Live hören
Jetzt läuft: We The People.... von A Tribe Called Quest

Vita nuova per la Nalepastrasse

Vita nuova per la Nalepastrasse

di Elisabetta Gaddoni

L'atelier di Federico Egidi, artista marchigiano, si trova in un luogo insolito e un po’ periferico: un edificio che fino alla caduta del muro era la sede della radio di stato della DDR.

Federico Egidi

Federico Egidi davanti alla Funkhaus

Fino a pochi anni fa abbandonato, oggi il palazzo nella Nalepastr. ospita una quarantina di giovani creativi provenienti da tutto il mondo. Fra loro c'è anche Federico, che ci presenta questo luogo di Berlino per lui così importante.

DDR-Funkhaus Nalepastr

Sguardo nell'atelier di Federico

"Oberschweineöde" è il soprannome poco elegante con cui molti berlinesi denominano il quartiere di Oberschöneweide, una zona periferica e postindustriale di Berlino Est caratterizzata da degrado e disagio sociale. Ma negli ultimi anni negli edifici e nelle fabbriche dismesse sta tornando nuova vita: sempre più giovani vi trovano spazio per le loro attività, attratti dagli affitti bassi e dalla particolare atmosfera di quei luoghi. Federico Egidi, a Berlino da tre anni, è uno dei circa 40 inquilini del Blocco A della Funkhaus Nalepastrasse.

Il monumentale palazzo fa parte di un complesso costruito negli anni '50 per ospitare la radio di stato della DDR. La radio pubblica di Berlino, la Haus des Rundfunks, era infatti rimasta nel settore ovest della città, e quindi fuori dal controllo sovietico. A differenza della suggestiva sala delle trasmissioni ('Großer Sendesaal') situata in un altro edificio, ancora in utilizzo per la sua acustica perfetta, il cosiddetto Blocco A venne chiuso definitivamente nel 1993, ma da alcuni anni giovani artisti hanno la possibilità di affittare spazi all'interno del palazzo.

Con un'incognita per il futuro: il progetto del nuovo proprietario di fare della Funkhaus uno dei più grandi centri di produzione musicale del mondo potrebbe rendere gli affitti troppo cari.

Stand: 22.07.2016, 18:26