Live hören
Jetzt läuft: Sey von Orchestra Baobab

Eventi italiani in Germania

Paolo Virzi

Eventi italiani in Germania

Mercoledì 16 novembre a Berlino, nell'ambito della rassegna dedicata al regista Paolo Virzì, il film "La prima cosa bella". È solo uno degli appuntamenti italiani in Germania di questi giorni.

Anticipazioni

Fra gli artisti italiani in arrivo in Germania vi segnaliamo Niccolò Fabi e Marco Mengoni. Anche il pianista Ludovico Einaudi torna in autunno con alcune date.

VENERDÌ 11 NOVEMBRE

Amburgo: La dolce guitar

Concerto di Gian Marco Ciampa. Il programma di Gian Marco Ciampa "la Dolce Guitar" è dedicato principalmente a compositori italiani, rappresentanti più importanti delle loro rispettive epoche: Domenico Scarlatti, Niccolò Paganini, Mario Castelnuovo-Tedesco e il compositore spagnolo Francisco Tarrega con una Fantasia su "La Traviata" di Verdi.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hansastr. 6.

Berlino: corso di lingua e cultura italiana
Inizia a Friedrichshain, il Corso di Lingua e Cultura italiana prescolare, per bambini dai 3 ai 6 anni. Durante il corso si imparerà l'italiano attraverso il gioco, la musica ed il divertimento!
Ore 15.30. Biblioteca Pablo Neruda, Frankfurter Allee 14A, 10247 Berlin-Friedrichshain.

Berlino: Zwischen Berufung und Beruf. Vom Literaturübersetzen in Italien und in Deutschland
Incontro con i traduttori: Hinrich Schmidt-Henkel (Berlino), Marina Pugliano (Firenze) und Simone Buttazzi (Berlino).
Ore 18. August-Boeckh-Haus der Humboldt Universität, Dorotheenstraße 65, Aula 5.57.

A cura di Angela Sinesi

Funkhaus Europa | 10.11.2016 | 03:40 Min.

Colonia: Per Aspera ad Astra
Inaugurazione della mostra di Andrea Frosolini. Frosolini s’inserisce in una corrente creativa tutta italiana, è un artista giovane che naviga con destrezza nel magma del pensiero e dell'introspezione dell'arte, sensibile ed acuto, con un notevole sense of humour. L'artista s'immerge nella sua Wunderkammer interiore e la porta davanti ai nostri occhi, la esplora con noi; è un instancabile collezionista di Naturalia ed Artificialia, oggetti straordinari provenienti dalla Natura e dall'inventiva bizzarra dell'uomo. La sua ricerca viene incantata dallo stupore del mondo minimo: le Api; attraversa il Naturalia fuso all'umano, la donna con il polipo, che diventa anche un surreale capriccio barocco. Frosolini è un artista eclettico, onirico, surreale, pop, ma sfugge a classificazioni, nonostante lui continui a divertirsi a catalogare nella sua Wunderkammer, non è identificabile, ma certamente è ironico, e l'arte contemporanea vive di ironia.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Lubecca: La stoffa dei sogni
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", poiezione del film di Gianfranco Cabiddu.
Ore 18. Kino KoKi, Mengstraße 35.

Monaco: Niccolò Fabi
Il cantautore romano presenta il suo ultimo album "Una somma di piccole cose", per il quale si è aggiudicato la Targa Tenco per il miglior album dell'anno. L'album è stato interamente registrato in una casa di campagna tra la fine del 2015 e gli inizi del 2016.
Ore 19 (inizio ore 20). Technikum, Grafinger Str. 6.

SABATO 12 NOVEMBRE

Berlino: Scopriamo l'Italia
Ciclo di appuntamenti per bambini dai 6 ai 12 anni a cura della cantante Eva Spagna. Il primo incontro è dedicato alle città italiane.
Ore 10.30. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Berlino: I musicanti di Brema
Spettacolo teatrale a cura della compagnia Teatro Strappato. "I musicanti di Brema" (dai 3 anni), uno dei grandi classici della letteratura per l'nfanzia, e "La gallina e le lanterne d'oro" (dai 5 anni), una favola colorata e divertente.
Ore 16 (I musicanti di Brema). Ore 17.30 (La gallina e le lanterne d’oro). Libreria Mondolibro, Torstr. 159.

