriota ed eroe di Caporetto, Presidente dell'Ateneo Veneto di Scienze, Lettere e Arti: la storia di Giuseppe Jona è quella tipica di molti ebrei italiani al tempo dell'assimilazione. Questa storia cambia però improvvisamente con la promulgazione delle leggi razziali: nel 1940 Jona, ebreo laico, accetta di divenire presidente della comunità veneziana. Dopo l'8 settembre, alla richiesta dei nazisti di consegnare i nomi degli iscritti alla comunità, Jona distrusse ogni documentazione e pose fine alla sua vita. 
Ore 18:30. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Straße 8.

Lubecca: The best of Ennio Morricone
Continua la serie di concerti dedicata ad Ennio Morricone diretti dal maestro Marco Seco, con solisti, coro e orchestra del Milano Festival Opera. La tournee prosegue toccando le principali città tedesche.
Ore 20. Musik- und Kongresshalle,  Willy-Brandt-Allee 10.

MOSTRE

Amburgo: AliMentum. Gedanken zum Umgang mit unseren Mitteln zum Leben
Mostra dedicata al tema degli alimenti. Al progetto AliMentum hanno partecipato 5 fotografi italiani, documentando come gli alimenti che consumiamo, vengono prodotti, lavorati, venduti, consumati e anche sprecati. Le foto sono di Vincenzo Ciccarello, Lino Massolin, Giulia Pasqualin, Daniele Sordi, Giuliano Teso.
Fino al 13 gennaio 2018. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: Accomodati a Berlino!
Mostra della fotografa Linda Paggi. A Berlino è consuetudine lasciare in strada con la scritta zu verschenken (si regala) gli oggetti che non si usano più e che potrebbero servire ad altri. Tra questi anche molti divani, che sono diventati il soggetto principale degli scatti del progetto Accomodati a Berlino di Linda Paggi, fotografa italiana di origine bolognese oggi di stanza a Berlino.
Fino al 30 gennaio. Spazio, Torstraße, 15, 13353 Berlino.

Berlino: Conegliano Valdobbiadene, paesaggio del Prosecco superiore
Alle pendici delle Dolomiti, le colline dell'Alta Marcia Trevigiana offrono un paesaggio straordinario, modellato dall'operosità millenaria di viticoltori eccezionali, noti in tutto il mondo per i loro spumanti: un ecosistema composto da declivi, terrazzi, pievi e borghi, un'area di produzione unica, che si estende su 15 Comuni e 7.500 ettari di superficie, per 90,4 milioni di bottiglie prodotte ogni anno, di cui il 41% destinato ai mercati esteri. Ma anche un territorio che si è candidato nel 2017 all'UNESCO come patrimonio vivente dell'umanità. La zona è caratterizzata da piccoli borghi medievali che sorgono tra le alture, in cui l'uva, dopo la vendemmia, viene raccolta a mano nei singoli vigneti locali per la produzione del caratteristico Prosecco Superiore DOCG.
Ambasciata d'Italia, Tiergartenstr. 22, Berlin-Tiergarten.

Berlino: I borghi più belli d'Italia
L'Associazione "I Borghi più belli d'Italia" promuove e valorizza il grande patrimonio di storia, arte e cultura presente nei centri minori italiani. Ne fanno parte oltre 270 Borghi selezionati e certificati, rappresentanti di quel Made in Italy inteso come espressione dell'eccellenza italiana. La mostra farà scoprire il fascino dell'Italia nascosta, ricca non solo di tesori artistici e di paesaggi incontaminati ma anche custode di preziose tradizioni culinarie, un ricettario inesauribile che porta con sé la storia e la cultura dei frammenti più suggestivi d'Italia.
Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Berlino: "Italia-Germania: Per una politica comune della memoria"
Mostra sulla difficile eredità della Seconda Guerra Mondiale, con documenti originali dagli archivi del Ministero degli Affari Esteri italiano. In seguito all'armistizio dell’8 settembre 1943 la Wehrmacht fece prigionieri numerosi soldati e gli ufficiali italiani, deportandone circa 650.000  nel Reich tedesco e nei territori occupati, per sfruttarne la forza lavoro nell'industria bellica. Circa 50.000 morirono nei circa due anni della loro prigionia, per fame, per malattia o in seguito alle violenze o ai maltrattamenti subiti. Inaugurazione della mostra lunedì alle 19. Seguirà un dibattito con il curatore, lo storico Luciano Zani, con Michele Montagano, ex internato militare,  e con Lutz Klinkhammer del Museo Storico Tedesco di Roma.
Fino al 19 gennaio. Istituto Italiano di Cultura, Hildebrandstr. 1.

