Live hören
Jetzt läuft: Wenn du tanzt von Von Wegen Lisbeth

Valentina Murabito

Valentina Murabito

di Luciana Caglioti e Cristina Giordano

L'artista siciliana trapiantata a Berlino ci racconta la sua fotografia sperimentale. Dove niente è scontato e la confusione (artistica) regna sovrana.

Tutto e santo, Valentina Murabito

"Tutto e santo", opera di V. Murabito

Quadri o fotografie? L’effetto ottenuto dalle opere di Valentina Murabito è quello di creare immagini capaci di confondere l’osservatore, che di primo acchito non riesce a distinguere l’oggetto ritratto, né la sua superficie. È la foto-arte di Valentina Murabito, artista siciliana trapiantata a Berlino che si diverte a confondere il pubblico, con immagini di persone che in realtà sembrano animali, e viceversa, di donne che sembrano uomini, di giovani che potrebbero benissimo essere dei corpi anziani.

Valentina Murabito

Valentina Murabito

Il suo è un ritorno all’analogico per sperimentare con camera oscura, luce, pennelli e sostanze chimiche che permettono una "manipolazione" dell'immagine. Il fascino per la capitale tedesca Valentina lo esprime così: “A Berlino è possibile ricrearsi, ricostruirsi una propria identità”.

A Luciana Caglioti, l’artista siciliana racconta anche della sua sicilianità espressa attraverso i colori ("il nero della pietra lavica") e le immagini delle sue foto sperimentali.

Stand: 07.02.2017, 18:20