Colonia: Canto dei deportati
Spettacolo teatrale interpretato da Maria Filograsso e Giulio Bufo, regia di Maria Filograsso. Liberamente ispirato alla rivista "Triangolo rosso" dell'Aned (Associazione nazionale esuli e deportati), al "Diario di Anna Frank" e a "Il grande dittatore" di C. Chaplin. Lo spettacolo è un omaggio attento alla resistenza umana e partigiana e alla memoria die genocidi perpetrati dai nazifascisti nei confronti die dissidenti politici, di zingari, ebrei, omosessuali, migranti, disabili, religiosi, ma con un occhio attento ai genocidi die giorni nostri. Si propone l'obiettivo di non lasciare lo spettatore a fermarsi sui ricordi della "Memoria", ma attraverso la sua attualizzazione a comprendere quello che è secondo gli autori, lo sterminio del pensiero indipendente.
Ore 19. Offene Welt-Mondoaperto, Zugweg 22.

Gevelsberg: San Martino
Sfilata di lanterne organizzata dalla Missione cattolica di Gevelsberg. San Martino guiderà la sfilata accompagnata da una banda musicale. Si attraverserà la città per arrivare al termine alla Missione cattolica, dove verrà fatto il falò e i bambini riceveranno una piccola sorpresa.
Ore 17. Sankt Engelbert Kirche, Rosendahler Str. 6.

Hannover: Ludovico Einaudi
Concerto del pianista torinese che presenta il suo ultimo album "Elements".
Ore 20. Hannover Congress Centrum, Kuppelsaal, Theodor-Heuss-Platz 1-3.

Pulheim: giornata delle porte aperte
Giornata delle porte aperte alla Scuola italo-tedesca Papa Giovanni XXIII (Integrierte Gesamtschule).
Ore 13. Scuola Papa Giovanni XXIII, Hauptstr. 1.

DOMENICA 13 NOVEMBRE

Amburgo: Ludovico Einaudi

Concerto del pianista torinese che presenta il suo ultimo album "Elements".
Ore 20. Congress Center Hamburg, Am Dammtor / Marseiller Straße.

Berlino: Tanztee
Concerto interattivo per grandi e piccini (dalle ore 16 alle 18). Ospiti d'eccezione: Rachelina e i Birichini! Dalle ore 15.00 alle ore 16.00 si terranno nell'aula di musica al quarto piano le prove del coro di bambini i Birichini. Tutti i bambini amanti della musica - ed interessati eventualmente a far parte del coro -sono invitati a partecipare! Poi Workshop musicale insieme all'associazione Popolare e.V. e alle 17:00 concerto con la band della Landesmusikakademie Berlin.
Dalle 15. Albrecht-von-Graefe-Schule, Graefestr. 85.

Berlino: Werkstatt Berlin
Nell'ambito della rassegna "Cinemaperitivo", proiezione del film di Marco Zaccaria. In presenza del regista.
Ore 16. Babylon, Rosa-Luxemburg-Str. 30.

Lubecca: Lea
Nell’ambito della rassegna "Cinema!Italia!", poiezione del film di Marco Tullio Giordana.
Ore 20.30. Kino KoKi, Mengstraße 35.

LUNEDÌ 14 NOVEMBRE

Amburgo: L'Italia e la potenza dei media
In occasione della serie di manifestazioni "Goethe+200. Un viaggio nell'Italia contemporanea: Economia e Società": tavola rotonda con il Prof. Giorgio Simonelli (Università Università Cattolica di Milano) e con esperti tedeschi, moderazione a cura di Tommaso Pedicini (WDR Köln). In italiano e in tedesco, con traduzione simultanea. Con la tavola rotonda dedicata al tema "Italia e la potenza dei media" continua il viaggio nell'Italia contemporanea sulle tracce di Goethe. Televisione, stampa, Internet e social network - quanta importanza occupano oggi i media nella la vita degli italiani? Quanta fiducia hanno nelle istituzioni radio, televisione, giornali? Che cosa significa questo per il business? Il prof. Giorgio Simonelli, docente di Televisione e Giornalismo Radiofonico presso l'Università di Milano, fornisce, nel suo intervento, una panoramica del potere dei media italiani.
Ore 17. Hörsaal des HKIC - Handelskammer InnovationsCampus, Adolphsplatz 6.

Berlino: Con Goethe attraverso la Sicilia
Conferenza di Michele Cometa in tedesco, con immagini della Sicilia. Cometa (Palermo,1959) ha studiato germanistica e filosofia nelle Università di Palermo e di Colonia. Ha insegnato nelle Università di Düsseldorf, Catania, Cosenza e Cagliari. Attualmente insegna Storia comparata delle culture e Cultura Visuale nell'Università di Palermo.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2.