Zwischen allen Stühlen

Mostra "Tra più fuochi": dettaglio di una sala

Berlino: Tra più fuochi. La storia degli internati militari italiani in Germania tra il 1943 e il 1945
Un'esposizione di oggetti e reperti unici dedicata agli IMI presso il Centro di documentazione sul lavoro forzato di Schöneweide – Fondazione Topografia del Terrore di Berlino. Oltre ad onorare la memoria degli oltre 650.000 Internati Militari Italiani nei lager nazisti, l'esposizione permanente conferma l’interesse e la disponibilità a proseguire nella costruzione di una cultura della memoria condivisa degli orrori del passato anche a monito per il futuro, in coerenza con l'impegno assunto nel dicembre 2012 da Italia e Germania per non dimenticare questo doloroso capitolo della nostra storia recente. Il Centro di documentazione sul lavoro forzato durante il Nazionalsocialismo intende favorire la conoscenza e la memoria del dramma vissuto, durante il regime nazista, da circa 12 milioni di uomini, donne, ragazzi e bambini in tutta Europa.L'Istituto Alcide Cervi ha contribuito con un documento, visibile anche sul portale multimediale dell'Istituto. Si tratta della scheda di congedo di Iames Lusetti, internato militare italiano originario di Gattatico e registrato presso lo Stalag X A di Schleswig: il documento è datato agosto 1944 e rappresenta il passaggio degli IMI a "lavoratori civili", allo scopo di mitigarne così le difficili condizioni di vita.
Mostra permanente. Dokumentationszentrum NS-Zwangsarbeit, Britzer Str. 5.

Bonn: Im Meer versunken. Tesori sottomarini
La mostra "Im Meer versunken. Sizilien und die Unterwasserarchäologie" presenta i ritrovamenti archeologici nelle navi affondate davanti alle coste siciliane e racconta così una storia di oltre 3000 anni. Dalle navi fenicie a quelle puniche, romane, egiziane e bizantine, i loro tesori raccontano le storie dei protagonisti degli intensi scambi nel Mediterraneo di allora. In collaborazione con diversi musei europei e con la Soprintendenza del Mare di Palermo.
Fino all'11 marzo 2018. LVR-LandesMuseum Bonn, Colmantstr. 14-16.

Colonia: Il deserto rosso
L'esposizione presenta 30 lavori di diverse/i artiste/i, che si sono ispirati con le loro opere al film di Michelangelo Antonioni "Il deserto rosso". La pellicola del 1964 fu girata nella zona industriale intorno a Ravanna e colpisce in particolare per il modo nuovo con cui vengono usati i colori. Proprio per questo il film si presta a essere rappresentato attraverso immagini fotografiche.
Fino al 28 gennaio 2018. Die Photographische Sammlung/SK Stiftung Kultur, Im Mediapark 7.

Colonia: Tintoretto. A star was born
L'esposizione è stata allestita in occasione dell'anniversario dei 500 anni dalla nascita del pittore italiano. La mostra presenta in particolare le prime opere di Jacopo Tintoretto (1518-1594), che provengono dai musei di Amsterdam, Londra, Madrid, Milano, Roma, Venezia e Washington. I dipinti sono per lo più di tema religioso, ma anche allegorico ed erotico. Inoltre ci sono diversi ritratti. Tra le opere anche una nuova attribuzione, scoperta dal curatore della mostra Roland Krischel. Si tratta di un quadro che fa parte della collezione della regina d'Inghilterra e che finora era stato attribuito ad un pittore fiammingo.
Fino al 28 gennaio 2018. Wallraf-Richartz-Museum, Obenmarspforten (vicino al Rathaus).