Lubecca: Per amor vostro
Nell’ambito della rassegna “Cinema!Italia!”, poiezione del film di Giuseppe Gaudino.
Ore 18. Kino KoKi, Mengstraße 35.

MARTEDÌ 15 NOVEMBRE

Berlino: Bandabardò
Concerto della band in tour per l'Europa. Bandabardò presenta il suo nuovo album "L'improbabile". Nel manifesto del gruppo si trova scritto: "La Bandabardò ha sposato in pieno la causa dei fricchettoni e del loro leader Fernandez. Siamo per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali. Lottiamo per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza".
Ore 19 (inizio ore 20). Cassiopea, Revaler Str. 99.

Düsseldorf: Düsseldorf-Palermo
Serata informativa organizzata dalla Società italo-tedesca di Düsseldorf, Dante Alighieri dedicata all'inaugurazione della Haus der Kunst a Palermo (città gemellata di Düsseldorf) e allo scambio tra gli artisti di entrambe le città.
Ore 19. Parrocchia St. Rochus, Prinz-Georg-Strasse.

Lubecca: Se Dio vuole
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", poiezione del film di Edoardo Falcone.
Ore 18. Kino KoKi, Mengstraße 35.

Monaco: Ludovico Einaudi
Concerto del pianista torinese che presenta il suo ultimo album "Elements".
Ore 20. Philarmonie, Rosenheimer Str. 5.

MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE

Amburgo: La qualità della moda italiana
Conferenza di Maria Luisa Frisa (in italiano con traduzione simultanea), nell'ambito della XVI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. La creatività, il gusto del bello, l'attenzione al dettaglio, l'innovazione, sono alcune delle caratteristiche della moda italiana. Tutti conoscono i grandi nomi della moda italiana degli anni Ottanta: Armani, Versace, Valentino, ma oggi l'Italia ha anche nuovi fashion-designer, con stili e talenti differenti ma con sensibilità comuni e con una nuova identità italiana. Maria Luisa Frisa, critico e fashion curator, è direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali all’Università Iuav di Venezia. È presidente di MISA Associazione Italiana degli Studi di Moda.
Ore 19. Istituto Italiano di Cultura, Hansastraße 6.

Berlino: : Ludovico Einaudi
Concerto del pianista torinese che presenta il suo ultimo album "Elements".
Ore 20. Philarmonie, Herbert-von-Karajan-Straße 1.

Berlino: La prima cosa bella
Nell'ambito della rassegna dedicata a Paolo Virzì, proiezione del film con Stefania Sandrelli, Valerio Mastandrea e Micaela Ramazzotti.
Ore 20. Kino-Lichtblick, Kastanienallee 77.

Colonia: La politica italiana negli anni 1920-1930
Conferenza in tedesco. Il Prof. Wolfgang Schieder propone un'analisi critica del primo decennio di vita del movimento fascista in una prospettiva comparata europea, analizzando come Benito Mussolini, giornalista e politico, passi dalla sinistra all'estrema destra e come, autoproclamatosi rivoluzionario, riesca ad ottenere il supporto dell'establishment politico e a costruire una dittatura personale basata non tanto su un programma chiaro, ma su uno stile politico azionistico che ispirerà analoghi movimenti europei.
Ore 19. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Lubecca: Latin lover
Nell'ambito della rassegna "Cinema!Italia!", poiezione del film di Cristina Comencini.
Ore 18. Kino KoKi, Mengstraße 35.

GIOVEDÌ 17 NOVEMBRE

Amburgo: serata informativa

Serata informativa sul Referendum cotituzionale, sull'Europa dopo il Brexit e sui nuovi flussi migratori. L'associazione "Prima Persona e.V." e il Comites di Hannover hanno invitato Fabio De Masi, deputato al Parlamento Europeo a Brussel per il gruppo "Die Linke" affiliato a gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica e membro della commissione per i problemi economici e monetari.
Ore 19. BooKaffè Amburgo, Bürgerweide 31.

Berlino: Festival del jazz italiano
Settima edizione del Festival del jazz italiano diretto dal musicista Andrea Marcelli, che vede la partecipazione di artisti italiani che vivono sia in Italia che all'estero. Quest'anno il Festival si apre con il concerto del chitarrista sardo, che vive a Berlino Giorgio Crobu insieme al percussionista italo-argentino Daniel "Topo" Gioia.
Ore 21. Kunstfabrik Schlot, Invalidenstr. 117.

MOSTRE

Amburgo: Venezia. Città degli artisti
Il Bucerius Kunst Forum, con "Venezia. Città degli artisti" (Venedig. Stadt der Künstler), dedica per la prima volta una mostra alla forza d'ispirazione della città lagunare, con opere di Vittore Carpaccio, Canaletto, Francesco Guardi, Giambattista Tiepolo, William Turner, John Ruskin, Claude Monet, Wassily Kandinsky, Gerhard Richter, Candida Höfer. In sei settori tematici la mostra offre la rappresentazione pittorica di alcuni miti, fra cui la raffigurazione della società veneziana e delle sue festività, la fisionomia e l’architettura della città, così come le diverse esperienze artistiche inerenti luce ed acqua nella Repubblica del Leone. Si possono trovare approssimativamente cento opere nazionali e internazionali prese in prestito da collezioni come quelle del Museo Correr di Venezia, del Tate di Londra, del Centre Pompidou di Parigi, del Rijksmuseum di Amsterdam, del Städel Museum di Francoforte e della Neue Pinakothek di Monaco.
Fino al 15 gennaio. Bucerius Kunst Forum gemeinnützige GmbH, Rathausmarkt 2.

Berlino: Gianni Croce. La vita moderna
Inaugurazione della mostra. Cento immagini realizzate nel solco delle sperimentazioni italiane ed europee del '900: non la cronaca semplice del reale, ma gli sfondi urbani come quinta per rappresentare un'epoca e i suoi volti. "nature morte" e fotomontaggi. Benché aderenti alla storia della sua città, le immagini di Gianni Croce guardano con attenzione alle sperimentazioni italiane ed europee del Novecento. Nei suoi scatti, Croce non restituisce la cronaca semplice e diretta del reale, ma usa gli sfondi urbani come la quinta dove rappresentare la realtà e le proprie storie, interpretate dai protagonisti della vita sociale, siano essi gli aristocratici che le persone umili, rendendo vive le piccole passioni, le storie, le memorie private e collettive. Particolarmente interessanti e curiose sono le sezioni dedicate al Sabato fascista, ovvero le manifestazioni ginniche del Ventennio, dove le pose 'olimpiche' dei ragazzi servivano al regime a rendere memorabile l'evento politico, o ancora quella della Città invisibile, con scorci privi di figure umane e con forti contrasti di luci e ombre, o dei Minimi sguardi, in cui si racconta la ripresa civile ed economica degli anni '50 e '60. Nato a Lodi nel 1896, Gianni Croce entra come collaboratore nello studio di Giuseppe Marchi noto esponente della fotografia liberty. Nel 1921, si trasferisce a Piacenza dove apre il proprio studio fotografico e si specializza in ritratti. Inizia in questo periodo anche la sua attività di pittore conoscendo e frequentando altri artisti piacentini e legandosi in particolare a Bot, Ricchetti, Arrigoni, Cavaglieri.
Fino al 16 dicembre. Istituto italiano di cultura, Hildebrandstr. 2. 

Bilder: Erfüllbare Träume

Si apre a Berlino la mostra di Rete Donne

Berlino: Erfüllbare Träume? Italienerinnen in Berlin
La mostra, curata da un gruppo di Retedonneberlino, coordinato da Lisa Mazzi e Tania Tonelli, tematizza attraverso diversi linguaggi artistici la nuova migrazione femminile italiana. Le opere esposte sono state realizzate da un gruppo di giovani creative italiane, attive nel campo di diverse arti espressive: Giulia Filippi, Ornella Orlandini, Elena Giampaoli, Petra Fantozzi, Daniela Spoto, Eloisa Guarracino, Sara Di Pede, Francesca Amata. Attraverso il proprio specifico linguaggio, ciascuna installazione ha voluto esprimere sogni e attese, motivazioni e aspettative della nuova migrazione femminile italiana, sempre più numerosa e crescente, a Berlino, negli ultimi anni.
Fino all‘8 gennaio 2017. Museum der Europäischen Kulturen,  Lansstraße 8 / Arnimallee 25, Dahlem.