Francoforte: Götter der Etrusker zwischen Himmel und Unterwelt
Un'esposizione che gode del Patrocinio del Consolato Generale d'Italia a Francoforte, nata dalla collaborazione tra il Museo Nazionale di Firenze, il Museo Etrusco Guarnacci Volterra, la Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio delle province di Pisa e Livorno e il museo archeologico di Francoforte, con il sostegno di Contemporanea Progetti srl di Firenze, Expona GmbH, di Bolzano e la fondazione Dr. Marscher. La mostra, con reperti di alto valore provenienti dai due musei toscani, s'incentra sul rapporto del popolo etrusco con il divino e le divinità dell'antica Etruria, il culto dei morti, il rapporto anche con gli dei degli inferi, l'influsso delle pratiche religiose nel quotidiano. Gli Etruschi avevano un ricco pantheon di divinità antropomorfe quali Tina (Giove), Uni (Giunone) Menrva (Minerva) Turan (Venere), per citare le più importanti, che venivano paragonati agli umani. Oltre a ciò una sapienza divinatoria che gli stessi romani ammiravano e fecero propria. Inoltre il culto e il rituale riservato al mondo dell'oltretomba rivestiva un ruolo importante soprattutto nella classe aristocratica, nella casta dei guerrieri, e anche per le donne.
Fino al 4 febbraio 2018. Archeologisches Museum di Francoforte, Karmelitergasse

Karlsruhe: Gli Etruschi
Società tra le più complesse e avanzate dell'Italia preromana, gli Etruschi sono stati protagonisti delle vicende del Mediterraneo occidentale tra il X e il I sec. a.C. Un'identità unica, quella etrusca, plasmata altresì dal contatto con interlocutori culturali diversi: Greci, Fenici, Celti e Romani. Recenti ricerche archeologiche gettano nuova luce su questa straordinaria civiltà, che le fiorenti realtà urbane e l'articolata cultura materiale mostrano prospera e vitale. Venerandi santuari e tombe monumentali, impreziosite da affreschi variopinti e corredi sontuosi, esprimono l'importanza del culto e della religione. Opere d'arte di prorompente forza espressiva comunicano amore per il bello. In collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo il Badisches Landesmuseum presenta una panoramica complessiva sulla civiltà etrusca. Reperti spettacolari, accompagnati da ricostruzioni tridimensionali e animazioni digitali, contribuiscono a delineare un quadro articolato dello spazio e del tempo in cui gli Etruschi vissero da protagonisti.
Fino al 16 giugno. Badisches Landesmuseum, Schlossbezirk 10.

Monaco: Analog - Valentina Murabito, Susanna Kraus
Valentina Murabito ha studiato alla  "Moholy-Nagy University of Art and Design" di Budapest e all'Accademia delle Belle Arti di Catania. Le sue foto analogiche sono un’ode al dionisiaco, all'inebriante e all'estatico. L'artista mostra esseri ripresi nella metamorfosi da essere umano a animale: pacifiche capre, che lottano come tori selvaggi o un centauro che non rivela il suo sesso. Questi motivi ricordano i miti con cui chi visse in epoche antiche interpretava il mondo, vedendo in ogni cosa qualcosa di divino. Valentina Murabito li interpreta in maniera contemporanea, trasformando le foto in laboratorio e fissandole su carta, legno, cemento o acciaio.
Inaugurazione della mostra il 18.1. alle ore 19.
Fino  al 3 marzo. Galerie Benjamin Eck II: Zieblandstraße 19

Nürtingen (Stoccarda): Ötzi
"
Örzi, l'uomo del ghiaccio": la mostra espone un modello che riproduce la mummia trovata nei ghiacci e una ricostruzione che ambienta Ötzi nel suo paesaggio naturale di 5.000 anni fa, con tanto di animali domestici.
Fino al 25 febbraio. Stadtmuseum Nürtingen.

Potsdam: Museo Barberini
Il Museo Barberini apre le sue porte con un edificio decisamente imponente, ricostruito secondo il modello del Palais Barberini, fatto erigere da Federico II seguendo il modello del Palazzo Barberini di Roma e distrutto durante la seconda Guerra Mondiale. Il museo ha aperto ufficialmente il 23 gennaio scorso.
Museum Barberini, Alter Markt- Humboldtstraße 5-6.

Wolfsburg: Collettivo Bai. In terra di Germania
Mostra di Vittorio Balcone, Giovanni Di Nicola, Atanasio Giuseppe Elia, Luigi Galofaro, Emanuele Elio Licata, Michele Licata, Rosario Lo Turco, Raffaele Romano, Giuseppe Salafia e Gesualdo Spampinato. Opere pittoriche e sculture.
Fino al 20 gennaio 2018. Kunstverein creArte, Galerie Zwischenraum, Schachtweg 5.

Stand: 11.01.2018, 17:47