Colonia: Per Aspera ad Astra
Mostra di Andrea Frosolini. Frosolini s'inserisce in una corrente creativa tutta italiana, è un artista giovane che naviga con destrezza nel magma del pensiero e dell'introspezione dell'arte, sensibile ed acuto, epidermico e viscerale, con un notevole sense of humour. L'artista s'immerge nella sua Wunderkammer interiore e la porta davanti ai nostri occhi, la esplora con noi; è un instancabile collezionista di Naturalia ed Artificialia, oggetti straordinari provenienti dalla Natura e dall'inventiva bizzarra dell'uomo. La sua ricerca viene incantata dallo stupore del mondo minimo: le Api; attraversa il Naturalia fuso all'umano, la donna con il polipo, che diventa anche un surreale capriccio barocco. Frosolini è un artista eclettico, onirico, surreale, pop, ma sfugge a classificazioni, nonostante lui continui a divertirsi a catalogare nella sua Wunderkammer, non è identificabile, ma certamente è ironico, e l'arte contemporanea vive di ironia.
Fino al 6 dicembre. Istituto italiano di cultura, Universitätsstr. 81.

Francoforte: Graphic Novels dall'Europa
Nove autori di fumetti provenienti da diversi paesi presentano il loro lavoro in una mostra promossa dall'EUNIC presso l'Istituto Cervantes di Francoforte. La mostra non mette soltanto in luce la grande espressività di questa forma d'arte sempre più popolare, ma analizza anche le correnti attuali, sia per quanto riguarda la realizzazione artistica che la scelta dei contenuti. La mostra propone talenti straordinari quali Sara Colaone (IT), Aisha Franz (D), Michel Kichka (B/Wall.-Bxl), Olivier Kugler (D), Olivier Schrauwen (B/Flandern), Paco Roca (ES), Riad Sattouf (FR), Joan Sfar (FR) und Matthias Gnehm (CH). Sono esposte tre pagine di ogni romanzo nella traduzione tedesca e, oltre agli estratti presentati, le opere integrali dei nove artisti sono disponibili per la consultazione.
Fino al 19 novembre. Instituto Cervantes, Staufenstr. 1.

Krefeld: Eva Kot'átková & Ketty La Rocca
Video, performance, collage (fatti con articoli di giornali con testi critici nei confronti della società), sculture e fotografie dell’artista italiana La Rocca, vissuta tra il 1938 e il 1976 e dell’artista ceca Kot'átková, nata nel 1982. Le due artiste appartengono a diverse generazioni. Entrambe però si sono occupate nelle loro opere del rapporto tra corpo e comunicazione, dei rapporti di potere e delle diverse forme di resistenza ad esso.
Fino al 22 gennaio. Museum Haus Esters, Wilhelmshofallee 91-97.

Wiesbaden: Gli eredi di Caravaggio
Il Museo delle Arti e delle Scienze naturali di Wiesbaden ospita la mostra "Gli eredi di Caravaggio – Il Barocco a Napoli". Per la prima volta un museo tedesco presenta le opere più prestigiose e significative della pittura barocca napoletana. Il Museo di Capodimonte di Napoli, con il prestito di 18 opere provenienti dalla collezione permanente del museo, ha fortemente contribuito alla realizzazione della mostra. L'arrivo a Napoli nel 1606 di Caravaggio segna l'inizio vero e proprio dell'epoca barocca nella citta costiera. Nel giro di poco tempo Caravaggio divenne un modello da seguire per molte generazioni di artisti napoletani. A lui seguirono pittori del calibro di Giovanni Battista Caracciolo, Artemisia Gentileschi o Giuseppe de Ribera, originario di Valencia, insieme ad una nuova generazione di pittori locali quali Salvator Rosa, Mattia Preti, Luca Giordano e Francesco Solimena. Nella mostra 100 dipinti di grande formato daranno testimonianza del realismo e della forza di una pittura in cui si riflettono anche le esperienze della povertà, della brutalità e della rovina. Più di 200 opere di 50 artisti, così come numerosi prestiti da 11 paesi diversi, daranno modo al pubblico di ammirare l'evoluzione della pittura napoletana. Notevoli anche i prestiti provenienti dal Louvre di Parigi, dagli Uffizi di Firenze, dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, dalla collezione privata del "Graf Harach'sche" del castello austriaco di Rohrhau.
Fino al 12 febbraio 2017. Museo delle Arti e delle Scienze naturali di Wiesbaden, Friedrich-Ebert-Allee 2.

Wolfsburg: Angekommen
Mostra fotografica. Durante l'anno scolastico 2015/16 20 alunne e alunni della scuola elementare e superiori Leonardo Da Vinci di Wolfsburg, insieme a Ivano Polastri e Nicola Falco hanno trattato il tema della migrazione. Nella mostra i ragazzi presentano la loro esperienza migratoria e come immaginano il loro futuro.
Fino al 26 novembre. CreARTE e.V., Galerie Zwischenraum, Schachtweg 5.

Stand: 10.11.2016, 18:00